Posts by tag: sabato sera

Cronaca 15 Settembre 2020

Trovata senza vita l’anziana scomparsa a Castel San Pietro

E’ deceduta la 78enne di Castel San Pietro di cui si erano perse le tracce domenica scorsa mentre si era allontanata alla guida della sua Fiat Punto grigio metallizzata. Nella ricerca erano impegnati carabinieri, protezione civile, polizia locale, vigili del fuoco e alpini, con il Comune castellano che sui social avevo divulgato anche il numero di targa della vettura per facilitare le operazioni.

Oggi pomeriggio, verso le 15, purtroppo, la triste notizia. L’auto della donna è stata avvistata da alcuni cittadini in un calanco lungo la via che porta a Monte Calderaro. A confermare la notizia della morte della 78enne i carabinieri e il Comune di Castel San Pietro con un post su Facebook. Ai militari ora il compito in queste ore ricostruire l’accaduto. (da.be.)

Foto d’archivio

Trovata senza vita l’anziana scomparsa a Castel San Pietro
Cronaca 15 Settembre 2020

Contributo del ConAmi per il Mondiale di ciclismo, i sindaci approvano l’investimento: «Ricadute per tutto il territorio»

Prima il Gran premio dell’Emilia Romagna di Formula 1, poi i Mondiali di ciclismo. L’anno del Covid è stato trasformato in un’opportunità che ruota attorno all’autodromo di Imola ma coinvolge tutto il circondario e non solo. «Le ricadute per il territorio saranno enormi anche se dovessero essere a porte chiuse» dichiara sicuro Fabio Bacchilega, presidente del ConAmi.

Una delle prime riunioni fatte in primavera come neopresidente del Cda era stata con gli albergatori e gli operatori del turismo, preoccupati per la stagione dei grandi concerti 2020 annullata dal Coronavirus. Ora, al contrario, si tratta di gestire una corsa che riporterà sul Santerno il Circus della F1 da venerdì 30 ottobre a domenica 1 novembre e, prima ancora, i campioni del ciclismo che sfrecceranno tra le colline e l’Enzo e Dino Ferrari, da giovedì 24 a domenica 27 settembre, tra due settimane appena. Chi azzarda dei numeri prospetta l’arrivo di circa 300 giornalisti per il ciclismo, oltre 2.500 persone tra atleti, società sportive, sponsor, più o meno le stesse attese per la F1. Sin da quando è stata diffusa la cartina del tracciato, si vedono biciclette che provano il percorso o gironzolano curiosi in cerca della posizione migliore dove appostarsi, magari con un occhio al distanziamento. «Il Mondiale ha avuto un richiamo enorme – conferma Bacchilega -. Sappiamo già che a Brisighella, Riolo Terme e Castel San Pietro si stanno riempiendo gli alberghi, e non dimentichiamo le possibilità per il settore della ristorazione e del beveraggio. Tutti i sindaci del ConAmi sono contenti».

Il Consorzio racchiude 23 enti locali, dal circondario imolese al ravennate e lughe- se, fino alla Toscana. Realtà grandi come Imola, Faenza, Castel San Pietro, o piccole e lontane come Castel del Rio, Marradi e Palazzuolo. I provvedimenti proposti dal Cda sono stati approvati all’unanimità dai sindaci-soci nonostante ai circa 500 mila euro da sborsare di lavori sull’autodromo, previsti da tempo per ospitare al meglio la F1, si sia aggiunto un contributo di 300 mila euro per l’organizzazione dei Mondiali. (l.a)

L’articolo completo su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: il presidente di ConAmi, Fabio Bacchilega 

Contributo del ConAmi per il Mondiale di ciclismo, i sindaci approvano l’investimento: «Ricadute per tutto il territorio»
Economia 15 Settembre 2020

F.1 e Mondiale di ciclismo a Imola, le stime sulle ricadute economiche

Per Imola si preannuncia davvero un autunno mondiale. L’annus horribilis della pandemia Covid, che ha registrato la cancellazione di eventi importanti (vedi la tappa del mondiale Superbike) e il rinvio di altri, come i grandi concerti previsti per l’estate (Cesare Cremonini, Vasco Rossi e Pearl Jam), avrà però una coda piuttosto interessante, almeno dal punto di vista sportivo. Al Gran premio dell’Emilia Romagna di Formula 1, inserito in calendario nel weekend dal 30 ottobre al 1° novembre, che riporta il Circus a Imola dopo 14 anni di assenza, si è infatti aggiunta la perla dei Mondiali di ciclismo (dal 24 al 27 settembre). In questo caso, per ritrovare la rassegna iridata nel circuito dei Tre Monti occorre andare indietro di oltre mezzo secolo, al 1968 del trionfo di Vittorio Adorni.

Ma quanto può valere dal punto di vista economico questo doppio colpo per il territorio imolese? Difficile a dirsi, stando al fatto che le incognite sono ancora parecchie, soprattutto per quanto riguarda l’evento ciclistico. «Difficile valutarne l’impatto – sottolinea infatti il presidente di If Imola-Faenza, Gianfranco Montanari -. Non abbiamo ancora tutti i dettagli organizzativi, gli incontri per definirli sono in corso». Per la Formula 1 una stima, almeno per quanto riguarda la parte alberghiera, è stata possibile farla grazie al contributo tecnico di Massimo Feruzzi, dell’agenzia di consulenza turistica e territoriale Jfc. Contando i soli addetti ai lavori (piloti, team, organizzatori, gommisti, giornalisti), il gran premio imolese frutterà al settore ricettivo la cifra di 3 milioni e 112 mila euro, di cui 2,7 milioni per le strutture alberghiere e i restanti 400 mila euro circa su quelle extra-alberghiere. (r.e.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: una veduta aerea dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari

F.1 e Mondiale di ciclismo a Imola, le stime sulle ricadute economiche
Cronaca 15 Settembre 2020

Al Medicivitas riapre il bar ma per ora solo al pomeriggio

A piccoli passi verso la normalità. Dopo oltre sei mesi, mercoledì 16 settembre riaprirà il bar del Medicivitas di via Oberdan a Medicina. Si tratta del centro sociale duramente colpito dal Coronavirus, che ha fatto diverse vittime anche tra volontari e clienti. Il bar gestito da volontari, per stessa volontà del comitato direttivo, era stato chiuso a inizio marzo. Poi, con il normalizzarsi della situazione, la riapertura per gradi. In luglio con le celebri crescentine, prima solo d’asporto e poi anche al tavolo, che saranno preparate tutti i mercoledì fino a fine settembre. «Ora riapriremo anche il bar, tutti i giorni tranne il martedì, al pomeriggio dalle 13 alle 18, ma non alla sera – aggiorna Simona Santoli del direttivo del Medicivitas -. Abbiamo una decina di volontari e non riusciremmo a garantire tutti i turni. Anzi, se qualcuno avesse piacere di unirsi a noi può scriverci un’email a csbocciofila@gmail.com oppure un messaggio sulla pagina Facebook Medicivitas».

Ovviamente, per accedere al bar valgono le ormai note regole. «Igienizzazione delle mani e mascherina, anche nel dehor all’esterno – dettaglia la Santoli -. Apriremo anche i tavoli da gioco per le carte e i biliardi, che abbiamo dimezzato come numero, ma l’accesso sarà possibile soltanto ai giocatori e non al pubblico». (gi.gi.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: il Medicivitas di Medicina

Al Medicivitas riapre il bar ma per ora solo al pomeriggio
Imola 15 Settembre 2020

#Imola2020, a Sasso Morelli si parla di welfare e famiglie con Marco Panieri e Graziano Delrio

Oggi, martedì 15, a Sasso Morelli il candidato sindaco Marco Panieri e il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio parleranno di welfare e famiglie. Appuntamento, alle 18.30, al Centro sociale di Sasso Morelli. «L’emergenza Coronavirus ci ha messi di fronte a criticità che vanno assolutamente affrontate per il futuro. Questi mesi hanno evidenziato ancor di più la necessità di riportare al centro i bisogni delle famiglie — spiega Francesca Marchetti —. Le persone, le loro esigenze devono essere al centro delle politiche di ogni territorio. Sarà fondamentale ripartire dalla famiglia per lo sviluppo di una città come Imola, per la crescita della nostra comunità è necessario investire sui giovani e per farlo è doveroso sostenere le famiglie. Sarà quindi interessante il confronto con il capogruppo Delrio, vista anche l’approvazione in queste ore del progetto di legge a sua firma relativo all’assegno unico per figli a carico che fa parte del Family Act.  Nel progetto che stiamo proponendo agli imolesi la famiglia e politiche di welfare che rispondano ai bisogni di tutti i cittadini sono prioritari, perché senza i sostegni alle persone non si può pensare che un territorio cresca forte e sano». (da.be.)

Nella foto: la locandina dell’evento

#Imola2020, a Sasso Morelli si parla di welfare e famiglie con Marco Panieri e Graziano Delrio
Cronaca 15 Settembre 2020

A Mordano telecamere leggi-targa in funzione al semaforo

Sicurezza è uno dei temi che stanno più a cuore al sindaco di Mordano Tassinari e i fatti lo dimostrano. Nel marzo scorso dopo aver posizionato lungo la via Lughese (in entrata sia da Imola che da Massa Lombarda) due nuovi autovelox ad infrarossi di ultima generazione ed aver installato i photored (o rosso ti vede) al semaforo tra le vie Lughese, Ponte e Cavallazzi, l’Amministrazione comunale ha dato il via libera nei giorni scorsi al montaggio da parte di Area Blu, sempre nella stessa intersezione, di tre targasystem, ovvero telecamere che leggendo la targa verificano la regolarità di assicurazione e revisione dei veicoli in transito.

Per chi non lo sapesse, se si circola con una assicurazione scaduta, la sanzione è di 841 euro, mentre è di 159 euro in caso di revisione scaduta. «I dispositivi sono stati installati sul semaforo di via Cavallazzi, rivolto verso Bagnara, e nei due di via Lughese, uno per chi entra e l’altro per chi esce dal paese – spiega il sindaco Tassinari. Per sanzionare, ovviamente, sarà necessaria la presenza di una pattuglia nelle vicinanze.

L’articolo completo su «sabato sera» del 10 settembre.

Nella foto: il targasystem montato a Mordano

A Mordano telecamere leggi-targa in funzione al semaforo
Imola 15 Settembre 2020

#Imola2020, l’economista e senatore della Lega Alberto Bagnai incontra il candidato Marchetti

Questa sera, alle ore 20.30, presso l’Auditorium ex Chiesa Osservanza (Parco dell’Osservanza – via Vittorio Padovani) è in programma la conferenza dal titolo «Effetti dell”accesso ai prestiti europei (Mes, Sure, Recovery fund) per gli interventi locali».

Sarà l’occasione per conoscere ulteriormente il programma del candidato sindaco Daniele Marchetti sulle prospettive economiche di Imol. Ospiti il senatore della Lega, noto economista ed accademico italiano, Alberto Bagnai e l’onorevole Jacopo Morrone, segretario Lega Romagna. (da.be.)

Nella foto (dalla sua pagina Facebook): il senatore Alberto Bagnai

#Imola2020, l’economista e senatore della Lega Alberto Bagnai incontra il candidato Marchetti
Cronaca 14 Settembre 2020

La presidente della commissione Scuola Marchetti, il commissario Izzo e l’assessore regionale Salomoni inaugurano l’anno scolastico all’Alberghetti

Da oggi, lunedì 14 settembre, quasi 620 mila studenti sono tornati sui banchi di scuola dell’Emilia-Romagna. Per questo oggi l’assessore regionale Paola Salomoni, la consigliera regionale e presidente della commissione Scuola Francesca Marchetti ed il Commissario Nicola Izzo hanno partecipato, insieme alla preside Vanna Monducci, all’inaugurazione dell’anno scolastico all’Istituto di Istruzione Superiore «Francesco Alberghetti» di Imola. «La scuola da sempre è stata la nostra priorità — spiega Marchetti —. Lo conferma l’impegno del Presidente Bonaccini quando in aprile aveva sottolineato al Governo di mettere al centro della ripartenza il tema scolastico, così come lo confermano le tante sedute di commissione regionale per confrontarci e capire in che modo sostenere i nostri bambini e i nostri ragazzi oltre alle loro famiglie e al personale scolastico. Il primo giorno di scuola è sempre una giornata carica di emozioni, dai preparativi della sera prima, alla sveglia la mattina presto, dallo zaino colmo di libri e desideri, all’arrivo davanti al portone, dal suono della campanella e all’ingresso nell’aula. Momenti che segnano l’esistenza, carichi di aspettative e che formano una persona. Per questo abbiamo ritenuto importante, oggi più che mai, dopo mesi in cui il coronavirus ci ha obbligati alla distanza e alla lontananza, ad essere presenti come istituzione all’inaugurazione dell’anno scolastico dell”IIS Alberghetti. Ringrazio per questa occasione l’amministrazione locale, i dirigenti e tutto il personale scolastico».

Anno scolastico che è partito in modo regolare, come affermato dal Comune di Imola. «Non sono giunte segnalazioni di particolari problematiche e questo fa ben sperare per il proseguo dell’attività e testimonia che il lavoro di informazione fatto dalle scuole e dalle istituzioni, unito al senso di responsabilità delle famiglie e degli studenti sta dando i frutti auspicati» di legge nel comunicato. Il commissario dopo aver visitato alcuni classi dell’Alberghetti ha rivolto un pensiero agli studenti. «Questo primo giorno di scuola sarà un ricordo indelebile della vostra vita. Oggi ricominciate un percorso scolastico dopo che la situazione epidemiologica ci ha costretto a interrompere l’ordinario flusso delle lezioni. State però attenti, perché il nemico è ancora in agguato. Seguite con attenzione tutte le norme che vi vengono indicate. Non pensate all’invincibilità della gioventù. La gioventù ci rende invincibili ma ci deve rendere ancora più responsabili e sono convinto che lo sarete. Siate protagonisti di questo momento storico del nostro Paese». (da.be.)

Nella foto: la visita delle istituzioni oggi all’Alberghetti di Imola

La presidente della commissione Scuola Marchetti, il commissario Izzo e l’assessore regionale Salomoni inaugurano l’anno scolastico all’Alberghetti
Cronaca 14 Settembre 2020

La palestra comunale di Toscanella sarà intitolata a Manuela Gallon, giovane scomparsa nella Strage di Bologna

Si sono conclusi di recente i lavori di riqualificazione della palestra comunale di Toscanella, collocata presso la Scuola Media «A. Moro». Gli interventi hanno riguardato il miglioramento sismico sia della palestra che degli spogliatoi, l’efficientamento energetico e di miglioramento strutturale. Costo complessivo 740 mila euro (interamente finanziato con contributo statale edilizia scolastica).

L’Amministrazione comunale ha così deciso di intitolare la «nuova» palestra a Manuela Gallon, 11 anni, una delle vittime della Strage alla Stazione di Bologna. Manuela era di Bologna, aveva superato gli esami di quinta elementare e si preparava ad affrontare le scuole medie. I genitori quel 2 agosto 1980 l’avevano accompagnata in stazione e stavano attendendo il treno che l’avrebbe portata alla colonia estiva di Dobbiaco, in provincia di Bolzano dove avrebbe dovuto trascorrere due settimane di vacanza. I tre si trovavano vicino alla sala d’attesa e il padre si allontanò per comprare le sigarette. Proprio in quell’istante scoppiò la bomba: Manuela rimase gravemente ferita, fu ritrovata e portata in coma all’ospedale dove morì 5 giorni dopo. La mamma morì e il padre rimase ferito.

In occasione dell’inizio dell’anno scolastico si è tenuta una cerimonia simbolica alla presenza delle Autorità e del fratello di Manuela, Fabio Gallon. «Siamo soddisfatti di aver portato a termine questo importante intervento – commenta il sindaco di Dozza Luca Albertazzi –  che consegna alla comunità un locale completamente rinnovato e maggiormente fruibile. Abbiamo ritenuto significativo, a 40 anni dalla Strage alla Stazione di Bologna, intitolare la palestra della nostra Scuola Media a Manuela Gallon, perché nel settembre del 1980 avrebbe iniziato proprio le scuole medie. Per ricordarla sarà apposta una targa nei locali della palestra». (da.be.)

Nella foto: la cerimonia di inaugurazione e intitolazione della «nuova» palestra a Toscanella 

La palestra comunale di Toscanella sarà intitolata a Manuela Gallon, giovane scomparsa nella Strage di Bologna

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast