Posts by tag: Ravenna

Sport 20 Aprile 2019

Basket A2: Le Naturelle ci provano, ma a Ferrara vince Ravenna. Niente play-off

L”intreccio emiliano romagnolo dell”ultima giornata di stagione regolare si chiude con la soluzione più logica: Ravenna ai play-off (84-77 a Ferrara) e Imola (100-97 il punteggio di Forlì) a godersi le meritate vacanze dopo un campionato più nobile delle aspettative di agosto. Di Paolantonio ha portato i suoi lontani dalla zona rossa, perfino a sperare di giocare qualche altra partita oltre le 30. Una squadra, Le Naturelle, dove si sono viste la duttilità di Bj Raymond, l”intelligenza di Bowers e l”apporto di un pacchetto di italiani andato oltre le richieste. Una squadra logica e concreta che merita un plauso per come è stata assembleta, diretta e condotta al massimo delle sue potenzialità. Il sabato di Pasqua offre altri verdetti per la A2 che aveva già mandato la Fortitudo nel suo campionato di elezione, la A1. Ravenna è l”ultima invitata ai play-off, Cagliari è salva senza play-out dove vanno Bakery Piacenza e Cento, lasciando a Jesi la posizione dell”approdo in B (tutte e tre hanno finito con 18 punti, la classifica avulsa ha differenziato i destini).
Imola ha fatto il suo a Forlì, perdendo al supplementare dopo aver guidato molti frangenti di una partita equilibrata.
La cronaca
Primo quarto di sostanza con Le Naturelle che stanno avanti un po” di più ma senza poter decollare. Raymond è infallibile, Bowers sostanzioso, Crow positivo. Insomma Imola insegue il play-off per davvero e Forlì cerca invece di costruire il suo play-off dalla piattaforma migliore. Si va all”intervallo 44 pari. A Ferrara invece Ravenna vince di 16. La partita del PalaFiera vale sempre di più come una amichevole. A dare sostanza al match il punteggio con Le Naturelle che tirano al 62% e Forlì al 68%. Lo spettacolo non è da saldi di fine stagione come invece a Ferrara dove Ravenna domina di quasi 20 punti. Imola chiude avanti il terzo quarto con una azione disegnata dal timeout e conclude da tre con un Crow dalla inusitata efficacia. 22-25 il punteggio dei terzi 10 minuti, lo stesso che si realizza a Ferrara. Mai i primi 20 minuti hanno ormai scritto il copione. Nell”ultimo quarto Imola continua a spanierare, Ferrara rende la sua sconfitta meno sanguinolenta, ma sono Forlì e Ravenna ad allungare la loro stagione nella post-season. Forse per invidia allora Le Naturelle  si accucciano a quota 84 aspettando Forlì per altri 5 minuti di show, già sapendo che non avranno ripercussioni sull”esito della stagione imolese. Una stagione positiva merita questo bicchiere della staffa anche se alla fine sono i forlivesi a vincere. Buona Pasqua a tutti.  (Paolo Bernardi)
Il tabellino
Unieuro Forlì -Le Naturelle Imola 100-97 dts (21-24, 23-20, 22-25, 18-15, 16-13).
Forlì: Marini 16, Lawson 17, Giachetti 35, Signorini, De Laurentiis 12; Diliegro 7, Bonacini 9, Donzelli 4, Dilas, Flan. Ne. Fabiani. All. Nicola.
Imola: Fultz 4, Bowers 17, Crow 24, Raymond 30, Simioni 7; Rossi 8, Magrini 7, Montanari. Ne. Prato, Calabrese, Wiltshire, Ndaw. All. Di Paolantonio.
Nella foto Isolapress coach Dipaolantonio.

Basket A2: Le Naturelle ci provano, ma a Ferrara vince Ravenna. Niente play-off
Sport 17 Febbraio 2019

Basket A2, il terzo quarto condanna Le Naturelle a Ravenna

All’andata finì con un supplementare che Ravenna vinse. Stavolta l’equilibrio si è rotto nel terzo quarto quando Imola ha abbassato le sue percentuali di tiro e l’OraSì è scappata per non farsi più riprendere. Pesano nell’economia della partita la brutta serata al tiro di Bj Raymond (1/5 da 2, 1/3 da 3) e i 9 rimbalzi in meno catturati da Le Naturelle (40-31).
Equilibrio e altalena nel primo quarto dove la partita si gioca sotto canestro. E proprio Imola lancia la fuga a cavallo del primo e secondo quarto, con il solito Bowers e un Simioni di sostanza (finirà con una doppia doppia, 19 punti e 10 rimbalzi), corroborati da Rossi. Il massimo vantaggio è il +11 (27-38) dopo 15 minuti. Ravenna però non si squaglia e il secondo quarto si chiude in perfetta parità, con Imola che replica i 22 punti del primo quarto. Imola tira con il 58% complessivo. Non è male ma non basta a scavare il fosso.
Nella seconda metà del terzo quarto va in fuga l’OraSì. La percentuale al tiro de Le Naturelle si affloscia, Bj non innesta la marcia giusta (appena 7 punti in 30 minuti) e Smith con una tripla firma il +10 (63-53 dopo quasi 29 minuti). Di Paolantonio chiude il quarto con i tre cambi italiani in campo (Rossi, Montanari, Magrini) e Imola finisce sotto di 8 (65-57). Gli ultimi 10 minuti iniziano in salita con Raymond che manca il primo canestro, brutto segnale. Torna in campo Fultz, da 3 si riaccende Bj ma non si spegne Smith e Ravenna resiste. E’ il capitano Rossi con due canestri di fila (due assist di Fultz) a guidare la rimonta (70-64 dopo 34 minuti). Ravenna incassa il colpo e allunga ancora. Montano mette 6 punti di seguito e l’OraSì va al massimo vantaggio (80-64 a 4 minuti dalla fine). Il coriaceo Bowers (due cesti da 3 a fila) e Simioni danno l’ultimo assalto al fortino bizantino (85-79). Stavolta è il cronometro a non dare altro respiro a Le Naturelle che perdono il secondo derby in trasferta dopo Ferrara. (p.b.)
Il tabellino
OraSì Ravenna – Le Naturelle Imola 87-79 (19-22, 22-22, 24-13, 22-22)
Ravenna: Smith 27, Rubbini, Hairston 13, Masciadri 12, Cardillo 6; Marino 6, Montano 16, Gandini 7, Jurkatamm. Ne. Tartamella, Baldassi, Montigiani. All. Mazzon.
Imola: Fultz 6, Bowers 19, Crow 2, Raymond 14, Simioni 19; Rossi 10, Magrini 7, Montanari 3. Ne: Ndaw, Calabrese, Wiltshire. All. Di Paolantonio.

Nella foto dell”archivio Isolapress il capitano Rossi.

Basket A2, il terzo quarto condanna Le Naturelle a Ravenna
Sport 26 Dicembre 2018

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Ravenna

Derby di Santo Stefano per l”Imolese che alle 20.30 sfida al Galli, nell”ultimo match di questo girone d”andata, il Ravenna in un match assolutamente d”alta classifica. I romagnoli, infatti, sono secondi a 29 punti, mentre i rossoblù, sesti, inseguono a sole due lunghezze. 

La squadra di Foschi è in salute così come dimostrano le due vittorie consecutive contro Vicenza e Ternana e si presenterà a Imola col solo Maleh indisponibile, mentre resta da capire se ritroverà un posto negli 11 titolari Eleuteri, sostituito nelle ultime due gare da Pellizzari. Non mancheranno sicuramente, invece, il capitano Lelj e il grande ex Selleri, che agirà da mezz’ala nel 3-5-2 del tecnico romano. In attacco la coppia-gol formata da Nocciolini e Galuppini.

Il derby sarà diretto dal signor Gariglio di Pinerolo, assistito dai collaboratori Trasciatti e Gentileschi.

In vista del match sono 21 i convocati dal tecnico Foschi.

Convocati Ravenna

Portieri: 1 Spurio, 22 Venturi. Difensori: 2 Eluteri, 4 Boccaccini, 3 Barzaghi, 5 Pellizzari, 13 Lelj, 14 Bresciani, 15 Ronchi, 16 Scatozza, 23 Jidayi. Centrocampisti: 8 Martorelli, 10 Selleri, 20 Sabba, 21 Trovade, 27 Papa. Attaccanti:  7 Galuppini, 9 Nocciolini, 18 Raffini, 19 Siani, 11 Magrassi.

Probabile formazione

Ravenna (3-5-2): Venturi; Lelj, Jidayi, Rochi; Pellizzari, Bresciani, Selleri, Trovade, Papa; Nocciolini, Galuppini. All. Foschi.

Foto tratta dalla pagina facebook del Ravenna

Calcio serie C, i prossimi avversari dell'Imolese: tutto sul Ravenna
Sport 25 Dicembre 2018

Serie C, Lanini titolare nel derby di Santo Stefano con il Ravenna di Selleri

Serve il festito della festa per l”ultima giornata del girone di andata del girone B di serie C. Festa perché è Santo Stefano, festa perché è stato comunque una prima metà di campionato positiva per l”Imolese, festa perchè si gioca il derby con il Ravenna, festa perché sono due squadre che si trovano nella parte altissima della classifica (Ravenna secondo a 29 punti, Imolese a quota 27). Due stagioni fa la partita finì in parità e segnò probabilmente l”esito finale del campionato di serie D che vide i giallorossi superare l”Imolese nella corsa promozione. Quest”anno le due squadre si sono già incontrate in Coppa Italia allo stadio Romeo Galli, finì 5 a 3 per l”Imolese una gara dal punteggio altalenante. Sarà più abbottonata la sfida di Santo Stefano.
«E’ un derby, una gara molto sentita dall’ambiente – dice il tecnico imolese Alessio Dionisi -. Noi dobbiamo essere bravi ad andare oltre a questo: la pressione ce la mettiamo da soli, perché vogliamo fare il massimo ad ogni partita. Sappiamo che, alle volte, gli avversari non ci mettono in condizione di essere noi stessi, ma sappiamo anche di avere tutto per mettere in difficoltà il Ravenna. La loro è una squadra importante, che viene da due grandi risultati (vittorie a Trieste e in casa contro la Ternana, Ndr.). Questo la dice lunga sulla qualità del Ravenna: se non bastasse, guardare la classifica. Sono contento perché arriviamo a questa gara in salute. Non perdiamo di vista da dove siamo partiti e chi vogliamo diventare».
La partita che si gioca alle 20.30 sotto la direzione arbitrale di Matteo Gariglio di Pinerolo assistito da Tiziana Trasciatti e Francesco Gentileschi. L”Imolese ritrova Saber dopo la squalifica e il centrocampista italo-tunisino potrebbe partire titolare a centrocampo con Carraro e Gargiulo per sfidare un reparto dove spicca l”esperienza del mordanese Alfonso Selleri. In difesa Checchi dovrebbe affiancare al centro Carini mentre in avanti toccherà a Lanini, capocannoniere rossoblù con 5 reti, partire titolare con Rossetti come spalla. (Paolo Bernardi)

PROBABILE FORMAZIONE IMOLESE
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 18 Garattoni, 26 Carini, 5 Checchi, 25 Fiore; 24 Saber, 21 Carraro, 20 Gargiulo; 10 Belcastro; 27 Rossetti, 17 Lanini. (1 Zommers, 2 Sciacca, 4 Bensaja, 6 Tissone, 8 Valentini, 11 Giannini, 14 Zucchetti, 19 Boccardi, 23 Rinaldi, 28 Giovinco, 29 Mosti, 30 De Marchi). All. Dionisi.

Nella foto di Isolapress@ Valentini nella partita di Coppa Italia

Serie C, Lanini titolare nel derby di Santo Stefano con il Ravenna di Selleri

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA