Posts by tag: draghi

Cronaca 31 Marzo 2021

Coronavirus, nuovo decreto del premier Draghi: fino al 30 aprile niente zone gialle e novità sulla scuola

Mentre l’Emilia Romagna rimarrà «rossa» fino al 6 aprile (probabile prolungamento di almeno una settimana in base al monitoraggio dei dati del venerdì), oggi è stato approvato il nuovo decreto anti-Covid del premier Draghi. Valido dal 7 fino al 30 aprile, ecco cosa prevede il documento:

Italia rosso-arancione. Nel nostro Paese per un mese nessuna zona gialla, ma saranno concesse deroghe per riaprire in base a contagi e vaccini. Nel decreto, infatti, è stato inserito un «meccanismo» che consente al Governo di applicare regole meno rigide ad alcune regioni ma solo se la situazione epidemiologica lo dovesse consentire, con dati particolarmente bassi e vaccini in regola, soprattutto per quanto riguarda le persone anziane e fragili. Il 20 aprile, comunque, l’Esecutivo verificherà eventuali miglioramenti della curva dei contagi e valuterà se allentare o meno le misure. 

Attività e servizi. Niente serrande alzate a pranzo per bar e ristoranti. Chiuse piscine e palestre. Saltata anche la riapertura di cinema e teatri. In zona rossa ancora sospese le attività di barbieri e parrucchieri.

Seconde case. Concesso andare nelle seconde case, indipendentemente dal colore, soltanto per un nucleo familiare e a condizione che non ci siano altre persone. Alcuni governatori (ad esempio la Toscana) hanno deciso di vietare l’ingresso da altre regioni a chi ha una seconda abitazione nei loro territori. 

Vacanze all”estero. Possibile prendere un aereo e andare in vacanza fuori dall’Italia. Il Governo, però, ha imposto un tampone (prima della partenza) per chi rientrerà in Italia e 5 giorni di quarantena.

Scuola. Lezioni in presenza fino alla prima media, anche in zona rossa. In zona arancione, invece, in classe fino alla terza media e con un minimo del 50% alle superiori. 

Spostamenti tra regioni. Senza zone gialle, ma solo con quelle rosse e arancioni, è stato prorogato anche il divieto di spostamento tra le regioni. Si potranno varcare i confini soltanto per motivi di lavoro, salute e necessità e provvisti di autocertificazione.

Visite parenti e amici. Nelle zone rosse, non sarà consentito andare a trovare parenti o amici una volta al giorno e in massimo due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) come invece sarà permesso nel weekend di Pasqua quando tutta Italia sarà in lockdown. In zona arancione, invece, le visite saranno consentite, sempre una sola volta al giorno dalle 5 alle 22 e sempre in non più di due persone, all”interno del comune di residenza.

25 aprile e 1 maggio. Una stretta potrebbe arrivare nei weekend del 25 aprile e del 1° maggio. In quei giorni, come a Pasqua, tutta Italia dovrebbe tornare in zona rossa.

Vaccini. Previsto l’obbligo vaccinale per personale sanitario e farmacisti. (da.be.)

Foto Isolapress

   

Coronavirus, nuovo decreto del premier Draghi: fino al 30 aprile niente zone gialle e novità sulla scuola
Cronaca 2 Marzo 2021

Coronavirus, primo Dpcm dell’era Draghi: tutte le novità fino al 6 aprile

In serata, come annunciato, è stato annunciato in nuovo Dpcm (il testo qui), il primo firmato dal nuovo premier Draghi, che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, Pasqua e Pasquetta comprese. Fino al 27 marzo, inoltre, rimane il divieto già in vigore di spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l”eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità. Sempre previsto il coprifuoco e l’utilizzo della mascherina.

Ecco una breve guida sulle principali novità:

Scuola. Nelle zone «rosse» sospesa l’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Nella zone «arancioni» e «gialle» i residenti delle Regioni potranno disporre la sospensione dell”attività scolastica: nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti; nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell”arco di 7 giorni; nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico

Musei, teatri e cinema. Nelle zone «gialle» musei aperti durante la settimana. Dal 27 marzo, sempre in queste zone, è prevista l”apertura anche il sabato e nei giorni festivi. Sempre dal 27 marzo, nelle zone «gialle» si prevede la possibilità di riaprire teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all”aperto e 200 al chiuso per ogni sala.

Sport. Restano chiusi palestre, piscine e impianti sciistici

Attività commerciali. In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18 per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto

Servizi alla persona. Nelle zone «rosse» chiusi parrucchieri, barbieri e centri estetici.

Zone «bianche». Si prevede la cessazione delle misure restrittive previste per la zone «gialle», pur continuando ad applicarsi le misure anti-Covid generali (obbligo di indossare la mascherina e distanziamento e i protocolli di settore). Restano sospesi gli eventi che comportano assembramenti (fiere, congressi, discoteche e pubblico negli stadi). 

Foto Isolapress

Coronavirus, primo Dpcm dell’era Draghi: tutte le novità fino al 6 aprile
Cronaca 11 Febbraio 2021

Governo, alle consultazioni pieno sostegno di Alleanza Cooperative italiane a Mario Draghi

Ieri, durante le consultazioni, anche Alleanza Cooperative italiane ha manifestato il pieno sostegno al presidente incaricato Mario Draghi per il lavoro che sta svolgendo al fine di formare il nuovo Governo. All’incontro era presente il presidente di Legacoop e Alleanza delle Cooperative italiane Mauro Lusetti, a nome anche di Confcooperative e Agci.

Draghi, oltre ai partiti politici, infatti, ha voluto ascoltare anche le proposte delle parti sociali, ovvero coloro che ogni giorno sono impegnate nell’economia e nella società e contribuiscono in maniera importante per affrontare e risolvere le problematiche del paese. Scelta apprezzata da Alleanza delle Cooperative italiane che ha espresso piena disponibilità a collaborare alla definizione del piano nazionale di ripresa e resilienza per l’avvio di riforme da tempo attese come il fisco, la pubblica amministrazione, la giustizia e il lavoro e contribuire alla logistica per l distribuzione dei vaccini e al rafforzamento della medicina territoriale. (da.be.)

Foto dal sito di Alleanza Cooperative italiane

PER SAPERNE DI PIU”

Governo, alle consultazioni pieno sostegno di Alleanza Cooperative italiane a Mario Draghi
Cultura e Spettacoli 6 Aprile 2019

I draghi di Luigi Rimondini, creazioni di cartapesta in mostra a «Fantasticar…ta»

Fantasticar…ta è la mostra che darà modo di ammirare le incredibili creazioni in cartapesta di Luigi Rimondini. Allestita nella sala Auditorium di Medicina, in via Pillio 1, inaugurerà oggi, sabato 6 aprile, alle 17 e sarà visibile fino al 14 insieme ai quadri delle serie Farfalle e Ritratti della pittrice Margaret Capaccio.

Sul numero 16 di Brodo di Serpe, Luigi Samoggia scrive a proposito di Rimondini: «Non finisce di sorprendere la versatilità spontanea che Luigi Rimondini manifesta in diversi campi dei suoi interessi. Luigi, medicinese, a tutti noto per vivacità e simpatia, accanto alla sua iniziale attività commerciale si è dedicato con passione al volo aereo sportivo, spesso compiendo evoluzioni su Medicina. Forse la suggestiva visione dall’alto del suo paese, negli anni ‘70-‘80, ha poi spinto Luigi a proporre in disegni i più notevoli monumenti e i meno noti scorci caratteristici di Medicina. Grazie alla freschezza del sicuro segno a china, questi lavori ebbero un’immediata generale accoglienza tanto da divenire oggetto di collezione fin dai primi esemplari presto tradotti a stampa. Quasi a indicare il carattere di semplici personali omaggi non accademici, solitamente Luigi in diversi disegni poneva, come sua firma, un piccolo simpatico schizzo della sua inconfondibile figura con il figlioletto. Una svolta importante negli interessi artistici e nell’attività di Rimondini avviene intorno agli anni 2004-2005 a contatto con il mondo del teatro: è la Compagnia delle Feste di Faenza che lo attrae e dove non solo entra come brillante attore, ma gradualmente prende forma la sua spiccata creatività nel modellare, in una sua inedita cartapesta, una serie di maschere che vanno decisamente ad arricchire la qualità scenica delle recite. Anche a Medicina la Compagnia della Forca si è avvalsa con successo delle maschere di Luigi Rimondini soprattutto nella memorabile recita del celebre testo II Rinoceronte di Ionesco. II successo maggiore, ottenuto anche grazie alle sue creazioni, resterà “l’Oscar 2013 per i migliori costumi” nella rappresentazione dell’Opera Medea a Tokio. E’ tuttavia nelle creazioni spontanee che questo nostro artista esprime tutte le sue doti di straordinaria e sbrigliata fantasia creativa, e manifesta la elevata abilità nel modellare anche i più minuti particolari dei fiabeschi draghi oggetto della sua attuale produzione». (r.c.)

La mostra è visitabile domenica 7 aprile (ore 10–13 e 14.30–18), lunedì 8, martedì 9 e mercoledì 10 (ore 15–18), giovedì 11 (ore 10–12), sabato 13 (ore 10–12 e 15–18), domenica 14 (10–12 e 14.30–18).

Nella foto un drago realizzato da Luigi Rimondini

I draghi di Luigi Rimondini, creazioni di cartapesta in mostra a «Fantasticar…ta»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast