Posts by tag: sabato sera

Cronaca 9 Ottobre 2020

A Medicina un albero per ogni vittima del Covid, cerimonia con il presidente Bonaccini

«Mettiamo radici…per non dimenticare». È questo il titolo della tre giorni (da oggi a domenica 11 ottobre) che il Comune di Medicina dedicherà alla memoria di tutte le persone scomparse durante l’emergenza Covid-19. Stasera alle 21 presso la chiesa di San Mamante in piazza Garibaldi si parte con il concerto della Cappella Musicale della Basilica di San Francesco di Ravenna a cura dell’associazione culturale Messa In Musica. A seguire, letture a cura di Chiara Tomesani e Lorenzo Monti (per prenotazioni online cliccate qui oppure chiamate al 351-8235516.)

Il clou ci sarà però domani alle ore 11.30 in via della Resistenza quando si svolgerà una cerimonia commemorativa in memoria di tutte le persone scomparse durante l’emergenza sanitaria, a cui parteciperà anche il presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Si parte con l’esibizione della banda di Medicina, a cui seguirà lo scoprimento di una targa commemorativa e l’inaugurazione dell’area verde dove sono stati piantati 29 (come le vittime del Covid) tra meli, peri e prugni. Si conclude domenica 11 ottobre al parco di Villa Maria (via Saffi 102) con la santa messa e scoprimento di una targa a cura del circolo Mcl Villa Maria.

Per accedere alle celebrazioni sono obbligatorie la prenotazione (segreteria del sindaco tel. 051-6979283, oppure ufficio cultura tel. 051-6979229) e la mascherina. (r.cr.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

A Medicina un albero per ogni vittima del Covid, cerimonia con il presidente Bonaccini
Sport 8 Ottobre 2020

L’addio al basket di Andrea Spampinato: «Per il Covid non mi fido di croci su un documento»

Lo sport ai tempi del Corona-virus ormai vive alla giornata, nel vero senso della parola. È così anche per il basket, i cui protocolli sanitari sono in continua evoluzione, con società e giocatori chiamati a districarsi tra autocertificazioni, tamponi e test sierologici. In tutto questo caos c’è chi, come Andrea Spampinato, giocatore dell’Olimpia Castel San Pietro ed ex Vsv Imola, a malincuore ha deciso di dire basta e riporre la canotta nell’armadietto, affidando motivazioni e pensieri ad un video su Instagram. «Non voglio convincere nessuno a seguirmi – ha commentato l’ala 28enne -. Ho solo sentito il bisogno di dire la mia e confrontarmi con persone, anche di altri sport, che per scelta o per obbligo finora sono state zitte».

Come sei arrivato a questa decisione?

«Sono stato portato a fare questa scelta dopo che in estate io e i miei compagni accettammo di iniziare la stagione a nostro rischio e pericolo. La Federazione aveva infatti fissato delle linee guida che poi sono cambiate ogni settimana e negli ultimi giorni lo scenario è cambiato di nuovo. Sono stati aboliti sia i test prima degli scrimmage che quello del 19 ottobre, a quanto pare l’unico previsto prima del campionato. Ora basta un’autocertificazione ed io non me la sento di sperare nel buon senso degli altri e fidarmi solo di qualche crocetta su un documento. Presto diventerò padre, ma la motivazione principale è il rispetto che ho verso me stesso e, dopo, verso coloro che mi stanno vicino». (da.be.)

L’intervista completa su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto (Isolapress): Andrea Spampinato quando giocava, lo scorso anno, nella Virtus Spes Vis Imola

L’addio al basket di Andrea Spampinato: «Per il Covid non mi fido di croci su un documento»
Cronaca 8 Ottobre 2020

Anche «sabato sera« alla sfilata delle Pink Ambassador per la ricerca contro i tumori

«Niente ferma il rosa, niente ferma le donne», recita lo slogan delle Pink Ambassador, ambasciatrici del progetto Pink is good della Fondazione Umberto Veronesi. Non le ferma il tumore con cui hanno dovuto fare i conti e non le ferma l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19, come dimostra la Staffetta Pink partita lo scorso sabato 3 ottobre che le vedrà correre oltre duemila chilometri lungo tutta l’Italia per promuovere la ricerca.

Ma lo dimostra anche l’evento di raccolta fondi ospitato alla pasticceria La Rocca di Imola lo scorso giovedì 29 settembre: un aperitivo con sfilata di moda in cui a scendere sulla passerella sono state proprio le pink del team bolognese, che per una sera hanno messo da parte le scarpe da ginnastica per indossare tacchi e abiti firmati sfilando fra l’ottantina di invitati e partecipanti. Fra questi, a sostegno della Fondazione Veronesi «per il progresso del- le scienze», c’eravamo anche noi di sabato sera. Si chiamano Alessandra, Elisa, Ilaria, Marina, Melania, Viviana e altri nomi femminili. Sono bionde, more e rosse, hanno diverse età ma una cosa cruciale le accomuna: hanno combattuto contro un tumore femminile e sono scese in campo in prima persona, con la faccia e con le gambe, come testimonial per la ricerca scientifica della Fondazione Umberto Veronesi. (mi.mo.)

L’articolo completo su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto (Isolapress): le Pink Ambassador 

Anche «sabato sera« alla sfilata delle Pink Ambassador per la ricerca contro i tumori
Sport 8 Ottobre 2020

Baseball, Alex Bassani e Vanni Pedrini ancora sul trono d’Italia con la Fortitudo Bologna

Nel tredicesimo scudetto della Fortitudo Baseball Bologna (terzo consecutivo, eguagliato il record di Nettuno e Milano dei tempi belli, ma anche di San Marino più recentemente) c’è anche un po” di Dozza (Vanni Pedrini è il preparatore della squadra) ed Imola. Alex Bassani, lanciatore proveniente dai Redskins, è stato infatti giudicato dalla stampa specializzata come Mvp (most valuable player), miglior giocatore della serie finale, vinta in maniera rocambolesca dai ragazzi di Frignani come l’anno scorso fuori casa sul Titano.

Alex è stato usato spesso come «closer» per mettere in archivio le partite lanciando pochi inning, ma nell’ultima è entrato per l’infortunio del partente Brolo Gouvea ed è stato il vincente della partita decisiva. Quattro apparizioni con una vittoria e due salvezze, nove riprese lanciate, otto battitori strike-out e solo due punti subiti. «Sono soddisfatto. Certamente, quello del premio come Mvp è un riconoscimento che non mi aspettavo e che fa molto piacere. Avere vinto l’ultima partita, quella decisiva, ha fatto la differenza». (n.v.)

L’intervista completa su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: Vanni Pedrini ed Alex Bassani

Baseball, Alex Bassani e Vanni Pedrini ancora sul trono d’Italia con la Fortitudo Bologna
Cronaca 8 Ottobre 2020

Al meeting Lions Club Imola Host l’esperienza dell’Ausl nella gestione dell’emergenza Coronavirus

Si è tenuto martedì 29 settembre all’Hotel Molino Rosso il primo meeting conviviale del Lions Imola Host dopo il lockdown, relatori della serata i direttori generale e sanitario (Andrea Rossi e Andrea Neri) ed i direttori dei dipartimenti di Emergenza (Igor Bacchilega) e Medico-Oncologico (Antonio Maestri) dell’Ausl di Imola, il direttore dell’ospedale di Montecatone (Mario Tubertini), il comandante della Compagnia carabinieri di Imola (Andrea Oxilia) ed il neo direttore dell’Ausl di Bologna (Paolo Bordon). «I nostri ospiti ci hanno fornito una testimonianza di quanto è accaduto e tutti hanno sottolineato come la risposta all’emergenza Coronavirus sia stata soprattutto una risposta della nostra comunità» dice Alessandro Magnani, presidente Lions Imola. Alla serata ha presenziato il sindaco di Imola Marco Panieri.

Nella foro: il meeting dei Lions Imola

Al meeting Lions Club Imola Host l’esperienza dell’Ausl nella gestione dell’emergenza Coronavirus
Cronaca 8 Ottobre 2020

Accoltellò un giovane al Centro sociale di Zolino, arrestato 36enne

Dopo un mese e mezzo di ricerche, i carabinieri di Imola hanno individuato ed arrestato per tentato omicidio l’uomo che il 28 agosto scorso accoltellò un 22enne gambiano al Centro sociale di Zolino, in via Tinti. Si tratta di un 36enne residente a Imola.

L’uomo è stato rintracciato ieri dai militari, intorno alle 16, mentre prendeva un caffè in compagnia di tre persone di 26, 27 e 40 anni, in un bar di Massa Lombarda. Indagato per tentato omicidio, il 36enne è finito ulteriormente nei guai perché al momento dell’arresto, è stato trovato in possesso di tre banconote false da 20 euro e un bastone sfollagente. La sua posizione, inoltre, si è ulteriormente aggravata in serata quando i carabinieri hanno fatto irruzione in un appartamento di Massa Lombarda che l’uomo condivideva con un 31enne. All’interno di un trolley, i militari hanno infatti rinvenuto una carta d’identità, una tessera sanitaria, la copia di un contratto di telefonia mobile intestati a un’altra persona e la prenotazione di un viaggio su autobus da Bologna a Bruxelles datato 10 settembre scorso. Quest’ultimo elemento potrebbe essere la prova, al vaglio degli inquirenti, che l’uomo, in fuga dopo il reato, sia fuggito da Imola per nascondersi in Belgio sotto falso nome, utilizzando la carta di identità trovata dai militari, su cui aveva incollato la sua fotografia.

Il 36enne è stato così tradotto in carcere, provvedimento firmato dal Gip del Tribunale di Bologna, Dott. Domenico Panza. L’ordinanza è stata emessa su richiesta del sostituto procuratore della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna, Dott. Massimiliano Rossi che ha coordinato i carabinieri titolari dell’indagine. (da.be.)

Foto d’archivio

Accoltellò un giovane al Centro sociale di Zolino, arrestato 36enne
Cronaca 8 Ottobre 2020

Consolidamento dell’argine del torrente Sillaro eroso dalle abbondanti piogge del febbraio 2019

Sono stati avviati da alcune settimane i lavori urgenti di protezione civile per il prolungamento e il rafforzamento della difesa della sponda destra del torrente Sillaro, in località Cascina Vecchia di Imola. Si tratta di un intervento in corrispondenza della strada vicinale ad uso pubblico via Vespignana, all’altezza del numero civico 1, resosi necessario dopo le abbondanti precipitazioni risalenti al febbraio 2019. «L’inizio dell’erosione spondale a ridosso della scogliera esistente si è verificato a circa 400 metri a valle del ponte “Dozza” – spiegano dal Servizio Area Reno e Po di Volano di Bologna dell’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile -. La difesa spondale è di primaria importanza per proteggere dalle erosioni degli argini, a vantaggio anche della protezione della banchina di via Vespignana».

Per ripristinare e consolidare la sponda è previsto il rialzo della scogliera esistente con un nuovo ordine di massi di circa 80 centimetri e il prolungamento dell’intera difesa spondale verso monte e verso valle. La scarpata sopra la difesa spondale sarà rinforzata con la messa in opera di talee di salici arbustivi, mentre il taglio della vegetazione esistente sarà limitato allo stretto necessario per le lavorazioni necessarie alla realizzazione dell’opera. L’intervento, realizzato dalla società cooperativa Montana Valle del Lamone di Brisighella per un importo stimato in 40 mila euro, è inserito nel Piano dei primi interventi urgenti di protezione civile, in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel febbraio 2019. (r.cr.)

Nella foto: i lavori sull’argine del Sillaro

Consolidamento dell’argine del torrente Sillaro eroso dalle abbondanti piogge del febbraio 2019
Cronaca 8 Ottobre 2020

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di «sabato sera»: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.  

POLITICA. Le competenze e le idee della Giunta Panieri. SANITA”. La Regione intensifica la «caccia» al Covid. CRONACA. Mercatino di Medicina, nuove regole e dubbi. CORONAVIRUS. Bonaccini a Medicina ricorda le vittime del Covid. SCUOLA. Cantieri quasi ultimati a Imola. SINDACATO. Francesconi lascia la Cisl dopo 26 anni. AMBIENTE. A Castello lotta all’abbandono dei rifiuti. ECONOMIA & LAVORO. Cefla e sindacati, scontro sugli Arredamenti. TEATRO. I bambini tornano al Magazzino Verde. CALCIO. Imolese, intervista a bomber Stanco. Domenica dall’Eccellenza alla Terza tornanole partite «vere» NUOTO. Piancastelli: «Piscina coperta entro 3 anni». BASKET. L”addio all’Olimpia Castello di Andrea Spampinato.

Nella foto: le prime pagine di «sabato sera»

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Sabato Sera TV 7 Ottobre 2020

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – Il vicesindaco Fabrizio Castellari

A volte ritornano, magari dopo 12 anni. Il ritorno è quello di Fabrizio Castellari, nominato da Marco Panieri assessore a Scuola, Bilancio e Organizzazione e vicesindaco di Imola, carica che Castellari aveva ricoperto dal 1999 al 2008, con l’allora sindaco Massimo Marchignoli. In seguito, per cinque anni (2008- 2013) è stato segretario della Federazione Pd di Imola e vicepresidente del Consiglio comunale nel 2018-2019.

Comincia dunque da Castellari, ospite a poche ore dalla nomina della redazione di sabato sera, la serie di interviste ai membri della nuova Giunta. Architetto, 51 anni, è sposato con Stefania Campomori, padre di Anita e, insieme alla famiglia, ha accolto Viktor dopo un’esperienza pluriennale di sostegno agli studi. (gi.gi. mi.ta.)

L’intervista completa su «sabato sera» dell’8 ottobre.

Nella foto: Fabrizio Castellari durante l’intervista nella redazione di «sabato sera»

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – Il vicesindaco Fabrizio Castellari
Cronaca 7 Ottobre 2020

Investigatore privato si finge funzionario dell’Inps per ricevere dati da una banca, denunciato

Un investigatore privato bolognese è stato denunciato dai carabinieri di Dozza per sostituzione di persona. Stesso provvedimento per il titolare di un negozio di telefonia mobile di Bologna per favoreggiamento reale.

Tutto è partito da un’indagine che i militari avevano avviato per risalire all’identità di una persona che, spacciandosi per un funzionario dell’Inps, aveva telefonato alla filiale di una banca di Toscanella per acquisire delle informazioni finanziarie di una correntista, al fine di procurarsi elementi utili per portare avanti una pratica investigativa di natura privata. Il titolare del negozio di telefonia mobile, invece, si è cacciato nei guai per aver fornito delle Sim fittizie all’investigatore privato che le utilizzava per operare illecitamente in pieno anonimato. Successive indagini telematiche e appostamenti a distanza, hanno permesso così ai carabinieri di scovare e mettere fine al piano dei due malviventi. (da.be.)

Foto concessa dai carabinieri

Investigatore privato si finge funzionario dell’Inps per ricevere dati da una banca, denunciato

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast