Posts by tag: elezioni

Imola 22 Maggio 2018

#ElezioniImola2018, voto disgiunto e preferenze, tutto quel che c'è da sapere per votare il 10 giugno

Tra meno di venti giorni i cittadini imolesi saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo sindaco e i consiglieri comunali. Queste le istruzioni fornite dal Comune per destreggiarsi con alcuni temi che potrebbero creare difficoltà come la possibilità del voto disgiunto e le preferenze.

La scheda sarà una sola sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano.

E” possibile esprimere il proprio voto in tre modi, tutti e tre validi. Prima di tutto tracciando un segno solo sul simbolo di una lista oppure tracciando un segno sia sul simbolo di una lista sia sul rettangolo dove è riportato il nome del candidato alla carica di sindaco appoggiato dalla lista stessa. In entrambi questi casi si assegna il voto sia alla lista sia al candidato sindaco appoggiato da quest’ultima.

La seconda modalità prevede che si possa tracciare un segno sia sul nome di un candidato sindaco sia sul simbolo di una lista che non appoggia quel candidato sindaco. In questo caso l’elettore esercita il cosiddetto “voto disgiunto”. In altre parole si vota un candidato sindaco diverso da quello appoggiato dalla lista votata, il voto è valido e viene conteggiato sia alla lista che al candidato sindaco scelto.

La terza modalità prevede che si tracci un solo segno sul nome del candidato sindaco, in questo caso il voto non va anche alla lista o alle liste collegate.

Nel caso in cui si voti una lista accanto al simbolo possono essere indicate un massimo di due preferenze, cioè di nomi di candidati alla carica di consigliere comunale, purché di sesso diverso e sempre appartenenti alla stessa lista.

Sarà eletto sindaco al primo turno il candidato che otterrà la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare la seconda domenica successiva (il 24 giugno) per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti (ballottaggio).

Da notare che in caso di parità di voti al primo turno, verrà ammesso al ballottaggio il candidato della lista più votata (

maggiore cifra elettorale) e, in caso di ulteriore parità, verrà ammesso il più anziano di età (gli stessi criteri saranno usati in caso di parità nel ballottaggio).

Al secondo turno viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

Foto d”archivio

#ElezioniImola2018, voto disgiunto e preferenze, tutto quel che c'è da sapere per votare il 10 giugno
Imola 17 Maggio 2018

#ElezioniImola2018, ecco i “magnifici sette' candidati sindaco

Ecco i magnifici sette candidati alla carica di sindaco di Imola. Le ore 12 di sabato 12 maggio erano il termine ultimo per la presentazione delle candidature in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno che riguarderanno il comune di Imola. Scaduto il termine, si è poi riunita la sottocommissione elettorale circondariale per l’esame e l’ammissione delle candidature alla carica di sindaco e delle liste collegate per il Consiglio comunale e per la successiva assegnazione (mediante sorteggio) del numero progressivo a ciascun candidato alla carica di sindaco ed alle liste collegate per il Consiglio comunale. Per la prima volta ci sono due donne in lizza (con possibilità di farcela) per la poltrona di primo cittadino.

Questi i nomi dei candidati sindaco in base all”ordine progressivo assegnatogli e le relative liste o la lista che li sostengono.

1) Carmela (Carmen) Cappello, sostenuta da Imola Futuro – Area Civica, Sinistra per Imola, Imola Più Lista civica, Partito democratico, Partecipazione&Innovazione

2) Manuela Sangiorgi , sostenuta dal Movimento5Stelle

3) Giuseppe Palazzolo, sostenuto da Forza Italia Berlusconi per Palazzolo, Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, Lega Imola Salvini per Palazzolo, Focus Palazzolo sindaco

4) Francesco Armiento, sostenuto dalla lista Azione Imolese

5) Giambattista Boninsegna, sostenuto dal Popolo della famiglia

6) Franco Benedetti, sostenuto dalla Civica per l’Autodromo Imola

7) Filippo Samachini, sostenuto da Sinistra Unita Imola

Sul “sabato sera” in edicola da oggi 17 maggio due pagine con tutti i nomi dei 299 candidati al Consiglio comunale presenti nelle 14 liste ammesse alla tornata elettorale. 

Nella foto i candidati: da sinistra a destra e dall”alto in basso, Cappello, Sangiorgi, Palazzolo, Armiento, Boninsegna, Benedetti e Samachini

#ElezioniImola2018, ecco i “magnifici sette' candidati sindaco
Imola 9 Maggio 2018

#ElezioniImola2018, i candidati della lista civica Imola Più

Anche la lista civica Imola Più, che fa parte della coalizione di centrosinistra che sostiene la candidata sindaco Carmen Cappello, presenta ufficialmente l”elenco con i suoi ventidue candidati consiglieri per le prossime elezioni comunali del 10 giugno.

Sono quattordici uomini e otto donne. Questi tutti i nomi: capolista è Romano Linguerri, seguono Alessandro Mirri, Bahija Afouzar, Cristina Bortolotti, Denis Dal Fiume, Antonio Dall’Aglio, Roberto Filippone, Franca Maria Loprete, Raffaella Manaresi, Massimo Menetti, Doranna Montefusco Fuzzi, Mauro Morotti, Roger Penda Moussongo, Giovanni Perfetti, Chiara Poletti, Alessandra Raggi, Mario Renato Rapanà, Emanuele Salvatori, Ugo Selvatici, Raffaella Viale, Biagio Ximenes, Fabrizio Zoli.

Foto di gruppo dei candidati di Imola Più

#ElezioniImola2018, i candidati della lista civica Imola Più
Imola 8 Maggio 2018

#ElezioniImola2018, la sede del comitato elettorale di Carmen Cappello e i candidati della lista del Pd

Ultimi giorni per la raccolta delle firme per poter presentare la propria lista di candidati alle ormai prossime elezioni amministrative del 10 giugno. Sabato scorso Carmen Cappello, candidata sindaco della coalizione di centrosinistra ha inaugurato la sede del suo comitato elettorale in via Emilia 204, sotto al portico su piazza Matteotti.  

Nel contempo il Pd ha ufficializzato la lista con i candidati al Consiglio comunale, che la sostengono. Capolista Marco Panieri, a seguire Fabrizio Castellari, Davide Albertazzi, Marina Conti, Claudio Franceschelli, Giacomo Gambi, Caterina Komel, Sonia Manaresi, Marta Manuelli, Rita Margotti, Ivana Nanni, Mirella Pagliardini, Franco Pascolo, Mario Peppi, Loris Poggioli, Pierangelo Raffini, Cecilia Ricci, Cesare Selvatici, Daniela Spadoni, Pietro Taraborrelli, Marcello Tarozzi, Barbara Tozzoli, Vanna Verzelli e Roberto Visani. In tutto 24 persone, il numero massimo possibile per una lista, tredici uomini e undici donne. (r.c.)

Nella foto Carmen Cappello durante l”inaugurazione della sede del suo comitato elettorale con vari rappresentanti delle liste che la sostengono

#ElezioniImola2018, la sede del comitato elettorale di Carmen Cappello e i candidati della lista del Pd
Imola 30 Aprile 2018

#ElezioniImola2018, per le firme di lista orari più ampi e 24 funzionari delegati, finora 160 autenticate dagli uffici

Orari ancora più ampi per gli sportelli e ben 24 funzionari comunali delegati all’autentica delle firme. L’ha deciso venerdì la commissaria straordinaria Adriana Cogode per venire incontro ulteriormente alle richieste di partiti e candidati. I giorni passano, con corollario di feste e ponti, e la caccia alle firme degli elettori in città si fa sempre più febbrile. “Al 27 aprile, precisano proprio dal Comune – sono state autenticate dagli uffici comunali complessivamente 160 sottoscrizioni”.

Come si sa per potersi presentare davvero alle urne nelle prossime elezioni comunali del 10 giugno ciascuna lista dovrà allegare all’elenco dei candidati un minimo 200 e un massimo di 400 di sottoscrizioni di elettori imolesi e devono consegnarle certificate entro le ore 12 del 12 maggio. Tra l’altro ogni elettore non può sottoscrivere più di una lista pena un’ammenda da 200 a 1.000 euro. Soprattutto ogni firma va autenticata per legge al momento della sottoscrizione da un notaio o giudice di pace, cancelliere oppure consigliere o assessore comunale o provinciale o circoscrizionale, oppure funzionari (dipendenti) comunali investiti dell’incarico. Le dimissioni del sindaco Daniele Manca hanno reso più complicata la partita  perché non ci sono consiglieri comunali o assessori ai quali chiedere di essere presenti in veste di pubblici ufficiali durante la tradizionale raccolta delle firme ai banchetti.  

Così il Comune ha cercato di venire incontro alle varie esigenze mettendo a disposizione orari più ampi e aperture straordinarie ma a fronte di ulteriori proteste e richieste venerdì scorso ha deciso di ampliare ancora le disponibilità: lo sportello dedicato presso i Servizi per il cittadino nella Sala Miceti (piazzale Ragazzi del ’99, secondo piano) sarà aperto tutti i giorni dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 17 e il martedì con orario continuato fino alle 17.30 (normalmente l’apertura è solo al mattino a parte il martedì). Inoltre è stata spostata dalle ore 12 alle 13 la chiusura dello sportello straordinario attivato nei giorni di mercato martedì, giovedì e sabato presso i locali dell’ex Anagrafe al pian terreno del municipio in piazza Matteotti (l’apertura è alle ore 9). Aperto dalle ore 9 alle 13 tutti i giorni e il martedì ed il giovedì dalle ore 14.30  alle 17:30 anche lo sportello straordinario attivato presso la Segreteria generale del Comune in via Appia 11/b. 

Senza dimenticare l”apertura straordinaria di oggi dello sportello elettorale presso la Sala Miceti dalle ore 9 alle 17, in orario continuato (tutti gli altri uffici comunali sono chiusi).

“Ad oggi non si sono registrate disfunzioni né code o problemi per le autentiche delle sottoscrizioni delle liste presso i propri uffici – precisano  sempre dal Comune  aggiungendo che – l’attesa media degli elettori sottoscrittori si attesta attorno ai 4 minuti”.

Tutte le informazioni sono a disposizione sul sito del Comune, nell’area tematica Speciale elezioni al linkwww.comune.imola.bo.it/aree-tematiche/speciale-elezioni/elezioni-amministrative-2018. (l.a.)

Nella foto il municipio di Imola

#ElezioniImola2018, per le firme di lista orari più ampi e 24 funzionari delegati, finora 160 autenticate dagli uffici
Imola 27 Aprile 2018

#ElezioniImola2018, poco tempo per le liste a caccia di firme, polemica sulle autenticazioni

Mancano meno di cinquanta giorni alle elezioni amministrative di domenica 10 giugno per l’elezione del sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale. Le varie liste sono alle prese con la raccolta delle firme: per potersi presentare davvero alle urne ciascuna dovrà allegare all’elenco dei candidati un minimo 200 e un massimo di 400 di sottoscrizioni di elettori imolesi e devono consegnarle entro le ore 12 del 12 maggio. Tra l’altro ogni elettore non può sottoscrivere più di una lista pena un’ammenda da 200 a 1.000 euro.  

La ricerca non si presenta facile considerando che sono almeno una dozzina di liste in lizza e ogni firma va autenticata per legge al momento della sottoscrizione da un notaio o giudice di pace, cancelliere oppure consigliere o assessore comunale o provinciale o circoscrizionale, oppure funzionari (dipendenti) comunali investiti dell’incarico. Le dimissioni del sindaco Daniele Manca hanno reso ancora più complicata la partita (non ci sono consiglieri comunali ai quali chiedere di essere presenti durante la tradizionale raccolta delle firme ai banchetti), e il tempo stringe.  

Da qui una serie di proteste, in particolare da parte delle liste e dei partiti più piccoli. Il Popolo della Famiglia in una nota ha dichiarato che «la democrazia verrà messa in serio pericolo se non verranno presi adeguati provvedimenti amministrativi», mentre Sinistra Unita ha fatto sapere di aver contattato il dirigente del servizio, Valter Laghi, e di aver avuto rassicurazioni in merito, «abbiamo saputo che i consiglieri della Città metropolitana e gli assessori sono considerati alla stregua dei consiglieri provinciali quindi possono autenticare, questo ci faciliterà il compito». Anche la Lega Nord ha inviato una nota oggi con la quale lamenta “Rallenamenti all”ufficio elettorale”.

Il Comune, cioè la commissaria straordinaria Adriana Cogode, dal canto suo, ha cercato di venire incontro alle varie esigenze mettendo a disposizione orari più ampi e aperture straordinarie degli uffici. Per quanto riguarda gli uffici per i Servizi per il cittadino presso la Sala Miceti (aperti normalmente tutti i giorni feriali dalle ore 9 alle 12 e il martedì con orario continuato fino alle 17.30)  è stata disposta un’apertura straordinaria per il rilascio dei certificati elettorali martedì 8, mercoledì 9 e giovedì 10 maggio con orario continuato dalle ore 8.30 alle 17.30, nonché venerdì 11 maggio con orario continuato dalle ore 8 alle 20 e sabato 12 maggio dalle ore 8 alle 12.

Inoltre, per agevolare l’autentica delle liste, è stata decisa anche l’apertura straordinaria di un apposito sportello, da sabato 28 aprile, nei locali dell’ex ufficio di Stato civile al piano terra del municipio in piazza Matteotti, nelle mattinate di martedì, giovedì e sabato con gli stessi orari degli sportelli presso la Sala Miceti. Un’opportunità importante considerando che molti tradizionalmente raccolgono le firme con i banchetti durante i giorni di mercato.  

«Il Commissario straordinario ha delegato diversi dipendenti comunali che saranno disponibili negli orari ed agli sportelli sopraindicati» precisano dal Comune con un comunicato nel quale sottolineano come «all”indirizzo e-mail elezioni2018@comune.imola.bo.it tutte le forze politiche che intendono partecipare alla competizione possono segnalare eventuali diverse esigenze per concordare aperture straordinarie di uffici comunali o luoghi pubblico con la presenza di operatori autorizzati alla autenticazione delle sottoscrizioni».  

Tutte le informazioni sono a disposizione sul sito del Comune, nell’area tematica Speciale elezioni al linkwww.comune.imola.bo.it/aree-tematiche/speciale-elezioni/elezioni-amministrative-2018. (l.a.)

Nella foto gli uffici per i Servizi al cittadino presso la Sala Miceti

#ElezioniImola2018, poco tempo per le liste a caccia di firme, polemica sulle autenticazioni
Elezioni 13 Aprile 2018

#Imola18, Carmen Cappello candidata del centrosinistra: “Apriamo una nuova fase fra la gente. Legalità, ambiente e sanità i cardini'. Lucarelli consulente

Carmela Cappello, detta Carmen, è la candidata sindaco della coalizione di centrosinistra per le amministrative di Imola del 10 giugno prossimo composta da Pd, Art. 1 MDP, ImolaFuturo Area Civica, ImolaPiù e una quinta lista formata da Psi e il gruppo creatosi attorno all”ex Sel, Francesco Chiaiese.

“Chiudiamo una fase e ne apriamo una nuova, ma fondata su valori comuni – si presenta Cappello -. Il programma dev”essere condiviso con tutte le anime della coalizione e un percorso partecipato, fra la gente. In un momento di incertezza ce la metterò tutta, partendo dall”ascoltando delle persone. Sì può fare, tiriamo fuori l”orgoglio imolese: non possiamo consegnare la città a persone che sicuramente non hanno le competenze che ci sono in questa coalizione. Legalità, ambiente e sanità saranno i cardini di questo percorso e, se sarò eletta, del mia azione di governo della città. Avere un consulente come Carlo Lucarelli per un tema così importante come la legalità e la sicurezza è sicuramente un aspetto che mi inorgoglisce”.

52 anni, laureata con lode in Giurisprudenza all”Università di Bologna, è specializzata in diritto amministrativo e civile, ha svolto attività di assistenza e consulenza per numerosi enti e aziende pubbliche e patrocinato soggetti privati e imprese avanti ai Tribunali Amministrativi Regionali e al Consiglio di Stato. Nel 2000 ha costituito con un avvocato penalista l”associazione professionale “Studio degli Avvocati Lorenzo Valgimigli e Carmela Cappello Associati” con sedi in Imola, Faenza e Bologna. Dal 2004 è avvocato di Cassazione.

“Sono pronta – conclude con una battuta -: ho comprato due paia di scarpe da ginnastica ad hoc per questa campagna elettorale”.

r.c.

#Imola18, Carmen Cappello candidata del centrosinistra: “Apriamo una nuova fase fra la gente. Legalità, ambiente e sanità i cardini'. Lucarelli consulente
Elezioni 4 Marzo 2018

Elezioni politiche, affluenza al 24,61% a Imola, tra il 18% e il 25% nel circondario, al 22,8% nell'area metropolitana

Secondo i dati forniti dalla Prefettura, alle ore 12 l”affluenza nel circondario fluttua dal 18,26% di Medicina e il 25,66%, mentre nell”area metropolitana la media si attesta al 22,88%.

Significativo il dato di Imola, dove l”affluenza è stata del 24,61%, ossia già un quarto della popolazione.

Il dato nazionale si ferma al 19,28%.

I NOSTRI COMUNI:

BORGO TOSSIGNANO 25,66%
CASALFIUMANESE 25,05%
CASTEL DEL RIO 20,10%
CASTEL GUELFO 20,77%
CASTEL SAN PIETRO TERME 21,17%
DOZZA 19,54%
FONTANELICE 21,27%
IMOLA 24,61%
MEDICINA 18,26%
MORDANO 23,30%
OZZANO DELL”EMILIA 20,42%

c.f.

Foto Isolapress

Elezioni politiche, affluenza al 24,61% a Imola, tra il 18% e il 25% nel circondario, al 22,8% nell'area metropolitana
Cronaca 1 Marzo 2018

Elezioni, questa sera al Paolini lezione aperta sul voto per politiche e amministrative – RINVIATA

Un gruppo di studenti dell’Istituto Paolini terrà, questa sera, una lezione aperta sulle imminenti elezioni politiche e amministrative per rispondere alle numerose domande generate da questo avvenimento.

Per affrontare l’argomento la 5ª G Sistemi informativi aziendali, sotto la guida dell’insegnante di Diritto, Monica Zanotti, e di Storia, Monica Tassoni, si è impegnata a farne materia di studio, approfondendo le peculiarità di ciascuna tornata elettorale, le modalità di voto nei due diversi sistemi elettorali (per le politiche e per le amministrative).

Come saranno le schede elettorali? Come potremo esprimere la nostra preferenza? Come funzionano le coalizioni e le liste? E i resti? Sono alcune delle domande a cui sarà possibile trovare risposta, quando gli studenti presenteranno i risultati delle proprie ricerche, rivolgendosi soprattutto ai loro coetanei, ma anche a tutti i cittadini interessati a capire meglio come funzioneranno gli imminenti appuntamenti elettorali. Alle ore 20.30, aula magna dell”istituto Cassiano da Imola, via Ariosto 1/a.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10: dall”Istituto Paolini comunicano che “viste le condizioni meteorologiche avverse, per evitare qualsiasi disagio o inconveniente, si è deciso di rinviare la lezione aperta su Elezioni facili a sabato mattina dalle 10 alle 12, sempre, nell”aula magna del Cassiano”

Nella foto: l”esterno della scuola

Elezioni, questa sera al Paolini lezione aperta sul voto per politiche e amministrative – RINVIATA

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast