Posts by tag: Gioco

Cronaca 29 Giugno 2019

A Imola vinti 700.000 euro con “VinciCasa' e “Numeri fortunati'

Imolesi baciati dalla fortuna in quest’ultima settimana. Prima mercoledì 26 un cliente del bar Luisa di via Selice ha vinto 200.000 euro grattando una schedina da 3 euro del gioco “Numeri fortunati” e scoprendo un ambo.

Poi, venerdì 21 la dea bendata si è fermata alla tabaccheria del centro commerciale Leonardo, in cui un anonimo giocatore ha vinto 500.000 euro con il gioco “VinciCasa”, che mette in palio una casa a scelta del vincitore in tutta Italia entro due anni dalla vincita. La cinquina fortunata era composta dai numeri 6, 7, 16, 23 e 31.

Titolari e dipendenti della tabaccheria Leonardo (in alto) e del bar Luisa (in basso) (Foto Isolapress)

A Imola vinti 700.000 euro con “VinciCasa' e “Numeri fortunati'
Cronaca 13 Dicembre 2018

Un cliente del Dolce&Amaro di Ozzano vince 500 mila euro con il gioco VinciCasa

Si sa solo che è un uomo, ha «circa 60 anni» e «fa la spesa alla Coop di Ozzano». Questo il sommario identikit dell”ozzanese che ha “sbancato” il gioco VinciCasa. Di più non dice Sabrina Trombetti, la titolare della bar ricevitoria Dolce&Amaro. E” stata lei martedì intorno alle 19 a servire il cliente che ha composto la combinazione risultata poi vincente: 2, 13, 15, 20, 25. Cinque numeri che porteranno nelle tasche dell’ignoto avventore 500 mila euro così ripartiti: 200 mila in contanti, 300 mila per l’acquisto di una o più case subito dopo il rogito, su tutto il territorio nazionale. Prima, però, il vincitore dovrà togliere il 6 per cento sul totale che andrà in tasse. 

«Non credevo alle mie orecchie quando ho ricevuto la telefonata dalla Sisal dopo l’estrazione», afferma emozionata Trombetti, che dal 1998 è proprietaria del bar nella galleria del Centro commerciale di via Nardi a Ozzano. «So chi è il fortunato perché si ferma spesso qui da noi. Spero anche che possa fare un regalo a chi ne ha più bisogno…». 

Non è la prima volta che la ricevitoria Dolce&Amaro è baciata dalla dea bendata. Nel 1999 un cinque al Superenalotto regalò 200 milioni delle vecchie lire, dieci anni fa una vincita da 35 mila euro. (ti.fu.)

Nella foto Sabrina Trombetti (titolare del Bar) e il marito Antonio Loriedo

Un cliente del Dolce&Amaro di Ozzano vince 500 mila euro con il gioco VinciCasa
Cronaca 29 Ottobre 2018

Castel San Pietro disciplina il gioco d'azzardo, presto anche orari comuni per le slot con Imola e Medicina

Il Consiglio comunale di Castel San Pietro la scorsa settimana ha approvato all’unanimità il regolamento per la prevenzione e il contrasto delle patologie e delle problematiche legate al gioco d’azzardo. Di fatto, dopo Imola e Medicina, anche Castel San Pietro sceglie di disciplinare il gioco legale di slot machine e videolottery (comunemente slot e vlt), anche se per il momento preferisce non sbilanciarsi nel definire degli orari di funzionamento per le cosiddette «macchinette», come invece hanno fatto a suo tempo i due vicini, rispettivamente nel 2014 e 2016.

Ma è solo questione di tempo ha assicurato l’assessore alla Legalità Fabrizio Dondi: «Approvare il regolamento che disciplina il gioco d’azzardo è un’azione importante per il contrasto alle ludopatie. Al regolamento seguirà, nei prossimi mesi, un’ordinanza del sindaco con gli orari di stop alle macchinette, ma prima vogliamo confrontarci con Imola e Medicina per creare un documento uniforme ed evitare che si crei un “turismo del gioco”».

Sia il gruppo di maggioranza sia le minoranze del Consiglio comunale castellano (Lega e 5Stelle) hanno chiesto con forza che il lavoro della Giunta giunga celermente ad un obiettivo concreto in tema di orari; già due anni fa, infatti, il gruppo consiliare 5Stelle aveva proposto di limitare l’utilizzo di slot e vlt alle fasce orarie dalle 10 alle 13.30 e dalle 17 alle 22.30 poi tutto si è fermato nella speranza di una condivisione territoriale.

L’ordinanza in vigore ad Imola, infatti, prevede che le vlt e slot non possano funzionare nella fascia notturna dall’1 alle 8 del mattino, quella medicinese, invece, ne permette il funzionamento solo tra le 10.30 e le 21.30. Ciò che si vorrebbe evitare, e sul quale è stato interessato da tempo il Circondario, è che per giocare le persone si spostino da un paese all’altro, perlomeno nei territori dei dieci comuni, e che questo finisca anche per danneggiare impropriamente le attività economiche, bar e locali.

Un tema, condiviso da tempo da tutte le forze politiche, che è tornato in auge a livello nazionale con l’approvazione da parte del Consiglio dei ministri del «decreto dignità» che, oltre a voler combattere il lavoro precario, contiene alcune norme sul gioco d’azzardo, in particolare il divieto di nuovi contratti pubblicitari. Per il ministro Di Maio «un passo storico di grande valore culturale», che ricalca quanto fatto lo scorso anno dal Comune di Imola che nel nuovo regolamento comunale sulle pubblicità aveva dichiarato guerra alle pubblicità sessiste e relative al gioco d’azzardo. (mi.mo.)

L”articolo completo è su «sabato sera»  del 25 ottobre

Castel San Pietro disciplina il gioco d'azzardo, presto anche orari comuni per le slot con Imola e Medicina
Cultura e Spettacoli 19 Giugno 2018

Gocce di Musica per la solidarietà, ancora pochi giorni per giocare con «Vota la band!» in attesa della finale

Nell’attesa di giovedì 28 giugno, finale di Gocce di musica per la solidarietà, il contest per gruppi musicali ideato da Avis Imola in collaborazione con il centro giovanile Ca’ Vaina e il settimanale “sabato sera”, prosegue fino alla mezzanotte di venerdì 22 giugno il gioco “Vota la band!” abbinato al Premio Speciale Sabato Sera, che permette di votare il gruppo o il solista preferito, attraverso l’applicazione per smartphone Sabato Sera Notizie.

Ultimi giorni quindi per scaricare l’app e giocare (non costa nulla e l”app è disponibile sia nell”Apple store per iOs sia su Google Play Store per Android). Basta scorrere tra le notizie dell’app, trovare e cliccare quella dal titolo «Vota la band! Clicca sulla tua band preferita di Gocce di Musica 2018» e seguire le istruzioni. 

«Al Vota la band!» partecipano tutti i concorrenti di Gocce di musica a prescindere dai risultati ottenuti nelle semifinali. In pratica tutte le band sono rimesse in gara e a decidere la vittoria sono i voti di amici, famigliari La sera della finale si scoprirà chi avrà ricevuto più voti e si porterà a casa un buono da 150 euro per l”utilizzo di sale prove. Un “regalo” gradito per gli appassionati di musica e chi si sta cimentando in una band o un progetto musicale.

La finale di Gocce di musica per la Solidarietà è tra gli eventi del programma di «Imola in Musica» l”inizio è fissato per le ore 21 e il palco è quello di piazza Gramsci. 

Il concorso, giunto oramai all”unidicesimo anno, è rivolto ai gruppi musicali giovanili del territorio, infatti almeno un componente deve risiedere nei dieci comuni del circondario imolese oppure a Ozzano Emilia.

FOTO E INFO SU TUTTE LE BAND IN GARA E SUL GIOCO «VOTA LA BAND!»

Nella foto i P-Jam, vincitori della finale dell”edizione 2017 di Gocce di Musica, mentre a Iven Cagnolati era andato il Premio Speciale Sabato Sera

Gocce di Musica per la solidarietà, ancora pochi giorni per giocare con «Vota la band!» in attesa della finale

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast