Posts by tag: giardino

Cronaca 18 Settembre 2018

In pezzi una delle targhe del parco del Donatore di sangue. Il commento di Mambelli (Avis)

Una delle targhe del Giardino dedicato al Donatore di sangue è finita in pezzi sul marciapiede di via Manzoni. Il giardino è quello tra le vie Leopardi, Guicciardini e Manzoni (la zona detta delle montagnine di fronte alle scuole Paolini, Valeriani e Valsalva). Ad accorgersi dell’accaduto alcuni cittadini che hanno trovato la targa a terra sabato mattina, vicino al palo di sostegno, e segnalato il fatto alla polizia municipale, che ha recuperato i resti.

Le targhe sono dell’Avis, che si incarica anche di pulizia e mantenimento, quindi la municipale ha subito avvertito l’associazione di volontariato. “Ieri sera ne abbiamo parlato in consiglio e valuteremo il da farsi” commenta il presidente Fabrizio Mambelli. L”ipotesi è che possa stato di qualcuno a far cadere la targa ma non è detto. “In passato ci sono stati atti gratuiti e inqualificabili, e noi regolarmente siamo andati a pulire o ripristinare”. Questa volta, però, potrebbe essere stato un fatto accidentale. Riteniamo “che non ci siano elementi sufficienti per sospettare un atto vandalico – precisano dall”Avis -. Probabilmente il crollo della targa dedicata al trentesimo anniversario della sezione locale è stato accidentale o causato dall”usura dei materiali impiegati”.

Il giardino si trova poco lontano dall”area dove è stata organizzata l”edizione 2018 di RestArt, il festival di rigenerazione urbana organizzato dall’associazione Noi Giovani che vede la stessa Avis in prima fila tra gli sponsor. Tre giorni ad ingresso gratuito di musica, spettacoli e laboratori di contorno all’evento di rigenerazione urbana degli street artist (quest’anno l’obiettivo è abbellire con i colori proprio gli edifici scolastici). “E” un evento che sosteniamo con piacere. Ho partecipato alla prima serata ed è stata fantastica con tanti ragazzi e ragazze di tutte e le età” conclude il presidente Mambelli. (l.a.)

Nella foto grande la targa rotta, nell”altra il palo che la sosteneva su via Manzoni

In pezzi una delle targhe del parco del Donatore di sangue. Il commento di Mambelli (Avis)
Cultura e Spettacoli 24 Agosto 2018

Questa sera Pizzocchi, martedì Vito: i Suoni degli Angeli salutano l'estate

Salutano l”estate «I suoni degli Angeli 2018». La rassegna di musica e spettacolo organizzata dall”associazione Il Giardino degli Angeli Onlus al fine di raccogliere fondi a favore di progetti di ricerca rivolti a bambini gravemente malati è giunta all”ultima settimana di programmazione. Nel Giardino degli Angeli, in via Remo Tosi a Castel San Pietro, questa sera si esibirà Duilio Pizzocchi con il suo cabaret fatto di personaggi noti e amati quali l”imbianchino maldestro, la chiromante che compone oroscopi improbabili, il camionista Ermete Bottazzi. Domani, sabato 25 agosto, sarà sul palco Massimo Priviero, in tournée per la presentazione del suo nuovo album dal titolo All”Italia.

A chiudere l”ottava edizione della rassegna sarà Vito che, martedì 28 agosto, racconterà le Storie della Bassa di Maurizio Garuti. Vito, con i suoi monologhi, porta in scena da tempo il mondo della sua infanzia, donne e uomini padani, personaggi legati alla terra e al buon cibo e quindi all’amore. Ci sono storie vere e storie inventate; personaggi fantastici e personaggi reali. «Tutti sono accomunati dall”essere surreali, dal vivere nel confine dell’assurdo – si legge nelle note allo spettacolo -. Uno spettacolo di atmosfere, che narra di un mondo che non c’è più, un universo surreale e affascinante, quello della Bassa che Zavattini amava descrivere con una riga, che quando c”è la nebbia diventa un tutt”uno tra cielo e terra».

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.45. In caso di maltempo si svolgeranno al teatro Cassero. Ingresso a offerta libera.

Nella foto Vito

Questa sera Pizzocchi, martedì Vito: i Suoni degli Angeli salutano l'estate
Cultura e Spettacoli 20 Agosto 2018

I Suoni degli Angeli ripartono con Dalfiume e aspettano Pizzocchi e Vito

Dopo una prima parte tenutasi a luglio, riprende domani sera, martedì 21 agosto, l”ottava edizione della rassegna di musica e teatro I Suoni degli Angeli, che l”associazione Il Giardino degli Angeli Onlus offre al territorio durante l”estate, al fine di raccogliere fondi a favore di progetti di ricerca rivolti a bambini gravemente malati. La serata, dal titolo Musica, ballo e comicità in giardino, si terrà al Giardino degli Angeli di Castel San Pietro e consisterà in un mix di arte varia: si aprirà con un dj set a cura di Cita al termine del quale salirà sul palco il Quintetto Psichedelico, composto da Roberto «Red» Rossi, Maurizio Piancastelli, Silvia Donati, Paolo Caruso e Daniele Santimone. A seguire si esibiranno gli Street Tango, in uno spettacolo fra musica e danza. La serata, offerta dal Dalfiume Group, si concluderà con la comicità di Davide Dalfiume e dei suoi ospiti.

«Siamo davvero soddisfatti dei risultati ottenuti con gli spettacoli della prima parte della rassegna – racconta Valerio Varignana, organizzatore dell”evento -, il tempo è stato clemente e il pubblico ha risposto con grande curiosità e attenzione ai concerti. Teresa De Sio, in particolare, ha raccolto molti appassionati, che sono venuti al Giardino degli Angeli da diverse città della regione. Il cartellone della seconda parte, che chiuderà agosto, ricorda quello di un ”varietà”, con musicisti e attori che siamo certi si faranno apprezzare da chi vorrà trascorrere un po” di tempo in nostra compagnia».

La rassegna proseguirà poi venerdì 24 agosto con lo spettacolo di Duilio Pizzocchi e il suo folle cabaret, durante il quale presenterà i suoi numerosi personaggi, e sabato 25 agosto con Massimo Priviero, in tournée per la presentazione del suo nuovo album dal titolo All”Italia. A chiudere la rassegna ci penserà, martedì 28 agosto, Vito per raccontare le Storie della Bassa di Maurizio Garuti. (r.c.)

Il Giardino degli Angeli si trova a Castel San Pietro in via Tosi. Gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.45. In caso di maltempo si svolgeranno al teatro Cassero. L”ingresso è a offerta libera.

Nella foto Davide Dalfiume

I Suoni degli Angeli ripartono con Dalfiume e aspettano Pizzocchi e Vito
Cronaca 2 Agosto 2018

I consigli del pollice verde per gli appassionati che vogliono un orto-giardino sul terrazzo o sul balcone

Gli ingredienti minimi e sufficienti per coltivare fiori e piante in maniera amatoriale sono sole, acqua e un po’ di cura quanto basta. Significa che anche senza avere a disposizione un pezzo di terreno più o meno grande, è possibile trasformare il proprio terrazzo o balcone in un piccolo orto-giardino. Parola dell’esperta Monica Cavina del vivaio imolese specializzato in rose antiche e moderne Vivaverde. “Far fiorire il balcone o coltivare il terrazzo è meno difficile di quanto possa sembrare – spiega la pollice verde -. Fra le piante da fiori perenni, che non muoiono in inverno, ve ne sono alcune più adatte alla coltura in vaso che regalano abbondanti fioriture estive, come la Gaura (Gaura lindheimeri), l’Abelia, alcune varietà di garofanini (Dianthus Kahori) o il Rhyncospermum Jasminoides anche detto falso-gelsomino, che assomiglia a quello più profumato e più diffuso al sud Italia. Anche le salvie ornamentali e il rosmarino prostrato o strisciante, differenti da quelli commestibili, fioriscono in maniera persistente e gradevole, mentre la Verbena Bonariensis è fra quelle piante che richiama le farfalle e altri insetti utili”.

In diverse città italiane e non solo esistono dei veri e propri movimenti per la salvaguardia delle farfalle e degli altri insetti utili da sostenere proprio attraverso le colture in terrazzo, a tratti un gioco diverso da fare con i bambini ma anche una vera necessità per le città con meno verde pubblico. “Fra le rose – precisa la vivaista, che ne coltiva oltre 250 specie diverse – le più adatte alla coltivazione in vaso vi sono invece la Perle d’Or e la Marie Parvie tra le storiche. Mentre tra le moderne, Astronimia e Knock Out”.

Altrettanto semplici da coltivare e di grande effetto per dare un tocco in più in cucina sono le piante aromatiche ed officinali, dalla salvia al rosmarino “che vanno in vasi diversi altrimenti entrano in competizione e cresce una o l’altra”, dal basilico al prezzemolo, dall’erba cipollina alla menta “che è una pianta invasiva che si radica in ogni vaso che tocca”, dall’origano alle più ricercate maggiorana e timo. “Sono tutte piante che necessitano di sole e terreno senza ristagni. Un errore molto comune da non fare mai è quello di lasciare l’acqua nei sottovasi; è buona abitudine irrigare abbondantemente senza mai far ristagnare l’acqua altrimenti la pianta può morire di asfissia radicale, appassendo come se non avesse avuto sufficiente acqua mentre invece ne ha avuta troppa. Riguardo l’acqua è anche bene ricordare di dare tanta acqua ma non troppo spesso, cioè evitare il goccino tutti i giorni, così da abituare la pianta a far crescere le radici in profondità come deve essere, e non superficialmente”.

Altrettanto semplici da coltivare, anche se necessitano più tempo per la raccolta dei frutti, sono alcune piante tipiche dell’orto che però possono fruttare senza problemi anche in terrazzo. “Si tratta, ad esempio, delle varietà di zucchine, fagiolini o cetrioli rampicanti, che non necessitano di un grande impianto ma piuttosto di una rete dove arrampicarsi e producono molti frutti. Oppure si possono scegliere i pomodori, che pure vanno coltivati in verticale ma necessitano di canne per essere sorretti dal peso della produzione tipica estiva”.

Un ultimo consiglio dell’esperta riguarda l’importante fase di concimazione: “Le piante vanno concimate con regolarità e sempre con terreno umido, sia che si tratti di concime in polvere sia che sia liquido. E’ bene, quindi, preparare il terreno irrigandolo bene la sera precedente e scegliere il concime più idoneo per il tipo di pianta da nutrire tra concimi per piante verdi, da fiore e piante commestibili”. (mi.mo.)

Monica Cavina del vivaio imolese specializzato in rose antiche e moderne Vivaverde (credit Giardini d”Autore)

I consigli del pollice verde per gli appassionati che vogliono un orto-giardino sul terrazzo o sul balcone

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast