Posts by tag: sirio spa

Cronaca 7 Giugno 2018

Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa: «Dopo l’Opera Dulcis puntiamo al bar Bacchilega»

Dal bar delle Acque minerali al centro storico. Sirio Spa, infatti, a inizio maggio ha rilevato l’Opera Dulcis di piazza Matteotti e da tempo è in trattativa con il Comune per il vicino bar Bacchilega, aperto nel 1929 e chiuso nel maggio del 2016. Per non lasciare vuote le vetrine di uno spazio così centrale e storico, il Comune ha preferito muoversi nell’ambito dei locali temporanei. Da ultimo, e fino al 30 giugno, vi ha trovato spazio il negozio di abbigliamento Etico-Il negozio imperfetto.

Nel mezzo, l’uscita di due bandi per assegnare il locale per un periodo più lungo, entrambi andati deserti, forse perché la cifra richiesta non era delle più economiche (si partiva da una base d’asta di 38 mila euro più 45 mila euro per le attrezzature, scesa poi a 33.600 euro più 9 mila euro per le attrezzature). Poi Area Blu, che si occupa anche del patrimonio pubblico, è passata a trattativa privata, raccogliendo tre manifestazioni di interesse, tra cui quella di Sirio Spa, l’unica ancora al vaglio. «Ci piacerebbe spostare dal primo piano sia il bagno che il laboratorio e riaprire alcune finestre murate che affacciano sulla piazza. E’ in corso un confronto con la Soprintendenza – spiega Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa -. Se tutto andrà in porto, vorremmo aprire per Pasqua 2019. Vogliamo mantenere l’aspetto retrò del Bacchilega e renderlo un bar che offre miscele di caffè, the e tisane, ma anche arricchire gli aperitivi e mantenere la pasticceria. Per i pranzi, invece, c’è l’Opera Dulcis, per il quale vogliamo anche ampliare la zona aperitivi e creare una zona esterna che offra cibo da strada, pensata soprattuto per i giovani. Inoltre, personalizzeremo maggiormente la zona ristorante. Vorrei rendere la piazza il fulcro della zona cocktail e aperitivi. La mia vocazione è investire, crescere e creare valore. Erano idee che avevo nell’animo da tempo e quando è capitata l’occasione l’ho colta».

gi.gi.

L”articolo completo su «sabato sera» del 7 giugno.

Nella foto: Stefania Atzori all”Opera Dulcis

Stefania Atzori, presidente di Sirio Spa: «Dopo l’Opera Dulcis puntiamo al bar Bacchilega»
Cronaca 7 Giugno 2018

Il nuovo gestore Sirio Spa ha le idee chiare su come rilanciare il bar delle Acque minerali

Colazioni, pranzi leggeri, aperitivi, serate a tema e discoteca. Il nuovo gestore del bar all’interno del parco delle Acque minerali, ossia il gruppo ravennate Sirio Spa, sta mettendo molta carne al fuoco. La novità più evidente rispetto al recente passato è che a interessarsi non sia stato un dj o qualcuno proveniente dal mondo delle discoteche e della musica, bensì una società che, stando ai dati pubblicati sul suo sito, ha raggiunto un fatturato annuo di oltre 60 milioni di euro e dà lavoro a 600 dipendenti.

Sirio Spa, nata come gestore del servizio ristorazione bar in ambito ospedaliero presso il Sant’Orsola Malpighi, oggi si occupa di 75 punti vendita, dalla ristorazione autostradale e stradale (SirioGrill, soprattutto sull’Autostrada A22 Modena-Brennero) all’aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna con ristorante e bar a marchio La Ghiotta, passando per tre fast food in franchising Burger King a Jesolo Lido, Bolzano e Venezia. Presidente del gruppo dal 2004 è Stefania Atzori che abita in zona e forse proprio per questo convinta a investire su Imola, in maggio acquisendo l’Opera Dulcis di piazza Matteotti e, ora, almeno per questa stagione estiva, la zona bar del parco delle Acque, che la Atzori definisce «un contesto meraviglioso».

Per fare cosa? «Vogliamo coinvolgere tutte le fasce d’età, dai giovani alle famiglie, fino alle persone più avanti con gli anni». Come? «Apriremo 7 giorni su 7, partendo con le colazioni e proseguendo con pranzi leggeri con qualche piatto fresco, poi aperitivi e serate a tema con menù fisso e musica – dettaglia la Atzori -. Oltre al bar, poi, vogliamo creare un angolo birreria dove servire anche hot dog e hamburger e una zona con centrifugati e macedonie». Non solo. «Vorremmo riattivare la discoteca per qualche serata da organizzare nei mesi di luglio e agosto – anticipa la presidente di Sirio Spa -. Ho due figlie ventenni e sono le prime a chiedermelo. E’ un momento di svago importante per i giovani e ci piacerebbe riuscirci».

Sirio Spa, come indicato nel bando, è entrata in possesso delle chiavi solo da martedì 5 giugno, visto che domenica 3 si è svolta la manifestazione Sport al centro, la pista da ballo era occupata dalla presentazione delle attività delle associazioni e il bar dato in gestione per l’occasione. «Dobbiamo sistemare un po’ la zona bar e inserire qualche arredo nuovo. L’obiettivo è aprire entro fine giugno – aggiunge Atzori -. Per farlo, siamo alla ricerca di personale, in particolare baristi e camerieri. Contiamo di assumere una decina di persone». Per Sirio Spa l’estate 2018 sarà il banco di prova per testare il locale all’interno del parco e, magari, presentarsi quando Area Blu pubblicherà un bando per una gestione più lunga. «Abbiamo tante idee, ad esempio vorremmo creare un ristorante dove c’è la casa del custode, ma bisogna prima verificare confrontandoci con Area Blu e Ausl quali delle nostre idee sono fattibili e sostenibili. Ci piacerebbe portare i cittadini a frequentare di più il parco anche d’inverno».

gi.gi.

L”articolo completo su «sabato sera» del 7 giugno.

Nella foto: la pista da ballo delle Acque durante la manifestazione «Sport al Centro» del 3 giugno

Il nuovo gestore Sirio Spa ha le idee chiare su come rilanciare il bar delle Acque minerali

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast