Posts by tag: sabato sera

Cronaca 9 Gennaio 2020

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.   

NOVITA”. Nuovo direttore per «sabato sera». POLITICA. I «nostri» candidati consiglieri per le elezioni regionali. CRONACA NERA. Investito ed ucciso per il cellulare rubato. ECONOMIA E LAVORO. L”immobile e l”ulivo della 3elle ad Ecobuster. Sei nuovi silos per la coop. Cesac. CRONACA. Piscina Ruggi chiusa fino al 20 gennaio. Le proposte per ripopolare il centro storico. Intervista al presidente della Carrera Andrea Tozzi. A Castello lampioni a led per risparmiare. SPORT. Alessio Dionisi è lo «Sportivo 2019».

SABATOSERA DUE. Cinema e teatroTutti pazzi per la mostra dedicata allo scenografo Pietro Zuffi. Arte. Riqualificazione continua nella Rocca di Dozza. Evento. Sgrilli a Medicina tra musica e risate. Musica. Il piano di Martin Kasík allo Stignani. Editoria. Don Marco Giordano presenta il suo nuovo libro 

Nella foto: le «prime pagine» di sabato sera questa settimana

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 8 Gennaio 2020

Minaccia di morte la sorellina e danneggia il camper del padre, arrestato 25enne

Un 25enne di Medicina è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e verso minori. L”episodio è avvenuto qualche giorno fa, quando al 112 è arrivata una chiamata che infomava di una violenta lite in corso davanti ad un’abitazione di Medicina.

Quando la pattuglia è arrivata sul posto, i militari hanno notato un camper parcheggiato con il parabrezza e altri parti della carrozzeria distrutti da una serie di colpi inferti con un corpo contundente. Il 62enne proprietario del veicolo, parcheggiato sotto l’abitazione dei suoceri 90enni, affermava come i danni li aveva provocati il figlio 25enne, come conseguenza di un’ennesima violenza domestica, nata da futili motivi e amplificata dall’uso di droghe e alcol assunti dal giovane, già noto alle forze dell’ordine e socialmente pericoloso. L’uomo ha così chiesto aiuto ai carabinieri perché fortemente preoccupato per l’incolumità degli altri figli minorenni che il 25enne, di recente, aveva iniziato a minacciare anche di morte.

In particolare, l’uomo ha raccontato come il giovane, durante le feste natalizie nell’appartamento dei suoceri, abbia puntato un coltello da macellaio alla gola della sorellina perché non voleva che mangiasse il parmigiano. Inoltre, per sfogare la propria rabbia, il ragazzo aveva lanciato dalla finestra una pentola di tortellini in brodo, fortunatamente senza colpire i passanti e, per ultimo, distrutto appunto il camper del padre. Alla vista dei militari dell’Arma, il giovane si trovava in cucina, mentre si preparava tranquillamente un piatto di pasta. Il 25enne è stato così arrerstato e portato in carcere. (da.be.)

Foto d’archivio

Minaccia di morte la sorellina e danneggia il camper del padre, arrestato 25enne
Cronaca 7 Gennaio 2020

Lotteria Italia, la dea bendata bacia Imola. Vinto uno dei premi da 20 mila euro

L’Epifania è per tradizione anche il giorno in cui vengono assegnati i premi della Lotteria Italia, abbinata alla trasmissione di RaiUno «I soliti ignoti». Il primo premio in palio erano 5 milioni di euro. Quest’anno la dea bendata ha toccato anche Imola, dove è stato venduto il biglietto di serie B 210348, associato a uno dei 180 premi di terza categoria da 20 mila euro.

All’Emilia Romagna sono però toccate solo le «briciole». Nessuna città della nostra regione figura tra i cinque premi di prima categoria, mentre l’unica dei venti premi da 100 mila euro è Castellarano in provincia di Reggio Emilia. L’elenco completo dei premi assegnati è pubblicato sul sito della Lotteria Italia. (lo.mi.)

Nella foto: la puntata di ieri sera de «I soliti ignoti» abbinata alla Lotteria Italia

Lotteria Italia, la dea bendata bacia Imola. Vinto uno dei premi da 20 mila euro
Cronaca 7 Gennaio 2020

Fanno esplodere il bancomat della Bcc di Casale e fuggono con un bottino da 30 mila euro

Un boato nella notte tra sabato 4 e domenica 5 gennaio ha fatto saltare il bancomat della Bcc ravennate, forlivese e imolese di via I Maggio a Casalfiumanese, a pochi passi dalla via Montanara. Lo scoppio, probabilmente innescato con la tecnica della marmotta, è avvenuto poco dopo l’1 di notte e ha scaraventato lo sportello ad alcuni metri di distanza. Sul posto sono subito arrivati carabinieri e vigili del fuoco volontari del distaccamento di Fontanelice.

Alcuni testimoni dicono di aver visto un’auto di colore scuro allontanarsi a tutto gas. I militari stanno comunque visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza dell’istituto di credito alla ricerca di ulteriori elementi utili alle indagini. E’ ancora in corso la quantificazione, ma il bottino potrebbe aggirarsi attorno ai 30 mila euro. Nel lungo weekend dell’Epifania, infatti, il bancomat era stato ben rimpinguato, considerando i tre giorni consecutivi di chiusura della banca. Ingenti anche i danni ai locali della filiale. (gi.gi.)

Nella foto (Isolapress): il bancomat fatto saltare in aria dai malviventi

Fanno esplodere il bancomat della Bcc di Casale e fuggono con un bottino da 30 mila euro
Cronaca 6 Gennaio 2020

Incendio al cogeneratore di Monterenzio, due ore di lavoro per i vigili del fuoco

Questa mattina i vigili del fuoco sono intervenuti, alle 9.30, a Monterenzio in via Sillaro a causa di un incendio divampato all’interno di un locale termico dove ha sede un cogeneratore che produce contemporaneamente energia elettrica e calore.

I pompieri, provenienti con due squadre da Imola e Fontanelice, hanno prima chiuso le valvole di intercettazione del gas metano che alimenta la centrale e poi distaccato il sezionatore di energia elettrica per procedere all’estinzione dell’incendio in piena sicurezza. L’intervento è terminato dopo circa due ore. (d.b.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Incendio al cogeneratore di Monterenzio, due ore di lavoro per i vigili del fuoco
Cronaca 3 Gennaio 2020

Precipita con l'auto nella scarpata e finisce nel fiume Santerno, muore 83enne imolese

Tragedia ieri sera, intorno alle 22.40, a Ca” Maggiore, frazione del comune di Firenzuola in provincia di Firenze. A  perdere la vita Ivano Morotti, 83enne residente a Imola.

Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco, l’uomo si trovava alla guida del suo fuoristrada di ritorno da una battuta di caccia quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del veicolo precipitando per circa 25 metri in una scarpata, prima di finire nel fiume Santerno. 

Sul posto sono intervenute due squadre di pompieri provenienti da Monghidoro e Fontanelice. Vista la complessità dall”intervento e la presenza del fiume sono intervenuti anche il Nucleo Saf (Speleo Alpino Fluviale), il Nucleo Sommozzatori, l”autogru ed altre tre squadre dal comando di Firenze. Sul luogo dell”incidente anche i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, ed i carabinieri della stazione di Firenzuola. L”intervento è terminato alle 2.30 di notte. (d.b.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Precipita con l'auto nella scarpata e finisce nel fiume Santerno, muore 83enne imolese
Cronaca 3 Gennaio 2020

Convalidato l'arresto del 26enne che la notte di Capodanno in discoteca sfregiò un uomo con un bicchiere

E’ stato convalidato questa mattina, al termine del processo per direttissima presso il tribunale di Bologna, l’arresto, con obbligo di firma, del 26enne, domiciliato ad Imola, che la notte di Capodanno ha sfregiato al volto con un bicchiere un 44enne imolese all’interno della discoteca La Via en Rose. Per lui l’accusa è di lesioni personali gravissime aggravate.

Un litigio scaturito, intorno alle 4 di mattina, per futili motivi. Secondo la ricostruzione della polizia il giovane si sarebbe infatuato della donna che era in compagnia dell’altro uomo, il quale non avrebbe gradito. Da lì una escalation di tensione, prima verbale e poi culminata, all’altezza di uno dei bar del locale, con il gesto del 26enne che ha spaccato in faccia all’uomo il bicchiere che stava tenendo in mano, provocandogli vistose ferite al volto ed al collo.

L’aggressore, a quel punto, è stato subito bloccato dalla «security» del locale, in attesa dell’arrivo della polizia. Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno condotto il ferito al pronto soccorso di Imola dove è stato medicato e dimesso nel pomeriggio di ieri, con una prognosi di 21 giorni. (d.b.)

Foto d’archivio

Convalidato l'arresto del 26enne che la notte di Capodanno in discoteca sfregiò un uomo con un bicchiere
Cronaca 2 Gennaio 2020

Guida ubriaco contromano in A14, 62enne bloccato all'altezza del casello di Imola

Poteva avere risvolti tragici quanto accaduto la notte di Capodanno sull”autostrada A14. Erano da poco passate le 3 quando alcuni automobilisti hanno segnalato alla centrale operativa della polizia stradale di Bologna la presenza di un”auto che stava percorrendo contromano il tratto dal capoluogo emiliano in direzione Rimini. Alla guida della Peugeot 308 Station Wagon un 62enne residente a Valsamoggia, in provincia di Bologna.

A quel punto alcune pattuglie della polizia stradale di Forlì e Faenza hanno organizzato un posto di blocco nei pressi del casello di Imola, nel tentativo di cercare di fermare la folle corsa dell”auto, con una vettura che si è messa perpendicolare sulla corsia centrale. La velocità dell”auto, però, non era sostenuta e così il 62enne è riuscito a frenare in tempo e colpire non in maniera violenta il mezzo della polizia, senza provocare particolari danni. 

Sottoposto all’etilometro si è scoperto che aveva un valore di 2,5 g/l. L’uomo è stato, così, denunciato per guida in stato di ebbrezza e si è visto ritirare sia la patente di guida che il veicolo. Fortunatamente l’autostrada a quell’ora non era molto trafficata ed il pronto intervento della polizia stradale ha, comunque, evitato il peggio. (d.b.)

Foto d’archivio

Guida ubriaco contromano in A14, 62enne bloccato all'altezza del casello di Imola
Cronaca 2 Gennaio 2020

Cane fugge da casa e scivola nel calanco, recuperato e consegnato ai proprietari

Ieri, primo giorno dell’anno, alle 13.45 due squadre dei vigili del fuoco sono intervenute per recuperare un cane che, dopo essere scappato di casa nella notte di Capodanno, era caduto in un calanco a Mercatale, frazione di Ozzano Emilia. 

Le operazioni di recupero sono state gestite da due operatori del Saf (Nucleo Speleo Alpino Fluviale) che si sono calati nel calanco per imbragare l”animale di grande taglia. Il cane, esemplare maschio di 6 anni di nome Chance, è stato preso in consegna dall”uomo che ha chiamato i soccorsi e subito riconsegnato ai proprietari che, nel frattempo, stavano perlustrando fin dalla mattina la zona divisi in gruppi pur di trovarlo. (d.b.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Cane fugge da casa e scivola nel calanco, recuperato e consegnato ai proprietari
Cronaca 31 Dicembre 2019

Arrivederci 2019, ecco alcuni degli avvenimenti più importanti di quest'anno

Tra poche ore saluteremo il 2019 per entrare ufficialmente nel 2020. Tempo di veglioni, brindisi e fuochi d’artificio, ma anche di bilanci e ricordi. E così proviamo a ripensare ad alcuni degli avvenimenti più importanti che quest’anno hanno caratterizzato Imola e tutto il Circondario imolese, fino ad Ozzano. L’elenco è assolutamente casuale e non in ordine di importanza e chiediamo scusa in anticipo se ne dimenticheremo qualcuno.

POLITICA. A Imola, ovviamente, la notizia più clamorosa dell’anno riguarda le dimissioni della sindaca Manuela Sangiorgi. Sempre per rimanere in politica nel 2019 ci sono state le elezioni amministrative in quasi tutti i Comuni del Circondario fino ad Ozzano.

CRONACA. A Mordano, invece, ad aprile è andata in scena una maxi evacuazione per il disinnesco di una bomba risalente alla Seconda Guerra Mondiale. Imola protagonista anche in campo religioso, con la nomina del nuovo vescovo Giovanni Mosciatti. Sul tema dei rifiuti, invece, nel centro storico sotto l’Orologio (tornato finalmente in funzione dopo anni) è arrivata la raccolta porta a porta. Senza dimenticare le fiumane del Santerno e degli altri corsi d’acqua del nostro territorio sia a febbraio che a novembre ed il restauro dell’Osservanza.

SPORT. A gennaio la dirigente dell’Imolese Fiorella Poggi è stata votata come «Sportivo dell’anno 2018». La stessa società rossoblù, poi, ha chiuso la stagione in serie C con un sorprendente terzo posto finale. Da segnalare anche le promozioni della Clai (pallavolo, B1), dell’Imolese Calcio a 5 (in A2) e dell’Imola Rugby (in serie B). Quest’anno, inoltre, il 23 dicembre è ricorso il 20° anniversario della morte del cestista imolese «Chicco Ravaglia». Castel San Pietro, come da tradizione, ha vissuto le emozioni della Carrera, con la Mora che si è dimostrata ancora una volta più forte della concorrenza ed il ritorno al successo, tra le donne, delle Ovette. Salendo di livello, impossibile dimenticare le medaglie dei nostri atleti ai Mondiali ed agli Europei di nuoto.

EVENTI. Annunciati per il 2020 i concerti di Vasco Rossi, Cesare Cremonini e dei Pearl Jam. Proprio per il ritorno in riva al Santerno del Blasco fu organizzato l’evento «Imola chiama Vasco» che, a quanto pare, è servito allo scopo. Celebrazioni anche per i 500 anni dalla morte di Leonardo e i 25 anni dalla morte di Ayrton Senna. Successo, infine, per le tappe mondiali all’autodromo della Superbike e del Motocross.

TEMI «CALDI». Argomenti spinosi, invece, le questioni riguardanti la piscina Ruggila discarica di Imola, Cà Vaina, il ConAmi, la ormai famosa Bretella e i lavori allo stadio Romeo Galli. 

Ora non ci resta che augurare «buona fine e buon principio» a tutti i lettori di «sabato sera» ed alle loro famiglie.

Nelle foto: in senso orario dall’alto a sinistra l’orologio di Imola, la bomba a Mordano, Chicco Ravaglia, la piena del Santerno, l”ex allenatore dell’Imolese Dionisi ed il presidente Spagnoli, il murales di Senna all’autodromo, il vescovo Mosciatti e la Mora alla Carrera 2019. Al centro l’ex sindaca di Imola Sangiorgi

Arrivederci 2019, ecco alcuni degli avvenimenti più importanti di quest'anno

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast