Posts by tag: Granoche

Sabato Sera TV 17 Novembre 2019

Serie C: l'Imolese ospita la Triestina, e Atzori spiega perché potrebbe anche battere El Diablo Granoche

L”Imolese di Atzori ha ritrovato lo spirito e il carattere. E i punti, soprattutto. Per le ragioni che spiega anche il mister imolese nelle dichiarazioni pre partita in video, anche le squadre forti come la Triestina fanno meno paura. La partita contro i giuliani, in programma alle ore 15, è difficile per il valore degli avversari (basti citare El Diablo Granoche) e perché a novembre hanno subito due 3 a 0 consecutivi contro dirette avversarie per la promozione (Feralpisalò e Vicenza) che fanno male per la classifica e per l”umore. Poco importa la vittoria infrasettimanale in Coppa Italia con la Virtus Verona. La squadra allenata da Gautieri cercherà a Imola migliori fortune in campionato. L”Imolese però sta ricostruendo la sua autostima e sta anche ritrovando giocatori o reduci da infortuni (Checchi, Alimi e Provenzano sono di nuovo utilizzabili) o da momenti neri (Padovan è l”esempio del nuovo corso). Per questo la partita delle Acque Minerali è aperta a ogni risultato, perché Granoche è forte ma lo spirito e il carattere possono esserlo di più. (Paolo Bernardi)

Probabile formazione
IMOLESE (3-4-2-1) 22 Rossi; 5 Checchi, 26 Carini, 28 Della Giovanna; 19 Boccardi, 8 Tentoni, 4 Marcucci, 27 Valeau; 10 Belcastro, 18 Padovan; 14 Bismark. (1 Libertazzi, 12 Seri, 2 Alboni, 30 Schiavi, 29 Ingrosso, 6 Alimi, 11 Provenzano, 21 Bolzoni, 25 Artioli, 7 Latte Lath, 9 Vuthaj). All. Atzori.

Serie C: l'Imolese ospita la Triestina, e Atzori spiega perché potrebbe anche battere El Diablo Granoche
Sport 23 Febbraio 2019

Serie C: Imolese vince con il gol “sporco' di De Marchi e quello “europeo' di Lanini

Una partita tignosa, una Vis chiusa e aggressiva che tiene il primo tempo ma che si scioglie con un gol “sporco”, come lo ha definito Alessio Dionisi, di De Marchi ad inizio ripresa. L’Imolese a quel punto scioglie le tensioni, tiene con un Checchi in gran spolvero e con una parata importante di Rossi, sbaglia troppi contropiede prima di trovare il gol, bello come sempre, di Lanini che continua a comandare la classifica cannonieri del girone e risponde a Granoche che aveva segnato nel pomeriggio.

Il prepartita. Il freddo punge e cozza con le immagini di spiagge tropicali che qualche smartphone rimanda in tribuna stampa. Angelo Dalpozzo ci ricorda che a l’Havana sono le 14.30.
Dionisi, che indossa comunque i pantaloncini corti, schiera la difesa titolare (Carini parte nonostante qualche problemino), ma a centrocampo al fianco di Carraro ci sono Ranieri e Gargiulo. Davanti De Marchi e Cappelluzzo sono le punte che Mosti deve servire.
Pesaro riporta Buonocuto in tre quarti dopo due mesi di assenza. Paoli gioco al centro della difesa. La formazione biancorossa non ha nessun pelato, Dalpozzo apprezza.
La cronaca. La Vis comincia aggressiva, ma per Rossi nessun pericolo. All’alba dei 12 minuti Mosti – Carraro – Mosti viene stoppata. Ribaltamento di fronte e Guidone impegna il portiere imolese. La partita è ritmata dai tamburi della curva pesarese. Altra combinazione Mosti – Carraro conclusa dal centrocampista e deviata in angolo da Gennari. Sono passati 20 minuti e ci sono le esibizioni di testa fuori area dei due portieri, prima Tomei su De Marchi e poi Rossi su Diop. Ancora Diop quando si gioca il 25°: ruba palla a Gargiulo e serve Guidone all’altezza del dischetto del rigore. Checchi lo ferma con l’esterno del piede. Bravo. Bravo anche Mosti 2 minuti dopo quando arriva sul fondo nella fascia destra e mette al centro. Tomei si tuffa in avanti e para. De Marchi viene pescato dopo la mezz’ora da un tranciante di Carraro al limite, il tiro viene deviato e arriva a Cappelluzzo pescato in fuorigioco. Un minuto dopo Fiore mette un bel cross che De Marchi devia di testa ma Tomei neutralizza. Carraro su punizione a 4 minuti dallo scadere del tempo sfiora il palo alla destra del portiere. Niente recupero.

Secondo tempo che comincia con una percussione di De Marchi. Lo tiene Paoli e arriva solo l’angolo. Ma il gol arriva dopo 7 minuti. Sciacca crossa, Cappelluzzo spizza e De Marchi stoppa e segna da dentro l’area piccola. Nell’azione si fa male e Lanini entra pochi minuti dopo. Pochi istanti e Carini rinvia corto e Gennari porta a casa un angolo che produce un altro angolo con Diop che di testa indirizza al sette. Rossi è super e mette in corner per la terza volta di fila. Cappelluzzo butta via dopo 14 minuti un contropiede impostato da Lanini con un passaggio da corte penale. Quattro minuti dopo e Mosti corre per 40 metri in contropiede, entra in area ma anche lui sbaglia l’ultimo passaggio per Cappelluzzo. Peccato poteva salvargli la prestazione visto un minuto dopo il centravanti ex Verona esce per Rossetti. Anche Saber entra per Ranieri. L’Imolese si fa intraprendente e Carini di testa su corner mette appena sopra la traversa a metà del secondo tempo. Alla mezz’ora Lazzari va via sulla sinistra e crossa per Diop che cerca un tacco ravvicinato. Rossi para. L’Imolese cerca di controllare con Bensaja e Boccardi che entrano a dare nerbo alla fase difensiva. Carini ci riprova di testa a dieci minuti dalla fine. Ancora alto come ancora viene sprecato dall’Imolese un contropiede, un minuto dopo, con Lanini che si allunga la palla appena entrato in area. Non è l’ultima ripartenza sbagliata: dopo 43 minuti sbaglia Bensaja l’ultimo passaggio. E allora serve il contropiede di Lanini (lanciato da Saber) che invece di passare conclude direttamente dal limite dell’area. Manca un minuto al novantesimo a cui l’arbitro ne aggiunge altri 4 di recupero. (Paolo Bernardi)

IMOLESE – VIS PESARO 2-0 Marcatori: De Marchi al 7’, Lanini al 43’ s.t. Imolese (4-3-1-2) Rossi; Sciacca, Checchi, Carini, Fiore (dal 34’ s.t. Boccardi); Ranieri (dal 19’ s.t Saber), Carraro, Gargiulo; Mosti (dal 34’ s.t. Bensaja); De Marchi (dal 9’ s.t. Lanini), Cappelluzzo (dal 19’ Rossetti). (Turrin, Tissone, Valentini, Giannini, Zucchetti, Boccardi, Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress, Michael De Marchi

Serie C: Imolese vince con il gol “sporco' di De Marchi e quello “europeo' di Lanini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast