Posts by tag: programma

Cronaca 26 Marzo 2019

Elezioni comunali, il candidato Claudio Franceschi: «La mia esperienza amministrativa utile per Castel Guelfo»

«Non sono “nuovo”, vengo da dieci anni come assessore delle Giunte Carpeggiani e da cinque come consigliere comunale con il sindaco Landi, ma in questo momento porto un’esperienza amministrativa utile per un Comune che deve “tenere” e soprattutto tornare ad essere autonomo, visto come sta evolvendo la situazione imolese sul tema del Circondario». A parlare è Claudio Franceschi, 59 anni, attuale vicesindaco e candidato sindaco della lista civica Insieme per Castel Guelfo per le prossime elezioni del 26 maggio.

«Io sono iscritto al Partito democratico ma la lista è espressione di un centrosinistra allargato, non ci interessano le tessere di partito – continua -. Ci rivolgiamo a coloro che si ispirano ai nostri valori in particolare sul sociale. In un paese vengono prima di tutto i bisogni della persona, scuola, anziani, ragazzi, poi le “cose”, e le politiche servono per sviluppare i servizi». Franceschi è coltivatore diretto e imprenditore agricolo («Ho iniziato a lavorare a 14 anni»), nell’ultimo mandato ha seguito le deleghe Agricoltura, Lavori pubblici, Protezione civile e Viabilità.

A proposito di Circondario, nel Consiglio comunale guelfese giovedì 21 approverete il recesso dalla gestione associata dell’Ufficio tecnico.
«Perchè purtroppo non si è riusciti a trovare l’aggregazione che ci si aspettava dagli altri Comuni. Quando è nata questa gestione associata pensavamo che il Circondario diventasse come nella Bassa Romagna, dove hanno accorpato tutto. Ma non è andata così. Quindi cercheremo di ricostituire l’ufficio tecnico guelfese con le persone che erano passate al Circondario, cinque o sei. In generale c’è una spinta da parte di Imola a chiudere le gestioni associate, vedi la ragioneria. Questo ci obbliga a trovare una nostra autonomia». 

Insieme a Castel San Pietro e Medicina magari?
«Sono discorsi prematuri ora. Vedremo. Non sono a priori contro il Circondario, se “salterà” sarà un problema grave per l’intero territorio nei rapporti di forza con la Città metropolitana».

C’è qualcosa di questi dieci anni di Giunta Carpeggiani che prosegue nel suo programma elettorale?
«Una cosa che mi preme è la ciclabile Valsellustra, da via Stradone in zona via Larga fino al paese e poi verso via Canale per fermarsi all’incrocio con via Modoni; entro un mese verranno recapitati gli espropri e si potrà partire. L’a-spettano da tempo i cittadini e si potrà fare grazie ai fondi del bando delle periferie, 440 mila euro a cui il Comune ne ha aggiunti 160 mila. Poi c’è il discorso del centro storico, la ristrutturazione della chiesa della Compagnia era nel programma dell’ultimo mandato ma non siamo riusciti a farla. Mi piacerebbe inserirla nel nostro e portarla a termine. Abbiamo presentato le ipotesi in questi giorni. La chiesa vorremmo recuperarla come Comune. Poi ci sono altri due immobili, palazzo Zacchiroli e le ex cantine Fabbri del palazzo Ercolani-Malvezzi, per i quali vorremmo preparare dei bandi di valorizzazione coinvolgendo i privati. Non è certo un fiore all’occhiello presentare degli immobili così degradati in un centro storico. Questo anche in un’ottica virtuosa futura di un paese che pensiamo più rivolto al turismo, ad esempio dialogando con l’outlet per organizzare visite guidate, ma per il quale occorre creare ricettività e un centro storico accogliente, questo per permettere, nel contempo, il mantenimento delle attività».(l.a.)

L”intervista completa è su «sabato sera» del 21 marzo

Elezioni comunali, il candidato Claudio Franceschi: «La mia esperienza amministrativa utile per Castel Guelfo»
Sport 20 Ottobre 2018

Giro dei Tre Monti, tutto quello che c'è da sapere sull'edizione numero 50

La corsa podistica regionale, organizzata dall’Atletica Imola Sacmi Avis, domani taglierà il prestigioso traguardo del mezzo secolo di vita con il consueto ritrovo alle ore 7.30 presso l’autodromo Enzo e Dino Ferrari. Lo start ufficiale verrà dato intorno alle ore 9.30 e la manifestazione, come di consueto, sarà composta da una gara competitiva di 15,3 km, dalla camminata sulla stessa distanza, dalla passeggiata di 5 km e, novità di questa edizione, dalla 19ª prova delle «Promesse di Romagna», che andrà in scena all’interno del circuito nella zona del box numero 15.

Al termine della competitiva premi in denaro (ai primi dieci uomini e cinque donne assoluti) e in natura per i migliori tre classificati di ogni categoria, alle società più numerose, oltre al trofeo «Nord Sport» per il più veloce che transiterà sul Monte Frassineto e terminerà poi la corsa. A tutti gli altri sarà consegnato il classico pacco gara, mentre i non competitivi riceveranno una t-shirt in omaggio.

Chi succederà nell’albo d’oro ad Albert Chemutai e Celine Iranzi? Occhio ad alcuni atleti stranieri come Youness Zitouni e John Hakizimana e alle etiopi Gedamnesh Yayeh e Addisalem Tegegn, mentre le speranze italiane sono riposte, tra gli altri, nel campione nazionale Juniores di mezza maratona Ahmed Ouhda.

Tutte le informazioni su www.girodeitremonti.it 

d.b.

Nella foto: istantanea dell”edizione 1973

Giro dei Tre Monti, tutto quello che c'è da sapere sull'edizione numero 50
Sport 28 Settembre 2018

Mondiale motocross, tutto ciò che c'è da sapere sul programma e sul prezzo dei biglietti

Manca ormai poco all”ultima tappa del Mondiale di motocross che si correrà domani, sabato 29 settembre, e domenica 30 all”autodromo di Imola.

Il programma prevede, tra i tanti eventi in calendario, nella giornata di sabato, oltre alla parata storica (ore 11), gara-1 del Mondiale femminile (13.25), gara-1 del Monomarca Yamaha 125, le qualifiche MX2 (16.25) e MXGP (17.10) e per finire gara-1 dell”Europeo 300 (17.55). Domenica, invece, gara-2 del Monomarca Yamaha 125 (08.50), dell”Europeo 300 (09.45) e del Mondiale femminile (11.30). Al pomeriggio è il turno della MX2 (gara-1 alle 13.15 e gara-2 alle 16.10) e della MXGP (gara-1 alle 14.15 e gara-2 alle 17.10).

Ma quanto costa l’evento? Le offerte più interessanti sono quelle che riguardano i residenti in tutti i Comuni della Città Metropolitana di Bologna e del Consorzio Conami. Un biglietto per i due giorni circolare costa 40 euro, sale a 45 per le tribune H e R (zona Rivazza) e a 60 per le tribune X e Y (zona paddock). I biglietti del sabato vanno dai 22 euro del circolare fino ai 54 euro delle tribune paddock (38 euro alla Rivazza). Alla domenica dai 49 euro del circolare fino agli 87 euro delle tribune paddock (71 euro alla Rivazza). Tagliandi a prezzo pieno per i due giorni si va dai 65 euro del circolare fino ai 103 euro delle tribune paddock (81 euro alla Rivazza). Fino a venerdì 28 settembre è possibile usufruire della prevendita dei biglietti. Sono acquistabili alla biglietteria dell’Autodromo, presso l’hub turistico «If» in piazza Ayrton Senna e online sul sito mxgp.autodromoimola.it

r.s.

Il programma completo su «sabato sera» del 27 settembre.

Nella foto: Kiara Fontanesi e Marco Melandri

Mondiale motocross, tutto ciò che c'è da sapere sul programma e sul prezzo dei biglietti
Cultura e Spettacoli 30 Maggio 2018

Dal Piper… a Piazza Matteotti, a Imola in Musica quest'anno arriva Patty Pravo

«Imola in Musica», l”evento musicale in programma dal 25 giugno all”1 luglio e giunto ormai alla 23° edizione si presenta con un ricco programma di eventi tutti ad ingresso gratutito. Quest”anno il pezzo forte sarà la presenza di Patty Pravo, con l”artista veneziana che sabato 30, alle 22, salirà sul palco in piazza Matteotti per cantare alcune dei sue migliori canzoni che l”anno incoronata tra le più famose interpreti italiane nel mondo.

Il Festival, organizzato dal Comune di Imola, anche in questa edizione si è fregiato ancora una volta dell’importante riconoscimento europeo di Effe (Europe for Festivals, Festivals for Europe), la rete che raggruppa circa 800 dei migliori festival culturali europei. La manifestazione si svolgerà in gran parte negli spazi del centro storico di Imola e offrirà, come sempre, un cartellone che abbraccia più tipologie musicali, dalle classiche a quelle più insolite eterogeneo di eventi, estesi dalle tipologie musicali più classiche alle più insolite. Tra questi, giovedì 28, anche la finalissima del concorso Gocce di Musica per la Solidarietà, promosso dall”Avis di Imola, dal sabato sera, dall”App Sabato Sera notizie e dal Centro musicale giovale Cà Vaina. Il giorno dopo, invece, alle 21.30 da non perdere l’esibizione alle ore 21.30 dell’Imola Big Band in «Il più grande spettacolo è iBigBand».

Il programma completo del Festival è consultabile online all’indirizzo www.imolainmusica.it

r.c.

Nella foto (dalla pagina facebook personale): Patty Pravo

Dal Piper… a Piazza Matteotti, a Imola in Musica quest'anno arriva Patty Pravo
Cronaca 10 Aprile 2018

Liberazione, il programma delle celebrazioni a Castello

Anche Castel San Pietro ha in programma una serie di iniziative per commemorare il 73° Anniversario della Liberazione.

Giovedì 12, alle 10.30, per ricordare l”eccidio di Pozzo Becca a Imola sarà presente anche una delegazione dell”Amministrazione castellana in via Vittorio Veneto. Sabato 14, dalle 9, il via alla Maratonina del Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi dal Centro Civico di Osteria Grande attraverso il percorso nei luoghi della Memoria e lungo le vie intitolate ai Partigiani. Durante l”evento non mancheranno letture di testimonianze, in collaborazione con Iis Bartolomeo Scappi. Martedì 17 è il giorno dell”Anniversario della Liberazione della città. Alle 10 in Piazza Garibaldi verrà deposta una corona alla lapide dedicata al Secondo Corpo d”Armata Polacco. A seguire corteo in piazza XX Settembre alla Targa a ricordo delle Vittime civili castellane dei bombardamenti della II Guerra Mondiale; al Giardinetto della Montagnola per l”Opera dedicata alle Donne della Resistenza; al Viale delle Terme per il Monumento agli Alpini e, infine, alla passerella Lungosillaro ai cippi in ricordo dei Liberatori della Città. 

Sabato 21 commemorazione alla lapide dedicata al corpo d”armata polacco. Alle 12.30 alla Passerella Lungosillaro cerimonia solenne davanti al cippo dedicato ai Liberatori della Città alla presenza di membri del Governo Polacco e del Consolato Polacco a Milano. Alle 15 commemorazione dei Caduti del Gruppo di Combattimento «Friuli» al Cimitero di Casalecchio dei Conti alla presenza di rappresentanti dell’Associazione Nazionale Reduci del Gruppo di Combattimento Friuli. Domenica 22 commemorazione dei fatti d”arme avvenuti sul territorio di Castel San Pietro. Ore 8,30 alla Chiesa di Gaiana, S. Messa in suffragio delle Vittime civili della guerra; al termine deposizione di una corona alla lapide, posta all’interno della chiesa, che ricorda i Caduti nella frazione. Alle 9,30 al Santuario Madonna di Poggio, deposizione di una corona alla stele che ricorda le Vittime della guerra e, a seguire, al Cimitero di Poggio deposizione di una corona a ricordo del sacrificio del Partigiano Dino Avoni. Alle 10,45 a Varignana  commemorazione degli Sminatori caduti, con deposizione di una corona al cippo posto in via Varignana. Sempre a Varignana, dalle 9 alle 18, open-day del Centro di Documentazione “La Nostra Linea Gotica” e della mostra permanente di reperti bellici presso la ex scuola elementare.

Mercoledì 25, anniversario della Liberazione d”Italia, alle 9 cerimonia dell’Alzabandiera presso la sede del Gruppo Alpini di Castel San Pietro Terme (Via Cova 439). Alle 9,30, al Cimitero di via Viara, deposizione di una corona al Sacrario dei Caduti. Alle 10 ritrovo davanti alla lapide di Giuseppe Garibaldi nel piazzale 2 Portoni e inizio del corteo, con sosta in piazza Martiri Partigiani e in piazzale Vittorio Veneto. A seguire in piazza XX Settembre deposizione di corone ai lapidari dei Caduti e commemorazione ufficiale del Sindaco Fausto Tinti con canti patriottici degli alunni delle scuole castellane. Alle 11,30 Santa Messa in suffragio di tutti i Caduti presso la Chiesa del SS Crocifisso. Ad accompagnare la musica del Corpo Bandistico di Castel San Pietro Terme. Dalle ore 16 alle ore 23 concerto e iniziative culturali a cura delle associazioni Proloco, Uroboro, Anpi, Vari.china.

r.c.

Foto tratta dal depliant del programma del Comune di Castel San Pietro

Liberazione, il programma delle celebrazioni a Castello
Cronaca 10 Aprile 2018

Liberazione, il programma delle celebrazioni a Imola

Quest”anno ricade il 73° Anniversario della Liberazione e il Comune di Imola, in collaborazione con Cidra ed Anpi, ha stilato un programma di iniziative per ricordare e rendere omaggio a chi si prodigò per liberare la città dal titolo “Sulle strade della Libertà 2018”. «Vogliamo ricordare l’anniversario della Liberazione e rendere onore alla medaglia d’Oro al valor militare per attività partigiana di cui Imola si fregia, ripercorrendo le tappe che portarono alla liberazione della città. – racconta Adriana Cogode, Commissario straordinario del Comune di Imola –  Una serie di appuntamenti promossi per commemorare il contributo di quanti, donne e uomini, civili e militari, hanno saputo scegliere e difendere le proprie terre e riscattare la libertà propria e del Paese. Agli incontri interverranno le Autorità civili, militari e religiose, oltre che le classi degli istituti scolastici coinvolti nel progetto “Quando un posto diventa un luogo”, attraverso il quale si è inteso dare voce agli adolescenti sul delicato tema della memoria cosciente».

Si parte giovedì 12, alle 10.30, con la cerimonia al Pozzo Becca (via Vittorio Veneto) per la deposizione di una corona e re-inaugurazione della lapide dedicata ai sedici martiri, mentre venerdì 13, ore 15, toccherà al Monumento ai caduti nella piazza di Sasso Morelli. Sabato 14, per la Liberazione della città, il programma prevede, alle 10.30 nella zona del Ponte Vecchio (via Pisacane), la cerimonia al Monumento del II Corpo d”Armata polacco e la deposizione di fiori al Monumento dell’Orso Wojtek nel Giardino del Generale Anders (area verde via Coraglia). Alle 11 all”autodromo in via F.lli Rosselli ci sarà il ricordo dei caduti e del contributo alla liberazione del territorio imolese della Brigata ebraica; alle 11.30 nel Quartiere Pedagna (incrocio vie Puccini-Baruzzi), invece, lo stesso onore spetterà al Gruppo combattimento Friuli. Nel pomeriggio, alle 16.30 in Piazza Matteotti, animazione sonora ideata dal Cidra e  realizzata dall’Associazione culturale Tilt dal titolo «Perchè suona la campana?». Alle 17, nella sala Cidra in via F.lli Bandiera 23, letture e testimonianze di brani razziali da parte dell’Associazione culturale Bardur, con la proiezione e il commento di due filmati con i discorsi di Mussolini di annuncio delle leggi razziali e l’inaugurazione dell’ospedale di Montecatone. A seguire, alle ore 17.45, consegna degli attestati ad honorem ai familiari dei caduti partigiani. Sempre sabato 14 la città sarà anche attraversata da una parata parata musicale organizzata da Imola Antifascista. Il ritrovo è alle ore 15 in piazzale Marabini (stazione dei treni) e lungo il percorso ci sarà tanta musica, letture e l”intervento di Nullo Mazzesi, artista, poeta, muratore e partigiano. Al termine del corteo al csa Brigata 36 (via Riccione 4) alle 19 musica e parole partigiane ancora con Nullo Mazzesi e Labile Istante di Vuoto. A seguire cena buffet, Afreak in concerto e dj-set.

Martedì 17, alle 10.30 presso la Chiesa di San Giacomo Maggiore del Carmine in via Emilia 32, i presenti sperimenteranno un’ora nel rifugio delle Cantine del Carmine, mentre nel salone verrà presentata l”attività di studio e ricerca condotta dagli studenti dell’indirizzo Costruzioni Ambiente Territorio. Dalle 11.30, nelle Cantine del Carmine, il via a «Io c’ero», performance rievocativa diretta da Annalisa Cattani e, al termine, la deposizione di una corona al busto di Don Giulio Minardi presso il cortile dell’Istituto di Santa Caterina, via Cavour 2/E. Mercoledì 18, alle 8.30 alla biblioteca Casa Piani ci sarà un incontro con l’autrice Patrizia Marzocchi che presenta il suo libro «La staffetta delle Valli. La Resistenza: la guerra di tutti, delle donne e dei più giovani, dei vincitori e dei vinti», storia ambientata nelle Valli del Reno, durante il periodo dell”occupazione tedesca. Venerdì 20, alle 15, nella piazza centrale di Ponticelli ci sarà la deposizione di una corona e re-inaugurazione del monumento dei partigiani di Ponticelli, mentre sabato 21, ore 10.30, avverrà lo stesso a Sesto Imolese. Martedì 24, alle 10.15, presso l”Archivio storico delle Scuole Carducci evento sugli gli anni della guerra e la Liberazione raccontati dai fondi archivistici delle Scuole Carducci, a cura della classe 5°C del Liceo delle Scienze Umane “Alessandro da Imola”.

Infine, mercoledì 25 aprile, anniversario della Liberazione nazionale, la commemorazione prevede alle 9 nella sede Anpi (piazzale Giovanni dalle Bande Nere, 14) la posa della corona alla lapide dei partigiani ed antifascisti caduti e fucilati a Bologna. Alle 9.15 alla Rocca Sforzesca la deposizione di una corona alla lapide a ricordo dei partigiani e antifascisti detenuti e torturati in Rocca e, a seguire, un corteo raggiungerà Piazza Gramsci dove, dalle 9.30, ci sarà un concerto della Banda Musicale Città di Imola. Alle 10.30 per la celebrazione ufficiale interverranno Adriana Cogode, Commissario straordinario del Comune di Imola, e Bruno Solaroli, Presidente Anpi. Al termine il corteo raggiungerà il Monumento al Partigiano situato in piazzale Leonardo da Vinci.

r.c.

Nella foto: la locandina del programma

Liberazione, il programma delle celebrazioni a Imola

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast