Posts by tag: Motori

Sport 13 Novembre 2018

Superbike, la tappa mondiale di Imola confermata nel calendario provvisorio 2019

Dopo il successo dello scorso anno, anche nel 2019 l”autodromo «Enzo e Dino Ferrari» di Imola ospiterà una tappa del Mondiale Superbike. La Fim (Federazione Motociclistica Internazionale) e la Dorna Wsbk Organization, società che gestisce il campionato, hanno infatti reso noto il calendario provvisorio della nuova stagione, con i bolidi a due ruote che saranno in riva al Santerno nel weekend del 10-12 maggio (seconda settimana del mese come nel 2018).

La tappa imolese sarà, quindi, la quinta prova del campionato ed aprirà la stagione motoristica mondiale su pista in Italia. Tra le novità del campionato l’introduzione di una terza gara sprint Sbk, in programma la domenica mattina, prima della seconda tradizionale gara-2, mentre è confermato il format del sabato con qualifiche e gara-1. All”autodromo «Enzo e Dino Ferrari», per l”occasione, si disputerà anche una gara di moto elettriche organizzata da Imr (Impulse Modena Racing). «Imola rappresenta una delle tappe più significative ed importanti del Mondiale Sbk – commenta il direttore dell”autodromo Roberto Marazzi – ed aprire ancora la stagione dell’attività mondiale su pista in Italia è sempre un motivo di grande soddisfazione. Nel 2018 abbiamo registrato un ottimo risultato in fatto di presenze e ci sono le premesse quanto meno per confermarlo».

Nella foto: lo spettacolo del pubblico accorso a Imola per la Superbike

Superbike, la tappa mondiale di Imola confermata nel calendario provvisorio 2019
Sport 11 Novembre 2018

Motori, terzo titolo mondiale da team manager per Fausto Gresini: «Dedicato a Simoncelli»

Proprio a Sepang, in Malesia, dove aveva dovuto sopportare il secondo dei più tragici dispiaceri della sua vita (Simoncelli, dopo Kato), Fausto Gresini ha visto trionfare Jorge Martin, nuovo campione del mondo della Moto3 sulla sua Honda. E non è un caso che al «Sic» abbia voluto dedicare questo terzo titolo iridato conquistato da quando fa il team manager. «Appena Jorge ha tagliato il traguardo, la prima persona alla quale ho pensato è stato Marco, che dopo quella bruttissima domenica di 7 anni fa ci ha dato la forza di continuare a lottare per ciò in cui crediamo – ha confessato un Fausto emozionato e commosso -. E questo Mondiale glielo dedico con tutto il cuore. Ne ho vinti 3 di titoli, e tutti in Malesia, un luogo che per me rappresenta gioia e dolore nello stesso tempo. Questo comunque ha un sapore speciale, perché alla fine siamo risultati migliori in tutto; nelle vittorie, nelle pole, nel mondiale piloti e nel mondiale per team».

Il Gresini manager ha dunque superato il Gresini pilota, che di titoli mondiali ne conquistò due nell’85 e ’87 in sella alla Garelli 125.

«Bellissimo superarsi. Sinceramente non mi aspettavo di vincerlo con una gara di anticipo. Anche per questo domenica è stata una giornata memorabile».

Martin sul traguardo ha preceduto di oltre 3 secondi altri due piloti Honda, Lorenzo Dalla Porta ed Enea Bastianini.

«Si trattava di una gara difficilissima, nella quale era vietato sbagliare. Le condizioni dell’asfalto non erano facili e nello stesso tempo se stavi troppo abbottonato in un attimo ti passavano in 7. Bellissimo vincere un Mondiale in questo modo. E’ un bel po’ che non ci capitava (dal 2010 con Toni Elias nella Moto2 e prima ancora, nel 2001, con Daijiro Kato nella 250, ndr) e ci tenevo a vincere anche il titolo della Moto3. Ora per fare l’en-plein ci manca solo quello della MotoGp». (Angelo Dal Pozzo)

L”articolo completo su «sabato sera» dell”8 novembre.

Nella foto: Fausto Gresini con Jorge Martin dopo la conquista del titolo mondiale di Moto 3 in Malesia

Motori, terzo titolo mondiale da team manager per Fausto Gresini: «Dedicato a Simoncelli»
Sport 19 Ottobre 2018

Motori, Valter Bartolini tra «Matilde» e il cross con Dovizioso

Valter Bartolini, dopo l’esperienza del marzo scorso, è tornato in pista per testare la MiniGp del Team Donatini. Sul toboga forlivese del Galliano Park sono stati confermati netti miglioramenti sia dell’erogazione del motore ma soprattutto della ciclistica della piccola «Matilde».

Ma il «Ragno» di Casalfiumanese non si ferma mai, figuriamoci se lo chiama un campione come Andrea Dovizioso. Ecco allora che è andato ad allenarsi col forlivese sul crossodromo di Rivarolo. Per Valter l’occasione è stata ghiotta anche per proseguire nell’opera di verifica in pista della piccola Yamaha 85. 

r.s.

Nella foto: a sinistra Bartolini con la MiniGp del Team Donatini, a destra insieme ad Andrea Dovizioso

Motori, Valter Bartolini tra «Matilde» e il cross con Dovizioso
Cronaca 8 Ottobre 2018

Il viaggio della vita di Alessandro Balducci, dipendente Cefla che ha percorso 6.000 chilometri in moto sulle Ande

Il viaggio della vita con la moto di sempre. Alessandro Balducci, 51enne di Massa Lombarda e impiegato alla Cefla di Imola, è solito fare vacanze diverse dall’idea comune di relax o viaggio. Lui la strada preferisce percorrerla metro dopo metro e sulle due ruote. E dopo mete come Marocco, Tanzania, Sudafrica e Australia, questa estate ha optato per i 6.000 chilometri della Transandina, lungo le cordigliere dall’Ecuador al Cile, attraverso Perù e Bolivia. Un’avventura di 26 giorni che ha intrapreso in gruppo con altri 10 motociclisti grazie al tour operator «Viaggi avventure nel mondo»: per la maggior parte estranei, più un milanese ed uno svizzero conosciuti in avventure precedenti.

«E’ stato davvero il viaggio della vita, una natura incredibile dai colori mai visti e rovine a testimonianza delle antiche culture andine – racconta -. Certo, quando si viaggia gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, per questo è necessario partire con un grande spirito di adattamento in valigia e lasciare a casa le paure».

Partiamo proprio dagli aspetti negativi del viaggio.
«Abbiamo dovuto fronteggiare cambi di percorso e cadute, cose normali quando si viaggia on the road, ma ci sono due aspetti che l’organizzazione poteva affrontare meglio per facilitare il viaggio: la burocrazia per lo sdoganamento dei veicoli da un Paese all’altro che ha richiesto tempo e denaro extra, e i veicoli di supporto al seguito della spedizione che si sono dimostrati inadeguati al trasporto delle due moto che nel corso del viaggio si sono rotte, tra le quali proprio la mia. Ma con spirito di adattamento e rimboccandoci le maniche abbiamo risolto ogni difficoltà e il bilancio del viaggio è straordinario».

Con che mezzo sei partito?
«Ho lasciato in garage la moto da strada e ovviamente ho scelto l’altra, una Ktm 690. L’ho spedita in nave due settimane prima di prendere il volo per Guayaquil, in Ecuador, e l’ho imbarcata nuovamente prima di lasciare il Sudamerica. Arriverà a fine ottobre e dovrò risolvere il problema elettronico che l’ha messa ko e quindi immatricolarla di nuovo, perché in uno dei tanti off-road ho perso la targa».

Come hai proseguito il viaggio senza moto?
«Il coordinatore del viaggio è caduto e si è fatto male, non poteva più guidare e quindi ha proseguito sul furgoncino di servizio che seguiva la spedizione, caricando anche la propria moto. Quando, in seguito, ho dovuto caricare la mia, mi ha fatto usare la sua. Una sfortuna per lui, una fortuna per me: le carrettiere sterrate sud-americane sono fantastiche, non percorrerle su due ruote sarebbe stato il peccato più grande».

Che tipo di «off-road» avete fatto?
«Abbiamo guidato su qualunque tipo di fondo, dalla sabbia, al ghiaino, alle pietrine. Il deserto in Bolivia, chiamato Salar de Uyuni, è stato uno dei tratti più divertenti: una distesa immensa di sale solido, come asfalto grezzo e irregolare, dove si può fare davvero qualunque cosa con la moto. Un’esperienza impagabile». (mi.mo.)

L”intervista completa è su «sabato sera» del 4 ottobre

Nella foto Alessandro Balducci

Il viaggio della vita di Alessandro Balducci, dipendente Cefla che ha percorso 6.000 chilometri in moto sulle Ande
Sport 1 Ottobre 2018

Le emozioni del Mondiale motocross all'autodromo di Imola. IL VIDEO

Circa 35 mila spettatori presenti, tante emozioni e, per noi italiani, il titolo mondiale nella Wmx, di Kiara Fontanesi. Questo e tanto altro nell”ultima tappa del Mondiale motocross andato in scena sabato e domenica all”autodromo di Imola.

Appuntamento quindi al 2019, con il circuito imolese che sarà ancora sede dell”ultima sfida iridata. Non mancheranno però le novità…

r.s.

Su sabato sera del 4 ottobre il racconto dell”evento a due ruote

Nella foto (Isolapress): scatto suggestivo durante una gara

Le emozioni del Mondiale motocross all'autodromo di Imola. IL VIDEO
Cronaca 17 Luglio 2018

Visite guidate all'Autodromo e alla Rocca Sforzesca in occasione dell'Imola Summer Piano 2018

Musica, motori e cultura si uniscono per mettere in mostra le cose belle di Imola. Ce n”è per tutti i gusti nell”iniziativa che If Imola Faenza Tourism Company e l”Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” propongono in occasione dell”Imola Summer Piano 2018.

Parte oggi infatti una serie di quattro visite guidate, due all”autodromo “Enzo e Dino Ferrari” e due del centro storico di Imola, con tappa alla Rocca Sforzesca.

Oggi alle 17 (con replica mercoledì 25 luglio alla stessa ora) ritrovo nell”Hub turistico di If in piazza Ayrton Senna da Silva 2 per partecipare a Motors Tour, percorso di due ore con giro di pista e sosta al monumento a Senna, al quale si potrà aggiungere una sessione a bordo dei simulatori GT Car Man.

Giovedì 19 e 26 luglio sarà la volta del Cultural Tour, percorso sempre di due ore che avrà per protagonista il centro storico di Imola, con visita guidata alla Rocca Sforzesca. In questo caso l’orario di ritrovo è alle 9 davanti all’entrata laterale della Rocca, ingresso dell’Accademia Pianistica.

Entrambe le proposte sono pensate per un numero di partecipanti da quattro a otto, ma per gruppi superiori è possibile organizzare le stesse attività in giorni diversi e con personalizzazione delle tariffe in base agli iscritti.

Prosegue inoltre fino al 31 agosto l”iniziativa delle visite guidate all”autodromo, che If organizza in collaborazione con Formula Imola attraverso i luoghi più significativi per gli amanti degli sport motoristici: la pit lane, i box, la control room ed il tanto sognato podio, con tanto di scorci panoramici su Imola.

Le proposte, entrambe disponibili in italiano e inglese, con ritrovo nella sede di IF e possibilità di prenotarsi in loco fino a 30 minuti prima della partenza: la visita esclusiva a bordo della Navetta dei Motori e la classica visita guidata dell”autodromo. La prima, di un”ora e 15 minuti, parte alle 13 dei seguenti giorni: 18, 19, 23, 31 luglio, il 10, 21, 28 e 31 agosto. La seconda, con partenza alle 15, è disponibile il 24 e 25 luglio, l”8, il 9, il 10, il 22, 23, 30 e 31 agosto.

Per informazioni e prenotazioni su tutte le iniziative: If Imola Faenza Tourism Company, tel. 0542 25413 – info@imolafaenza.it.

Visite guidate all'Autodromo e alla Rocca Sforzesca in occasione dell'Imola Summer Piano 2018
Sport 7 Luglio 2018

L'autodromo di Imola anche nel calendario del Mondiale Motocross 2019. Intanto si lavora per settembre

Nel calendario provvisorio del Mondiale Motocross Mxgp 2019, pubblicato dalla Youthstream, la società che organizza l’evento, compare anche Imola. Questo significa che il cross dovrebbe riproporsi sul Santerno il prossimo anno. Per ora la data, come detto, è provvisoria, ma sicuramente lascia ben sperare e motiva ancor di più i vertici dell’autodromo impegnati nell’organizzazione della prima volta del round Mxgp prevista per i prossimi 29 e 30 settembre.

Roberto Marazzi, il direttore dell’Enzo e Dino Ferrari conferma: «La data nel calendario provvisorio 2019 ribadisce quella che è sempre stata l’intenzione di Formula Imola: dare continuità ad un evento che trova all’interno del nostro impianto una dimensione decisamente prestigiosa e di grande appeal. Nel frattempo stiamo lavorando con grande passione e professionalità per far sì che il round del prossimo settembre sia un evento indimenticabile, con l’obiettivo di alzare l’asticella il prossimo anno».

Imola sarà ancora una volta l’ultimo round del campionato e soprattutto è stata la riconfermata la titolazione «Mxgp d’Italia». «Un riconoscimento all’importanza e una promozione fantastica per tutto il territorio» ha sottolineato Marazzi. La data fissata è il 21-22 settembre. Le support classes al momento previste sono l’Europeo 125, 250 e 300. Il calendario vede le novità di Cina e Hong Kong, con l’Italia che ospiterà altre due prove: il Gp Trentino ad Arco di Trento ad aprile e il Gp Lombardia a giugno in una sede ancora da definire. Per quanto riguarda le gare extraeuropee, confermate Argentina e Indonesia (due round). Il Motocross delle Nazioni si disputerà ad Assen in Olanda, la settimana successiva ad Imola.

Per quanto riguarda il round del prossimo settembre, invece,. i biglietti sono già in vendita su imola.motocross-tickets.com e su ticketone.it Tra l’altro per i residenti dei 23 Comuni del Consorzio ConAmi e quelli dell”Area Metropolitana di Bologna  ci sono gli abbonamenti ad un prezzo super scontato per i due giorni di gara acquistabili alla biglietteria dell”autodromo oppure online sul sito www.autodromoimola.it: 35 euro Prato Circolare, 40 euro Tribuna HR Rivazza, 60 euro Tribune Centrali XY. I biglietti scontati sono disponibili solo in prevendita ed in numero limitato fino ad esaurimento.

L'autodromo di Imola anche nel calendario del Mondiale Motocross 2019. Intanto si lavora per settembre
Sport 6 Giugno 2018

Roberto Marazzi, il neo direttore dell'autodromo promette: “Motori e grandi eventi musicali'

“Il mio primo obiettivo sarà quello di consolidare e sviluppare la dimensione internazionale di questo circuito nell’ambito del motorsport e del motorismo in generale. Nel contempo mi impegnerò per riportare grandi eventi musicali e culturali che hanno caratterizzato questi ultimi anni”.

Motori e concerti, questi i temi delle prime dichiarazioni ufficiali di Roberto Marazzi che da ieri ha iniziato ufficialmente a ricoprire la carica di direttore generale dell’autodromoimolese. Marazzi ha aggiunto: “Arrivo ad Imola con grande entusiasmo, consapevole dell’importanza e del prestigio che significa dirigere un autodromo col carisma, la storia e il fascino dell’Enzo e Dino Ferrari. Arrivare a metà stagione non è mai facile, ma sono tranquillo perché trovo uno staff di persone che già conosco e che di cui ho già avuto modo di apprezzare la professionalità e la grande passione”.

Un incarico stimolante ma sicuramente impegnativo aspetta il nuovo direttore che sostituisce dopo poco più di due anni, al termine della selezione pubblica di prassi, il predecessore Pier Giovanni Ricci. Uberto Selvatico Estense il presidente di Formula Imola Spa, la società che gestisce l’impianto comunale, non appare preoccupato: “Inizia una nuova stagione, sempre all’insegna di un calendario particolarmente ricco di eventi. Nuove sfide e obiettivi più ambiziosi sono già nell’agenda del nuovo direttore, che mi ha già illustrato i suoi importanti progetti. La società e il territorio saranno sicuramente al suo fianco per contribuire al raggiungimento di tali obiettivi”.

Nella foto Roberto Marazzi e Uberto Selvatico Estense

Roberto Marazzi, il neo direttore dell'autodromo promette: “Motori e grandi eventi musicali'
Sport 9 Maggio 2018

Open paddock all'autodromo, Imola scalda i motori in attesa della Superbike. Ultimi giorni per la promozione dei biglietti

E” ormai tutto pronto per lo sbarco della Superbike all”autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, quinto round del mondiale in programma dall”11 al 13 maggio. Domani pomeriggio, infatti, ritorna il classico appuntamento con l”open paddock e i cancelli saranno aperti dalle 14 alle 18. In quelle ore gli appassionati potranno passeggiare per il paddock e vedere tutti i team all”opera. Sarà presente anche il Paddock Show con musica, intrattenimento e gadget, oltre alla probabile possibilità di incontrare i campioni delle due ruote.

Nel weekend dell”evento, per tutti i possessori del pass paddock, sarà anche possibile visitare la mostra la mostra fotografica dedicata all’indimenticato pilota statunitense Nicky Hayden, tragicamente scomparso lo scorso anno pochi giorni dopo la tappa imolese. Le foto, 69 come il numero che lo contraddistingueva in moto, sono state scattate da Mirco Lazzari, fotografo professionista della MotoGP e della Superbike, e saranno esposte nell’Hub turistico di If.

Oggi e domani, infine, sono gli ultimi due giorni di promozione per i residenti della Città Metropolitana di Bologna e dei 23 Comuni del Conami per acquistare i biglietti scontati per gara e paddock alla biglietteria dell” Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola presso la sede di Imola Faenza Turism Company.

r.s.

Nella foto: l”open paddock nel 2007

Open paddock all'autodromo, Imola scalda i motori in attesa della Superbike. Ultimi giorni per la promozione dei biglietti
Sport 24 Aprile 2018

Contratto rinnovato, la Sbk rimarrà a Imola fino al 2020. Quest'anno la madrina è Aida Yespica

Il round di Imola continuerà ad essere uno degli appuntamenti del Campionato Mondiale Fim Motul Superbike fino al 2020. L’annuncio del rinnovo triennale è stato dato ieri a Milano in occasione della conferenza stampa ufficiale di presentazione dell’ormai prossimo appuntamento dell’11-13 maggio a Imola.

Il rinnovo porterà a 18 le edizioni del Mondiale SBK nell’autodromo imolese. Un tracciato che ha visto imprese leggendarie come l’epico duello tra Edwards e Bayliss nel 2002 o la vittoria iridata di Biaggi con l’Aprilia nel 2010. E che continua ad offrire gare spettacolari ad ogni edizione, tanto da richiamare decine di migliaia di appassionati: nel 2017 furono oltre 75.000, secondo round più seguito di tutto il campionato.

Nel corso della conferenza stampa è stata presentata anche la madrina dell’edizione 2018, Aida Yespica, che prosegue la tradizione delle attrici e show girl che hanno prestato il loro volto all’evento, come Belen Rodriguez, Raffaella Fico e Cristina Buccino.

Non solo. E’ stata anticipata anche un’importante novità per l’appuntamento del prossimo anno, ovvero la concomitante gara di moto elettriche. Grazie alla collaborazione tra Formula Imola, la società che gestisce l”impianto imolese, e Impulse Modena Racing (Imr), gli appassionati potranno assistere ad una gara dimostrativa tra moto sviluppate da team universitari provenienti da tutto il mondo.

Stefano Pacchioli, direttore e amministratore delegato del WorldSBK, ha commentato: “La firma sull”estensione del contratto conferma l”importanza che WorldSBK attribuisce al mercato italiano e al territorio nello specifico”.

Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola, ha aggiunto: “WorldSBK è l”evento principale del calendario di Imola dal 2009. Siamo orgogliosi di essere considerati da Dorna uno dei partner migliori e affidabili e di continuare questa fantastica avventura. La nostra volontà è quella di aumentare la nostra identità nel cuore degli appassionati del motorsport per attirare ogni anno sempre più persone nella Motor Valley di Imola”. 

Nella foto Stefano Pacchioli, direttore e amministratore delegato WorldSBK, Aida Yespica e Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola

Contratto rinnovato, la Sbk rimarrà a Imola fino al 2020. Quest'anno la madrina è Aida Yespica

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast