Posts by tag: F1

Sport 13 Dicembre 2020

Autodromo a una svolta, c’è molta carne al fuoco

Roberto Marazzi che lo scorso 3 dicembre ha terminato il suo mandato di direttore, il bando di concorso per eleggere il successore, il Cda di Formula Imola in scadenza a fine mese, il bilancio da chiudere, il calendario e le attività da programmare.

C’è troppa carne al fuoco intorno all’autodromo Enzo e Dino Ferrari. Proprio in un momento in cui servirebbero chiarezza e certezze per portare avanti progetti e strategie. E invece regna l’incertezza. La mancanza di decisione ha avuto come prima conseguenza l’esclusione di Imola dalla bozza del calendario Superbike 2021. Il che non significa che il Mondiale sia perduto, ma che per recuperarlo è necessario muoversi con celerità. «La disponibilità da parte di Dorna (società che gestisce il campionato, ndr) c’è, ma queste cose vanno definite quantomeno entro dicembre» ha detto il direttore uscente Marazzi. (a.d.p.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 10 dicembre.

Nella foto (Isolapress): istantanea dell’ultimo Gp di F.1 disputato a Imola

Autodromo a una svolta, c’è molta carne al fuoco
Sport 29 Novembre 2020

F.1, l’alternanza Imola-Monza può piacere a Domenicali?

Nel calendario 2021 della F.1 Imola non c’è. Ed è naturale, visto che per la maggioranza dei 22 Gran Premi confermati (due restano in forse) c’erano contratti preesistenti. Ma gli appuntamenti programmati da Liberty Media, società statunitense che gestisce i diritti della massima formula automobilistica, sono 23 e infatti, guardando il calendario, si nota che è presente una casella vuota, quella del 25 aprile, in origine assegnata al Vietnam, che però ha rinunciato. Dunque andrà riempita con un altro Gran Premio. Ed è qui che prendono quota le speranze di Formula Imola di portare la F.1 all’Enzo e Dino Ferrari anche l’anno prossimo. «Noi ci siamo proposti – ha rivelato il presidente Uberto Selvatico Estense -. Abbiamo dialogato con Liberty Media prima, durante e dopo il Gran Premio dell’1 novembre. Ci sono stati anche incontri istituzionali proprio per perorare la nostra candidatura per il 2021. Il 25 aprile? Quella data è molto suggestiva, ma ce ne sono anche altre due che potrebbero di- ventare disponibili, se Spagna e Brasile non dovessero essere confermate; Barcellona, che è in programma il 9 maggio, non ha firmato; e poi Interlagos, che pare non sia più interessato a organizzare il Gran Premio del 24 novembre. Chiaramente quest’ultima per noi non è una data appetibile e lo abbiamo fatto presente. Già l’1 novembre è stato un azzardo. Per fortuna è andata bene, ma non sempre in quel periodo si è fortunati come quest’anno».

Una soluzione potrebbe essere quella di riproporre l’alternanza con Monza nell’organizzazione del Gran Premio d’Italia. Cosa che potrebbe piacere a Domenicali (che abita proprio a Monza con la famiglia), consapevole che in questo modo i costi si ridurrebbero per entrambi e anche le trattative si semplificherebbero. Non più 23 milioni all’anno, ma spalmati in due. Monza però da questo orecchio non ci ha mai sentito, nonostante lo sforzo economico da parte di Regione Lombardia e Aci sia duro da sostenere nel tempo. Ma difficilmente i due soggetti sopracitati molleranno, perché la F.1 è l’unico evento mondiale di rilievo che si disputa all’autodromo brianzolo e perderlo anche solo un anno ogni due potrebbe rivelarsi disastroso. Ecco perché ritentare la strada dell’alternanza con Monza per Imola appare una partita praticamente persa in partenza. A meno che Stefano Domenicali… (a.d.p.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 26 novembre.

Nella foto (Isolapress): il Gran Premio dello scorso 1 novembre, con il centro di Imola sullo sfondo

F.1, l’alternanza Imola-Monza può piacere a Domenicali?
Sport 22 Novembre 2020

Arturo Martini e il bell’omaggio ad Ayrton Senna, nell’idea i geni del padre ex pilota

Vi ricordate quando, la scorsa settimana, avete letto di un gruppetto di ragazzi ricevuti dal sindaco di Imola Marco Panieri per aver esposto, durante il week-end del Gran Premio di Formula 1, una grande immagine di Ayrton Senna alla curva della Tosa, vicino a quelle dei piloti che sono scesi in pista per disputare la gara? E vi ricordate il nome del capogruppo, dell’ideatore del progetto? Ve lo ricordiamo noi: si chiama Arturo Martini. Formula 1, Imola, Martini: se tre indizi fanno una prova, non può essere una coincidenza. E infatti non lo è: Arturo è il figlio di Pierluigi Martini, ex pilota di Formula 1, imolese d’adozione. Una storia che vale la pena di raccontare, specialmente perché è curioso il fatto che Arturo e i suoi amici, tutti poco più che ventenni (classe ’98), abbiano deciso di omaggiare un pilota che non hanno mai visto correre. «È vero, quando Ayrton correva non eravamo ancora nati, ma i racconti e i video su di lui dimostrano che era il più grande di tutti – ammette Martini -. Al di là dei titoli vinti da Schumacher e Hamilton, nessuno ha avuto il suo seguito. È stato un idolo per un intero Paese e per tantissimi appassionati di Formula 1».

È vero che tra tuo padre e Ayrton c’era un ottimo rapporto?

«Sì è vero. Agli inizi della carriera erano spesso in competizione, ma fuori dalla pista si era creato un buon feeling. Senna si trovava molto a suo agio con gli italiani, anzi ven- ne a cena e poi dormì a casa di mio padre a Lavezzola, mi pare durante una sessione di test a Imola. Vi dirò di più: la morte di Senna lasciò un segno piuttosto importante su mio padre. L’anno successivo all’incidente di Ayrton, smise di correre: se era morto Senna, poteva capitare a chiunque. Chiuse con la Formula 1 e decise di mettere su famiglia: nel 1996 nacque mia sorella Maria Vittoria, poi io, due anni dopo». (an.cas.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 19 novembre.

Nella foto: l’ex pilota Pierluigi Martini assieme ai due figli Arturo e Maria Vittoria; bel cerchio la collina con lo striscione dedicato ad Ayrton Senna (Isolapress)

Arturo Martini e il bell’omaggio ad Ayrton Senna, nell’idea i geni del padre ex pilota
Sport 1 Novembre 2020

F.1, Lewis Hamilton è il re di Imola. 2° Valtteri Bottas, 3° Daniel Ricciardo

A Imola Lewis Hamilton, sempre più leader del Mondiale, vince il Gran Premio dell’Emilia-Romagna (firmando anche il miglior giro proprio nell’ultima tornata) e centra il successo numero 93 in carriera. Alle sue spalle il compagno di squadra Valtteri Bottas, partito in pole. Con questa doppietta la Mercedes conquista il settimo titolo iridato costruttori consecutivo. Sul gradino più basso del podio la Renault di Daniel Ricciardo.

Ritiro al giro 51, invece, per Max Verstappen, mentre si trovava in seconda posizione e stava lottando con Bottas. Per il pilota della Red Bull fatale una foratura sulla gomma posteriore destra. Male le Ferrari: 5° Leclerc e 13° Vettel. (da.be.)

Tutti gli approfondimenti su «sabato sera» del 5 novembre. 

Nella foto (Isolapress): Lewis Hamilton

F.1, Lewis Hamilton è il re di Imola. 2° Valtteri Bottas, 3° Daniel Ricciardo
Sport 1 Novembre 2020

Aspettando il Gp di F.1, l’ingegnere imolese Riccardo Musconi: «Vivo in un’Isola Magica tra Oxford e la Mercedes»

Mentre Lewis Hamilton si copre di gloria, il suo ex ingegnere di macchina Riccardo Musconi cerca di far diventare grande anche l’altro pilota della Mercedes, Valtteri Bottas, col quale in gara comunica via radio: «La mia postazione è all’interno dei box in un punto che nel team chiamiamo Magic Island, di fianco a Toto Wolff (team principal Mercedes, ndr), che sta a capotavola».

Dopo i Mondiali conquistati con Hamilton nel 2017 e 2018 (tre con quello vinto nel 2015 sempre col campione britannico), il 44enne ingegnere imolese, eletto «sportivo dell’anno» nel 2009 dal nostro giornale dopo il secondo posto nel Mondiale ottenuto da Rubens Barrichello sulla BrawnGp, in 14 anni di carriera in F.1 ha assistito oltre allo stesso Barrichello in Honda, anche Niki Rosberg alla Mercedes. La stagione scorsa è stato promosso a un ruolo superiore nel pluri-iridato team della stella a tre punte. «Con Hamilton lavoravo sui dati, mentre con Bottas sono diventato primo responsabile della macchina».

Musconi è una delle migliori eccellenze imolesi espresse all’estero; ad Oxford per la precisione, dove abita con Kate, la compagna inglese che a metà ottobre gli ha regalato una bimba dal nome ancora da stabilire: «Qua abbiamo tempo 6 settimane per sceglierlo» dice ridendo. Riccardo è già padre anche di Massimo, che ha 3 anni e mezzo. A parte quando viaggia per raggiungere gli autodromi, la sua vita si svolge prevalentemente fra Oxford e la vicina Brackley, dove ha sede la Mercedes di F.1. «Anche se in questo periodo di emergenza opero soprattutto in smart working» – precisa Musconi – Hamilton vincerà a Imola? Sicuramente parte favorito. Sarà una lotta a tre fra Hamilton, Bottas e Verstappen. Valtteri va molto forte quando si corre in un circuito per la prima volta. Forse perché a Lewis non piace farsi un giro di pista a piedi prima del Gran Premio». (a.d.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 29 ottobre.

Nella foto: Riccardo Musconi con Bottas, quando la mascherina non era ancora obbligatoria

Aspettando il Gp di F.1, l’ingegnere imolese Riccardo Musconi: «Vivo in un’Isola Magica tra Oxford e la Mercedes»
Cronaca 31 Ottobre 2020

F.1 a Imola, ulteriori limitazioni alla viabilità per domenica 1° novembre

Nuova ordinanza della polizia locale di Imola che prevede ulteriori limitazioni alla viabilità (esclusi residenti e mezzi di soccorso e polizia, ma valide per i pedoni) per domani, domenica 1° novembre, giorno della gara di F.1, dalle ore 6 alle ore 17 (per saperne di più clicca qui).

Le nuove limitazioni si sono rese necessarie considerato che, nella giornata di oggi sono state evidenziate, da parte del dirigente del commissariato di polizia Michele Pascarella, alcune criticità legate ad un elevato afflusso di pedoni nelle zone adiacenti l’autodromo, con conseguenti problemi di sicurezza ed ordine pubblico. (da.be.)

IL TESTO DELL’ORDINANZA

Foto Isolapress

F.1 a Imola, ulteriori limitazioni alla viabilità per domenica 1° novembre
Cronaca 31 Ottobre 2020

Dall’Inghilterra a Imola per vedere la F.1 sull’IPad, la pazza idea di Brendan Leahy

La F.1 è tornata a Imola dopo 14 anni e, come spesso accade, racconta anche storie che vanno ben oltre l’aspetto sportivo. La storia è quella dell’inglese Brendan Leahy che, nonostante le porte chiuse e la pandemia, ha deciso di non rinunciare al suo pacchetto volo-soggiorno-biglietto e di venire in riva al Santerno per respirare l’atmosfera del Gp. La cosa bella è che è felice, forse anche per il bel tempo tutt”altro che inglese.

Oggi ha guardato le prove libere e le qualifiche sul suo iPad appoggiato sul muretto di viale Dante. Magari però qualcuno che ha la casa sul circuito, leggendo queste righe, potrebbe contattare Brendan su Facebook (per vedere il suo profilo basta cliccare sopra sul suo nome in blu) e «adottarlo» per fargli assistere domani la gara dal balcone. Sarebbe il finale perfetto di questa bella storia nata al tempo del Covid. (da.be.)

Nella foto: Brendan Leahy a due passi dall’autodromo 

Dall’Inghilterra a Imola per vedere la F.1 sull’IPad, la pazza idea di Brendan Leahy
Sport 31 Ottobre 2020

F.1, a Imola la pole position è della Mercedes di Valtteri Bottas

E’ il finlandese della Mercedes Valtteri Bottas (1’13’’609) il poleman della prima edizione del Gp dell’Emilia Romagna di Imola. Beffato di 97 millesimi il compagno di squadra Lewis Hamilton. In secondo fila Max Verstappen (Red Bull) e Pierre Gasly (Alpha Tauri). Solo 7° la Ferrari di Charles Leclerc, mentre Sebastian Vettel non ha superato il taglio in Q2 chiudendo tredicesimo. Domani la gara, il via alle 13.10. (da.be.)

Foto presa dalla pagina Facebook ufficiale di Valtteri Bottas

F.1, a Imola la pole position è della Mercedes di Valtteri Bottas
Economia 30 Ottobre 2020

F.1. a Imola, occasione anche per promuovere i vini dell’Emilia-Romagna

Nel weekend, dopo ben 14 anni di assenza, torna lo spettacolo della F.1 all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Un evento di caratura internazionale che calamiterà l’attenzione globale sull’Emilia-Romagna, non solo quella sportiva. In un contesto simile non potevano non essere presenti quindi i vini della regione, fra le eccellenze più riconoscibili dei territori.

Purtroppo in ottemperanza all’ultimo Dpcm, Enoteca Regionale Emilia Romagna non ha potuto, come previsto, organizzare i banchi d’assaggio all’interno delle diverse sale ospitality. Si è comunque trovata una soluzione per non disperdere l’opportunità di fare promozione ai vini e al territori, ovvero è stato realizzato e consegnato a una settantina di giornalisti internazionali un kit contenente la brochure di presentazione di Enoteca Regionale, la guida «Emilia Romagna da bere e da mangiare» e, soprattutto, una gift card per ricevere direttamente a casa nei loro Paesi di residenza una selezione di vini. «Non potendo fare le degustazioni, abbiamo deciso di spedire le degustazioni direttamente a casa dei giornalisti –  sottolineano Giordano Zinzani e Ambrogio Manzi, rispettivamente presidente e direttore di Enoteca Regionale -. L’unico rammarico è che l’evento non potrà essere partecipato appieno dai tantissimi appassionati dell’automobilismo, causa la pandemia Covid-19. Appassionati che avrebbero anche potuto godere dei piaceri enogastronomici della nostra terra». (da.be.)

Foto d’archivio

F.1. a Imola, occasione anche per promuovere i vini dell’Emilia-Romagna
Sport 30 Ottobre 2020

F.1 a Imola, nel weekend tanti gli eventi di «contorno»

Diversi gli eventi, nonostante l’evento a porte chiuse, che faranno da contorno al Gp di F.1 a Imola, in programma questo weekend all’autodromo Enzo e Dino Ferrari.

Si inizia domani con la consegna sul podio di un riconoscimento alla carriera a due personaggi che sono stati protagonisti della Formula 1 e della storia del circuito di Imola: Gian Carlo Minardi, fondatore della scuderia omonima, diventata successivamente Toro Rosso e quindi ora AlphaTauri, grande team manager e scopritore di talenti, uno su tutti Fernando Alonso, e Pierluigi Martini, ex-pilota, che ha corso il mondiale F1 al volante della monoposto faentina. A premiare i due “monumenti” del motorsport sarà il sindaco di Imola Marco Panieri.

Domenica, invece, spazio agli sbandieratori del Rione delle Stuoie di Lugo, che daranno spettacolo con le loro evoluzioni sulla griglia di partenza, quindi appuntamento prima del via della gara, davanti ai piloti schierati, con l’esibizione canora del trio Il Volo, che canteranno l’Inno di Mameli. Immediatamente dopo occhi puntati al cielo per vedere una pattuglia di quattro velivoli caccia Eurofighter appartenenti al 4° Stormo di Grosseto e al 51° Strormo di Istrana (TV), pilotati da militari dell’Aeronautica Militare, che effettueranno due passaggi sulla linea di partenza. (da.be.)

Nella foto: Pierluigi Martini e Gian Carlo Minardi

F.1 a Imola, nel weekend tanti gli eventi di «contorno»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast