Posts by tag: imola sport live

Sport 17 Ottobre 2019

Tennis, l'imolese Bruno Pelliconi ed il 9º titolo tricolore nel torneo «Over 70» delle Polizie Locali

L’imolese Bruno Pelliconi, nato il 3 agosto 1946, si è imposto nel torneo di singolare Over 70 nel campionato italiano delle Polizie Locali (ex Polizie Municipali, già Vigili Urbani, nda) che si è disputato a Marina di Carrara, in Toscana. «Eravamo in 8 – racconta Pelliconi – su una cinquantina di giocatori. Dopo aver passato il primo turno agevolmente, in semifinale il milanese Ferruccio Boffi è stato un ostacolo duro. Ho giocato abbastanza bene nonostante lo scarso allenamento dovuto a impegni personali e a un recente infortunio. Ho vinto col punteggio di 6-2, 7-6. In finale mi sono disimpegnato bene battendo Walter Cardinali di Rapallo, un po’ scarico, col punteggio di 6-2, 6-2».

Il 73enne che vive in riva al Santerno continua: «Ho partecipato anche alla gara tra gli Assoluti in cui ho incontrato un giocatore di categoria 3.5 mentre io sono un Nc, un non classificato. Per il doppio non sono stato sorteggiato. Per concludere posso dire che ho vinto il nono titolo italiano tra gli Over. Spero di vincerne un altro e poi appenderò la racchetta al chiodo».

Nella foto: Bruno Pelliconi

Tennis, l'imolese Bruno Pelliconi ed il 9º titolo tricolore nel torneo «Over 70» delle Polizie Locali
Sport 16 Ottobre 2019

Futsal Coppa Divisione, l'Imolese batte il Padova ai rigori e passa il turno

Prestigiosa vittoria in Coppa Divisione per l”Imolese che, alla Cavina, supera 5-4 (dopo i calci di rigore) il Petrarca Padova, formazione militante nella massima serie nazionale. 

Primo tempo chiuso 1-1 tra le due squadre grazie alla rete in avvio di Castagna ed al pareggio di Delgado. Nella ripresa Radesco manda nuovamente subito avanti i rossoblù, ma l”ex Ma Group ed Ic Futsal Revert Cortès quasi allo scadere rimette tutto in bilico. Nell”extra time il risultato non cambia e così servono i rigori per decretare la vincitrice. Più precisa l”Imolese che dal dischetto si regala una gioia dopo la delusione di sabato scorso in campionato contro il Città di Massa. (d.b.)

Tabellino

Imolese-Padova 5-4 d.c.r. (1-1) 

Imolese: Vittori, Pieri, Vignoli, Ortiz, Paganini, Castagna, Foglia, Liberti, Pica Pau, Butturini, Radesco, Paciaroni. All. Carobbi.

Gol: 1° Castagna (I), 14° Delgado (P); 7° s.t. Radesco (I), 19° Revert Cortès

Ammoniti: Del Pizzo (P), Cividini (P), Costa (P), Vignoli (I), Moretti (P), Pica Pau (I).

Espulsi: Foglia (I), Cividini (P).

Futsal Coppa Divisione, l'Imolese batte il Padova ai rigori e passa il turno
Sport 16 Ottobre 2019

Basket serie B, l'asso Dordei nel finale regala il poker alla Sinermatic

Poker servito per la Sinermatic Ozzano che espugna 68-66 il parquet di Jesi, grazie soprattutto alle ottime prove di Corcelli e Dordei, quest”ultimo autore del canestro decisivo sulla sirena.

L”avvio è tutto dei padroni di casa che scappano subito sul 6-0. Ozzano per metà primo quarto fatica a trovare la via del canestro, poi si sblocca e chiude avanti la prima frazione. Nel secondo parziale la lotta è punto a punto, tant”è che all”intevallo lungo il punteggio è in perfetta parità. Nel secondo tempo il copione non cambia, con nessuna delle due squadre che riesce a prendere il largo. Ozzano ci prova sul finire del terzo quarto con le triple di Iattoni e Chiusolo, ma è un fuoco di paglia. Negli ultimi 10 minuti l”equilibrio è davvero ancora il grande protagonista. Dordei infila i liberi del +5 a 120 secondi dalla sirena. Jesi pareggia da tre ai meno quindici, ma ci pensa Dordei dall”area a regalare la vittoria ai biancorossi proprio sul filo di lana.

Nel prossimo turno, in programma domenica 20 ottobre (ore 18), la Sinermatic farà visita a Fabriano. (d.b.)

Nella foto: Luigi Dordei

Tabellino

Jesi-Sinermatic 66-68 (16-17, 34-34, 48-51)

Jesi: Micevic 18, Casagrande 3, Pederzini ne, Migliori 9, Lovisotto 7, Kouyate, Montanari ne, Bottioni 5, Magrini 21, Giampieri 3, Ginesi ne, Mentonelli ne. All. Valli.

Ozzano: Dordei 15, Corcelli 17, Morara 2, Iattoni 9, Montanari 7, Chiusolo 6, Crespi 8, Folli 4, Favali, Lolli ne. All. Grandi.

Basket serie B, l'asso Dordei nel finale regala il poker alla Sinermatic
Sport 15 Ottobre 2019

«Parole in pista», a Imola cinque incontri con giornalisti e personaggi

Grazie al successo ottenuto in 5 mesi di apertura, la mostra «Ayrton Magico. L’anima oltre i limiti», ospitata dal Museo Checco Costa (Maicc), posticipa la data chiusura al 3 maggio 2020, in concomitanza con il 26º anno dalla scomparsa del campione brasiliano. E si arricchisce anche la proposta: dal 17 ottobre al via «Parole in pista», una serie di appuntamenti (in collaborazione con Crame e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola) con alcuni dei giornalisti più rappresentativi della F.1, da Ezio Zermiani a Giorgio Terruzzi, e ancora Carlo Pernat, lo storico manager di Valentino Rossi e il patron Gian Carlo Minardi.

Si parte giovedì 17 ottobre alle 21.15, a Palazzo Sersanti, con Giorgio Terruzzi. Quarant’anni vissuti in pista, Terruzzi è autore di «Suite 200. L’ultima notte di Ayrton», un racconto dove il giornalista immagina gli attimi di vita del campione nella sera che precede la domenica del Gp di Imola del 1994. A seguire gli appuntamenti si sposteranno al «Maicc» che, giovedì 7 novembre alle 21.15, ospiterà un’altra pietra miliare: «Ezio Zermiani racconta» è il titolo dell’incontro con lo storico giornalista. Zermiani, in compagnia di Gian Carlo Minardi e all’ex pilota Pierluigi Martini, racconteranno il pilota brasiliano e ripercorreranno quegli anni indimenticabili. Pino Allievi, giornalista della Gazzetta dello Sport e opinionista Rai, decano delle corse, e Carlo Cavicchi, ex direttore di Autosprint, sono gli autori, insieme a Roberto Boccafogli, di «Senna inedito»: quasi 250 immagini. Saranno i protagonisti dell’appuntamento al Museo di giovedì 14 novembre. Venerdì 22 novembre sarà la volta di un altro mito dello sport, Alex Zanardi, raccontato da Mario Donnini che al pilota bolognese ha dedicato il suo libro «Alex Zanardi, immagini di una vita».

A chiudere gli appuntamenti, giovedì 28 novembre, sarà un viaggio nelle tante storie di corse, dentro e fuori dalle piste, raccontate da Carlo Pernat, dirigente sportivo e manager, in libreria con un’autobiografia scritta con Massimo Calandri (giornalista di Repubblica): «Belìn, che paddock». (r.s.)

Nella foto: la mostra dedicata ad Ayrton Senna

«Parole in pista», a Imola cinque incontri con giornalisti e personaggi
Sport 14 Ottobre 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Carlina»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 14 ottobre, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Carlina». (r.s.)

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Carlina»
Sport 14 Ottobre 2019

Aperture autodromo, stasera tutti in pista all'«Enzo e Dino Ferrari»

Nel periodo che prendiamo in considerazione, fino a giovedì 17 ottobre, l’autodromo prevede una sola giornata di apertura al pubblico. Cancelli aperti, quindi, stasera, lunedì” 14 ottobre, dalle 17 alle 18.30. A questo punto, a meno di variazioni, mancheranno solo altri tre ingressi prima della chiusura invernale. E’ ovviamente consentito l’accesso alla pista a piedi e con mezzi meccanici non a motore.

Le giornate potrebbero subire delle modifiche. Consigliamo di controllare sempre nel sito autodromoimola.it, sezione eventi, open days. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): appassionati all”autodromo

Aperture autodromo, stasera tutti in pista all'«Enzo e Dino Ferrari»
Sport 13 Ottobre 2019

Basket A2, l'Andrea Costa cade anche contro San Severo

Sconfitta per l”Andrea Costa che a San Severo cade 84-82 e centra così la seconda sconfitta consecutiva in campionato.

Imola parte bene con Morse e Bowers che provano a rispondere colpo su colpo ad uno scatenato Demps III. Suo, infatti, il canestro che manda i pugliesi al primo riposo avanti di un punto (22-21). Nel secondo, parziale, San Severo rimane sempre avanti, fino al canestro del pareggio di Masciadri a metà quarto. Da lì in poi si viaggia punto a punto e serve un canestro di Bowers per regalare a Imola il +1 all”intervallo lungo (42-43). Nel terzo quarto i biancorossi, sempre con il solito Morse, scappano a +11, ma i padroni di casa piano piano rosicchiano punto su punto e dimezzano lo svantaggio all”ultimo riposo (58-63). Nell”ultimo parziale San Severo parte a mille e impatta quasi subito il punteggio e vola a +3 con la tripla di Saccaggi. Antelli si scatena, Masciadri suona la carica per gli ospiti e con una «bomba» porta Imola avanti di uno ad un minuto e mezzo dalla sirena. I quattro punti di Saccaggi e i due di Spanghero, però, ribaltano tutto. Bowers dall”altra parte sbaglia, così come Demps III ai liberi. La partita, però, ormai è finita ed a nulla servono i tiri dalla lunetta di Fultz.

Nel prossimo turno, in programma domenica 20 (ore 18) l”Andrea Costa sarà impegnata a Roseto (d.b.)

Nella foto: coach Di Paolantonio

Tabellino

San Severo-Naturelle 84-82 (22-21, 42-43, 58-63)

San Severo: Spanghero 2, Kennedy 9, Demps III 21, Saccaggi 13, Maspero 10, Conti 3, Angelucci ne, Magnolia ne, Niro ne, Mortellaro 10, Di Donato 3, Antelli 13. All. Cagnazzo.

Imola: Masciadri 11, Bowers 21, Taflaj 5, Fultz 10, Morse 27, Valentini 4, Baldasso, Calvi ne, Ingrosso 4, Ivanaj. All. Di Paolantonio. 

Basket A2, l'Andrea Costa cade anche contro San Severo
Sport 13 Ottobre 2019

Basket C Gold, Castel Guelfo espugna il palaRuggi. Vsv Imola ancora ferma al palo

Bella vittoria di Castel Guelfo che espugna 95-91 il palaRuggi e centra la prima vittoria in campionato. Niente da fare, invece, per la Vsv Imola ancora ferma a quota zero punti.

Partenza che, però, sorride ai gialloneri di Regazzi, trascinati da una Barattini in gran serata (29 punti alla sirena). Guelfo fatica nel primo tempo ma rimane a galla grazie a Musolesi, Amoni e l”ex Murati. Nel secondo tempo la squadra di Cavicchioli aumenta l”intensità e la precisione, complice anche la scarsa mira degli imolese, e prova a scappare via. Imola, però, non molla e nell”ultimo parziale rimane incollata agli ospiti. Una tripla di Agatensi a poco più di un minuto e mezzo alla fine vale il -2 dei padroni di casa, che poi vanno +1 con un gioco da tre (tiro più libero) con il solito Barattini a 38 secondi dalla sirena. Amoni e Pieri non ci stanno, Dal Pozzo è l”ultimo a mollare ma alla fine i liberi premiano Castel Guelfo.

Nel prossimo turno Castel Guelfo sfiderà, venerdì 18 (ore 21), in casa Fiorenzuola, mentre la Vsv Imola sarà di scena, domenica 20 (alle 17), a Castelnovo Monti. (d.b.)

Nella foto: Begic

Tabellino

Intech-Prosic 91-95 (22-12, 45-38, 61-64) 

Imola: Barattini 29, Dalpozzo 11, Biandolino 6, Spampinato 15, Begic 15, Marcone, Agatensi 15, Errera ne, Orlando, Piani Gentile, Savino. All. Regazzi.

Castel Guelfo: Pederzini 9, Musolesi 17, Pieri 13, Govi 11, Wiltshire 6, Amoni 13, Murati 13, Bergami 9, Bernabini, Baccarini ne, Bonazzi 4, Bonetti ne. All. Cavicchioli. 

Basket C Gold, Castel Guelfo espugna il palaRuggi. Vsv Imola ancora ferma al palo
Sport 13 Ottobre 2019

«Piacere, Atzori», intervista «insolita» al nuovo mister dell'Imolese

A pochi giorni dal suo arrivo sulla panchina dell”Imolese ecco un ritratto del nuovo mister Gianluca Atzori, tra calcio, idee e passioni. Iltutto alla vigilia del match di domani dei rossoblù che, alle 17.30, sfideranno in trasferta la Fermana.

Questa è un’intervista diversa dal solito, cominciamo dal tuo motto…

«Una buona squadra è fatta da chi para, chi segna, chi insegna… Ve lo spiego. Se dovessi mai costruire una squadra partirei da quei 3 aspetti perché chi para porta punti, chi segna porta punti, l’allenatore porta punti, quindi queste sono le 3 pedine che io andrei a scegliere».

Hobby: dove ti trovo se ti cerco nel tempo libero?

«Mi piace tutto quello che è sport dove si fa fatica. Appena ho smesso di giocare a calcio mi sono dato al tennis: se fosse per me giocherei 3-4 volte alla settimana, ma con il mal di schiena mi sono dovuto fermare. Quel dolore mi ha fatto smettere anche di correre: ho fatto 2 maratone e una mezza: non quelle di Boston o New York, ma quella di Ravenna o qui attorno. Ora mi sono innamorato della bicicletta da 6 anni, sia da strada che mountain bike».

Chiudiamo con una domanda sul calcio «allenato». Hai vissuto stagioni diverse finora nella tua carriera: preferisci partire ad inizio stagione o subentrare?

«Come tutti, mi piacerebbe arrivare ad inizio stagione. Ci sono dinamiche diverse, quando subentri a stagione in corso devi raccogliere tutto più in fretta e non puoi pensare di mettere 25 persone tutte d’accordo. Oggi entro con la mia testa: pian piano cerco di imporre la mia idea e la squadra mi viene dietro progressivamente. Quando invece alleni dall’inizio dell’anno e come quando prendi un cucciolo a casa: l’imprinting iniziale glielo dai in ritiro, dove nasce il rapporto fra me e loro su quello che deve essere il nostro cammino».

L”articolo completo su «sabato sera» del 10 ottobre.

Nella foto (Isolapress): il mister dell”Imolese Gianluca Atzori

«Piacere, Atzori», intervista «insolita» al nuovo mister dell'Imolese
Sport 12 Ottobre 2019

Basket C Gold, la volata finale premia ancora una volta l'Olimpia Castello

Ancora due punti in volata per l”Olimpia Castello che espugna 68-65 il campo di Anzola e firma il terzo successo di fila. La squadra di Serio mantiene così a zero la casella delle sconfitte e guarda sempre tutti dall”alto.

Match combattuto dalla palla a due fino alla sirena finale. Anzola tiene le redini nel primo tempo, ma Castello rimane in scia e mette la freccia prima dell”ultimo riposo con Albertini, Trombetti e Tomesani. Proprio quest”ultimo nel quarto e decisivo parziale segna i canestri del possibile successo, ma Baccilieri a quindici secondi dalla sirena gela la panchina castellana. Anzola, però, non fa i conti con Benedetti che , dopo il time-out, sigla la «bomba» decisiva a nove secondi dalla fine.

Nel prossimo turno, in programma domenica 20 (ore 18.30), l”Olimpia Castello ospiterà in casa Medicina. (d.b.)

Nella foto: Alessandro Ranocchi

Tabellino

Anzola-Olimpia Castel San Pietro 65-68 (14-12, 38-37, 51-55)

Anzola: S. Parmeggiani 15, Donati 4, Baccilieri 7, Villani 8, Caroldi 10, F. Parmeggiani 11, Bortolani ne, Venturi 6, Carpani, Perini ne, Cappelli ne, Muzzi 4. All. Spaggiari. 

Castel San Pietro: Magagnoli, Sangiorgi 2, Ranocchi 11, Benedetti 4, Tomesani 14, Albertini 17, Sabattani 1, Procaccio 3, Trombetti 14, Pedini 2, Righi ne. All. Serio.

Basket C Gold, la volata finale premia ancora una volta l'Olimpia Castello

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast