Posts by tag: Robopac

Economia 12 Maggio 2022

Eco packaging, dal Mise 1,8 milioni per il progetto di Aetna Group (Castel San Pietro)

Aetna Group, che produce e commercializza macchine per il packaging di fine linea, con quartier generale all’ex Malaguti a Castel San Pietro, realizzerà una nuova generazione di macchinari e servizi digitali, basati su nuovi materiali riciclati/riciclabili e sostenibili, destinati a diversi ambiti applicativi come alimentare e farmaceutico.

A dare corpo al progetto di ricerca e sviluppo Future@Packaging, proposto dalla stessa azienda, sarà il ministero dello Sviluppo economico, che ieri ha approvato un accordo per l’innovazione che comporterà un investimento complessivo di 9,2 milioni di euro. Grazie a un contributo di 1,8 milioni concesso dal Mise, è stato annunciato un incremento di circa 100 nuovi posti di lavoro tra dipendenti, tecnici e consulenti negli stabilimenti di Castel Pietro e Valsamoggia (Bologna) e in quelli di Verucchio e San Leo (Rimini).

«Il packaging è un settore industriale in cui la filiera italiana riveste un ruolo chiave nella sfida della transizione verso un’economia circolare – ha dichiarato il ministro Giancarlo Giorgetti -. Il Mise sostiene gli investimenti in innovazione orientati a integrare l’utilizzo di macchinari 4.0 con le competenze presenti sul territorio, al fine di sviluppare e realizzare nuovi sistemi produttivi in un’ottica di maggiore sostenibilità ambientale». (lo.mi.)

Nella foto: il quartier generale di Aetna Group a Castel San Pietro 

Eco packaging, dal Mise 1,8 milioni per il progetto di Aetna Group (Castel San Pietro)
Economia 18 Ottobre 2021

Packaging, nuovo contratto integrativo alla Robopac di Castello, per i 130 dipendenti premi di risultato e benefit

Dopo una lunga trattativa lo scorso 13 ottobre è stato approvato il nuovo contratto integrativo che verrà applicato negli stabilimenti bolognesi di Aetna Group, che produce macchine per il packaging: alla Robopac di Castel San Pietro, dove lavorano 130 dipendenti, e in quello di Valsamoggia, con 40 addetti. «È un accordo importante – fa sapere la Fiom-Cgil di Imola – per il lavoro di sinergia tra rappresentanze sindacali e lavoratori, che hanno deciso di presentare un’unica piattaforma rivendicativa».

Concordata la flessibilità dell’orario in ingresso e in uscita, istituito un premio di risultato di un importo di 1.300 euro per il 2021, 1.350 euro per il 2022 e 1.400 euro per il 2023 che sarà erogato a tutti i lavoratori anche in somministrazione e a tempo determinato; il 30% della media dei premi effettivamente conseguiti nel triennio sarà trasformato, a partire dal 2024, in salario aziendale fisso e consolidato. Infine, entro il 31 dicembre, l’azienda erogherà 200 euro sotto forma di «flexible benefits». (lo.mi.)

Nella foto: lo stabilimento Robopac a Castel San Pietro

Packaging, nuovo contratto integrativo alla Robopac di Castello, per i 130 dipendenti premi di risultato e benefit
Economia 18 Dicembre 2020

Covid, il vaccino Pfizer in distribuzione negli Usa anche grazie alla castellana Robopac

Robopac, leader nel settore del packaging con quartier generale a Castel San Pietro, è partner tecnologico di Pfizer, il colosso farmaceutico americano pronto a spedire 3 milioni di vaccini congelati antiCovid in tutti gli Stati Uniti.

Robopac contribuirà a sviluppare soluzioni ad hoc per garantire la sicurezza di imballaggio e di trasporto dei prodotti. La soluzione adottata da Pfizer per l’avvolgimento delle dosi di vaccini destinate alla distribuzione in Usa è una tavola rotante (Ecoplat Plus) per l’avvolgimento con film estensibile di ultima generazione, che garantisce elevate performance in termini di protezione massima della merce grazie alla sua affidabilità, robustezza e facilità di utilizzo. Inoltre, le tecnologie di cui Ecoplat Plus è dotata, consentono di utilizzare il minor quantitativo di film necessario per assicurare la migliore sicurezza al prodotto, riducendo l’impatto della materia prima utilizzata. «Robopac – fa sapere l’azienda – è contenta di poter essere nuovamente parte di un processo che vede l’uomo e la sua tutela al centro dell’interesse, contrastando anche grazie alle sue tecnologie gli effetti devastanti che il Covid-19 ha generato a livello globale».

Nel 2017 il gruppo Robopac ha trasferito il proprio quartier generale da Villa Verucchio (Rimini) a Castel San Pietro, all’interno dell’ex stabilimento Malaguti, 27 mila metri quadrati in via Ca” Bianca. Qui è presente anche uno dei TechLab Robopac, dove i clienti possono testare direttamente le soluzioni più innovative al fine di ottenere il miglior imballo per i propri prodotti. (lo.mi.)

Nella foto: il TechLab all”interno del quartier generale Robopac a Castel San Pietro

Covid, il vaccino Pfizer in distribuzione negli Usa anche grazie alla castellana Robopac

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA