Posts by tag: polizia locale

Cronaca 12 Aprile 2021

Gp di F.1 a Imola, le modifiche alla viabilità previste

Dal 16 al 18 aprile la città di Imola ospiterà la seconda prova del Campionato del mondo di F.1. A poche ore dal grande evento, la polizia locale ha emesso un’ordinanza con tutte le modifiche alla viabilità previste previste: 

Dalle ore 7 di mercoledì 14 aprile alle ore 24 di domenica 18 aprile: divieto di transito veicolare e pedonale, e divieto di sosta con rimozione, in via Malsicura, dalla via Romeo Galli alla viale dei Colli; divieto di transito veicolare e pedonale nel percorso ciclo-pedonale compreso fra viale Dante ed il parco “Chico Mendez”.

Dalle ore 6 di venerdì 16 alle ore 24 di domenica 18 aprile: divieto di transito veicolare e pedonale, e divieto di sosta con rimozione, in via F.lli Rosselli, via R. Galli, via Atleti Azzurri d’Italia, via L. Musso, via J.F. Kennedy, viale Dante (tratto da via F.lli Rosselli all’intersezione Pirandello/Graziadei) e via Ghiandolino, nel tratto compreso fra la via Tazio Nuvolari e l’ingresso all’autodromo (curva piratella), via Pediano, nel tratto compreso fra l’intersezione Nuvolari/Ascari e l’ingresso dell’autodromo (variante alta), via dei Colli, nel tratto compreso fra l’intersezione con via L. Musso e via A. Ascari, area di sosta in via Ascari, adiacente al Centro Ippico ed area di sosta all’intersezione via Ascari/via dei Colli.

Dalle ore 6 di venerdì 16 alle ore 24 di domenica 18 aprile: divieto di sosta con rimozione su via Bergullo, in entrambi i lati, nel tratto compreso fra via dei Colli e via Taglioni

Dalle ore 8.30 alle ore 16.30 di venerdì 16 aprile, dalle ore 8.30 alle ore 18.00 di sabato 17, nonché dalle ore 7.00 alle ore 18.00 di domenica 18 aprile: all’intersezione via Quarantini/via Tiro a Segno, divieto di transito veicolare e pedonale sulla via Tiro a Segno, per il traffico diretto a monte, verso via Codrignano; all’intersezione via Codrignano/via Kennedy/via Tiro a Segno, divieto di transito veicolare e pedonale sulla via Cappelli, per il traffico diretto a monte; all’intersezione via Cappelli/via Tenni, divieto di transito veicolare e pedonale sulla via Tenni, con obbligo di svolta a sinistra per il traffico proveniente da via Cappelli; all’intersezione via Tenni/via Ghiandolino/via Tazio Nuvolari, divieto di transito veicolare e pedonale sulla via Nuvolari, con obbligo di svolta a sinistra su via Tenni per il traffico proveniente da via Ghiandolino; all’intersezione via Tazio Nuvolari/via Pediano/via Ascari, obbligo di svolta a sinistra sulla via Tazio Nuvolari per il traffico proveniente dalla via Pediano (lato monte); all’intersezione via Pediano/via Goccianello, obbligo di proseguire dritto per il traffico proveniente da via Pediano (lato monte) e diretto a valle; all’intersezione via Ascari/via dei Colli, divieto di transito veicolare e pedonale sulla via dei Colli, in direzione di via Musso; all’intersezione via dei Colli/via Goccianello, divieto di transito veicolare e pedonale sulla dei Colli (lato monte), con obbligo di svolta a destra per il traffico proveniente da via Goccianello; all’intersezione via dei Colli/via Bergullo/via Rivazza, divieto di transito veicolare e pedonale sulla dei Colli (lato monte) e sulla via Bergullo; all’intersezione via Bergullo/via Taglioni, divieto di transito veicolare e pedonale sulla via Bergullo, con obbligo di svolta a sinistra per il traffico proveniente da via Taglioni; all’intersezione via Bergullo/via Calunga Buore, divieto di transito veicolare e pedonale sulla via Bergullo, in direzione di via dei Colli; divieto di transito pedonale nel quadrilatero composto da via Santerno, via Rivazza e via dei Colli.

Inoltre, in considerazione dei flussi di traffico che si potrebbero sviluppare nel corso dell’evento, al fine di tutelare la sicurezza delle persone e garantire la circolazione stradale, la polizia locale potrebbe decidere per l’eventuale adozione dei seguenti ulteriori provvedimenti: chiusura al traffico veicolare della via Pirandello, nel tratto compreso fra via Boccaccio e viale Dante, della via Graziadei, nel tratto compreso fra viale Dante e via Manzoni, nonché della via Tabanelli, nel tratto compreso fra via Goldoni e via Graziadei; istituzione del senso unico di marcia, in senso orario, nel quadrilatero composto da via dei Colli, via Rivazza e via Santerno. (r.cr.)

Gp di F.1 a Imola, le modifiche alla viabilità previste
Cronaca 9 Aprile 2021

Schianto mortale sulla San Vitale, 46enne perde la vita

Un altro incidente mortale sulle nostre strade, il secondo in pochi giorni dopo quello avvenuto martedì scorso sugli Stradelli Guelfi. L’episodio ieri sera, intorno alle 20.45, nella frazione imolese di Osteriola, all’incrocio tra la San Vitale e via Correcchio inferiore. A perdere la vita Faouzi Abdelkrim, 46enne residente a Imola.

Secondo le prime ricostruzioni della polizia locale, l’uomo era al volante della sua Mercedes Classe C e stava viaggiando in direzione Massa Lombarda quando, per cause ancora da accertare, all’incrocio con via Correcchio inferiore si è scontrato con una Mercedes Glk che procedeva in direzione opposta verso Bologna. A nulla sono valsi gli immediati soccorsi dei sanitari del 118. Il 46enne, a cause delle gravi ferite riportate dopo l’impatto, è morto sul colpo.

Feriti gli occupanti dell’altra vettura, un 45enne di Castel Guelfo che era alla guida ed un 46enne di Imola, estratti dalle lamiere grazie all’intervento dei vigili del fuoco. Trasportati al Maggiore di Bologna, non sarebbero in pericolo di vita. Come da prassi i due uomini sono indagati per omicidio colposo stradale e saranno sottoposti ai test per verificare se al momento dell’incidente fossero sotto l’effetto di alcol o droghe.

Pesanti anche le ripercussioni sul traffico, con la San Vitale che è rimasta chiusa diverse ore per consentire soccorsi e rilievi. (da.be.)

Foto d’archivio

Schianto mortale sulla San Vitale, 46enne perde la vita
Cronaca 23 Marzo 2021

In auto fuori Comune e con oggetti pericolosi nascosti nel veicolo, denunciato trentenne di Castel Bolognese

La polizia locale ha fermato e denunciato un automobilista che, oltre a trovarsi senza un motivo valido fuori dal Comune di residenza, viaggiava con un taglierino, alcuni cacciaviti e pinze nascosti a bordo del veicolo. L’episodio è successo nei giorni scorsi, a Imola, durante il servizio giornaliero di controllo della circolazione lungo via della Resistenza, per il rispetto delle normative contro la diffusione del Coronavirus.

Quando la pattuglia ha fermato l’auto che viaggiava con direzione Bologna, il conducente, un trentenne di Castel Bolognese, non è stato in grado di spiegare per quale motivo si trovasse a circolare nel territorio imolese. Vista l’insofferenza, gli agenti hanno effettuato una verifica sul fermato scoprendo che a carico del soggetto pendevano già una serie di precedenti. Di fronte poi alle domande sul suo stato lavorativo e sulla sua attuale fonte di sostentamento, l’uomo è divenuto sempre più irrequieto ed infastidito, cercando anche di cambiare discorso, senza fornire alcuna risposta.

A quel punto, gli agenti hanno ritenuto opportuno procedere alla perquisizione del veicolo, per accertarsi che la persona non stesse trasportando armi o altri oggetti simili, rinvenendo un taglierino, alcuni cacciaviti e pinze tutti nascosti in punti non visibili, all’interno dell’abitacolo. Il trentenne, oltre a ricevere la sanzione di 533,33 euro, prevista per la circolazione in violazione alle norme anti-Covid, è stato anche denunciato a piede libero per il possesso di oggetti atti ad offendere, che venivano immediatamente sequestrati. (da.be.)

Foto concessa dal Comune di Imola

In auto fuori Comune e con oggetti pericolosi nascosti nel veicolo, denunciato trentenne di Castel Bolognese
Cronaca 14 Marzo 2021

Investita da una bicicletta mentre passeggia, grave 50enne

Grave incidente nel tardo pomeriggio di ieri, in via Bagnarola nelle campagne di Toscanella. 

Secondo le prime ricostruzioni, una donna di 50 anni stava passeggiando con un’amica quando, per cause ancora da accertare, è stata investita da un adolescente in bicicletta, finendo per sbattere la testa sull’asfalto. 

Sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato d’urgenza la donna in elisoccorso al Maggiore di Bologna dove si trova in prognosi riservata. (r.cr.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell’incidente

Investita da una bicicletta mentre passeggia, grave 50enne
Cronaca 12 Marzo 2021

Coronavirus, clienti bevono all’esterno del bar: gestore multato e chiusura del locale per 5 giorni

Durante i controlli anti Coronavirus, nei giorni scorsi la polizia locale ha decretato la sospensione dell’attività per 5 giorni per un bar ad Imola, causa violazione delle norme per il contrasto alla diffusione della pandemia.

Nel caso specifico, la pattuglia della polizia locale, giunta sul posto a seguito di alcune segnalazioni di cittadini, ha verificato che davanti al bar in questione stazionavano 8 persone che bevevano. Alla vista della pattuglia, le persone sono scappate. Gli agenti hanno verificato che i presenti non solo sostavano a bere davanti al bar, creando anche assembramento, ma utilizzavano bicchieri di vetro e non di carta o plastica comunemente previsti per l’asporto. Immediata la sanzione di 400 euro al proprietario del locale e, dal momento che si trattava di una situazione recidiva, la polizia locale ha decretato come detto anche la sospensione dell’attività per 5 giorni. Durante i controlli, gli agenti hanno poi fatto intervenire il personale dell’Ausl competente in materia di pubblici esercizi, per verificare la documentazione di carattere igienico-sanitario, accertando altre violazioni che sono in corso di completa definizione.

Quello in questione è solo uno dei tanti interventi effettuati ogni giorno, spesso a seguito di segnalazioni dei cittadini. «Sono tante le chiamate che riceviamo quotidianamente da parte di cittadini che ci segnalano situazioni fuori dalle regole, dagli assembramenti in varie parti della città a chi gioca a basket o calcio nei campetti – sottolinea Daniele Brighi, comandante della Polizia Locale -. Rivolgiamo il nostro ringraziamento a questi cittadini che segnalano le situazioni anomale e invitiamo tutti a continuare a segnalare comportamenti che violano le disposizioni in materia di contrasto alla diffusione del Covid. In questa battaglia, siamo chiamati tutti a fare la nostra parte, cominciando proprio dal rispetto delle regole». 

Foto d’archivio

Coronavirus, clienti bevono all’esterno del bar: gestore multato e chiusura del locale per 5 giorni
Cronaca 12 Marzo 2021

Schianto tra auto e scooter all’incrocio, ferito 24enne

Grave incidente ieri sera, intorno alle 18.45, a Imola, all’incrocio regolato da semaforo tra via Saffi, via Villa Clelia e via D’Agostino.

Secondo la ricostruzione della polizia locale, una Ford Mondeo, condotta da un 48enne imolese, viaggiava su viale Saffi quando, svoltando a sinistra su via D’Agostino, non ha dato la precedenza a chi veniva di fronte e si è scontrata con uno scooter Aprilia, guidato da un 24enne di Imola, che appunto procedeva da via Villa Clelia in direzione Rocca sforzesca.

A causa del violento impatto il giovane è caduto rovinosamente sull’asfalto mentre la moto è andata in mille pezzi. Soccorso dai sanitari del 118, il 24enne è stato trasportato al pronto soccorso di Imola in codice di media gravità. Al momento è ancora ricoverato per lesioni, ma dalle ultime informazioni non è in pericolo di vita. Illeso, invece, il conducente dell’auto che, sottoposto all’alcoltest, è risultato negativo.

Il traffico ha subito rallentamenti per circa una mezz’ora, con gli agenti della polizia locale che hanno regolato la viabilità durante le operazioni di soccorso e rilievi. (da.be.)

Nella foto: (Isolapress): il luogo dell’incidente

Schianto tra auto e scooter all’incrocio, ferito 24enne
Cronaca 25 Febbraio 2021

Vandali ai giardini di San Domenico, danni a verde ed arredi

Vandali in azione, nella notte tra martedì e mercoledì, nei giardini di San Domenico a Imola. Rami degli alberi vicino alla chiesa spezzati, cespugli rovinati, danni ad una panchina e ai tubi dell’irrigazione che sono stati smontati e piegati, facendo così fuoriuscire dell’acqua in alcuni punti. E’ questo il triste epilogo del raid compiuto da ignoti, forse giovanissimi. Sull’accaduto indagano gli agenti della polizia locale che stanno visionando le telecamere di videosorveglianza presenti nelle vicinanze. (da.be.)

Foto Isolapress

Vandali ai giardini di San Domenico, danni a verde ed arredi
Cronaca 19 Febbraio 2021

Domani i funerali di Davide Bortolotti, il ciclista ozzanese investito a Castel San Pietro

Si terranno domani a San Lazzaro i funerali di Davide Bortolotti, il 46enne ozzanese investito mercoledì scorso mentre si trovava in sella sulla sua bici da corsa a Castel San Pietro. La cerimonia si terrà alle 9.30 nella chiesa parrocchiale San Disma, nella frazione Mura San Carlo.

Alle 16, invece sul luogo dell’incidente in via Scania, la comunità Salvaiciclisti di Bologna posizionerà una «ghost bike», una bicicletta bianca, per ricordare a chiunque passerà in futuro che in quel punto ha perso la vita un ciclista. Per chi volesse unirsi la partenza è alle 15.40 dalla stazione ferroviaria di Castel San Pietro. (da.be.)

Nella foto: Davide Bortolotti

Domani i funerali di Davide Bortolotti, il ciclista ozzanese investito a Castel San Pietro
Cronaca 18 Febbraio 2021

Guida ubriaco un tir che trasporta liquido corrosivo, denunciato camionista a Castel San Pietro

Nella giornata di ieri, intorno alle 16, una pattuglia della polizia stradale di Bologna, nei pressi del casello dell’A14 di Castel San Pietro, ha fermato per un controllo un autoarticolato che trasportava merce pericolosa, ovvero più di 2 tonnellate e mezzo di liquido corrosivo. Il mezzo pesante proveniva dall”Olanda ed era diretto a Castel Guelfo.

Il conducente, sottoposto all’alcoltest, è risultato positivo in entrambe le prove effettuate, con valori pari a 0,89 e 0,87 grammi/litro. Immediata la denuncia per guida in stato di ebbrezza, dal momento che il limite di tasso alcolemico nel sangue per i camionisti deve essere pari a 0 grammi/litro. L’autista inoltre era recidivo, in quanto già denunciato per lo stesso reato nel novembre 2016 dalla polizia stradale di Tortona, in provincia di Alessandria.

L”autoarticolato è stato così lasciato nella disponibilità di un altro autista, fatto giungere sul posto dalla stessa ditta di autotrasporti. (da.be.)

Foto d’archivio

Guida ubriaco un tir che trasporta liquido corrosivo, denunciato camionista a Castel San Pietro
Cronaca 18 Febbraio 2021

Investito da un’auto a Castel San Pietro, ciclista 46enne perde la vita

Tragedia ieri pomeriggio, intorno alle 15, a Castel San Pietro. A perdere la vita, in un incidente stradale, Davide Bortolotti, 46enne residente ad Ozzano. Pasticcere nel laboratorio bolognese del famoso Gino Fabbri, lascia la moglie, dipendente del Comune di Ozzano, e due figli.

Secondo la ricostruzione della polizia locale di Castel San Pietro, l’uomo, appassionato di ciclismo, era in sella alla sua bicicletta da corsa in carbonio e procedeva su via Scania in direzione via Emilia quando, in un tratto rettilineo, è stato investito frontalmente da un’Alfa Romeo Giulietta, condotta da un 69enne castellano, che invece viaggiava verso il centro città e che, per cause ancora da accertare, ha invaso la corsia opposta.

A causa del violento scontro, il 46enne è caduto rovinosamente sull’asfalto. Immediato l’intervento dei sanitari del 118, ma l’uomo è deceduto sul colpo per le gravi ferite riportate. L’automobilista è stato sottoposto all’alcoltest. Indagato per omicidio stradale colposo gli è stata immediatamente ritirata la patente. La polizia locale ha disposto anche il sequestro dell’auto e della bicicletta da corsa.

Tra i messaggi di cordoglio anche quello del Comune di Ozzano. «L’intera comunità ozzanese é sconvolta e molto colpita da questo terribile lutto – interviene il sindaco Lelli -. Un lutto che, come Amministrazione comunale, ci tocca molto da vicino in quanto la moglie Roberta é, da tanti anni, una stimata dipendente comunale. Una tragedia che ci lascia senza parole. Tutti noi, amministratori e colleghi, ci stringiamo alla moglie e ai figli in un grande abbraccio. Ciao Davide». (da.be.)

Foto concessa dalla polizia locale di Castel San Pietro

Investito da un’auto a Castel San Pietro, ciclista 46enne perde la vita

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast