Posts by tag: sacmi

Economia 6 Luglio 2022

Sacmi, Cefla e Ceramica: le nostre cooperative crescono

Le tre grandi imprese tirano le somme di metà anno e i numeri parlano di portafogli ordini pieni e di fatturati in crescita. Le incognite legate all’inflazione e alla guerra in Ucraina. Il presidente di Legacoop Imola, Raffaele Mazzanti: «Se vanno bene le nostre cooperative, va bene l’economia del territorio. Il nostro grido per la pace. Tra i soci delle nostre cooperative ho visto un forte senso di ap- partenenza. Le donne hanno un ruolo rilevante e decisivo. Non c’è niente di più moderno e più umano del cooperare». (r.e.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 luglio.

Nella foto: il presidente di Legacoop Imola Raffaele Mazzanti insieme ai loghi delle tre cooperative

Sacmi, Cefla e Ceramica: le nostre cooperative crescono
Cronaca 27 Maggio 2022

Sacmi sulla Televisione centrale cinese, l’appello alla pace del presidente Mongardi

L’appello alla pace del presidente di Sacmi, Paolo Mongardi, è stato trasmesso oggi dalla Televisione centrale cinese (Cctv), la più grande emittente televisiva della Cina continentale, controllata dal Governo centrale della Repubblica popolare cinese.

«Sarà difficile tornare ai tempi pre-conflitto – ha spiegato Mongardi nel servizio in cui ha raccontato le conseguenze del conflitto Russo-Ucraino sulla manifattura italiana -, ma per fortuna le aziende stanno mitigando l’effetto dell’aumento dei costi del gas con una richiesta notevolmente superiore al periodo prima della guerra. La pace è però fondamentale sia da un punto di vista umano, ma anche per riavviare gli scambi economici».

Nel servizio anche il contributo di Demostenes Floros, senior energy economist presso il Centro europa ricerche, che ha affermato che per aiutare il settore manifatturiero in breve tempo e ridurre la volatilità dei mercati è prioritario «tornare a negoziare con la Russia i contratti e i prezzi del gas, che devono essere calcolati in base al costo del petrolio, come avveniva una volta». (lo.mi.)

Nella foto: il presidente Sacmi alla televisione cinese

Sacmi sulla Televisione centrale cinese, l’appello alla pace del presidente Mongardi
Economia 17 Maggio 2022

Sacmi rinnova il Cda, Mongardi riconfermato alla presidenza per il prossimo triennio

Sacmi Imola ha rinnovato il proprio Consiglio di amministrazione nel corso dell’assemblea sociale che si è svolta lo scorso 14 maggio e durante la quale è stato anche approvato il Bilancio consolidato 2021.

Confermata anche per i prossimi tre anni la fiducia a Paolo Mongardi, in Consiglio di amministrazione con vari incarichi dal 2001 e presidente dal 2013. Vicepresidente sarà Lorenzo Mimmi, al suo quarto mandato, mentre, Giuliano Airoli diventa il terzo membro con deleghe esecutive in Cda. Esce Marco Sozzi per pensionamento, sostituito da Mauro Galeotti, in Sacmi dal 1999 e attualmente Sales area manager della business unit Rigid packaging per South Asia e Israele. Completa la composizione del Consiglio, Andrea Vernocchi, riconfermato al terzo mandato.

«Un’elezione nel segno della continuità – spiega la cooperativa imolese – anche alla luce degli importanti successi di mercato e occupazionali che hanno contrassegnato Sacmi in questi anni a guida Mongardi, con un 2021 straordinario, sotto il profilo delle vendite e della crescita della base occupazionale del gruppo in tutto il mondo». In particolare, lo scorso anno ha visto un progresso delle vendite di quasi il 40% del consolidato a livello di gruppo e un fatturato tornato, su quasi tutti i settori, a livelli strutturalmente superiori a prima della pandemia Covid-19. (lo.mi.)

Ulteriori approfondimenti sul «sabato sera» del 19 maggio.

Nella foto: il presidente di Sacmi, Paolo Mongardi

Sacmi rinnova il Cda, Mongardi riconfermato alla presidenza per il prossimo triennio
Economia 27 Aprile 2022

L’idrogeno accende i forni, la Sacmi guarda al futuro

Si parla di idrogeno come del combustibile del futuro e il rincaro esponenziale del costo del gas e dell’energia elettrica ha dato una spinta al tema della transizione energetica nelle imprese. Sacmi già da alcuni anni sta progettando forni per l’industria ceramica alimentati in parte a idrogeno e in parte a metano, ed è al momento in corso la sperimentazione di un forno alimentato al 100% a idrogeno, il cui lancio sul mercato è previsto per l’anno prossimo.

«Un forno alimentato al 50% a idrogeno è in fase di installazione attualmente presso un nostro cliente ed altri due dello stesso tipo sono in consegna ad agosto – spiega Giuseppe Miselli, regional manager Italia di Sacmi -, mentre il primo impianto pilota alimentato al 100% a idrogeno l’abbiamo realizzato nella nostra sede di Salvaterra (Reggio Emilia) tre anni fa con ottimi risultati». Quando Sacmi ha iniziato gli studi sul progetto non c’erano gli aumenti dei prezzi di oggi, «una speculazione che speriamo si fermi» annota Miselli. (lo.mi.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 21 aprile.

Nella foto: la sede della Sacmi e un un bruciatore a idrogeno

L’idrogeno accende i forni, la Sacmi guarda al futuro
Sport 1 Marzo 2022

Imola si prepara al ritorno della «Corri con l’Avis»

L’associazione Avis riapre i battenti della sua polisportiva, scendendo in campo con la 46ª edizione di «Corri con l’Avis». La storica manifestazione, in programma domenica 13 marzo alle ore 9.30, prenderà il via da viale Dante, passando dall’autodromo per terminare in piazza Matteotti. La storica maratonina competitiva di 21 km riprende quanto organizzato fino a due anni fa, poi sospesa per colpa della pandemia.  

Come ogni anno, potranno accedere alla maratona più fasce d’età e si potrà scegliere la categoria «competitiva» o quella «non competitiva». Curiosità per il numero effettivo di partecipanti: nel 2019 quelli competitivi erano attorno ai 500, mentre i non competitivi erano più di 2000. «Corri con l’Avis» sarà la solita manifestazione sociale a tutto tondo, che permetterà l’accesso dai primi adolescenti agli ultra 60enni. Le iscrizioni per chi vorrà far parte della categoria competitiva saranno online, mentre ai «non competitivi» basterà presentarsi in piazza Matteotti dalle 7.30 alle 9 il giorno della gara. Si sottolinea che, per partecipare alla manifestazione, sarà necessario esibire il Green pass. (r.f.)

Foto Isolapress

Imola si prepara al ritorno della «Corri con l’Avis»
Cronaca 31 Agosto 2021

A Imola nasce l’Officina digitale, scuole e imprese insieme per coordinare i Laboratori territoriali per l’occupabilità

Si è svolta ieri a Imola la prima assemblea dei soci di Officina digitale, nuova società consortile che si occuperà di agevolare il coordinamento tra realtà scolastiche e mondo imprenditoriale.  Ne fanno parte 14 soci, di cui 12 aziende e due istituti di istruzione superiore (Alberghetti e Scarabelli-Ghini). A siglare l’avvio della nuova società la presenza nella prima assemblea sociale del Sindaco di Imola Marco Panieri e dell’assessore alle Attività produttive Pierangelo Raffini.  

L’assemblea dei soci ha anche ratificato il nuovo Consiglio di amministrazione, composto da Tonino Ferri (presidente in rappresentanza di Sacmi Imola), Marco Gasparri (vicepresidente e ad Aepi), e i consiglieri Claudio Fedrigo (Cefla), Alessandro Curti (Curti Costruzioni meccaniche), Fabio Poli (Antreem) e Vanna Monducci (in rappresentanza degli Istituti superiori), Davide Baroncini (direttore generale). «Officina Digitale – dichiara il neopresidente Tonino Ferri – nasce su tre pilastri: coordinare i nuovi Laboratori territoriali per l’occupabilità (Lto), valorizzare la cultura dell’innovazione a partire dagli studenti delle scuole superiori, favorendo la nascita e l’attrattività del territorio attraverso l’incubazione di start-up e rendere maggiormente fruibili le opportunità formative già presenti sul territorio, come l’Università e gli Istituti di formazione superiore». 

Nella foto: i componenti di Officina digitale

A Imola nasce l’Officina digitale, scuole e imprese insieme per coordinare i Laboratori territoriali per l’occupabilità
Economia 19 Luglio 2021

Eccellenze del made in Italy, accordo tra Sacmi e Bnl a sostegno dei fornitori strategici del gruppo cooperativo imolese

Sacmi e Bnl (gruppo Bnp Paribas) hanno siglato un accordo per supportare le aziende fornitrici che producono beni strumentali per il gruppo cooperativo imolese, valutate dallo stesso strategiche ed efficienti. L’accordo, che consentirà alle imprese dell’indotto Sacmi di migliorare la valutazione del merito creditizio in condivisione con la capofiliera, si inserisce nel quadro del Programma Sviluppo eccellenze del Made in Italy, in virtù del quale Bnl sta stringendo accordi con varie aziende a capo di una filiera, per sostenere finanziariamente fornitori e imprese collegati, favorendo l’accesso al credito e offrendo condizioni e pricing competitivi, dando loro la possibilità di migliorare e innovare l’offerta e sfruttare opportunità di export e apertura ai mercati internazionali, grazie anche al network globale di Bnp Paribas.

«ll rapporto di Sacmi con i propri fornitori strategici – sottolinea il presidente, Paolo Mongardi – è costruito, storicamente, su una base di partnership, in una logica di arricchimento reciproco e di trasferimento di know how. Come gruppo Sacmi crediamo nella fiducia e nella responsabilità reciproca cliente-fornitore come vettore fondamentale di sviluppo e crescita sia sul core business sia sui nuovi prodotti e mercati. Ecco perché riteniamo importante mettere la solidità industriale e finanziaria del gruppo al servizio dei nostri partner, specialmente laddove originano competenze e prodotti strategici per i business Sacmi».

«Bnl è da tempo al fianco di Sacmi – ha commentato Regina Corradini D’Arienzo, responsabile divisione Corporate banking – e crede nel know how altamente specializzato di questo gruppo, come di tante altre realtà industriali del Paese». (lo.mi.)

Nella foto: il quartier generale di Sacmi a Imola

Eccellenze del made in Italy, accordo tra Sacmi e Bnl a sostegno dei fornitori strategici del gruppo cooperativo imolese
Cronaca 22 Giugno 2021

Incidente sul lavoro alla Sacmi, operatore investito da un collega sul muletto

Incidente sul lavoro, questa mattina, alla Sacmi. Secondo quanto riferito dalla stessa azienda imolese, intorno alle 10, un operatore della ditta Trascoop, incaricata della gestione in appalto dei servizi di ricevimento merci e prelievo dal magazzino, è stato investito da un collega della stessa ditta che si trovava a bordo di un muletto.

Fortunatamente le condizioni dell’uomo sono apparse subito non gravi. Per precauzione, però, è stato allertato l’elicottero del 118 e le autorità competenti. Terminati gli accertamenti medici, l’operatore ha lasciato l’azienda in ambulanza per raggiungere l’ospedale di Imola. (r.cr.)

Foto Isolapress

Incidente sul lavoro alla Sacmi, operatore investito da un collega sul muletto
Cronaca 8 Giugno 2021

Vaccini nelle aziende, avviata stamattina la campagna vaccinale per i dipendenti delle cooperative imolesi Sacmi e Cefla

Come annunciato nei giorni scorsi, anche le cooperative imolesi Sacmi e Cefla hanno iniziato a vaccinare i propri dipendenti, su base volontaria, presso l’hub allestito al Medical center dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Questa mattina è stato dato il via ufficiale alla campagna vaccinale, alla presenza dei presidenti di Cefla e Sacmi, Gianmaria Balducci e Paolo Mongardi, del sindaco di Imola Marco Panieri e del direttore generale dell’Ausl di Imola Andrea Rossi. 

Nella foto: l’inaugurazione dell”hub vaccinale Sacmi e Cefla al Medical center dell”autodromo

Vaccini nelle aziende, avviata stamattina la campagna vaccinale per i dipendenti delle cooperative imolesi Sacmi e Cefla
Cronaca 29 Maggio 2021

Coronavirus, dall’8 giugno parte il piano di vaccinazione del personale Sacmi e Cefla

Dopo che ieri la Regione ha dato il via libera alle vaccinazioni in azienda, questa mattina Sacmi e Cefla hanno confermato di essere in prima linea per dare il proprio contributo alla campagna vaccinale nazionale. In coerenza con il protocollo nazionale e in collaborazione con l’Ausl di Imola, le due aziende hanno infatti predisposto un piano congiunto finalizzato alla vaccinazione del proprio personale dipendente che potevano presentare la propria candidatura, entro il 28 maggio, sulla piattaforma on line appositamente predisposta.

Dopo essersi candidati sulla piattaforma, i dipendenti dovranno quindi attendere l’avvio della campagna, previsto per l’8 giugno prossimo. «L’obiettivo – spiegano i responsabili dell’iniziativa – è portare a termine la campagna in un arco temporale estremamente ridotto, vaccinando tutto il personale».  Fisicamente, i vaccini saranno somministrati presso il Medical Center posto all’interno dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Le modalità operative di vaccinazione saranno le stesse previste dalle linee guida del piano vaccinale nazionale. Si tratta quindi di un servizio in più rispetto a quanto già previsto dalla campagna di vaccinazione nazionale, coordinata territorialmente dalle Ausl.

Già a marzo 2021, si legge nel comunicato congiunto, le due aziende avevano prontamente risposto all’appello delle associazioni di categoria (tra cui Confindustria), per coinvolgere le imprese nell’attuazione del piano vaccinale nazionale, sottolineando la necessità di dare il proprio contributo «ad uno sforzo corale del sistema-Paese, essenziale per la tutela della salute e la ripresa delle attività sociali ed economiche». Seguendo il protocollo del Governo, emanato il 6 aprile successivo, e le più recenti linee guida regionali, Sacmi e Cefla hanno predisposto il piano con il supporto del medico competente. Tale piano è finalizzato ad organizzare un hub vaccinale specifico per consentire al proprio personale di poter aderire, su base volontaria ed in tempi rapidi, alla somministrazione del vaccino. (r.cr.)

Coronavirus, dall’8 giugno parte il piano di vaccinazione del personale Sacmi e Cefla

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA