Posts by tag: parco

Cronaca 5 Marzo 2019

Una cane aggredisce due bambine nel parco pubblico di via Oberdan a Medicina

Un cane di razza, probabilmente “molossoide”, ha aggredito due bambine all”interno dei giardini comunali di via Oberdan a Medicina. L”episodio è avvenuto domenica pomeriggio, intorno alle 13.30.

Secondo una prima ricostruzione le due bimbe, mentre stavano giocando, sono state avvicinate dall”animale di grossa taglia che all”improvviso ha azzannato il lembo del giubbotto di una di esse. A quel punto il padrone del cane, invece di scusarsi con le bambine e i loro genitori che si trovavano sul posto, si è limitato a richiamare l”animale prima di uscire dal parco come se nulla fosse.

Sull”accaduto indagano i carabinieri di Medicina che stanno cercando di risalire al proprietario del cane. (d.b.)

Foto concessa dai carabinieri di Medicina

Una cane aggredisce due bambine nel parco pubblico di via Oberdan a Medicina
Cronaca 2 Marzo 2019

Una mostra e un incontro a Tossignano nell'ambito delle iniziative per la Vena del Gesso patrimonio Unesco

Varie iniziative sono state messe in campo dal giugno 2018 per sostenere la candidatura delle aree carsiche nelle evaporiti della regione Emilia Romagna a World Heritage dell’Unesco (Patrimonio dell’u-manità Unesco), comprese anche nel parco regionale della Vena del Gesso romagnola. La candidatura di inserimento nella World Heritage List Unesco, oltre che dal punto di vista scientifico-naturalistico, è sostenuta anche da particolari condizioni internazionali favorevoli: nel complesso dei fenomeni carsici rappresentati negli attuali siti riconosciuti come World Heritage, quelli presenti nei gessi sono del tutto assenti.

Per questo la Regione Emilia Romagna si è fatta promotrice di un progetto in tal senso e ha presentato la candidatura al Consiglio direttivo della commissione nazionale italiana per l’Unesco, il quale ha deciso di iscrivere in lista propositiva italiana il sito Grotte e carsismo evaporitico dell’Emilia Romagna, premessa indispensabile per la candidatura all’Unesco .È iniziato così un percorso condiviso tra gli enti interessati per giungere in breve alla presentazione ufficiale della richiesta di inserimento dei feno-meni carsici gessosi dell’Emilia Romagna nella World Heritage List dell’Unesco. In questo ambito, fino al 10 marzo, sarà possibile visitare la mostra itinerante composta da pannelli esplicativi con immagini e descrizioni dettagliate che sta toccando tutti i comuni della Comunità del Parco, allestita presso il Palazzo Baronale.

Inoltre, sabato 2 marzo, alle ore 16, sempre presso il Palazzo Baronale, si svolgerà il convegno ad essa collegato, I fenomeni carsici gessosi dell’Emilia Romagna candidati a patrimonio mondiale dell’umanità, con interventi del sindaco Clorinda Mortero, del presidente della Comunità del parco della Vena del Gesso Romagnola, Marina Lo Conte, di Veronica Chiarini, della fede-razione Speleologica regionale; il convegno sarà presieduto dal presidente della federazione Speleologica regionale, Massimo Ercolani. (r.cr.)

Nella foto un tratto della Vena del Gesso in inverno

Una mostra e un incontro a Tossignano nell'ambito delle iniziative per la Vena del Gesso patrimonio Unesco
Cronaca 22 Settembre 2018

Una domenica per gli «amici a quattro zampe» al parco delle Acque minerali

Oltre alle Guardie Ambientali Metropolitane Zoofile, che tutti i giorni lavorano per la salvaguardia degli animali, saranno presenti varie associazioni per la tutela del benessere animale e dell’ambiente, un punto veterinario e vari educatori cinofili saranno a disposizione del pubblico per consulenze gratuite e per far provare gratuitamente ai cittadini mobility, rally obbedience e disc dog, con il proprio cane.

A lui viene quindi dedicata la giornata di domenica 23 settembre curata da Legambiente Imola-Medicina che prende il via alle 9 con il ritrovo in piazza Matteotti davanti all’Opera Dulcis, prosegue alle 9.30 con la sfilata verso il parco delle Acque minerali dove alle 10.45 ci sarà un’esibizione di Sleedog/Canicross/Dogbike e ci si potrà iscrivere alla mostra canina aperta a cani di razza e non, presso lo stand di Legambiente, mostra che si terrà alle 11.20 nella discoteca.

Come in mattinata, anche il pomeriggio alle Acque vedrà esibizioni varie, prove e dimostrazione (ad esempio, alle 17.15 ci sarà l’esibizione dell’unità cinofila del corpo dei Carabinieri di Bologna). Sarà possibile pranzare con il proprio cane all’interno del bar delle Acque minerali. La manifestazione è ad ingresso gratuito e offerta libera; il ricavato dell’evento verrà utilizzato per aiutare gli animali in difficoltà.

Info www.legambientemedicina.it

r.c.

Una domenica per gli «amici a quattro zampe» al parco delle Acque minerali
Cultura e Spettacoli 7 Settembre 2018

Imola Beer Fest al parco delle Acque minerali con degustazioni, mini-corsi e musica

Imola Beer Fest è la grande festa dedicata alle birre di tutto il mondo, comprese le artigianali autoctone, che si terrà dal 7 al 10 settembre al parco delle Acque minerali. Un viaggio alla scoperta di una delle bevande più antiche prodotte dall”uomo attraverso la degustazione di birre artigianali, biologiche, a chilometro zero, preparate con grani speciali, importate e tradizionali. Non mancheranno, ovviamente, proposte gastronomiche, e ci saranno concerti, momenti didattici con veri e propri mini-corsi sulla produzione della birra artigianale, area bimbi e tanto altro.

La festa apre venerdì dalle 18 alle 2 di notte, sabato e domenica dalle 11 di mattina alle 2 di notte, lunedì dalle 18 a mezzanotte e mezza. Venerdì alle 21 si esibiranno i Blink ”99, tribute band dei Blink 182 che propone quindi il punk rock californiano, seguiti alle 23 dai Burnout, tribute band dei Green Day. Sabato dalle ore 12 è prevista la produzione della birra e verranno approfonditi aspetti tecnico pratici della produzione della birra artigianale, mentre dopo le 17 ci sarà la degustazione delle birre Hopinion. Alle 22.30 si esibiranno i Rio, famoso gruppo pop rock molto amato dalle nostre partii. La serata terminerà con un dj set. Domenica si terranno esibizione di varie società sportive e spettacoli di diversi artisti di strada quali giocolieri di fuoco o di birilli, mentre alla sera il palco sarà per band emergenti e alle 21.30 si terrà il concerto dei Five to Ten capitanati dalla cantante imolese Silvia De Santis. Di nuovo, la serata terminerà con un dj set. Lunedì dalle 21.30 ci sarà il concerto dei Bleach, tribute band dei Nirvana.

Nella foto il chiosco del parco delle Acque minerali

Imola Beer Fest al parco delle Acque minerali con degustazioni, mini-corsi e musica
Cultura e Spettacoli 4 Agosto 2018

Al parco dell'Osservanza una rassegna di spettacoli che parte con la commedia dell'arte in un omaggio a De André

Prende il via domani la seconda edizione di una rassegna teatrale e musicale organizzata al parco dell’Osservanza di Imola per la direzione artistica di Paula Noelia Cianfagna e Massimiliano Buldrini. Il primo appuntamento, questa sera alle 21.30 presso la pista da ballo, è con la Compagnia TradirEfare Teatro e il lavoro «Con permesso, don Raffaè», uno spettacolo di commedia dell”arte contemporanea liberamente ispirato alla canzone di Fabrizio De Andrè, ideato e diretto da Federico Moschetti, con la drammaturgia di Irene Scialanca, che ne è anche interprete insieme a Moschetti. L’idea dello spettacolo nasce dall”ispirazione data dalla canzone “Don Raffaè” di Fabrizio de André: «il Don Raffaè del titolo diventa un vecchio Pantalone, recluso e stanco, ma ancora attaccato al proprio potere, alla propria influenza, alla propria ricchezza – si legge nelle note allo spettacolo, che parlano anche di «storture di un paese» e «deformità di un intero sistema sociale».

Lo spettacolo è il primo appuntamento della Rassegna Parco dell’Osservanza che proseguirà sabato 11 agosto con la musica del Morara Swing Quartet, sabato 18 agosto con «Gira il sole», una serata di beneficenza a favore della Fondazione Italiana Endometriosi con Associazione Culturale TeatroVoce, Associazione PerLeDonne, Stefania Marinaccio e Andrea Faccioli, Grazia Gistri, Sergio Pizzo e Paola Gentilini, e sabato 25 agosto con la Compagnia ArteFragile in «Bis» di Alessandra Cortesi.

Gli spettacoli si tengono alle 21.30 presso la pista da ballo e sono a offerta libera.

Nella foto un protagonista dello spettacolo di sabato 4 agosto

Al parco dell'Osservanza una rassegna di spettacoli che parte con la commedia dell'arte in un omaggio a De André
Cultura e Spettacoli 12 Giugno 2018

«Ritorni / Nostoi», sei serate nel parco per il laboratorio teatrale di Vetrano e Randisi

Quattro spettacoli per sei serate da questa sera fino al 21 giugno. E’ la rassegna «Ritorni / Nostoi – Un viaggio nella memoria», ovvero la conclusione del laboratorio teatrale gratuito tenuto da Enzo Vetrano e Stefano Randisi, a partire dal mese di aprile presso il Teatro Lolli di Imola.

Un progetto promosso dall’associazione «Acqua di terra / Terra di luna», finalizzato alla creazione, per l’appunto, di eventi teatrali originali da presentare sia nel parco dell’Osservanza a Imola che in altri luoghi del circondario, in particolare sono stati scelti altri due luoghi all’aperto e suggestivi: il Lungofiume di Borgo Tossignano e il parco Manusardi a Casalfiumanese. Oltre quaranta le persone che hanno partecipato ai laboratori che sono partiti dalle suggestioni di temi come il ritorno, i ricordi e il viaggio. Un percorso legato al recupero positivo del passato. «In un luogo carico di Storia e di storie come l’Osservanza, abbiamo ascoltato e trasformato in emozioni da condividere anche le tensioni che per decenni quel luogo ha generato e trasmesso, creando una scrittura scenica dal forte impatto emotivo» precisano con una nota gli organizzatori. Da notare che «Travestimenti», uno degli spettacoli, vedrà protagonisti in scena gli stessi Randisi e Vetrano. Il progetto è stato realizzato con il contributo di ConAmi, della Regione e dei Comuni di Imola, Borgo Tossignano e Casalfiumanese. Questo il calendario.

Si comincia nel parco dell’Osservanza questa sera, alle ore 20 (pista da ballo) con «Ritorni / Nostoi» lo spettacolo conclusivo del laboratorio. Giovedì 14 giugno, dalle ore 20, punto di partenza il viale delle Palme per poi procedere con un percorso guidato «Ritorni / Nostoi – I racconti». Venerdì 15 giugno, alle ore 20 e alle 21 (zona ex lavanderia) «Travestimenti». Infine domenica 17 giugno, dalle ore 20 il percorso guidato «Il ritorno di Ulisse» (ogni 15 minuti partenze dalla pista da ballo, gruppi di 50 spettatori). A seguire, martedì 19, a Borgo Tossignano «Il ritorno di Ulisse», dalle ore 20 nel Lungofiume. Giovedì 21 giugno, alle ore 20 a Casalfiumanese, nel Parco Manusardi «Ritorni/Nostoi – I racconti».

r.c.

Nella foto: un”immagine del laboratorio «Nostoi» dalla pagina facebook di Acqua di terra/Terra di luna

«Ritorni / Nostoi», sei serate nel parco per il laboratorio teatrale di Vetrano e Randisi
Cronaca 28 Maggio 2018

«L’Osservanza? Location bellissima che si presta per gli eventi»

Impe, Osso e Ardo, al secolo Alfonso Bottiglieri di Castel San Pietro, Daniele Ossani di Castel Bolognese e Ardonel Feimi di Imola. Ci sono loro dietro l’«Imola International Street Food», ovvero la manifestazione di cibo da strada e musica che ha riempito il parco dell’Osservanza l’11, il 12 e il 13 maggio. Il primo vero grande evento organizzato tra i padiglioni dell’ex manicomio da quando due anni fa è terminata la riqualificazione e il parco è diventato pubblico. «Ci siam detti “Siamo dei matti” e uno di noi ha aggiunto “Allora siamo nel posto giusto…». Bottiglieri, sorriso ben stampato in faccia di chi non si prende troppo sul serio, può ben dire che l’avventura è riuscita. Nonostante qualche critica (file e prezzi), loro sono soddisfatti («tanto non accontenti mai tutti…»). Soprattutto della location scelta: «E’ bellissima, io non conoscevo l’Osservanza, mi ci ha portato una notte a fare un giro la mia morosa subito dopo l’inaugurazione. Il parco è tenuto benissimo e si presta ad eventi del genere, certo non ci si può improvvisare perché qualche difficoltà c’è. Noi vorremmo sicuramente ripeterlo».  La tre giorni ha visto una notevole affluenza di gente, giovani e famiglie, complice anche il bel tempo. Il bilancio finale è positivo «sia per noi che per i truckisti. Però niente cifre perché devo prima finire di fare i conti» conclude diplomatico.

Impe ha 33 anni, gestisce il Caf attivato da un paio d’anni nel centro sociale La Stalla per i soci. Per gli appuntamenti utilizza uno spazio nell’ex magazzino del centro sociale, che serve anche per la neonata associazione Bof, dall’iniziale del cognome dei tre amici, con la quale stanno portando avanti il progetto dello street food. «Ci cercano in tanti ora. Dobbiamo andare a Milano, poi a metà settembre ci faranno inaugurare la piazza di Castel Bolognese» elenca. Se il nome rimarrà «Imola International Street Food» sarà tutta pubblicità gratuita anche per la città.  

Per capire invece quali sono i punti di forza e le criticità del «contenitore Osservanza» basta farsi raccontare i particolari dell’organizzazione. «ConAmi e la società Osservanza sono stati disponibilissimi» ma qualche problemino c’è: «Per l’elettricità abbiamo dovuto usare due generatori da 120 kW e “tirato” metri di cavi, più i quadri elettrici, dato che, a parte i lampioni, ci sono solo 5-6 kW a terra nella zona centrale per piccole manifestazioni. L’acqua è quella delle fontanelle, quindi noi avevamo un ragazzo che girava riempiendo delle taniche e le portava ai truck. Abbiamo posizionato anche 12 bagni chimici» puntualizza Impe.

Se gli si chiede se organizzare eventi è un po’ un modo per i giovani per inventarsi un lavoro, Impe sta con i piedi per terra: «Per quanto ci riguarda non è detto, vediamo come va. In generale, però, i giovani devono capire che se vogliono qualcosa devono rimboccarsi le maniche e andare a prendersela, se vuoi lavorare non basta più andare all’agenzia interinale, ti devi muovere». (l.a.) 

Altri particolari e l’articolo completo sul “sabato sera” del 24 maggio. 

Nella foto un momento dell’«Imola International Street Food» e Ardonel Feimi, Alfonso Bottiglieri e Daniele Ossani

«L’Osservanza? Location bellissima che si presta per gli eventi»
Cronaca 28 Maggio 2018

Manara (ConAmi): «Il parco dell’Osservanza ha vinto la sfida, ora tocca al padiglione 1»

«Il parco dell’Osservanza ha vinto la sua sfida, oramai è diventato parte integrante della città, è amato e frequentato e i padiglioni sono vissuti come un monumento architettonico». E’ soddisfatto Stefano Manara, presidente di ConAmi, a due anni dall’apertura al pubblico del grande parco dell’ex ospedale psichiatrico. In particolare dopo la festa dello street food di un paio di settimane fa. Il primo «grande evento» che ha «provato la febbre» alla location, utilizzando a pieno ritmo prati e viali per concerti e spettacoli, sia di giorno che di notte. Impossibile avere numeri esatti, ma si può stimare diverse centinaia di presenze nei tre giorni. «In effetti è stato uno degli eventi commerciali al quale hanno partecipato più persone, noi siamo contenti e pure gli organizzatori» dice Manara, che ci tiene però a precisare che «sono oltre un centinaio le iniziative già svolte, riceviamo moltissimi apprezzamenti e richieste di utilizzo».

Detto ciò, il ConAmi, che possiede l’89 per cento dell’Osservanza Srl (il rimanente è del Comune di Imola), ovvero la società a cui fa capo la quasi totalità del complesso dell’ex ospedale psichiatrico, ha come obiettivo generale il recupero e il rilancio anche degli edifici, in un’ottica di sviluppo della città. Molti sono i progetti presentati o proposti, ma per il momento l’unico che si sta concretizzando è la trasformazione de L’Altro Caffé in un ristorante. Secondo Manara, però, ci sono una ventina di progetti che si stanno studiando con il coinvolgimento dei soggetti interessati «un valore aggiunto non da poco. Molti sono stati sottoposti in maniera preliminare alla Soprintendenza». 

Uno dei progetti annunciati da tempo è la trasformazione del padiglione 1 in alloggi, aule e uffici per l’Accademia pianistica Incontri col Maestro (in teoria dovrebbe essere completato nel 2019). «Il progetto è stato approvato dalla Soprintendenza, siamo prossimi alle gare per la progettazione definitiva e l’accantieramento». 

Ci sono novità per lo studentato universitario nei padiglioni 6, 8 17 e 19? Due anni fa è stato siglato un protocollo con l’Alma Mater ma occorrono milioni per i lavori di ristrutturazione.«Sono fiducioso, stiamo aspettando la graduatoria ministeriale sui finanziamenti alle università per capire se il nostro progetto andrà a contributo e con quali tempi, a quel punto decideremo come muoverci. Aspettiamo notizie da dicembre…». 

Niente chiosco estivo accanto alla pista da ballo?«L’avevamo già dato in gestione ma è troppo piccolo per l’uso cucina, quindi abbiamo deciso di ampliarlo, siamo in fase autorizzativa del progetto. Vorremmo fare i lavori entro l’inverno». (l.a.) 

Altri particolari nell’intervista completa sul sabato sera del 24 maggio. 

Nella foto Stefano Manara nel viale delle Palme dell’osservanza

Manara (ConAmi): «Il parco dell’Osservanza ha vinto la sfida, ora tocca al padiglione 1»
Sport 19 Maggio 2018

Escursione gratis con le guide del parco alla scoperta delle «ex cave» Monticino e Marana

Domani, all’interno del Parco regionale della Vena del Gesso Romagnola, viene organizzata una escursione gratuita. Le guide del parco dell’Associazione Pangea porteranno i partecipanti «Alla scoperta del Museo Geologico ex Cava Monticino e l’ex Cava Marana». Il ritrovo è al parcheggio Santuario Monticino alle ore 15.30, a Brisighella, senza obbligo di prenotazione.

Per informazioni: Marco Sami, tel.338-4710140.

r.s.

Nella foto: il percorso delle ex cave

Escursione gratis con le guide del parco alla scoperta delle «ex cave» Monticino e Marana
Sport 29 Aprile 2018

Terzo lunedì di camminate a Casalfiumanese, da Parco Manusardi verso la «StraVallata»

Domani proseguono le «camminate per la salute» in preparazione della «StraVallata» del 20 maggio. Il ritrovo (ore 20) è previsto al Parco Manusardi di Casalfiumanese, si percorrerà via Pineta, «Granarolo» e ritorno. 

Ogni lunedì alle ore 20, per 5 settimane (con ripresa il 21 maggio), un nuovo gruppo di cammino promosso da alcuni cittadini e supportato dalle associazioni di volontariato di Casalfiumanese, prenderà il via da Parco Manusardi per svagarsi e stare in salute tra i magnifici paesaggi delle serate primaverili offerti dalla Vallata. Partecipare a queste passeggiate avrà anche l’obiettivo di arrivare preparati ed in forma per la 1ª «StraVallata», una camminata di gruppo che si svolgerà domenica 20 maggio, con partenza alle 9.30 dal gazebo di Parco Manusardi fino al campo sportivo di Borgo Tossignano e ritorno, circa 12 km che si snodano tra le campagne che uniscono i due Comuni. 

Per informazioni, tel. 333-9893607.

r.s.

Nella foto: Parco Manusardi

Terzo lunedì di camminate a Casalfiumanese, da Parco Manusardi verso la «StraVallata»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast