Posts by tag: sabato sera

Cronaca 25 Giugno 2020

Coronavirus, dalla Regione stanziati fondi per sostenere gli investimenti a Medicina

La Regione Emilia-Romagna scende in campo a sostegno ai Comuni più colpiti dall’emergenza Covid-19, con una manovra, definita nella Giunta regionale di assestamento del Bilancio 2020, capace di movimentare circa 150 milioni di euro.

Nello specifico sono stati stanziati 20 milioni di euro per gli investimenti nelle province di Piacenza e Rimini, oltre a Medicina, in quanto ex zona rossa. Questo per alimentare la leva degli investimenti pubblici e le sue ricadute nei territori. «Una manovra straordinaria, per dimensione e obiettivi, che pur sviluppandosi in un contesto molto complesso, basti pensare alle conseguenze della pandemia sui conti pubblici, contribuisce al nostro obiettivo principale, quello di garantire la tenuta sociale ed economica dell’intera comunità emiliano-romagnola – spiega il presidente Bonaccini -. Con risorse certe vogliamo sostenere una ripartenza basata su sostenibilità, innovazione digitale, nuove modalità di lavoro e capacità di investimento degli enti locali, assicurando loro maggiori spazi d’azione, a partire dalle aree più colpite dall’epidemia come il piacentino, il riminese e Medicina. Stiamo mobilitando ogni risorsa possibile per consolidare l’attività di programmazione legata all’utilizzo di tutti i fondi disponibili, statali ed europei, insieme a quelli regionali, e alla condivisione delle scelte con i territori stessi e le parti sociali». (da.be.)

Foto d’archivio

Coronavirus, dalla Regione stanziati fondi per sostenere gli investimenti a Medicina
Cultura e Spettacoli 25 Giugno 2020

Le proposte estive di Casa Piani e delle biblioteche decentrate del Comune di Imola

Con l’arrivo dell’estate anche Casa Piani può finalmente aprire i suoi spazi all’aperto per piccoli gruppi di bambini/e e ragazzi/e. Nonostante le difficoltà e le incertezze di questi primi mesi dell’anno dovuti alla emergenza Covid, la Sezione ragazzi della biblioteca comunale propone un programma ricco di iniziative, articolato con cura nel rispetto delle misure di sicurezza necessarie. Per tutte le attività proposte sarà quindi indispensabile l’iscrizione. Altre misure di sicurezza richieste agli utenti saranno indicate al momento dell’iscrizione. 

Le iscrizioni di Casa Piani si ricevono da venerdì 26 giugno (da oggi, giovedì 25 giugno per i possessori della card cultura junior) tutte le mattine dalle 9 alle 13; il martedì e il giovedì dalle 15 alle 18. Per le iniziative gratuite la prenotazione può essere anche telefonica al n. 0542-602630, mentre per i laboratori in cui è prevista quota di condivisione delle spese, per iscriversi occorre recarsi a Casa Piani (via Emilia 88) negli orari indicati. (da.be.)

Foto tratta dal sito del Comune di Imola

Le proposte estive di Casa Piani e delle biblioteche decentrate del Comune di Imola
Cronaca 25 Giugno 2020

Coronavirus, annullata a Medicina l’edizione 2020 della Festa dell’Unità d’Estate

Anche l’edizione 2020 della Festa dell’Unità d’Estate di Medicina è stata annullata, a causa purtroppo dell’emergenza sanitaria da Covid-19. A renderlo noto l’ufficio stampa del Pd di Imola. «Medicina ed i medicinesi hanno affrontato forse il momento più difficile degli ultimi anni. Ci siamo trovati in questi giorni a riflettere se fosse opportuno, come ogni anno, fare la nostra bellissima Festa dell”Unità d”Estate, in programmazione come ogni anno tra la fine di agosto e inizio settembre. Le feste rappresentano per il Partito Democratico non solo una semplice occasione per ritrovarsi e stare insieme ma anche preziosi momento di confronto, dibattito, approfondimento ed altresì finanziamento dell”attività politica. Come Segreteria dell”Unione Comunale abbiamo chiesto ai nostri volontari la loro opinione a riguardo nella consapevolezza che sono proprio loro, quelle persone che vi aiutano nella compilazione dell”ordine, che vi accompagnano ai tavoli, che vi portano sorridendo le tagliatelle verdi ed i tortelloni, che puliscono senza sosta i tavoli dopo che avete consumato, che vi aspettano in cantina pronti a darvi acqua e vino sempre con il sorriso, la vera anima di questo Partito, la salda base sulla quale ci si appoggia. Non senza confronto ma insieme, all”unanimità, abbiamo deciso che la Festa dell”Unità d”Estate in programma ad agosto andasse annullata per quest”anno. Lo abbiamo deciso per rispetto dei nostri amici che abbiamo perso per via di questo virus. Lo abbiamo deciso come forma di protezione per i volontari stessi.Lo abbiamo deciso perché non ritenevamo opportuno, in questo difficile momento, portare via qualche centinaio di coperti ai ristoranti e locali di Medicina che devono ora affrontare un difficilissimo periodo di ripresa economica e ai quali va tutto il nostro supporto». (da.be.)

Nella foto: un’edizione passata della Festa dell’Unità a Medicina

Coronavirus, annullata a Medicina l’edizione 2020 della Festa dell’Unità d’Estate
Cronaca 25 Giugno 2020

Via libera del Consiglio metropolitano per la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

Nella giornata di ieri, il Consiglio metropolitano ha dato il via libera per conferire la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki  da parte di tutti i Comuni della città metropolitana. Il documento, che era già stato illustrato in Aula nell’ultima seduta, ha ottenuto 12 voti a favore (Pd, Mengoli-Rete Civica e Palumbo-Indipendene) e l’astensione di Erika Seta (Uniti per l’Alternativa). Il Consiglio metropolitano, in pratica, invita i consigli comunali dei Comuni della Città metropolitana di valutare di conferire la cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki, riconoscendo nella sua figura quei valori di libertà di studio, di libertà di pensiero e di libertà alla partecipazione pubblica propri di questo territorio e delle istituzioni che lo rappresentano.

Il ricercatore e attivista 27enne Patrick George Zaki, nella notte fra il 6 e il 7 febbraio scorso, è stato arrestato in Egitto perché accusato dal governo egiziano di diffondere notizie false attraverso i suoi canali social, attentare alla sicurezza nazionale e di istigare al rovesciamento del governo e della Costituzione. Zaki, come detto, è un ricercatore in un Master di Studi di Genere presso l’Università di Bologna, immatricolato all’Università di Granada nel Master Erasmus Mundus, con una borsa di studio dell’Unione Europea per frequentare il Master Gemma coordinato dall’Università spagnola. (da.be.)

Nella foto: Patrick Zaki

Via libera del Consiglio metropolitano per la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki
Economia 25 Giugno 2020

Il presidente della Sacmi Paolo Mongardi alla guida di Acimac

Paolo Mongardi, presidente di Sacmi, da luglio sarà alla guida di Acimac per due anni. L’Associazione costruttori italiani macchine e attrezzature per ceramica riunisce la maggioranza delle aziende italiane del settore, da quelle di medio-piccole dimensioni a quelle di dimensioni maggiori. (r.e.)

Nella foto: Paolo Mongardi

Il presidente della Sacmi Paolo Mongardi alla guida di Acimac
Sport 25 Giugno 2020

Camminate, dopo la pausa forzata si riparte con tanta cautela

Sia pure con le dovute limitazioni, è finalmente stato dato il via libera alle attività didattiche e turistiche nelle aree naturali protette. Insomma, si può ricominciare con le passeggiate e le escursioni grazie al decreto regionale di mercoledì 17 giugno. I partecipanti si devono impegnare a rispettare le norme di igiene e distanziamento al fine di limitare la diffusione del contagio, oltre a rispettare le direttive impartite dagli accompagnatori responsabili durante l’escursione.

Occorre essere provvisti di mascherina e gel disinfettante, certificare di non essere in quarantena, di non essere stati a contatto con persone risultate positive negli ultimi 14 giorni e di non avere sintomi ascrivibili al Coronavirus. Durante la marcia, va conservata una distanza interpersonale di almeno 2 metri, in bicicletta di almeno 5 metri. Ogni qualvolta si dovesse diminuire tale distanza, durante le soste e nell’incrocio con altre persone è obbligatorio indossare la mascherina; sono vietati scambi di attrezzatura, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Infine è responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso, tutto va portato a casa così come i rifiuti. Bisogna dimostrarsi civili e solidali con le popolazioni montane. Ai partecipanti è richiesta la massima disciplina, pena l’immediata esclusione dall’escursione per comportamenti potenzialmente dannosi per gli altri. Detto questo, su «sabato sera» in edicola da oggi, giovedì 25 giugno, gli eventi della settimana fino a mercoledì 1 luglio, tenendo conto che l’autodromo non ha ancora deciso come e quando aprire la pista al pubblico per i classici «Open Day», così come continua a essere fermo il «Camminacittà» imolese del lunedì. (r.s.)

Nella foto: camminata organizzata ad Ozzano

Camminate, dopo la pausa forzata si riparte con tanta cautela
Cronaca 25 Giugno 2020

«Speciale sabato sera», mangiare senza glutine ma con gusto

Questa settimana lo «speciale» di sabato sera parla di celiachia e cucina senza glutine. La celiachia colpisce circa l’1% della popolazione, più le donne degli uomini; in Emilia Romagna riguarda quasi 18 mila persone (poco meno di 600 quelle con diagnosi certa nel circondario imolese).

È considerata una malattia rara e dal 2017 è inserita tra quelle croniche invalidanti con esenzione ticket e contributo mensile per l’acquisto di alimenti senza glutine  Fino a pochi anni fa essere celiaci significava dover fare rinunce a tavola.

Oggi non è più così. Pizzerie, gastronomerie, pasticcerie offrono golosità che nulla hanno da invidiare a quelle «normali». Nei negozi, come potete leggere nel nostro «speciale», si trovano prodotti di ottima qualità, oltre a idee, suggerimenti e consigli degli esperti per mangiare senza glutine senza rinunciare al gusto. (r.c.)

Per saperne di più sfogliate lo «speciale» di sabato sera in edicola dal 25 giugno.

«Speciale sabato sera», mangiare senza glutine ma con gusto
Cronaca 25 Giugno 2020

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di «sabato sera»: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.  

SCUOLA. Maturità in mascherina nell’anno del Coronavirus. «SPECIALE». Questa settimana si parla di celiachia per unire  salute e gusto. SANITA”. Antonio Maestri guida l’Oncologia metropolitana. «Grifo Città di Imola» al direttore dell’Ausl Andrea Rossi. CRONACA. il sindaco Fausto Tinti e le operazioni urbanistiche. Una grande quercia fitta di proposte per Ozzano. LAVORO. Medicina, risposte per i lavoratori della «zona rossa». CRONACA NERA. Boccone avvelenato con stricnina nel giardino di casa. CULTURA. Riparte il cinema con i film alla Rocca di Imola. Luci e storie a Medicina colorano il teatro per i bambini. CALCIO. L”Imolese e una doppia sfida per salvarsi in C.

Nella foto: le prime pagine di «sabato sera»

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 24 Giugno 2020

Cgil e Flc Cgil Imola sostengono la mobilitazione «Priorità alla scuola» in programma all’Osservanza

Domani, giovedì 25 giugno, è in programma la mobilitazione organizzata dal comitato «Priorità alla scuola», formato da insegnanti, genitori, educatori e studenti della scuola e dell’università, che manifesteranno in tante città italiane, tra cui Imola, dalle ore 18.30 al Parco dell’Osservanza. A sostegno ci sarà anche la Cgil e la Flc Cgil di Imola. «Condividiamo le ragioni della mobilitazione – afferma Mirella Collina, segretaria generale della Camera del Lavoro di Imola -. L”obiettivo principale è quello di tornare a scuola in presenza a settembre. Gli investimenti non sono sufficienti e ci deve essere uno sforzo superiore per permettere che tutti possano fare didattica in presenza. Per fare questo bisogna concordare linee guida da seguire scrupolosamente e soprattutto verificare gli spazi. E” necessario che i sindaci del circondario si facciano carico del problema perché, nonostante norme restrittive rispetto al distanziamento sociale, non si deve perdere quello che si è conquistato in questi anni nel nostro territorio: il tempo pieno. E” fondamentale che il Circondario convochi le parti per iniziare una verifica attenta rispetto agli edifici, alle necessità dei bambini e delle famiglie e che si faccia promotore presso l”Ufficio scolastico di richiesta del personale necessario».

«La manifestazione del 25 giugno – continua Davide Baroncini, neo segretario Flc Cgil Imola – vuole portare al centro dell”attenzione la situazione della Scuola Pubblica che deve essere posta al centro dell’agenda politica. Il 14 settembre riapriranno le scuole ed è fondamentale che siano messe in atto tutte le misure necessarie per poter lavorare in sicurezza e garantirla a chiunque acceda alla scuola, prima di tutto agli alunni. Inoltre, avanziamo una serie di precise richieste, tra le quali due assumono particolare importanza: assunzione di altro personale sia docenti che Ata e un netto rifiuto a ogni proposta di riduzione del tempo scuola. Infine, chiediamo a tutti di partecipare, perché senza scuola non c’è politica, non c’è giustizia, non c’è uguaglianza, non c’è crescita, né umana, né economica».

«L”affollamento normativo degli ultimi mesi dovuto alla pandemia ha inoltre creato una situazione anomala nei servizi dell”infanzia comunali di Imola – aggiungono Mirella Collina, segretaria generale Cgil Imola e Maurizio Serra della Funzione Pubblica Cgil Imola -. Sono stati aperti i centri estivi ed accolte le domande presentate dalle famiglie con bambini in età 3-6 anni, mentre per effetto della tempistica tardiva della normativa sull”avvio dei servizi per i più piccoli (9-36 mesi) è stata messa in atto un”organizzazione che tiene conto di tutto il personale comunale a disposizione sui servizi ai bambini in età 3-6 anni. Inoltre, si presume che almeno fino al 10 luglionon si possa liberare personale per permettere l”attivazione dei centri estivi comunali per i “piccolini”. Una situazione che rischia di discriminare questa fascia d”età, sia per la possibilità di accesso e di aiuto alle famiglie, sia per le difficoltà nell”inserimento di bambini molto piccoli in una situazione non conosciuta. Chiediamo che l”amministrazione comunale tenga in considerazione questi aspetti». (da.be.)

Foto presa dalla pagina Facebook del comitato «Priorità alla scuola»

Cgil e Flc Cgil Imola sostengono la mobilitazione «Priorità alla scuola» in programma all’Osservanza
Cronaca 24 Giugno 2020

Coronavirus, riaperto in sicurezza il centro diurno disabili «Ali Blu» di Castello

Come da disposizioni della Regione, dopo la lunga chiusura forzata dovuta all’emergenza Covid-19, ha riaperto i battenti questa mattina il Centro diurno disabili «Ali Blu» di Castel San Pietro Terme, gestito dalla cooperativa Seacoop. «Ringrazio responsabili e operatori di Seacoop, insieme a quelli di Asp Circondario Imolese e Ausl di Imola, per l’impegno dedicato alla riapertura di questo delicato servizio e anche per il prezioso lavoro svolto durante il lockdown – afferma l”assessora al Welfare Giulia Naldi che questa mattina si è recata nella struttura per un saluto a utenti e operatori –. In questi mesi di chiusura, gli operatori sono sempre rimasti in contatto con le famiglie e gli utenti, con telefonate o videochiamate, anche per essere pronti a rispondere a eventuali esigenze particolari. Inoltre un mese fa è stata messa a disposizione anche l’assistenza domiciliare, attivata per le due famiglie che l’hanno richiesta. Sappiamo che queste famiglie sono quelle che hanno sofferto di più per il lockdown e per questo tutti hanno lavorato per far ripartire il servizio prima possibile».

Al momento sono dieci gli utenti che frequentano il centro a giorni alterni, divisi in due gruppi di cinque persone ciascuno, seguiti da altrettanti educatori, che per questo servizio sono previsti nella proporzione di 1 a 1. Il centro è aperto dalle ore 8 alle ore 16 dal lunedì al venerdì e sarà chiuso la settimana di Ferragosto. «La riapertura ha richiesto l’intera riprogettazione del servizio per rispettare le linee guida uscite il 18 maggio – spiega Mirca Penazzi, coordinatrice del Centro Diurno Ali Blu -. Tutto il personale Seacoop ha seguito la formazione specifica per operare secondo le attuali regole e il nostro responsabile della sicurezza ha visitato tutti i centri del Circondario e ha elaborato specifiche linee guida su ciascuno di essi, per seguire tutte  le regole previste da Asp e Ausl. L’attuale organizzazione proseguirà sicuramente almeno fino alla fine di agosto. Poi a settembre potrebbero arrivare altre disposizioni e in  quel caso ci attiveremo per riorganizzare nuovamente il servizio». (da.be.)

Nella foto: l’assessore Naldi nel centro diurno

Coronavirus, riaperto in sicurezza il centro diurno disabili «Ali Blu» di Castello

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast