Posts by tag: imola sport live

Sport 24 Giugno 2019

L'economista imolese Alberto Forchielli e l'amore per la bicicletta: «Pedalavo con Prodi, mi è tornata la passione»

«Oh ragazzi, se ’sta roba arriva nelle mani di Maurizio Crozza, la prossima volta che fa la mia imitazione si veste da ciclista!». Alberto Forchielli, infatti, recentemente ha ricominciato a pedalare. «Si ritorna sempre ai vecchi amori… E quello per la bici, oltre ad essere vecchio, è anche un grande amore!». Ha scritto così sul suo profilo Facebook venerdì 14 giugno il famoso imolese che può essere definito in tanti modi: imprenditore, giornalista, esperto di economia, opinionista, oppure come lo definirebbe il comico genovese: «Il nuovo profeta dei talk-show, un incrocio tra Bill Gates, Nostradamus e un salumiere romagnolo». Tra l’Asia e Boston, dove è spesso impegnato per lavoro, Forchielli non disdegna qualche sosta a Imola, la città delle sue origini. Ed è qui che lo si può incontrare pedalando in questi giorni.

Sembra proprio avere preso alla lettera il suo precedente scritto: «Muovete il culo!».

«E’ proprio vero, ho ricominciato a pedalare dopo tanto tempo. Quando andavo in bicicletta con Romano Prodi avevo comprato anche l’Atala (non una sola bici, l’intera azienda…, nda), poi sono rimasto inattivo per più di 10 anni».

Com’è rinato l’amore?

«Volevo una bici da usare a Boston in estate, allora ho comprato una gravel della Pinarello, adatta per pedalare anche su terreni non asfaltati. Quando l’ho provata me ne sono innamorato all’istante, quindi ne ho comprata subito un’altra, così ne tengo una in America e una a Imola». (p.z.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto: Alberto Forchielli nella sua casa di Imola in sella della nuovissima Pinarello «gravel»

L'economista imolese Alberto Forchielli e l'amore per la bicicletta: «Pedalavo con Prodi, mi è tornata la passione»
Sport 24 Giugno 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Parco Tozzoni»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 24 giugno, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Parco Tozzoni».

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Parco Tozzoni»
Sport 24 Giugno 2019

Cicloturismo, la guida ed i percorsi di «If» per ammirare pedalando le bellezze di Imola e Faenza

In bicicletta alla scoperta delle attrazioni del territorio di Imola e Faenza, su e giù per le valli del Santerno, del Sillaro, del Senio e del Lamone. Sono 11 i percorsi suggeriti dalla guida «If Cycling Road & Gravel», realizzata da If Imola Faenza Tourism Company e presentata martedì 11 giugno al Mic, cioè il Museo internazionale delle Ceramiche di Faenza. Gli itinerari, partendo dall’immancabile autodromo «Enzo e Dino Ferrari», si snodano attraverso cinque fili conduttori che ricalcano le aree di attività sulle quali If concentra la propria attività di promozione del territorio. (r.s.) 

Su «sabato sera» del 20 giugno la mappa dettagliata e tutti i percorsi.

Nella foto: ciclisti sulle strade della Romagna

Cicloturismo, la guida ed i percorsi di «If»  per ammirare pedalando le bellezze di Imola e Faenza
Sport 23 Giugno 2019

Atletica Sacmi Avis retrocessa in Bronzo ai campionati di società, le parole del presidente Massimo Cavini

Centinaia di persone  hanno preso posto, dal 15 al 16 giugno scorso, sugli spalti del Romeo Galli per assistere alla Finale nazionale Argento dei campionati Assoluti di società, evento di prestigio organizzato dalla Sacmi Avis. Ventiquattro società partecipanti, tra uomini e donne, venti gare in calendario per ogni sesso, circa cinquanta giudici per giornata e più di venti volontari: numeri alla mano, circa 500 persone che hanno così riempito gli alberghi imolesi in questi due giorni di gare. «Tutte le squadre sono venute a farci i complimenti – ha confermato il presidente Massimo Cavini -, affermando che un’organizzazione simile non l’avevano mai trovata nemmeno ad eventi più importanti. Peccato per il piazzamento finale non ottimale».

Il 9° posto nella classifica maschile della Sacmi Avis, infatti, significa retrocessione in Bronzo.

«In realtà abbiamo ottime probabilità di rifare la finale Argento il prossimo anno. Nel 2020 ci sarà nuovamente la fase regionale e, se saremo bravi a superare un certo punteggio, potremmo anche essere ripescati».

Successi però sono arrivati da Conti negli 800 e dalla 4×400.

«Francesco è andato fortissimo,  nonostante non fosse il favorito. La staffetta, invece, di cui anche Conti faceva parte, ha centrato il minimo per gli italiani assoluti, oltre a frantumare il record imolese». (d.b.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto: Francesco Conti impegnato al Galli negli 800

Atletica Sacmi Avis retrocessa in Bronzo ai campionati di società, le parole del presidente Massimo Cavini
Sport 23 Giugno 2019

Basket, Il coach castellano Stefano Salieri è volato in A2 con Orzinuovi. L'INTERVISTA

Se non verrà eletto «Sportivo dell’anno» la colpa sarà unicamente di Alessio Dionisi, mister di un’Imolese che ha stupito tutta l’Italia del calcio. Ma Stefano Salieri, con la conquista dell’A2 di Orzinuovi, ha fatto un piccolo miracolo. Prima vincendo il girone B, il più competitivo dei quattro (basta vedere anche l’altra promossa, cioè Milano), poi conquistando i play-off, battendo Oleggio (2-0), Vigevano (3-0) e la corazzata Cesena (3-2), quindi andandosi a prendere il salto di categoria alle final-four di Montecatini, dominando contro San Severo (75-60), una squadra che aveva vinto 27 partite su 28 in regular-season e 8 su 10 ai play-off, rischiando solo contro Palestrina.

Una cavalcata clamorosa quella del coach castellano, giunto ad Orzinuovi dopo l’esperienza positiva di Crema, in una società appena retrocessa e subito ritornata in A2, nonostante ci fosse un progetto almeno biennale per riprovare il salto nella seconda categoria nazionale. Una squadra cucita addosso a «Sally», che ha esaltato (come nessuno prima) giocatori ben conosciuti da noi, come Andrea Tassinari e Mirco Turel, che ha trovato in Lorenzo Galmarini il suo giocatore simbolo, senza dimenticarsi di altri perni fondamentali come Tommaso Bianchi, Giacomo Siberna, Lorenzo Varaschin, Marco Timperi e Mattia Mastroianni. Il tutto miscelato in maniera magistrale, tanto da mettere a punto una difesa che è diventata il solito marchio di fabbrica: Orzinuovi nel girone B (quello dove era inserito anche Ozzano) è stata la squadra che ha subìto meno punti di tutte (65,2 di media), senza dimenticarsi che San Severo nella finale promozione ne ha segnati 60, mai così pochi in 38 partite, visto che aveva una media di 80 stagionale… «San Severo si è dimostrata una grande squadra, anche contro di noi. Nonostante siamo partiti a razzo, andando sul +21, non hanno mai mollato e hanno fatto uno sforzo incredibile per rientrare, davanti ai loro 1.300 tifosi. Ma noi, nonostante siamo tornati sul +6, siamo sempre rimasti in vantaggio e ci siamo meritati la vittoria promozione grazie ad una prova limpida, ad una difesa aggressiva e ad una transizione velocissima».

Il tutto a completare una stagione straordinaria.

«All’insegna del lavoro. Però mai come in passato la squadra è cresciuta, cementandosi e prendendo coscienza del suo valore, mettendo sempre in campo tanto ritmo, tutte cose che hanno fatto la differenza». (p.z.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto: coach Salieri portato in trionfo dai suoi giocatori dopo la promozione in A2

Basket, Il coach castellano Stefano Salieri è volato in A2 con Orzinuovi. L'INTERVISTA
Sport 22 Giugno 2019

Il grande ritorno del «Torneo Volta 3×3»: «Più grande e bello di due anni fa»

Si riparte di slancio. E’ questo il leitmotiv della 4ª edizione del Torneo Volta 3×3, che tornerà quest’anno dopo lo stop forzato del 2018. Da lunedì 24 a venerdì 28 giugno, dalle 18.30 in avanti, il campetto di via Andreini sarà il teatro della kermesse cestistica più amata dagli appassionati di sport, ma non solo: il torneo rappresenta ormai un appuntamento di aggregazione al quale non si può mancare. «Siamo tornati» ha esordito alla conferenza stampa di presentazione dell’evento Daniele Casadei, uno degli organizzatori del torneo assieme al fotografo Matteo Marchi. «Dopo l’anno forzato di stop, dovuto ad una serie di problematiche soprattutto nostre, ripartiamo di slancio con tante iniziative, dal camp al summer workout, ossia il programma personalizzato di allenamenti estivi. Ma soprattutto torna il torneo 3 contro 3, la nostra punta di diamante. L’edizione ricalcherà per molti versi quella del 2017, ma sarà ancora più grande e bella. Abbiamo lavorato sodo per mettere a posto il campo, sistemando e verniciando il fondo: un restyling che ha l’obiettivo di renderlo appetibile non solo per chi giocherà il torneo, ma soprattutto per chiunque voglia vivere il campetto tutti i giorni».

Sulla stessa lunghezza d’onda Matteo Marchi, che ha dato un importante contributo all’organizzazione dell’evento nonostante «l’esilio» americano per motivi lavorativi. «Vogliamo che il campetto di via Andreini sia un gioiellino per la comunità. Per questo abbiamo deciso di contribuire ai lavori di tasca nostra: ringraziamo la marea di sponsor che ci sostiene, praticamente gli stessi del 2017, così come il Comune, che ci ha sempre dato una mano. Nelle 5 serate della manifestazione vogliamo portare al campetto più gente possibile, sperando che il pubblico possa godersi tutti gli stand che saranno allestiti durante il torneo. Per la serata finale di venerdì costruiremo la tribuna all’interno del campo, che verrà sfruttato solo a metà, e installeremo un maxischermo. Ci saranno anche la gara del tiro da 3 punti e la gara delle schiacciate, con la presenza dei «Da Move», schiacciatori professionisti che si sfideranno tra loro e verranno giudicati da una giuria d’eccezione. Insomma, tutti gli ingredienti per un grande spettacolo, anche perché ricordo che da Tokyo 2020 il basket 3×3 sarà disciplina olimpica». (an. cas.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto: Daniele Casadei, Stefano Mirri e Matteo Marchi

Il grande ritorno del «Torneo Volta 3×3»: «Più grande e bello di due anni fa»
Sport 22 Giugno 2019

Calcio serie C, il tecnico dell'Imolese Dionisi sui banchi di scuola al corso di Coverciano

Il cellulare che a fine giornata sarà una lunga serie di chiamate perse e messaggi whatsapp da evadere in notturna. Ecco, assieme al fatto che ci sia da concentrarsi in questi giorni, quello che lega Alessio Dionisi a quei ragazzi alle prese con gli esami di maturità: entrambi stanno studiando per conseguire il secondo massimo di formazione nel proprio campo, visto che dopo la maturità c’è la laurea, mentre dopo il corso Uefa A (Dionisi potrà allenare tutte le giovanili, tutte le squadre femminili fino alla A, le maschili fino alla C e potrà inoltre essere tesserato come assistente allenatore in A o in B) c’è il Master Uefa Pro per guidare le squadre di A e B. Insomma, Dionisi trascorre questa prima parte dell’estate sui banchi di scuola a Coverciano: «E’ una cosa diversa da quel corso di allenatore di base Uefa B che ho seguito in passato e che era molto meno impegnativo di questo – parola dell’allenatore toscano, beccato durante una pausa delle lezioni -. E’ come essere all’Università: avevo cominciato quando ero più giovane con Giurisprudenza, passando poi a Scienze Politiche a Siena, dove si potevano sostenere esami senza seguire le lezioni. Poi però sono riuscito a dare solo 8 esami e non frequentando, visto che mi trasferii a giocare al nord, era effettivamente difficile».

Albergo a Firenze oppure camera a Coverciano per dividere le spese (alla fine, assieme alla tassa di iscrizione, il costo per Dionisi è di 5-6 mila euro), il fine settimana sul mare della Toscana per rivedere la compagna Maila (insegnante di inglese, «materia nella quale avrei bisogno di ripetizioni» ammette Dionisi) e la figlia Giorgia, le lezioni da seguire giorno dopo giorno: ecco il menù dell’estate. «Seguiamo lezioni con i rappresentanti degli arbitri sulle nuove regole del calcio,  lezioni di tecnica, di psicologia, di tattica e di metodologia di allenamento con Renzo Ulivieri, con il quale si parla di calcio attuale e di come si sta evolvendo sia in fase offensiva che in fase difensiva. Si valuta dal globale al dettaglio, con lezioni che sono a braccio e che sono suddivise in 4 ore alla mattina e 4 ore pomeridiane, con un’ora per la pausa pranzo».

Il cellulare è proibito perché distoglie lo studente dall’attenzione alle lezioni in una classe nella quale i nomi illustri sono tanti, partendo da Rolando Bianchi e passando per Matteo Serafini (quello della tripletta segnata alla Juventus con la maglia del Brescia), Donadel, Gamberini, Marchionni ed Allegretti. (an.mir.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 20 giugno.

Nella foto (Isolapress): Alessio Dionisi

Calcio serie C, il tecnico dell'Imolese Dionisi sui banchi di scuola al corso di Coverciano
Sport 21 Giugno 2019

«Sotto le stelle» di Dozza, stasera la camminata di beneficenza con «Rina e le sue amiche»

Stasera è il momento della quinta «Camminata sotto le stelle», organizzata dal gruppo «Rina e le sue amiche», con il patrocinio del Comune di Dozza. Come sempre, sarà una manifestazione non competitiva aperta a tutti, con partenza fissata per le ore 20.30 (ritrovo alle ore 19.30) da piazza Zotti a Dozza.

Il percorso toccherà via XX Settembre, via Monte del Re, la cavedagna denominata via Cavaliera per poi tornare al punto di partenza, dove è previsto intrattenimento musicale (col gruppo «Lokarock» che suona musica anni ‘60 e ‘70), oltre all’insalata di riso offerta da Noris e Milva del self-service «All’Angolo», alla crostata e ciambella della pasticceria Berti e all’immancabile vino locale.

E’ consigliabile portare una torcia elettrica. La camminata è a offerta libera e il ricavato sarà devoluto all’Asl di Imola e va ad aggiungersi ai 2.500 euro già disponibili per iniziare un nuovo progetto dedicato alla salute delle donne, che sarà l’acquisto di un elettrobisturi ginecologico (valore di circa 10.000 euro).

Per informazioni: Rina, tel. 347-3227377. (r.s.)

Foto scattata in una precedente edizione dell”evento 

«Sotto le stelle» di Dozza, stasera la camminata di beneficenza con «Rina e le sue amiche»
Sport 20 Giugno 2019

Calcio, domani l'Imolese si iscriverà ufficialmente al prossimo campionato di serie C. IL VIDEO

La notizia era nell”aria, ora è arrivata l”ufficialità. L”Imolese prenderà parte al prossimo campionato di serie C. L”iscrizione, come annunciato dalla segretaria rossoblù Elisa Tassinari, sarà perfezionata domani. Sciolto anche il nodo relativo allo stadio Romeo Galli, con la società del presidente Spagnoli che pagherà di tasca propria l”adeguamento richiesto dalla Federazione per l”impianto di illuminazione. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): la conferenza stampa dell”Imolese al Centro Tecnico Bacchilega

Calcio, domani l'Imolese si iscriverà ufficialmente al prossimo campionato di serie C. IL VIDEO
Sport 20 Giugno 2019

Calcio a 7, questa sera la finale del torneo di Sasso Morelli tra Emmegi Bubano e Centro B&B-D’Azeglio

Sarà Emmegi Bubano – Centro B&B / Pizzeria D’Azeglio la finale della 30ª edizione del torneo di Sasso Morelli. Non una notizia, dal momento che le due formazioni erano tra le grandi favorite della vigilia, assieme alla Bottega della Venturina (assieme si sono aggiudicate le ultime 5 edizioni del torneo). Alla finale le due compagini sono arrivate nello stesso modo, ovverosia aggiudicandosi la loro semifinale per 6-4.

L’Emmegi Bubano (vincitrice nel 2016 e nel 2017) ha battuto la sorpresa del torneo, il Bar Cs Sasso Morelli, grazie alle reti di Selleri e Raffini, mentre il Centro B&B di Daniele Ferri (8 gol, capocannoniere del torneo assieme a Salomone) ha avuto la meglio proprio sui bolognesi della Bottega della Venturina, campioni uscenti. Stasera l’ultimo atto alle ore 21, preceduto dal triangolare Over 40 di calciotto tra paesi: a contendersi il titolo saranno Borgo Tossignano, Mordano e Castel Guelfo. (an.cas.)

Nella foto: l”Emmegi Bubano, già vincitrice nel 2016 e nel 2017

Calcio a 7, questa sera la finale del torneo di Sasso Morelli tra Emmegi Bubano e Centro B&B-D’Azeglio

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast