Posts by tag: palazzo monsignani

Cultura e Spettacoli 1 Luglio 2018

«Da Bach a Bartok», il festival inizia con una Carmen al ritmo del flamenco

Prende il via domani sera, lunedì 2 luglio, la XXX edizione del festival musicale «Da Bach a Bartok»: diretta da Giorgio Zagnoni, la rassegna ambientata nel cortile di palazzo Monsignani inizia con una serata intitolata «L’Altra Carmen – Storia di un femminicidio». Introdotta dalla presentazione del libro «Guarire dall’abuso nascosto» di Shannon Thomas che si terrà presso la Sala Mariele di palazzo Monsignani dalle 17.30 alle 19, la serata vedrà alle 21.15 risuonare le arie dell’opera di Bizet con una rivisitazione passionale e travolgente delle melodie e delle coreografie in stile flamenco. Protagonisti della serata saranno Claudia Marchi (mezzosoprano) nel ruolo di Carmen, Alessandro Goldoni (tenore) nel ruolo di José, Rosa D’Alise (soprano) nel ruolo di Micaela, Maurizio Leoni (baritono) nel ruolo di Escamillo. Al pianoforte ci sarà Paola Dal Verme, al violino Anton Berovski, al canto flamenco José Salguero, alla chitarra flamenca Alberto José Rodriguez, alle percussioni Tommaso Sassatelli. I danzatori di flamenco saranno Rita Marchesini, Ondina Cassotta e Andrea Natoli.

Lo spettacolo vuole sottolineare l’aspetto drammatico ed emotivo del personaggio di Carmen che viene presentato in una duplice visione: da un lato una donna capace di superare le convenzioni, mai incline a scendere a compromessi, dall”altro una personalità incostante, egoista, seduttiva che mette a dura prova le sicurezze della società patriarcale. «Sarà un’occasione per riflettere sulla violenza di genere – spiegano le note allo spettacolo -, vista non come il risultato della brutalità umana, ma come problematica legata ad una mentalità che tende a trovare giustificazioni alla violenza e a colpevolizzare la vittima».

Il secondo appuntamento del festival è invece in programma giovedì 12 luglio, sempre alle 21.15, e vede andare in scena «Il Canto della Sentinella», in omaggio al centenario della fine della prima guerra mondiale: il concerto ruota attorno alla canzone Lili Marleen scritta in forma di poesia nel 1915 da un giovane soldato tedesco e poi musicata per la prima volta nel 1937.

Ingresso gratuito.

Nella foto Claudia Marchi

«Da Bach a Bartok», il festival inizia con una Carmen al ritmo del flamenco
Cultura e Spettacoli 5 Aprile 2018

La Notte della geografia arriva a palazzo Monsignani

Nell’ambito della Notte della geografia, GeoSmart Lab si apre al pubblico per l’evento Spatial is Special, la riscoperta della geografia. La Notte della geografia è ideata dal Comitato nazionale francese di geografia e promossa da Eugeo; si tratta di una vera e propria costellazione di eventi sincroni in tutta Europa realizzati dal Comitato italiano Ugi e in rete con comunità e comitati nazionali.

L’evento Spatial is Special è organizzato da GeoSmart Lab, laboratorio di ricerca sulle scienze e tecnologie geografiche e sulle Smart cities, ed è un momento per far conoscere le attività del laboratorio e di Sis.Ter, una realtà del territorio imolese che lavora da oltre quindici anni nell’ambito delle soluzioni geospaziali per far comprendere, analizzare e monitorare il territorio. Sarà anche l’occasione per consentire al pubblico di scoprire i nuovi uffici di Sis.Ter nella sede di palazzo Monsignani. Spatial is Special intende aprire le porte del laboratorio e, attraverso sessioni dimostrative, presentare come la geografia e le tecnologie geografiche siano pervasive nell’approccio con il mondo nei diversi settori, in quanto strumenti conoscitivi multidisciplinari. Unitamente alla componente tecnologica saranno fatte alcune performance ed esposizioni.

I laboratori si rivolgono ai ragazzi dagli otto ai dodici anni e permetteranno di interagire in modo divertente con le strumentazioni professionali impiegate quotidianamente dai componenti e dai collaboratori di Sis.Ter. Per gli adulti invece il programma è ricco e variegato:  il personale tecnico approfondirà tematiche quali geomarketing, sensoristica applicata, dashboard di monitoraggio territoriale, ecc. Il professor Mario Preti dell’Università di Firenze porterà un contributo sulla geografia nelle città antiche, mentre la professoressa Paola Bonora dell’Università di Bologna parlerà di una tematica di grande attualità, il consumo del suolo. L’Accademia Pianistica omaggerà i presenti con un momento musicale di altissimo livello.

Dalle ore 18 in poi, palazzo Monsignani, via Emilia 69. L’iscrizione è gratuita.

r.c.

Nella foto: palazzo Monsignani

 

La Notte della geografia arriva a palazzo Monsignani

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast