Posts by tag: Imola

Ciucci (ri)belli 12 Maggio 2022

Piccoli soccorritori, lezione speciale a Ponticelli con l’Ausl di Imola e quattro consigli per tutti

Una lezione speciale sul primo soccorso è quella che ha visto protagonisti oggi gli alunni della classe 5ªA della primaria di Ponticelli e i professionisti dell’Ausl di Imola Antonio Vannini (medico), Romina Galeotti (infermiera) e Devis Lippi (autista soccorritore), che hanno spiegato ai bambini come si affrontano situazioni di potenziale pericolo.

Il progetto sperimentale completa un percorso avviato nel 2019 con il supporto fondamentale delle insegnanti che hanno aderito all’iniziativa. Tra gli obiettivi: spiegare ai bambini in età prescolare come riconoscere le situazioni di pericolo sanitario, come contattare il sistema di emergenza (118), come comporre il numero 1-1-8, perché è così importante chiamare questo numero e perché è importante fornire il proprio indirizzo di casa agli operatori che rispondono alla telefonata, conoscere alcuni elementi del primo soccorso e di manovre salvavita. Non solo: i bambini hanno anche visto come è fatta all’interno una ambulanza e hanno potuto assistere ad alcune procedure eseguite dagli operatori.

Alla fine della lezione a tutti i bambini è stato consegnato un diploma e un segnalibro con quattro suggerimenti, validi anche per gli adulti:

  • Non metterti in pericolo: solo se la scena è sicura, del malcapitato prenditi cura;
  • Mantieni la calma: se qualcosa non va… non esitar il 118;
  • Chiama il 118: per aiutare chi sta male una catena devi attivare, con gli anelli ben agganciati tanti amici vengono salvati;
  • In attesa dei soccorsi: se un cuore si è fermato non restare imbambolato sai già chi va chiamato e il torace va schiacciato.

Nelle foto: alcuni momenti della lezione di primo soccorso alla primaria di Ponticelli

Piccoli soccorritori, lezione speciale a Ponticelli con l’Ausl di Imola e quattro consigli per tutti
Ciucci (ri)belli 4 Maggio 2022

Un test per la vista ai bimbi dai 2 ai 6 anni per aiutare i bambini ucraini

Nuova iniziativa di solidarietà promossa dal pediatra Lamberto Reggiani, della pediatria di gruppo di via Serraglio a Imola e dell’associazione di volontariato Kasomay. «Dal 10 maggio al 10 giugno 2022 – spiega -, a fronte della presentazione della ricevuta di una offerta di 30 euro all’Unicef oppure all’Unhcr per aiutare i bambini ucraini, eseguirò, senza nessun altro costo aggiuntivo, alle bambine e ai bambini di Imola dai 2 ai 6 anni un test della vista con l’autorefrattometro 2 Win, l’unico sistema in grado di valutare problemi di vista (ipermetropia, astigmatismo, miopia) nei bambini di questa età, come screening per valutare l’eventuale invio a visita oculistica e/o ortottica. Unicef e Unhcr sono due associazioni che hanno a cuore i problemi dei bambini e in questo caso mi sembrava importante proporre, a chi effettua una offerta specifica, qualcosa di utile in cambio, come una valutazione della vista in una età in cui non è semplice effettuarla con altri sistemi che non siano un autorefrattometro. L’iniziativa ha ottenuto l’autorizzazione dell’Ordine dei medici di Bologna». Per prenotare l’appuntamento, telefonare dalle ore 12 alle 14, dal lunedì al venerdì, al numero 337 557057. (lo.mi.)

Nelle foto: esame con l’autorefrattometro 2Win

Un test per la vista ai bimbi dai 2 ai 6 anni per aiutare i bambini ucraini
Ciucci (ri)belli 29 Aprile 2022

Imola, al parco giochi delle Acque minerali ora si scivola su una… Ferrari

Novità al parco giochi all’interno del parco delle Acque minerali a Imola. Dopo i lavori di restyling durati alcuni mesi, nell’area poco distante dal monumento ad Ayrton Senna sono stati installati nuovi giochi al posto del castello multifunzionale in legno, danneggiato lo scorso anno dal forte vento.

Al suo posto uno scivolo a forma di Ferrari, con il simbolo del circuito di Imola, e una teleferica. Sono state inoltre aggiunte due altalene dotate di cestello per i più piccoli (fino a qualche anno fa introvabili a Imola). Sostituita anche la struttura girevole a due posti con una giostra a quattro seggiolini. Accanto, un nuovo gioco a molla. Tutte le attrezzature hanno la pavimentazione antitrauma in ghiaia. L’area sarà inaugurata sabato 30 aprile, in occasione dell’avvio della rassegna Naturalmente Imola (ore 15). (lo.mi.)

Nelle foto (Isolapress): i nuovi giochi al parco delle Acque minerali a Imola (sopra, lo scivolo a forma di Ferrari e la teleferica)

La nuova giostra
Le nuove altalene con cestello
Imola, al parco giochi delle Acque minerali ora si scivola su una… Ferrari
Cronaca 18 Aprile 2022

Acque «mosse» nelle piscine di Imola, Castel San Pietro e Ozzano

Tempi duri per le piscine, alle prese dopo la pandemia Covid e le chiusure del Governo con l’aumento dei costi dell’energia e bollette sempre più pesanti.

A Ozzano «il Consiglio comunale ha dato l’ok unanime alla Giunta per rinegoziare con Sogese il contratto di concessione della piscina di via Naldi» fa sapere il sindaco Luca Lelli annunciando l’inizio di un dialogo tra l’Amministrazione comunale e la società che dal 2006 ha in gestione l’impianto. A Castel San Pietro, invece, nei piani dell’Amministrazione comunale c’è sempre l’idea di una nuova piscina comunale coperta in sostituzione di quella attuale degli anni Settanta. «Il 2022 potrebbe essere l’anno buono per dare via ai lavori» ha annunciato il vicesindaco Bondi. A Imola, infine, è in programma un piano di lavori da 400 mila euro a carico di Geimsdue per la messa in sicurezza degli impianti ormai obsoleti della piscina Ruggi. Il via dopo l’estate. (da.be.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 14 aprile.

Acque «mosse» nelle piscine di Imola, Castel San Pietro e Ozzano
Cronaca 12 Aprile 2022

Imola ricorda i sedici martiri di Pozzo Becca

Imola rende omaggio a Bernardo Baldazzi, Dante Bernardi, Gaetano Bersani, Duilio Broccoli, Antonio Cassani, Guido Facchini, Mario Felicori, Paolo Filippini, Cesare Gabusi, Secondo Grassi, Ciliante Martelli, Mario Martelli, Corrado Masina, Domenico Rivalta (il solo imolese del gruppo, poi decorato con la Medaglia d’oro al valor militare), Giovanni Roncarati e Augusto Ronzani, i sedici martiri di Pozzo Becca, uccisi dalla Brigata nera di Imola e da un reparto delle SS il 12 aprile del 1945, due giorni prima della Liberazione della città.

Questa mattina, alle 10, è in programma la deposizione di una corona al monumento a loro dedicato in via Vittorio Veneto, con gli interventi del presidente della sezione di Imola dell’Anpi Gabrio Salieri, dell’assessore alla Cultura Giacomo Gambi, dell’assessore di Castel San Pietro Giuliano Giordani e del primo cittadino di Medicina Matteo Montanari. Sarà l’occasione per “reinaugurare” il monumento, con la performance Vexations degli allievi della fondazione Accademia internazionale di Imola “Incontri con il Maestro” su musiche di Erik Satie.

La giornata continuerà al Teatro dell’Osservanza, alle 17, con la presentazione e proiezione in anteprima del documentario Per un’idea di libertà-Imola Medaglia d’oro, del regista imolese Mauro Bartoli.

Nella fotografia, la cerimonia dello scorso anno

Imola ricorda i sedici martiri di Pozzo Becca
Cronaca 5 Aprile 2022

Addio all’ultimo vespasiano di Imola, ripulita l’area lungo via Pirandello

Addio all’ultimo vespasiano di Imola. Questa mattina è stata abbattuta la struttura, da anni ormai chiusa al pubblico, situata nel parcheggio lungo via Pirandello, a pochi metri dalla Casa dell’acqua. L’intervento, effettuato da Area Blu, rientra tra le azioni volte a incentivare il decoro urbano. Oltre alla struttura sono stati estirpati anche gli arbusti che la circondavano. L’area è stata ripulita e il terreno riseminato. (lo.mi.)

Nella foto: l’area ripulita accanto a via Pirandello

Addio all’ultimo vespasiano di Imola, ripulita l’area lungo via Pirandello
Cronaca 25 Marzo 2022

Fai, nel weekend le Giornate di primavera con visite a Imola e a Ozzano

Oltre 700 luoghi solitamente inaccessibili o poco conosciuti in 400 città saranno visitabili domani, sabato 26 e domenica 27 marzo, con le «Giornate Fai di primavera», che ritornano con la trentesima edizione: dal 1993 a oggi, 14.090 luoghi di storia, arte e natura sono stati aperti in tutta Italia e visitati da oltre 11.600.000 di cittadini, grazie a 145.500 volontari e 330.000 studenti «Apprendisti Ciceroni».

A Imola, due sono le proposte, a cura del Gruppo Fai Imola Dozza e Valle del Santerno. «La bellezza della piazza» invita alla visita di piazza Matteotti, su cui si affacciano il Palazzo Comunale con la torre dell’orologio, palazzo Bizzi, palazzo Gamberini, la chiesa del Suffragio, palazzo Riario-Sforza-Sersanti, i portici, con l’imbocco di vicolo Giudei (visite domenica 27 alle ore 10, 11, 14, 15 e 16). Si potrà poi ammirare palazzo Sersanti, sia sabato che domenica, con ingresso ogni mezz’ora dalle 10 alle 17.30.

Due proposte nel weekend anche a Ozzano Emilia, a cura del Gruppo Fai Savena Idice Sillaro: la visita a Villa Angelica (realizzata tra il 1843 e il 1844 con uno stile neoclassico imponente, di sobria eleganza, con prati all’inglese, e un parco retrostante organizzato come un boschetto naturale con uno stagno al centro, con piante che sono state alcune delle protagoniste della storia dell’erboristeria locale) e la visita alla Val dei fiori (sabato e domenica ogni mezz’ora dalle 10 alle 11.30 e dalle 15 alle 16.30), una flower farm ubicata nel fondo sito in via Pedagna, lungo il corso del torrente Quaderna, ai confini con Mezzolara, dove si coltivano fiori a km 0, non trattati, non condizionati, fiori «dimenticati», di difficile produzione o reperibilità (possibile anche una escursione in bicicletta domenica dalle 9).

Per informazioni, verifica disponibilità e modalità di partecipazione consultare il sito del Fai.

Nella foto (del Fai): da sinistra Palazzo Sersanti a Imola e la Val dei fiori a Ozzano 

Fai, nel weekend le Giornate di primavera con visite a Imola e a Ozzano
Ciucci (ri)belli 9 Marzo 2022

Scuola, dopo il Pedibus a Imola arriva anche il Bicibus

Dopo il Pedibus, all’Istituto comprensivo 5 di Imola arriva anche il Bicibus. Si tratta di un progetto pilota di «alfabetizzazione alla mobilità ciclabile scolastica», a cura dell’associazione sportiva imolese Giocathlon e dello studio UAu, in collaborazione con l’assessorato all’Ambiente e Mobilità sostenibile del Comune e con il contributo della polizia locale.

In questi mesi alcune classi, dalle terze alle quinte, delle due scuole primarie Sante Zennaro e Rodari hanno iniziato attività laboratoriali dedicate, compreso l’utilizzo della bici in percorsi protetti all’interno dei giardini delle scuole. A maggio partirà una vera e propria sperimentazione: gli alunni delle classi quinte coinvolte, accompagnati dai professionisti di Giocathlon, potranno raggiungere la scuola in bicicletta, percorrendo gli itinerari individuati. In parallelo le famiglie sono state invitate a compilare un questionario sugli stili di vita e le reali esigenze di mobilità dell’utenza coinvolta nel progetto. Nell’ambito del progetto sono previsti incontri e laboratori con la polizia locale, per affiancare all’educazione motoria l’educazione alla sicurezza stradale. (lo.mi.)

Nella foto: i promotori del progetto sperimentale all’Istituto comprensivo 5 di Imola

Scuola, dopo il Pedibus a Imola arriva anche il Bicibus
Ciucci (ri)belli 7 Marzo 2022

Con Digi e Lode Hera premia due scuole del circondario imolese

Digi e Lode è il progetto di Hera che sostiene le iniziative di digitalizzazione negli istituti scolastici del territorio. Le somme messe in palio dalla multiutility vengono assegnate in base ad apposite classifiche stilate alla fine di ciascun quadrimestre e sono destinate a finanziare progetti di digitalizzazione scolastica, che possono essere scelti in autonomia dagli istituti a seconda delle esigenze specifiche.

Tra le 5 scuole premiate in Emilia Romagna al termine del primo quadrimestre, ben 2 sono del circondario imolese: si tratta della scuola primaria Marconi di Imola e della scuola media Papa Giovanni Paolo II di Castel Guelfo, a cui vanno 2.500 euro ciascuna. Dalla prima edizione dell’iniziativa a oggi, alle scuole del circondario imolese sono già stati assegnati 55 mila euro, a sostegno di 22 progetti di digitalizzazione. (lo.mi.)

Nella foto: una precedente premiazione all’Ic2 di Imola

Con Digi e Lode Hera premia due scuole del circondario imolese

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast