Posts by tag: Musica

Cultura e Spettacoli 10 Agosto 2022

Da Imola all’Ariston, Emil Spada e Giada Maragno alle finali nazionali di Sanremo Rock

Imola ha evidentemente un cuore rock, come testimoniano due cantanti che dalle rive del Santerno sono pronti a volare a Sanremo, dove nel mitico teatro Ariston dal 5 al 9 settembre si svolgeranno le finali nazionali della 35° edizione di Sanremo Rock and Trend Festival, la manifestazione che da decenni è trampolino di lancio per realtà musicali emergenti. E

mil Spada e Giada Maragno (in arte Jade) si preparano a cogliere questa occasione, che potrebbe aprire nuovi scenari per la loro carriera. «Avevo già partecipato a questo festival nel 2011, arrivando quarto pari merito nella finale –ci racconta Emil – così nel 2021 ho deciso di mandare un brano, “Cosa ti lamenti”, per vedere cosa succedeva. Qualche mese dopo mi hanno contattato dicendo che erano interessati e visto il mio curriculum, le collaborazioni con Claudio “Gallo” Golinelli, con Nicola Venieri, tecnico del suono di Vasco, ora anche mio produttore artistico, mi mandavano direttamente alla finale regionale a Cervia l’1 agosto. Sul palco ci siamo fronteggiati in una trentina di gruppi».

Accesso diretto per le finali regionali anche per Jade, in quel caso a Val di Sambro. «Ho inviato il mio primo singolo “Forget everyhing” prima della mia partecipazione a The Voice France ed è arrivata la convocazione. Per la finale regionale abbiamo presentato l’inedito “Fenici” in italiano». Per scaldarsi, Giada “Jade”, subito prima della partenza, si esibirà ad «Imola in Musica» sabato 3 settembre sarà in piazza Gramsci dalle 20. (f.v.)

Le interviste su «sabato sera» del 25 agosto.

Nella foto: Emil Spada e Giada «Jade» Maragno

Da Imola all’Ariston, Emil Spada e Giada Maragno alle finali nazionali di Sanremo Rock
Cronaca 28 Luglio 2022

«Gocce di musica», con l'ultima semifinale ne resterà solo uno: Zerozefiro, Pocopop o Romano Cirino

Si concluderanno venerdì 29 nel centro giovanile Ca’ Vaina (viale Saffi 50/B) a Imola le selezioni della terzina finalista di «Gocce di Musica per la solidarietà» 2022. Poi, pausa ad agosto per ricaricare le pile, in attesa della finalissima del concorso musicale organizzato da Avis Imola in collaborazione con sabato sera.

Dopo la prima serata di semifinale al centro giovani Flood di Mordano, vinta dai Bloodraulics, e la seconda in piazza Libertà a Toscanella, vinta dal Duo LuRick, ora l’appuntamento è con la terza ed ultima selezione che vedrà la partecipazione degli ultimi tre gruppi dei nove in gara.

In gara tutti artisti imolesi: si partirà con gli Zerozefiro, giovane gruppo composto da Mattia Petrarca alla voce, Irene Davalle al basso, Luca Romagnoli alla batteria, Ivan Petrarca e Luca Giordano alle chitarre, che porteranno sul palco dell’alternative rock. A seguire ci sarà il cantautore Romano Cirino, un artista che propone pop d’autore. Chiuderanno i Pocopop, rock band con Mauro Melone alla voce, Bruno Raganella al basso, Luca «Sampo» Peotti alla chitarra e Daniele Professionale alla batteria. Il vincitore andrà dritto alla finalissima in programma il 4 settembre in piazza Gramsci durante «Imola in musica». (c.gam.)

Nella foto: la locandina dell’evento; a lato dall’alto Zerozefiro, Pocopop e Romano Cirino

«Gocce di musica», con l'ultima semifinale ne resterà solo uno: Zerozefiro, Pocopop o Romano Cirino
Cronaca 25 Luglio 2022

La cantautrice imolese Milena Mingotti vince il premio d'autore Bruno Lauzi

La cantautrice imolese Milena Mingotti ha vinto la tredicesima edizione del Premio d”autore nazionale Bruno Lauzi ad Anacapri. Oltre alla cover di “Almeno tu nell”universo”, interpretata come omaggio a Bruno Lauzi, Milena ha presento il suo brano inedito “Per l’amore che ho dentro”, che si è aggiudicato il Premio Cora, dedicato ad Alessandra Cora, giovanissima cantautrice anacaprese scomparsa nel terremoto de L’aquila del 2009.

Presidente della giuria, il patron del Mei-Meeting delle etichette indipendenti Giordano Sangiorgi, che ha già invitato Milena sul palco del teatro Masini di Faenza per la serata di sabato 1 ottobre.

«E’ stata un”esperienza incredibile – commenta Milena Mingotti –. Vincere con un brano che ho scritto proprio sulla gratitudine mi rende ancora più grata per questa vittoria. Una mattina mi sono messa a fare lista della gratitudine, ogni tanto lo faccio, e ho pensato: “Perché non può diventare una canzone?”. E così è stato. L”arrangiamento è stato fatto dal grande Roberto Costa (bassista turnista, fonico professionista e arrangiatore per tanti artisti nazionali come Lucio Dalla, per cui scrive la musica di “Se io fossi un angelo”, Ivan Graziani, Ron, Luca Carboni, Mina, Gianni Morandi, Luciano Pavarotti e altri, nonché autore e produttore di musiche per spettacoli teatrali e televisivi su circuito nazionale). Poi ho cantato la cover di Lauzi “Almeno tu nell”universo”, che è un brano che in questo momento sento particolarmente, e mi sono proprio goduta l”esibizione e l”esperienza senza ansia ma solo a cuore pieno».

Milena Mingotti ha partecipato nel 2018 a “Gocce di musica per la solidarietà”. (lu.ba.)

Fotografia di Milena Mingotti

La cantautrice imolese Milena Mingotti vince il premio d'autore Bruno Lauzi
Cronaca 21 Luglio 2022

Al via il 31° Festival del folclore. Stasera a Fontanelice, sabato e domenica a Imola

Parte da Fontanelice, questa sera alle ore 21, la 31° edizione del Festival internazionale del folclore di Imola organizzato dal Gruppo dei canterini e danzerini romagnoli “Turibio Baruzzi”. Ospiti di quest”anno, il Troy O’ Herlihy Irish Dance Group di Cork (Irlanda), il Kud Dimitrije Koturovic di Belgrado (Serbia) e il Gruppo folkloristico trevigiano, presente solamente nelle serate del 23 e 24 luglio.

Dopo lo spettacolo in Vallata, la manifestazione farà tappa a Massa lombarda domani, a Imola sabato e domenica (ore 21 alla Rocca), e a Riolo Terme lunedì.

«Entriamo finalmente a pieno titolo nella decina dei trenta – commenta Riccardo Franzoni, presidente del Gruppo dei canterini e danzerini romagnoli “Turibio Baruzzi” –. Il numero 1 che compone l’edizione di quest’anno trasmette un forte sentimento di ripartenza ed è proprio di questo che si tratta. Riuscire in questo intento non è stato semplice.

Fino a pochi mesi fa, infatti, sembrava ancora impossibile organizzare la 31° edizione nelle modalità tradizionali, ma non abbiamo mai smesso di crederci e lavorare per concretizzare il nostro obiettivo».

«Conoscere le musiche e le danze tradizionali di altri Paesi è un modo per entrare in relazione con altre realtà – aggiunge Giacomo Gambi, assessore alla Cultura –. La cultura è sempre conoscenza dell’altro e questo scambio reciproco arricchisce noi e anche i gruppi ospitati. Le musiche e le danze di un Paese riflettono come uno specchio l’anima di una società». (lu.ba.)

Nella fotografia, il gruppo serbo

Al via il 31° Festival del folclore. Stasera a Fontanelice, sabato e domenica a Imola
Cultura e Spettacoli 16 Luglio 2022

«Gocce di Musica», l’aggrotech dei Bloodraulics conquista la prima semifinale

Bella serata di pubblico ieri, venerdì 15 luglio, nella splendida cornice del Centro giovani Flood di Mordano, per la prima semifinale di «Gocce di Musica», il contest musicale organizzato da Avis Imola in collaborazione con «sabato sera». A trionfare i Bloodraulics, la band, con artisti provenienti da Castel San Pietro e Medicina e composta da Martina Pelosi alla voce, Marco «Zuppa» Zuppiroli al basso e Diego Chillo al groovebox, che ha stupito tutti con la loro musica elettronica dalle sonorità electroclash e aggrotech.

La giuria ha apprezzato l’esibizione e l’originalità, l’esecuzione tecnica e la performance sul palco, oltre al testo del brano inedito avente come tema la solidarietà, intitolato «Crossroar», ovvero una canzone contro l”insensata frenesia del nostro tempo.I Bloodraulics hanno così vinto un premio di 200 euro da spendere in materiale musicale e la possibilità di partecipare alla finalissima del 4 settembre in piazza Gramsci a Imola. Battuti, ma in una sfida tiratissima all’ultimo voto, il solista indie pop Michele Damian Carlone in arte Carlos e i No Compromise. Entrambi sono comunque stati molto apprezzati per la loro performance e per i loro brani inediti, rispettivamente «Arianna» e «Feud».

Ora il contest proseguirà a Toscanella in piazza Libertà sabato 23 luglio dove sul palco saliranno Duo Lurick, i Monologo e i Light This Night che proporranno una sfida all’ultima nota tra musica rock, pop e cantautorato italiano. L”ultima semifinale, invece, si terrà a Imola il 29 luglio al Centro Ca” Vaina dove si giocheranno l’ultimo posto disponibile per la finalissima i Zerozefiro, Romano Cirino e i Pocopop. (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): i Bloodraulics

«Gocce di Musica», l’aggrotech dei Bloodraulics conquista la prima semifinale
Cultura e Spettacoli 15 Luglio 2022

Parte da Mordano questa sera «Gocce di musica», il contest rock di Avis e «sabato sera»

È finalmente tempo di «Gocce di Musica per la solidarietà» edizione 2022, il contest di musica organizzato da Avis Imola e sabato sera. Si parte dal Centro giovani Flood di Mordano, questa sera, con i primi tre artisti del circondario imolese.

Saliranno sul palco i Bloodraulics (con Martina Pelosi alla voce, Marco «Zuppa» Zuppiroli al basso e Diego Chillo al groovebox), artisti medicinesi e di Castel San Pietro che stupiranno con la loro musica elettronica dalle sonorità electroclash e aggrotech. Seguirà il solista Michele Damian Carlone in arte Carlos, cantautore imolese che con la sua chitarra acustica ci farà ascoltare brani ispirati alla musica indie e al pop. Infine ci saranno i No Compromise (con Fabio Dardi alla voce e alla chitarra, Maksym Marchenko alla seconda chitarra e al basso e Michele Martelli alla terza chitarra), musicisti che tra Bologna, Medicina e Imola hanno dato vita ad una band dal sapore rock in versione acustica.

Dopo quella di Mordano, le successive due semifinali si terranno in piazza Libertà a Toscanella il 23 luglio a Toscanella e al centro giovanile Ca” Vaina di Imola il 29 luglio. (r.cr.)

Nella foto: dall’alto in senso orario i No Compromise, Carlos e i Bloodraulics 

Parte da Mordano questa sera «Gocce di musica», il contest rock di Avis e «sabato sera»
Cultura e Spettacoli 8 Luglio 2022

«Gocce di Musica», il disegno di Manuel Turchi è il vincitore del concorso grafico

Si chiama Manuel Turchi, ha 28 anni, abita a Imola, e si è aggiudicato la vittoria del contest grafico «Aspettando Gocce di Musica 9.0». La locandina da lui disegnata è diventata il manifesto della rassegna musicale giunta alla 14^ edizione, organizzata dall’Avis Comunale di Imola in collaborazione con sabato sera e col patrocinio del Comune di Imola.

La proposta ha convinto i selezionatori per l’originalità e il messaggio efficace trasmesso attraverso il disegno: «Ho voluto rappresentare un gruppo di musicisti di diverse etnie, sia donne che uomini, per rappresentare il tema della solidarietà e della cooperazione sotto il segno della musica – ha affermato Manuel Turchi –. Per lavoro faccio l’illustratore, è sempre bello poter trasmettere dei messaggi di valore attraversol’arte del disegno». (c.gam.)

Nella foto: Manuel Turchi e il disegno vincitore del contest da lui realizzato

«Gocce di Musica», il disegno di Manuel Turchi è il vincitore del concorso grafico
Cronaca 28 Giugno 2022

Ute Lemper inaugura i 15 appuntamenti dell'Emilia-Romagna Festival nel circondario

Sarà l’omaggio ad Astor Piazzolla di Ute Lemper alla Rocca sforzesca di Imola di martedì 5 luglio ad inaugurare i quindici appuntamenti della ventiduesima edizione dell’Emilia-Romagna Festival in programma nel circondario.

“Astor Piazzolla meets Ute Lemper” è il titolo del concerto che presenta un viaggio nel tempo nel mondo musicale di Parigi negli anni ”50 e la sua stretta connessione con il tango – spiega l’organizzazione del Festival –. L’autore viene omaggiato mostrandone la assoluta sintonia con i suoi contemporanei durante gli anni a Parigi, che assieme cercavano un’avanguardia che non fosse liberazione dai canoni, ma una continuazione verso nuovi lidi e nuove possibilità espressive; non a caso quello del compositore argentino era un “Tango Nuevo”. Fondamentale per Piazzolla fu l’incontro nel 1954, quando sbarcò a Parigi, con Nadia Boulanger: la geniale docente, i cui insegnamenti e consigli avrebbero lasciato un segno in musicisti come Quincy Jones, Lalo Schifrin e Philip Glass, incoraggiò il giovane argentino, che aveva intenzione di abbandonare il tango, a ritornarvi. Fu lei a suggerirgli di arricchire questa musica popolare con un linguaggio più colto e contemporaneo. Consigli e raccomandazione che nel tempo diedero luogo a quello che fu poi definito come “Tango Nuevo”» (r.cr.).

Nella fotografia dell”Emilia-Romagna Festival, Ute Lemper

Imola

Ute Lemper inaugura i 15 appuntamenti dell'Emilia-Romagna Festival nel circondario
Cronaca 17 Giugno 2022

I Green Day infiammano il Firenze Rocks, sul palco a suonare anche il chitarrista imolese Mattia Pini

Sogno realizzato per Mattia Pini, il chitarrista imolese che ieri sera è salito sul palco del Firenze Rocks per suonare niente di meno che con i Green Day, la band americana che ha aperto la quattro giorni alla Visarno Arena.

«È stata un’esplosione di emozione che non posso descrivere – ha scritto su Instagram Mattia Pini, chitarrista anche della Burnout – Green Day tribute band -. Finalmente il sogno che mi ha accompagnato da quando ero piccolo, salire sul palco e suonare con Billie Joe Armstrong e il resto della band, è diventato realtà. Ci sono voluti molti anni, molti concerti e molti sacrifici, ma questa è la conferma che non devi mai smettere di inseguire i tuoi sogni. A volte i sogni si avverano un po” tardi, ma se ci credi davvero, si avverano comunque». 

IL VIDEO

Foto dal video tratto dalla pagina Instagram di Mattia Pini

I Green Day infiammano il Firenze Rocks, sul palco a suonare anche il chitarrista imolese Mattia Pini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA