Posts by tag: Lanini

Sport 28 Aprile 2019

Serie C: l'Imolese “europea' è terza a 90 minuti dai play-off

In questa sorta di partita internazionale, come l”ha definita il nostro vicino di banco Angelo Dal Pozzo, ci si giocava un posto nobile nella griglia play-off. Alla fine l”Imolese ha vinto e domenica a Ravenna se riuscirà a ripetersi conquisterà un terzo posto veramente storico. Il Südtirol nel 2019 non aveva mai perso fuoricasa e ha dimostrato sul campo il perché. L”Imolese invece ha dimostrato che è in grado di affrontare ogni avversario per le qualità tecniche dei singoli (Lanini ha mostrato giocate meravigliose) e solidità mentale.
Il Südtirol è aggressivo nei primi minuti, ma l”Imolese cresce subito. Dopo 9 minuti azione “circolare” dell”Imolese con De Marchi per Mosti e quindi Lanini che si fa tutto il campo tagliando da destra al centro prima di aprire per Sciacca che crossa lungo, Bensaja ricrossa da destra per Mosti che viene rimpallato da un difensore, il cerchio dell”azione si chiude  con la palla che arriva a De Marchi ma il portiere lo stoppa in uscita bassa. La partita si fa apprezzare per il ritmo e il Südtirol fa pesare la fisicità e gli inserimenti di Morosini e la velocità di Turchetta che al ventitreesimo fa ammonire Checchi, già diffidato e che salterà la prossima a Ravenna. Pazienza.
I ritmi si ricompongono nella seconda metà del primo tempo. Verso la mezz”ora De Marchi si impappina dopo aver raccolto un pallone dentro l”area di rigore. Parte un contropiede del Südtirol che ripropone uno scontro tra Turchetta e Checchi. Il difensore resta a terra sulla tre quarti mentre la difesa dell”Imolese regge anche senza il gigante toscano.
Dopo 34 minuti De Marchi prende un fallo da Pasqualoni, punizione a 5 metri dal vertice destro dell”area di rigore. Non c”è un mancino, ma il piede di Lanini è pura poesia: palla nell”angolo e 1 a 0 per l”Imolese. La reazione del Südtirol è rabbiosa: Turchetta se ne va lanciato da Berardocco, Rossi lo chiude e Boccardi gli stoppa il secondo possesso al limite dell”area piccola. Dopo pochi secondi una testata di Morosini va alta. Dopo 40 minuti De Rose di destro da fuori area con un tiro a giro prende la traversa e sulla rigiocata De Cenco di testa indirizza male. Il Südtirol è proprio tosto e Turchetta è incontenibile sulla sinistra.
L”Imolese risponde con un dettato di Carraro per Bensaja che crossa per De Marchi, l”incornata va appena sopra la traversa. Un altro colpo di testa di Lanini, spizzata su cross Gargiulo, non trova la porta e chiude il primo tempo.
Il secondo tempo e la partita si risolve presto con una percussione di Mosti con pick and roll di De Marchi viene concluso dal fantasista con un tiro dal limite deviato da Casale con Nardi spiazzato.
Casale cerca di rimidiare dopo il tiro di Berardocco, e sfiora di nuovo il gol di testa ma l”Imolese resiste al forcing di un Südtirol ferito ma non sconfitto.
La cosa più bella di una partita di alto livello, la si vede dopo 22 minuti: Lanini con una rotazione imprevedibile del corpo, colpisce al volo dal limite dell”area un pallone smistato da Carraro. La palla impatta il palo interno, sulla ribattuta, da posizione defilata, ancora lo juventino centra la porta, ma Nardi con i piedi lo ferma in angolo.
Il Südtirol ci prova ancora e Rossi si trova ad orchestrare una difesa che stavolta diventa insuperabile. Un altro segnale di quanto l”Imolese possa continuare quest”anno a scrivere una storia meravigliosa.
Buon divertimento (Paolo Bernardi)

Il tabellino
IMOLESE – SÜDTIROL 2-0
Marcatori: Lanini al 34” p.t.; Mosti al 3” s.t.
Imolese: Rossi; Boccardi, Checchi, Carini, Sciacca (dal 36” s.t. Varutti); Bensaja (dal 36” s.t. Valentini), Carraro, Gargiulo; Mosti (dal 30” s.t. Ranieri); De Marchi (dal 12” s.t. Rossetti), Lanini (dal 36” s.t. Giovinco). (Turrin, Garoia, Tissone, Giannini, Zucchetti). All. Dionisi.
ARBITRO De Graci di Como.
Spettatori 503, paganti 189, abbonati 131, incasso 2.422 euro. Ammoniti Checchi, Tait. Angoli 1-4.

Serie C: l'Imolese “europea' è terza a 90 minuti dai play-off
Sport 23 Febbraio 2019

Serie C: Imolese vince con il gol “sporco' di De Marchi e quello “europeo' di Lanini

Una partita tignosa, una Vis chiusa e aggressiva che tiene il primo tempo ma che si scioglie con un gol “sporco”, come lo ha definito Alessio Dionisi, di De Marchi ad inizio ripresa. L’Imolese a quel punto scioglie le tensioni, tiene con un Checchi in gran spolvero e con una parata importante di Rossi, sbaglia troppi contropiede prima di trovare il gol, bello come sempre, di Lanini che continua a comandare la classifica cannonieri del girone e risponde a Granoche che aveva segnato nel pomeriggio.

Il prepartita. Il freddo punge e cozza con le immagini di spiagge tropicali che qualche smartphone rimanda in tribuna stampa. Angelo Dalpozzo ci ricorda che a l’Havana sono le 14.30.
Dionisi, che indossa comunque i pantaloncini corti, schiera la difesa titolare (Carini parte nonostante qualche problemino), ma a centrocampo al fianco di Carraro ci sono Ranieri e Gargiulo. Davanti De Marchi e Cappelluzzo sono le punte che Mosti deve servire.
Pesaro riporta Buonocuto in tre quarti dopo due mesi di assenza. Paoli gioco al centro della difesa. La formazione biancorossa non ha nessun pelato, Dalpozzo apprezza.
La cronaca. La Vis comincia aggressiva, ma per Rossi nessun pericolo. All’alba dei 12 minuti Mosti – Carraro – Mosti viene stoppata. Ribaltamento di fronte e Guidone impegna il portiere imolese. La partita è ritmata dai tamburi della curva pesarese. Altra combinazione Mosti – Carraro conclusa dal centrocampista e deviata in angolo da Gennari. Sono passati 20 minuti e ci sono le esibizioni di testa fuori area dei due portieri, prima Tomei su De Marchi e poi Rossi su Diop. Ancora Diop quando si gioca il 25°: ruba palla a Gargiulo e serve Guidone all’altezza del dischetto del rigore. Checchi lo ferma con l’esterno del piede. Bravo. Bravo anche Mosti 2 minuti dopo quando arriva sul fondo nella fascia destra e mette al centro. Tomei si tuffa in avanti e para. De Marchi viene pescato dopo la mezz’ora da un tranciante di Carraro al limite, il tiro viene deviato e arriva a Cappelluzzo pescato in fuorigioco. Un minuto dopo Fiore mette un bel cross che De Marchi devia di testa ma Tomei neutralizza. Carraro su punizione a 4 minuti dallo scadere del tempo sfiora il palo alla destra del portiere. Niente recupero.

Secondo tempo che comincia con una percussione di De Marchi. Lo tiene Paoli e arriva solo l’angolo. Ma il gol arriva dopo 7 minuti. Sciacca crossa, Cappelluzzo spizza e De Marchi stoppa e segna da dentro l’area piccola. Nell’azione si fa male e Lanini entra pochi minuti dopo. Pochi istanti e Carini rinvia corto e Gennari porta a casa un angolo che produce un altro angolo con Diop che di testa indirizza al sette. Rossi è super e mette in corner per la terza volta di fila. Cappelluzzo butta via dopo 14 minuti un contropiede impostato da Lanini con un passaggio da corte penale. Quattro minuti dopo e Mosti corre per 40 metri in contropiede, entra in area ma anche lui sbaglia l’ultimo passaggio per Cappelluzzo. Peccato poteva salvargli la prestazione visto un minuto dopo il centravanti ex Verona esce per Rossetti. Anche Saber entra per Ranieri. L’Imolese si fa intraprendente e Carini di testa su corner mette appena sopra la traversa a metà del secondo tempo. Alla mezz’ora Lazzari va via sulla sinistra e crossa per Diop che cerca un tacco ravvicinato. Rossi para. L’Imolese cerca di controllare con Bensaja e Boccardi che entrano a dare nerbo alla fase difensiva. Carini ci riprova di testa a dieci minuti dalla fine. Ancora alto come ancora viene sprecato dall’Imolese un contropiede, un minuto dopo, con Lanini che si allunga la palla appena entrato in area. Non è l’ultima ripartenza sbagliata: dopo 43 minuti sbaglia Bensaja l’ultimo passaggio. E allora serve il contropiede di Lanini (lanciato da Saber) che invece di passare conclude direttamente dal limite dell’area. Manca un minuto al novantesimo a cui l’arbitro ne aggiunge altri 4 di recupero. (Paolo Bernardi)

IMOLESE – VIS PESARO 2-0 Marcatori: De Marchi al 7’, Lanini al 43’ s.t. Imolese (4-3-1-2) Rossi; Sciacca, Checchi, Carini, Fiore (dal 34’ s.t. Boccardi); Ranieri (dal 19’ s.t Saber), Carraro, Gargiulo; Mosti (dal 34’ s.t. Bensaja); De Marchi (dal 9’ s.t. Lanini), Cappelluzzo (dal 19’ Rossetti). (Turrin, Tissone, Valentini, Giannini, Zucchetti, Boccardi, Giovinco). All. Dionisi.

Nella foto Isolapress, Michael De Marchi

Serie C: Imolese vince con il gol “sporco' di De Marchi e quello “europeo' di Lanini
Sport 25 Dicembre 2018

Serie C, Lanini titolare nel derby di Santo Stefano con il Ravenna di Selleri

Serve il festito della festa per l”ultima giornata del girone di andata del girone B di serie C. Festa perché è Santo Stefano, festa perché è stato comunque una prima metà di campionato positiva per l”Imolese, festa perchè si gioca il derby con il Ravenna, festa perché sono due squadre che si trovano nella parte altissima della classifica (Ravenna secondo a 29 punti, Imolese a quota 27). Due stagioni fa la partita finì in parità e segnò probabilmente l”esito finale del campionato di serie D che vide i giallorossi superare l”Imolese nella corsa promozione. Quest”anno le due squadre si sono già incontrate in Coppa Italia allo stadio Romeo Galli, finì 5 a 3 per l”Imolese una gara dal punteggio altalenante. Sarà più abbottonata la sfida di Santo Stefano.
«E’ un derby, una gara molto sentita dall’ambiente – dice il tecnico imolese Alessio Dionisi -. Noi dobbiamo essere bravi ad andare oltre a questo: la pressione ce la mettiamo da soli, perché vogliamo fare il massimo ad ogni partita. Sappiamo che, alle volte, gli avversari non ci mettono in condizione di essere noi stessi, ma sappiamo anche di avere tutto per mettere in difficoltà il Ravenna. La loro è una squadra importante, che viene da due grandi risultati (vittorie a Trieste e in casa contro la Ternana, Ndr.). Questo la dice lunga sulla qualità del Ravenna: se non bastasse, guardare la classifica. Sono contento perché arriviamo a questa gara in salute. Non perdiamo di vista da dove siamo partiti e chi vogliamo diventare».
La partita che si gioca alle 20.30 sotto la direzione arbitrale di Matteo Gariglio di Pinerolo assistito da Tiziana Trasciatti e Francesco Gentileschi. L”Imolese ritrova Saber dopo la squalifica e il centrocampista italo-tunisino potrebbe partire titolare a centrocampo con Carraro e Gargiulo per sfidare un reparto dove spicca l”esperienza del mordanese Alfonso Selleri. In difesa Checchi dovrebbe affiancare al centro Carini mentre in avanti toccherà a Lanini, capocannoniere rossoblù con 5 reti, partire titolare con Rossetti come spalla. (Paolo Bernardi)

PROBABILE FORMAZIONE IMOLESE
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 18 Garattoni, 26 Carini, 5 Checchi, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 10 Belcastro; 27 Rossetti, 17 Lanini. (1 Zommers, 2 Sciacca, 4 Bensaja, 6 Tissone, 8 Valentini, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 19 Boccardi, 23 Rinaldi, 28 Giovinco, 29 Mosti, 30 De Marchi). All. Dionisi.

Nella foto di Isolapress@ Valentini nella partita di Coppa Italia

Serie C, Lanini titolare nel derby di Santo Stefano con il Ravenna di Selleri

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast