Posts by tag: motocross

Sport 21 Maggio 2019

Motocross a Imola, quante novità sul tracciato 2019: partenza «girata» e pista più fruibile

Il motocross è poche chiacchiere e molta pista. Il disegno del tracciato, sempre creato tra il Paddock 2 e la collina della Rivazza, per l’edizione 2019 è già pronto e non mancheranno le novità, salvo ovviamente gli imprevisti che possono sempre accadere in fase di realizzazione. La partenza, tanto per iniziare, verrà ruotata di 90 gradi rispetto alla precedente edizione. Gli spettatori sulla collinetta della Rivazza non vedranno più il via con le moto che arrivano frontalmente, ma vedranno s?lare i piloti di pro?lo per poi vederli virare a destra. Questo disegno permette di sfruttare al meglio tutti gli spazi e di evitare, grazie sempre al nuovo disegno della pista, la copertura delle parte di sede stradale di via Santerno, che rimarrà libera in modo che gli spettatori possano girare più liberamente attorno al tracciato. Infatti uno dei punti fermi dell’edizione 2019 sarà quella di rendere, agli occhi degli spettatori, tutto il tracciato più fruibile e più «girabile».

Per questo gli organizzatori speci?cano che ogni biglietto permetterà di accedere direttamente senza nessun impedimento a tutte le zone del circuito riservate agli spettatori, tribuna Rivazza compresa, escluso il paddock. Sarà disponibile anche una nuova area rialzata e si lavorerà per posizionare i cartelli pubblicitari in modo idoneo per non coprire la visibilità per chi vuole vedere la gara dalla zona pianeggiante. Tra questi spostamenti ed innovazioni, rimane la caratteristica della pista che invade per due volte il rettilineo della Rivazza in modo da poter entrare ed uscire dal bel pezzo misto creato alla base della famosa «collina della passione». La lunghezza dovrebbe mantenersi attorno ai 1.550 metri come nella manifestazione 2018. (m.r.)

L”articolo completo sullo «speciale Superbike» di sabato sera del 9 maggio.

Nella foto (Isolapress): Cairoli durrante le prove del sabato dell”edizione 2018

Motocross a Imola, quante novità sul tracciato 2019: partenza «girata» e pista più fruibile
Sport 21 Maggio 2019

Motocross a Imola, aspettando il 17 e 18 agosto. Gli organizzatori: «Sarà una bella sfida, però siamo ottimisti»

Tra Superbike e il sogno a «cicli irregolari» della MotoGp (ma Imola si accorgerà presto che l’ostracismo di Misano e Mugello non sarà certo meno intenso di quello di Monza per il ritorno della Formula 1) si incunea il Mondiale di motocross, ormai denominato universalmente Mxgp, così almeno ci si fa la bocca con i paroloni da campagna elettorale e da tivù. Nonostante la sciagurata data imposta, ovvero il 17 e 18 agosto, la gara si farà, e bisogna dire grazie, comunque la si veda, ad una nuova fase organizzativa capeggiata dalla Off Road Pro Racing, società guidata dal toscano Alfredo Lenzoni e da anni impegnata nella promozione di svariate manifestazioni crossistiche anche a livello iridato, coadiuvato ovviamente dallo staff del Motoclub Monte Coralli Faenza presieduto dall’imolese Franco Ercoletti, una società sportiva che, oltre al presidente, conta moltissimi soci provenienti dalla nostra città. E fin qui, nulla di particolarmente nuovo rispetto a quanto emerso nelle precedenti settimane.

L’impegno di Off Road Pro Racing e Motoclub Monte Coralli è già al massimo livello, ma senza perdere di vista la realtà dei fatti e la difficile situazione generale del motorsport in Italia, al di là di chiacchiere e facili scenografie. «Abbiamo sottoscritto un accordo con Formula Imola – ci spiega Alfredo Lenzoni – e ci siamo accollati il contratto che il promotore del Mondiale (Youthstream, nda) aveva con Formula Imola per quanto riguarda l’edizione 2019 della gara, che ha la prestigiosa titolazione di Gran Premio d’Italia». La consapevolezza che la sfida è di quelle toste è totale: «Sì, è una bella sfida, ma siamo ottimisti. Puntiamo molto sugli appassionati di motocross che solitamente in quel periodo dell’anno vanno spesso a vedere le gare e cercheremo di fare il meglio possibile».

L’obiettivo di Off  Road Pro Racing non è certo quello di «andare e non tornare», visto che sullo sfondo rimane il bersaglio grosso, ovvero il Motocross delle Nazioni, chiodo fisso di tutti gli organizzatori del Mondiale motocross, e per arrivarci sicuramente è necessario passare dalla cruna dell’ago di qualche gara in sofferenza. Più di uno si sta chiedendo se, visto il caldo teorico del periodo, l’orario delle gare possa essere cambiato. Il format del Mondiale (ovvero Mxgp, Mx2 ed in questa gara Mondiale Femminile ed Europeo 2 tempi 250) non permette molti margini di spazio, con gare solitamente fissate alle 13, e quindi alle 14, 16 e alle 17 per quanto riguarda le due classi principali, ma sicuramente sarà un argomento che verrà affrontato nuovamente. La prevendita, che è sempre quella variabile strana che prova la «febbre» al gradimento della manifestazione, verrà gestita proprio da Off Road Pro Racing e non più da Formula Imola, utilizzando il collaudato circuito Ticket One; anche il riferimento per le «info» sulla gara è in carico alla società toscana. Fino al 21 luglio sono previste condizioni particolari e per i bambini fino a 9 anni, ovviamente accompagnati, l’ingresso sarà gratuito. (m.r.)

L”articolo completo sullo «speciale Superbike» di sabato sera del 9 maggio.

Nella foto: il pubblico dell”edizione 2018

Motocross a Imola, aspettando il 17 e 18 agosto. Gli organizzatori: «Sarà una bella sfida, però siamo ottimisti»
Sport 17 Aprile 2019

Okay al motocross dopo le titubanze, il Mondiale si correrà a Imola il 17 e 18 agosto

Erano anni che non si vedeva un inizio di Mondiale di motocross così complicato. E non solo per gli infortuni di molti protagonisti. Il calendario 2019 infatti fin da questo inverno è stato cambiato diverse volte, per lo più con i «capricci» degli organizzatori orientali che stanno stravolgendo molte certezze. In questo andirivieni di date, uno dei prezzi più alti lo ha pagato il Gp di Italia di Imola, che dalla confortevole data di settembre è stato anticipato senza tanti complimenti a metà agosto, più precisamente il 17 e 18 agosto 2019, una delle date peggiori, sulla carta. E che si trattasse in una data non proprio okay lo ha confermato la titubanza iniziale di Formula Imola, nonostante il dichiarato successo dell’edizione 2018, ma in questi mesi la situazione ha svoltato al bello e possiamo dire che, con l’annuncio della prevendita, anche quest’anno la gara è sicura.

A proposito: basta andare sul portale TicketOne.it, usufruendo di promozioni, con sconti sul biglietto intero fino oltre al 20%. Ma cosa è successo dietro le quinte? Semplice. La gara si riesce a fare, grazie, di fatto, ad uno spostamento del baricentro organizzativo. Nello specifico, l’organizzazione della manifestazioni farà capo alla società toscana Off Road Pro Racing, guidata da Alfredo Lenzoni (uno dei promoter più esperti d’Europa, che può sempre contare su ottimi partner come sponsor) con alle spalle l’organizzazione di innumerevoli avvenimenti come gli internazionali d’Italia di motocross, per tanti anni, il Supercross di Genova e il supporto a tanti Mondiali e Cross delle Nazioni. A coadiuvare la Off Road ci sarà sempre lo staff del Motoclub Monte Coralli di Faenza, che a sua volta è guidato da un imolese (Franco Ercoletti): un gruppo che lo scorso anno in sede di giuria internazionale si è preso solo complimenti, ovviamente indirizzati anche alla tantissime perone di altre strutture che hanno collaborato.

La macchina organizzativa, in silenzio, sta lavorando da tempo e soprattutto sta cercando di mettere a punto tanti piccoli particolari, dovuti soprattutto al fatto che, statisticamente, ad Imola in agosto non avviene la marcia dei pinguini. Già venerdì scorso, in occasione del Gp del Trentino ad Arco di Trento, c’è stata la prima riunione operativa. Tra le novità, sabato 17 agosto verrà organizzata una gara di mountain bike elettriche denominata Ex-Bike World Cup. Il nuovo corso della Fim (federmoto internazionale) guidata dal portoghese Jorge Viegas, infatti, non si è fatto scappare l’opportunità, in attesa di un vero e proprio campionato di motocross elettrico, sulla falsariga di quanto sta succedendo in MotoGp. Ma, al di là delle trovate, questa scommessa di Off Road Pro Racing, Monte Coralli Faenza e Autodromo di Imola (che ovviamente farà la sua parte) nasconde neanche tanto il grande sogno del Motocross delle Nazioni, ovvero la gara a squadre nazionali che è una delle manifestazioni più belle in assoluto. Non è facile ottenerne l’assegnazione, ma logisticamente Imola è abbastanza imbattibile. Ci sono tanti concorrenti, tra cui la già citata Arco, supportata storicamente dalla provincia autonoma di Trento, realtà che ha le risorse e le spende bene senza tante chiacchiere e distintivi. Quindi, il prossimo 17 e 18 agosto vedrete una gara ma forse state vendendo il passo importante per un’altra. Comunque sia sarà il primo «step» un grande obiettivo. (m.r.)

Nella foto (Isolapress): Antonio Cairoli nello scorso Gp d”Italia a Imola

Okay al motocross dopo le titubanze, il Mondiale si correrà a Imola il 17 e 18 agosto
Sport 15 Gennaio 2019

Imola e il Mondiale di Motocross a Ferragosto, più danni che vantaggi

La chiamano cherofobia, ovvero la paura di essere felici, ed ancora una volta questa patologia  rischia di manifestarsi all’Enzo e Dino Ferrari. Pochi giorni prima di Natale, infatti, la Youthstream (il promotore del Mondiale di Motocross) ha diramato l’ennesima versione del calendario 2019, anticipando la gara sul Santerno  dal 22 settembre al 18 agosto. Un cambio di data imprevisto e repentino e subito la direzione dell’autodromo è stata costretta a emettere un comunicato stampa nel quale: «Formula Imola tiene precisare che non è stato ancora raggiunto un accordo per tale spostamento e che la richiesta fatta da Youthstream, promotrice del Mondiale Mxgp, è al vaglio della società che, in accordo con il socio unico Conami e l’Amministrazione comunale, fornirà nei tempi opportuni una risposta dopo un’attenta e precisa valutazione».

La decisione della Youthstream è partita da alcuni episodi, tra cui la cancellazione del Gran Premio della Svizzera fondamentalmente per grane burocratiche  (ed anche economiche) che hanno appunto lasciato libera la data del 18 agosto, ma anche la richiesta degli organizzatori di Hong Kong di spostare il loro Gran Premio da aprile proprio al 22 settembre. Imola quindi, da perla pregiata del calendario, visto il buon esordio, ad anatra zoppa e sacrificatissima della stessa scena iridata. Le voci di «radio paddock» dicono che il promotore avrebbe promesso a Formula Imola un abbattimento quasi completo delle «royalties» relative alla gara (ovvero i diritti da pagare) ma certo la data è molto complicata, soprattutto per le teoriche condizioni climatiche a cui ci si potrebbe trovare di fronte, che non metterebbero certo in crisi l’allestimento della pista, bensì l’eventuale gradimento del pubblico per la nuova collocazione temporale.

Se proprio vogliamo vedere delle cose positive in questo cambiamento, trattandosi allo stato delle cose della quartultima prova, i campionati sarebbero sicuramente ancora aperti rispetto allo scorso anno, quando ormai era tutto segnato e quindi una gara con più interesse. Il verdetto definitivo, speriamo positivo, dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.  In sede di composizione dell’articolo che state leggendo, l’ufficio stampa dell’autodromo ci ha comunicato che la decisione non verrà presa prima di metà gennaio e si sta valutando la situazione, anche perché gli uffici di Formula Imola hanno riaperto lo scorso 7 gennaio. (m.r.)

Nella foto (Isolapress): un momento del Mondiale di Motocross del 20 settembre 2018 a Imola

Imola e il Mondiale di Motocross a Ferragosto, più danni che vantaggi
Sport 21 Dicembre 2018

Mondiale motocross in agosto o settembre? La precisazione di Formula Imola

Quando si correrà la tappa del mondiale motocross a Imola nel 2019? Guardando il il sito ufficiale della Mxgp i più attenti avranno notato come il Gp d”Italia non è più in calendario il 21-22 settembre, ma è stato spostato al 17-18 agosto.

Per questo motivo Formula Imola tiene precisare che «non è stato ancora raggiunto un accordo per tale spostamento e che la richiesta fatta da Youthstream, promotrice del Mondiale MXGP, è al vaglio della Società che, in accordo con il Socio Unico Con.Ami e l’Amministrazione Comunale, fornirà nei tempi opportuni una risposta dopo un’attenta e precisa valutazione». (d.b.)

Nella foto: il mondiale di motocross a Imola nel 2018

Mondiale motocross in agosto o settembre? La precisazione di Formula Imola
Sport 1 Ottobre 2018

Le emozioni del Mondiale motocross all'autodromo di Imola. IL VIDEO

Circa 35 mila spettatori presenti, tante emozioni e, per noi italiani, il titolo mondiale nella Wmx, di Kiara Fontanesi. Questo e tanto altro nell”ultima tappa del Mondiale motocross andato in scena sabato e domenica all”autodromo di Imola.

Appuntamento quindi al 2019, con il circuito imolese che sarà ancora sede dell”ultima sfida iridata. Non mancheranno però le novità…

r.s.

Su sabato sera del 4 ottobre il racconto dell”evento a due ruote

Nella foto (Isolapress): scatto suggestivo durante una gara

Le emozioni del Mondiale motocross all'autodromo di Imola. IL VIDEO
Sport 30 Settembre 2018

Mondiale motocross, a Imola trionfo iridato per Kiara Fontanesi e doppietta di Herlings

Impresa di Kiara Fontanesi che a Imola, nell”ultima tappa del Mondiale motocross, ha centrato il sesto titolo iridato nella categoria Wmx. La 24enne italiana, dopo il secondo posto in gara-1 di ieri, oggi ha conquistato la vittoria in gara-2 chiudendo davanti alla rivale Nancy Van De Ven con l”olandese che la segue così anche in classifica generale. Nella Mxgp, invece, il fresco campione del mondo Jeffrey Herlings ha legittimato la sua leadership portandosi a casa entrambe le manche davanti allo sloveno Tim Gajser. Niente da fare per l”azzurro Tony Cairoli dopo l”infortunio di ieri nelle qualifiche. Infine, nella Mx2, doppietta anche per lo spagnolo del team Ktm Jorge Prado che ha potuto così festeggiare il suo successo iridato.

r.s.

Nella foto (Isolapress): spettacolare salto di gara

Mondiale motocross, a Imola trionfo iridato per Kiara Fontanesi e doppietta di Herlings
Sport 29 Settembre 2018

Mondiale motocross, il sogno della castellana Andrea Giorgia Grazia: «Voglio qualificarmi tra le 40»

Una wild-card mondiale da Castel San Pietro a Imola per il campionato del mondo femminile. L’obiettivo e il sogno di Andrea Giorgia Grazia, 20enne crossista castellana, è quello di entrare nelle 40 qualificate per la gara imolese sul circuito del Santerno. «Sono una crossista giovane – racconta -, corro solo da tre anni mentre molte ragazze iniziano ben prima. Purtroppo mi sono appassionata alla moto solo recentemente, un po’ per caso, ma questo non mi ha impedito di dare sfogo alla mia nuova passione correndo nei campionati regionale e italiano, divertendomi e togliendomi qualche soddisfazione».

Quest’anno prima il cambio di moto, da Kawasaki ad Honda, poi un infortunio hanno complicato la stagione della giovane, che si è comunque classificata in quinta posizione nel campionato regionale dell’Emilia Romagna. «Da quando è diventata ufficiale la tappa imolese del Mondiale ho deciso di parteciparvi – continua la giovane -. Mi sono allenata duramente con l’aiuto e il sostegno di Davide Degli Esposti, pilota supercross che mi ha seguita proprio con l’obiettivo Imola-Mondiale. Con la mia nuova Honda 250, che mi sta regalando delle buone soddisfazioni anche se corriamo insieme da soli quattro mesi, sento che ce la posso fare, che posso giocarmi questo sogno a due passi da casa. Era un’occasione che non volevo proprio perdere e spero di poter dimostrare il grande miglioramento che ho registrato negli ultimi mesi grazie a tutti quelli che mi sono stati vicini».

mi.mo.

Nella foto: Andrea Giorgia Grazia

Mondiale motocross, il sogno della castellana Andrea Giorgia Grazia: «Voglio qualificarmi tra le 40»
Sport 28 Settembre 2018

Mondiale motocross, tutto ciò che c'è da sapere sul programma e sul prezzo dei biglietti

Manca ormai poco all”ultima tappa del Mondiale di motocross che si correrà domani, sabato 29 settembre, e domenica 30 all”autodromo di Imola.

Il programma prevede, tra i tanti eventi in calendario, nella giornata di sabato, oltre alla parata storica (ore 11), gara-1 del Mondiale femminile (13.25), gara-1 del Monomarca Yamaha 125, le qualifiche MX2 (16.25) e MXGP (17.10) e per finire gara-1 dell”Europeo 300 (17.55). Domenica, invece, gara-2 del Monomarca Yamaha 125 (08.50), dell”Europeo 300 (09.45) e del Mondiale femminile (11.30). Al pomeriggio è il turno della MX2 (gara-1 alle 13.15 e gara-2 alle 16.10) e della MXGP (gara-1 alle 14.15 e gara-2 alle 17.10).

Ma quanto costa l’evento? Le offerte più interessanti sono quelle che riguardano i residenti in tutti i Comuni della Città Metropolitana di Bologna e del Consorzio Conami. Un biglietto per i due giorni circolare costa 40 euro, sale a 45 per le tribune H e R (zona Rivazza) e a 60 per le tribune X e Y (zona paddock). I biglietti del sabato vanno dai 22 euro del circolare fino ai 54 euro delle tribune paddock (38 euro alla Rivazza). Alla domenica dai 49 euro del circolare fino agli 87 euro delle tribune paddock (71 euro alla Rivazza). Tagliandi a prezzo pieno per i due giorni si va dai 65 euro del circolare fino ai 103 euro delle tribune paddock (81 euro alla Rivazza). Fino a venerdì 28 settembre è possibile usufruire della prevendita dei biglietti. Sono acquistabili alla biglietteria dell’Autodromo, presso l’hub turistico «If» in piazza Ayrton Senna e online sul sito mxgp.autodromoimola.it

r.s.

Il programma completo su «sabato sera» del 27 settembre.

Nella foto: Kiara Fontanesi e Marco Melandri

Mondiale motocross, tutto ciò che c'è da sapere sul programma e sul prezzo dei biglietti
Sport 27 Settembre 2018

Tre giorni di rievocazione storica all'autodromo per il Mondiale di motocross. IL VIDEO

I fari saranno tutti puntati sull’ultima gara del mondiale di motocross, ma qualche centinaio di metri più in là, sempre all’interno dell’autodromo, con la consueta discrezione e senza alcuna intenzione di rubare appeal al grande evento, ma con l’orgoglio di esserci per riaccogliere il motocross a Imola dopo 53 anni, andrà in scena la più grande rievocazione storica mai realizzata non solo qui, ma nell’intera Europa. In un certo senso la nostra città torna ad essere pioniera di una specialità del motociclismo che in Italia si fece conoscere per la prima volta al Parco delle Acque Minerali nel 1948. «Ecco dove sta l’eccezionalità di questa quinta rievocazione abbinata all’evento sportivo mondiale – ha affermato Luciano Costa, ex pilota di motocross e organizzatore di tutte le rievocazioni dal 2010 ad oggi -. Nelle precedenti non abbiamo mai superato le 50 moto in esposizione. Ed erano soprattutto relative alla Golden Era, cioè quelle che hanno gareggiato nei vari circuiti ricavati intorno al Monte Castellaccio dal 1948 al 1965. Stavolta ne esporremo 80, cercando di ricucire con la storia più recente».

La mostra, aperta a tutti, infatti si intitola «1948-1998 – 50 anni di Motocross».

«Arriveranno collezionisti nuovi con moto che qui a Imola non si sono mai viste – ha spiegato l’organizzatore imolese -. Si potranno ammirare pezzi unici, originali, di grande valore storico, che hanno vinto dei mondiali. Poi chiaramente non mancheranno le moto della Età d’oro, con contorno di mostra fotografica, costituita da 300 immagini di grandi dimensioni, per esaltarne il ricordo. La novità vera e propria quindi è rappresentata dalla presenza delle moto da corsa d’epoca giapponesi: Suzuki, Yamaha, Kawasaki e Honda». 

L’esposizione verrà allestita nella Terrazza Hospitality, attigua al Museo Checco Costa.

«Sarebbe stato più logico e suggestivo farla dentro al Museo intitolato a Checco, cioè a colui che il 23 maggio 1948 importò a Imola il motocross. Ma ci è stato detto che è chiuso. Saremo comunque nella terrazza a fianco, che sarà aperta da venerdì a domenica dalle 9 alle 20. L’inaugurazione ci sarà venerdì 28 settembre a partire dalle 16, preceduta alle 15 da una presentazione pubblica dell’evento nel piazzale di ingresso all’autodromo. Intorno ci saranno i campioni di una volta, dal leggendario Jeff Smith, ai fratelli Donald e Derek Rickman, poi Alan Clough, Triss Sharp, Otto Walz; dalla Svezia arriverà Jeff Nilsson e non mancheranno gli italiani Emilio Ostorero, Canzio Tosi e Gian Pio Ottone; ma anche molti di quelli attuali che gareggeranno nella corsa iridata di domenica 30 settembre, come il nuovo campione del mondo Jeffrey Herlings e quello uscente Tony Cairoli».

Alle 17 avverrà il classico taglio del nastro per l’inaugurazione ufficiale della mostra, alla presenza delle istituzioni, delle Federazioni, dei collezionisti e dei rappresentanti dei moto club.

«Sarà una mostra di grande pregio e valore, che ha richiesto un notevole sforzo. Non è stato facile contattare tutti i collezionisti italiani e stranieri, arrivando fino alla Svezia. La sfilata, invece. è in programma sabato 29 settembre alle 11. Una trentina le moto pronte a ruggire, partendo dal piazzale sottostante alla mostra. A guidarle saranno ex piloti e collezionisti che si vestiranno in maniera adeguata al periodo storico».

a.d.p.

L”articolo completo su «sabato sera» de 27 settembre.

Nelle foto: da sinistra la partenza della finale del Gran Premio d”Italia (Imola, 22 giugno 1958) sul campo del Tamburello; l”intestazione di un articolo apparso nel 1948 su un periodico olandese che racconta la storia del primo motocross Internazionale d”Italia. Imola, 11 giugno 1961 durante il Gran Premio d”Italia classe 500 il due volte campione del mondo Bill Nilsson su Husqvarna 500 al salto delle Acque minerali. 

Tre giorni di rievocazione storica all'autodromo per il Mondiale di motocross. IL VIDEO

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast