Posts by tag: imola sport live

Sport 4 Dicembre 2019

Nuoto Europei vasca corta, Carraro d'argento nei 50 rana. Bronzo per Scozzoli e Izzo

E” grande Italia agli Europei di nuovo in vasca corta che si stanno svolgendo in questi giorni a Glasgow, in Scozia. La 14enne Benedetta Pilato ha trionfato nei 50 rana (29”32) davanti alla nostra Martina Carraro (29””60) ed all’irlandese Mona McSharryin (29”87).

Fabio Scozzoli, invece, ha conquistato il bronzo nei 50 rana maschili (25””84), ex aequo con l’olandese Kamming. Oro al russo Morozov (25”51) e argento per il turco Sakci (25”82). Infine, terzo gradino per l”Italia nella staffetta veloce 4×50 stile libero (1”24””50), in cui insieme a Bocchia, Orsi e Miressi era presente anche Giovanni Izzo. Successo per la Russia (1’22”92), davanti alla Polonia (1’23”74). (r.s.)

Nella foto (Isolapress): la premiazione di Martina Carraro come «Atleta dell”anno» dei veterani dello Sport

Nuoto Europei vasca corta, Carraro d'argento nei 50 rana. Bronzo per Scozzoli e Izzo
Sport 4 Dicembre 2019

Calcio serie C, l'Imolese vuole guarire dalla «pareggite». Mister Atzori: «Contro la Triestina servirà una gran prestazione»

Torna in campo l”Imolese che, oggi pomeriggio (ore 17) sfida al Galli la Triestina di Carmine Gautieri nel recupero della 15^ giornata di campionato, rinviata per maltempo il 24 novembre scorso. Anche per questo motivo sarà sempre valida la sinergia con l”Andrea Costa: chi, infatti, è abbonato ai biancorossi potrà vedere la partita a soli 5 euro. Passando alla sfida i rossoblù, dopo quattro pareggi consecutivi (cinque se si considerano i tempi regolamentari della sfida di Coppa Italia Serie C a Piacenza), cercheranno di tornare ad un successo che manca ormai dal 28 ottobre scorso. Prima convocazione per il centrocampista classe 2003 Daniele Suliani. «Non è facile preparare una partita con soli due giorni di allenamenti – ha commentato il mister dell”Imolese Atzori -. Se poi consideriamo che la squadra da affrontare si chiama Triestina, è ancora più complicato. Avrei voluto avere più tempo per curare quei particolari che alla fine possono spostare gli equilibri del risultato. Ma, alla fine, anche la Triestina è nella nostra stessa situazione. Molto probabilmente ci saranno cambiamenti. Triestina? L’organico a disposizione è importante, l’obiettivo che si erano prefissati era ambizioso e, oggi, la classifica non riconosce loro il valore della squadra. Avranno il dente avvelenato ma dobbiamo salvarci, giochiamo in casa e non dobbiamo temerli. Serve dare il meglio di noi stessi perché, contro queste compagini, se ne esce fuori soltanto attraverso prestazioni importanti».

In casa della Triestina, come detto, le aspettative di inizio stagione finora non sono state rispettate Carmine Gautieri, ad oggi, infatti è il terzo tecnico che si siede sulla panchina degli alabardati che, con 7 vittorie, 1 pareggio e ben 8 sconfitte (due nelle ultime due giornate), occupano l’undicesimo posto che al momento significherebbe esclusione dai playoff. A Trieste, nonostante le differenti guide tecniche, la costante è sempre stata il 4-4-2. Davanti all’estremo difensore Daniel Offredi, la linea difensiva dovrà fare a meno di capitan Lambrughi e Ermacora, entrambi espulsi nell’ultima sfida contro il Carpi. Formiconi tornerà ad agire sulla sinistra, mentre a destra ci sarà Scrugli. In mezzo alla difesa, accanto a Malomo, dovrebbe giocare uno tra Cernuto e Condromaz. Diversi ballottaggi, invece, a centrocampo: nel mezzo Maracchi e Giorico sembrano in vantaggio sulla coppia Paulinho-Steffè. Sugli esterni, invece, Mensah (a sinistra) e Beccaro (a destra) dovrebbero giocare dall’inizio. La coppia offensiva, infine, dovrebbe essere composta da Pablo Granoche e Guido Gomez. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): Gianluca Atzori

Convocati dell”Imolese.

Portieri. 1 Libertazzi, 12 Seri, 22 Rossi. Difensori. 2 Alboni, 5 Checchi, 19 Boccardi, 26 Carini, 27 Valeau, 28 Della Giovanna, 29 Ingrosso, 30 Schiavi. Centrocampisti. 3 Suliani, 4 Marcucci, 6 Alimi, 8 Tentoni, 10 Belcastro, 11 Provenzano, 21 Bolzoni, 25 Artioli. Attaccanti. 7 Latte Lath, 9 Vuthaj, 14 Ngissah, 18 Padovan.

Probabile formazione.

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Boccardi, Carini, Della Giovanna; Schiavi, Alimi, Marcucci, Valeau; Padovan, Belcastro; Bismark. All. Atzori.


Calcio serie C, l'Imolese vuole guarire dalla «pareggite». Mister Atzori: «Contro la Triestina servirà una gran prestazione»
Sport 4 Dicembre 2019

Basket A2, coach Salieri dopo l'esonero ad Orzinuovi: «Sono le regole del gioco»

Io per coach Salieri nutro troppa stima per parlarne… parlo invece di una società che si allena a Soncino… gioca a Montichiari… e presenta la squadra ad Orzivecchi… bell’approccio per affrontare una serie A2!!!». Questo è uno dei tanti messaggi piovuti sui social dopo l’esonero da Orzinuovi. Nessuno tra i tifosi lombardi accusa Salieri, tutti anzi ne lodano le capacità e ricordano l’incredibile cavalcata conclusa solo pochi mesi fa, con una squadra che non era certo tra le favorite per il salto in A2. Ma poi le cose cambiano in fretta, le due vittorie nelle prime 9 hanno condannato colui che fino a metà giugno era il salvatore, il profeta.

E’ stato un fulmine a ciel sereno o te lo sentivi?

«La classifica non era buona, ma non me l’aspettavo, non pensavo ci fosse questa urgenza, perché tutti in società eravamo consapevoli di avere costruito una squadra che poteva solo lottare per la salvezza. Il campionato è ancora lungo e anche lo scorso anno in questo periodo eravamo fuori dai play-off. Lavorando con un gruppo molto giovane è evidente che la crescita è graduale durante la stagione».

Dunque sei deluso?

«Conosco le regole del gioco, le società devono fare i loro interessi, nonostante abbiamo perso due partite, a Ferrara e a Piacenza, per colpa di alcuni episodi eclatanti». (p.z.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 28 novembre.

Nella foto: coach Salieri sulla panchina di Orzinuovi

Basket A2, coach Salieri dopo l'esonero ad Orzinuovi: «Sono le regole del gioco»
Sport 4 Dicembre 2019

Nuoto, al via gli Europei in vasca corta a Glasgow. La castellana Bianchi: «Nei 200 posso andare a medaglia»

Iniziano ufficialmente oggi gli Europei in vasca corta al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow. Reduce dalla strepitosa rassegna mondiale in lunga a Gwangju, la Nazionale azzurra punta a confermarsi come una delle formazioni di punta del vecchio continente. Per farlo, il d.t. Cesare Butini ha chiamato tutti i big della Nazionale, compresi i nostri Scozzoli, Carraro e Bianchi. Proprio la castellana vorrà confermare lo straordinario risultato ottenuto due anni fa a Copenaghen, dove centrò un inaspettato argento nei 200, con tanto di record italiano (2’04”22, crono di tre decimi più alto rispetto a quello della medaglia d’oro Franziska Hentke). «Gli Europei erano e sono un obiettivo della stagione – spiega Ilaria – . Non ho snobbato la vasca corta, anzi: ho preparato bene questa rassegna continentale, dove disputerò 50, 100 e 200 delfino. Credo di essere in forma, vedremo».

Quali sono le tue aspettative?

«L’obiettivo è andare più forte possibile, soprattutto nei 200, dove credo ci sia la possibilità di andare a medaglia. E’ una gara più aperta rispetto ai 100, dove saranno tante le pretendenti al podio. In vasca corta faccio volentieri lo sforzo della doppia distanza, anche perché ho possibilità di medaglia e me la voglio giocare bene. In lunga, invece, credo che mi fermerò ai 100». (an.cas.)

L”articolo completo e il programma dell”evento su «sabato sera» del 5 dicembre.

Nella foto: Ilaria Bianchi

Nuoto, al via gli Europei in vasca corta a Glasgow. La castellana Bianchi: «Nei 200 posso andare a medaglia»
Sport 3 Dicembre 2019

Calcio serie C, domani è il giorno del recupero tra Imolese e Triestina

A poche ore dal pareggio in extremis conquistato contro la Sambenedettese (leggi qui), l”Imolese è pronta a tornare in campo domani, mercoledì 4 dicembre (ore 17), sempre al Galli contro la Triestina per il recupero della 15^ giornata di campionato, rinviata il 17 novembre scorso causa maltempo (per saperne di più). 

Alabardati che arrivano all”appuntamento con il dente avvelenato dopo la sconfitta subita nell”ultimo turno per 1-0 contro il Carpi e concluso in nove uomini per l”espulsione di Ermacora e Lambrughi. In classifica la squadra di Granoche si trova in undicesima posizione con 22 punti, ben nove in più dei rossoblù che occupano, invece, il terz”ultimo posto del girone.

Il match sarà arbitrato dal signor Santoro di Messina. Assistenti Salama di Ostia Lido e Fontemurato di Roma 2. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): il colpo di testa di Vuthaj che è valso il pareggio nel finale contro la Sambenedettese

Calcio serie C, domani è il giorno del recupero tra Imolese e Triestina
Sport 3 Dicembre 2019

Ciclismo, la nuova «creatura» di Marco Selleri: nella prossima stagione il «Giro di Romagna» per Elite e U23

Il calendario ciclistico Elite e Under 23 nella prossima stagione si arricchirà con una nuova importante corsa a tappe. Si tratta del «Giro di Romagna per Dante Alighieri», che si dovrebbe correre dal 30 aprile al 3 maggio 2020. Ad organizzarlo sarà la «Nuova Ciclistica Placci 2013», società sportiva di Mordano presieduta da Marco Selleri, in partnership con «Communication Clinic» di Marco Pavarini. E’ lo stesso gruppo di lavoro che organizza il Giro d’Italia Under 23, la più importante corsa a tappe al mondo per ciclisti U23, rilanciata nel 2017 grazie a questo team dopo quattro anni di «stop». Anche l’impegno organizzativo per il Giro d’Italia U23 è confermato: si correrà poco più di un mese dopo, dal 4 al 14 giugno, con l’obiettivo di lanciare altri talenti, magari anche italiani, dopo le tre recenti edizioni dominate da russi (Sivakov e Vlasov) e colombiani (Ardila).

La nuova «creatura» è una corsa a tappe di quattro giorni che si svolgerà interamente in Romagna e che, anche se non è ancora definito il percorso, toccherà il nostro territorio. Per le edizioni 2020 e 2021, il Giro di Romagna omaggerà Dante Alighieri nell’anniversario dei 700 anni dalla morte (1321) avvenuta a Ravenna, città che sarà al centro delle celebrazioni dei prossimi anni. La corsa prenderà il via proprio da Ravenna, e non sarà l’unico ammiccamento al ricordo del grande poeta italiano: nelle prossime settimane gli organizzatori sveleranno il progetto di comunicazione e le novità proposte da una corsa nuova ma già molto attesa. Nei prossimi mesi, infine, ci saranno anche più informazioni sulle formazioni al via del Giro di Romagna, che saranno composte prevalentemente da ciclisti Under 23 (che nel 2020 saranno i nati tra il 1998 e il 2001), ma anche da Elite. (ma.ma.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 28 novembre.

Nella foto: Marco Selleri (primo da sinistra) con Renato Di Rocco (presidente Federazione Ciclistica Italiana), Stefano Bonaccini (presidente Regione Emilia-Romagna) e Davide Cassani (Ct azzurro) alla presentazione del Giro d”Italia U23 a Fico a Bologna

Ciclismo, la nuova «creatura» di Marco Selleri: nella prossima stagione il «Giro di Romagna» per Elite e U23
Sport 3 Dicembre 2019

Motori, terzo Mondiale per il tecnico imolese Maurizio «Pisanì» Visani

Al netto delle ormai collaudate capacità di tecnico del motomondiale, bisogna dire che Maurizio Visani, meglio conosciuto col soprannome di «Pisanì» nel suo mondo fatto di motori e solide amicizie, porta sicuramente bene al Team Gresini, per il quale lavora da 19 anni. Un tempo più che sufficiente per dare il suo tangibile contributo nella conquista di ben tre titoli sui quattro vinti fin qui dalla squadra diretta da Fausto Gresini. L’ultimo, quello delle MotoE, centrato l’altra domenica a Valencia da Matteo Ferrari. Ma le sue esperte mani le mise a suo tempo anche sulla Honda con la quale il compianto Daijiro Kato si impose nel Mondiale della 250 nel 2001. E poi ancora sulla Moriwaki che permise a Toni Elias di aggiudicarsi il primo titolo iridato della storia della Moto2 nel 2010. Gresini quest’anno ha alternato «Pisanì» fra MotoE e Moto3 nel team che ha disputato il campionato italiano.«Abbiamo fatto grandi feste fin dalla sera stessa a Valencia, in occasione della premiazione della Dorna. E poi anche dopo in Italia. E altre ne faremo insieme allo sponsor Trentino» ha raccontato il tecnico imolese.

Un’esperienza nuova quella maturata sulla MotoE, molto diversa da quelle tradizionali.

«La cosa più interessante è la tecnologia applicata a queste moto, che per dimensioni e potenza possono essere paragonabili alla Moto2. Un grande salto nel futuro in attesa che studio e sviluppo ne eliminino il maggior difetto, che è il peso dovuto alla enorme batteria che montano. 260 chili, infatti, sono tanti». (a.d.p.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 28 novembre.

Nella foto: Maurizio Visani (il primo a sinistra) con la moto elettrica del Team Gresini

Motori, terzo Mondiale per il tecnico imolese Maurizio «Pisanì» Visani
Sport 3 Dicembre 2019

Agility dog, Angelo Mainetti e «Pif» primi in classifica. A maggio vestiranno l’azzurro ai Mondiali in Belgio

Angelo Mainetti e il suo zwergpinchser «Pif» non smettono di stupire nelle competizioni di agility dog. Già in settembre (leggi qui) avevamo raccontato il suo secondo posto al Foro Italico durante le finali del Longines Grand Prix Tour.

Ma i successi continuano senza sosta e così il «binomio», dopo 5 weekend di selezioni (Roma, Foggia, Vicenza, Reggio Emilia e Torino) e dopo 30 gare disputate, si è trovato in testa alla classifica finale, guadagnandosi il diritto a far parte della Nazionale Fisc che andrà a disputare il campionato del mondo di agility dog, che si svolgerà in Belgio a fine maggio 2020. Un onore e una responsabilità che richiedono una preparazione accurata durante i 4 raduni pre-mondiali che si faranno in questi mesi. (r.s.)

Nella foto: Angelo Mainetti e il suo zwergpinchser «Pif»

Agility dog, Angelo Mainetti e «Pif» primi in classifica. A maggio vestiranno l’azzurro ai Mondiali in Belgio
Sport 2 Dicembre 2019

A Imola il tradizionale appuntamento del lunedì con il «Camminacittà»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 2 dicembre, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Zolino». (r.s.)

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

A Imola il tradizionale appuntamento del lunedì con il «Camminacittà»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast