Posts by tag: recupero

Cronaca 8 Maggio 2020

La comunità «Il Sorriso» dall'8 aprile scorso ha ricominciato ad accogliere nuovi ospiti

Un caso unico in Italia, a pochi chilometri da casa nostra. Stiamo parlando della Cooperativa Sociale «Il Sorriso», comunità nata nel 1982 a Borgo Tossignano (e poi trasferitasi a Fontanelice, nella frazione di Fornione) per accogliere ragazzi tossicodipendenti o alcolisti. La dottoressa Micaela Ravagli, da 25 anni direttore generale della cooperativa, è riuscita, assieme alla sua equipe, a far sì che la comunità restasse attiva in tutti i suoi aspetti anche durante questo periodo difficile. Dall’8 aprile, infatti, la comunità può accogliere nuovi pazienti, nonostante le restrizioni governative. Si tratta della prima struttura in Italia ad essere riuscita a realizzare un’operazione di questo genere ed è proprio la dottoressa Ravagli a spiegarci come. «La nostra cooperativa non ama le luci dei riflettori, da sempre restiamo un po’ nell’angolo: in questo caso, però, credo fosse giusto “pubblicizzare” quello che siamo riusciti a fare per andare incontro alle necessità dei nostri pazienti».

Com’è nata l’idea?
«Dopo lo scoppio dell’emergenza Covid-19, le direttive nazionali e regionali ci hanno costretti a “chiudere” – spiega la dottoressa Ravagli -. Chi era già nella struttura non poteva incontrare i familiari all’esterno, ma soprattutto non potevamo più accogliere nuovi pazienti. Avevamo tante richieste di ingresso, così ci siamo attivati per trovare un luogo dove far trascorrere la quarantena preventiva ai nuovi pazienti». (an.ca.)

L”intervista completa è su «sabato sera» del 7 maggio

Nella foto, il Casoncello, la struttura usata per la quarantena preventiva

La comunità «Il Sorriso» dall'8 aprile scorso ha ricominciato ad accogliere nuovi ospiti
Cronaca 7 Gennaio 2020

40,7 chili di sigarette raccolti grazie alla campagna “5 kg di frutta e verdura per un pugno di mozziconi”

Conclusa la prima fase del progetto “5 kg di frutta e verdura per un pugno di mozziconi” lanciato nel mese di novembre da La valle delle albicocche, azienda con poderi a Bagnacavallo e nella Valle del Santerno, in collaborazione con l’associazione Cambiavento di Imola.
Al 31 dicembre sono stati ritirati 40,7 kg di mozziconi di sigarette. Chi li ha consegnati ha ricevuto in cambio frutta e verdura. 104 persone hanno consegnato le cicche, dalla provincia di Firenze a quella di Rovigo, da Bologna a Ravenna fino a Ferrara e Rimini.

«Da un”operazione nata quasi per gioco potrebbe nascere un piccolo contributo per avere un mondo un poco più pulito e per dimostrare come le tre R (recupero, riciclaggio e riutilizzo) in una logica di economia circolare possono diventare realtà – commentano gli organizzatori del progetto –. Noi crediamo che qualsiasi tipo di impegno sia importante per mettere una pezza ai disastri ambientali che l’uomo produce, ma siamo altresì convinti che senza un concreto agire personale, che può anche partire dalle piccole cose, il cambiamento sia molto molto complesso». (r.cr.)

40,7 chili di sigarette raccolti grazie alla campagna “5 kg di frutta e verdura per un pugno di mozziconi”
Cronaca 14 Agosto 2019

Grazie a “Farmaco amico', Castel San Pietro recupera 18.000 euro di farmaci

Circa 1.650 confezioni recuperate, pari a 59 kg, per un valore complessivo di oltre 18.000 euro. Questo il bilancio del primo anno di attività di “Farmaco amico” nel comune di Castel San Pietro. 

Da dicembre 2017 (partenza del progetto) a tutto il 2018, sono state depositate negli appositi contenitori collocati nelle farmacie coinvolte, oltre 2.600 confezioni di farmaci, di cui -appunto- circa 1.650 recuperate. Un ottimo risultato, ottenuto grazie alla sensibilità e attenzione da parte dei numerosi cittadini che hanno donato i propri farmaci.
Circa il 38% delle confezioni è stato scartato perché non rispondente ai requisiti richiesti, soprattutto perché già scadute, mal conservate o prive del foglietto illustrativo.

Il progetto per la raccolta e il riutilizzo dei farmaci non scaduti attualmente coinvolge la Farmacia comunale Bertella, la Farmacia comunale Ospedale, la Farmacia del Borgo, la Farmacia Sarti, e le farmacie San Nicolò e Salus nella frazione di Osteria Grande. (r.cr.)

Fotografia di Hera

Grazie a “Farmaco amico', Castel San Pietro recupera 18.000 euro di farmaci

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast