Posts by tag: sport

Cultura e Spettacoli 13 Gennaio 2021

Lo scrittore medicinese Paolo Baravelli ha vinto il 49° Concorso Nazionale per il Racconto Sportivo

Lo scrittore Paolo Baravelli ha vinto il primo premio del 49° Concorso Nazionale per il Racconto Sportivo con l’opera inedita dal titolo «Noi».

Classe 1971, medicinese, Baravelli è appassionato di scrittura creativa di libri e soggetti cinematografici. La commissione giudicatrice composta dal presidente Gianni Letta, Novella Calligaris, Darwin Pastorin, Nino Petrone e Gianfranco Teotino, si è riunita lo scorso ottobre presso la sede Coni del foro italico. Dopo l’esame delle opere ricevute ha attribuito i premi. A Baravelli, quindi, sono arrivati 3 mila euro. «E’ una grande soddisfazione da parte dell’Amministrazione comunale che un nostro concittadino abbia ricevuto un riconoscimento così importante» ha dichiarato il presidente del Consiglio Comunale di Medicina, Enrico Caprara. (da.be.)

Nella foto (dal sito del Coni): la premiazione del 49° Concorso Nazionale per il Racconto Sportivo

Lo scrittore medicinese Paolo Baravelli ha vinto il 49° Concorso Nazionale per il Racconto Sportivo
Cronaca 3 Gennaio 2021

Un concorso di idee per progettare il futuro parco dello sport di Medicina

Il 22 dicembre scorso il Comune di Medicina ha pubblicato il Concorso di Idee per la progettazione del futuro Parco dello Sport. L’obiettivo a cui mira il progetto, maturato e condiviso dai partecipanti al Laboratorio di Idee Parco dello Sport e dall’Amministrazione comunale, è la creazione di un parco sportivo che sia aperto, vivibile, attrezzato, attrattivo, integrato al centro storico e accessibile con percorsi, in cui le persone di ogni età e abilità e gli studenti delle molte scuole presenti, possano muoversi a piedi e in bicicletta, in sicurezza, e dotato di parcheggi per chi viene da fuori, che diventi punto di riferimento per l”educazione al movimento e alla salute.

Il Concorso di idee è aperto alla partecipazione di professionisti abilitati all’esercizio della professione, iscritti all’ordine degli Architetti/ingegneri/ agronomi o altro diploma tecnico attinente alla tipologia dei servizi di progettazione da prestare.
Anche per lo sport, il Comune di Medicina punta sulla partecipazione,, modalità già percorsa con altri progetti e che ha dato ottimi risultati. «Stiamo lavorando da tempo a questo progetto insieme alle associazioni sportive e ai cittadini. Ora parte il bando di idee che ci consegnerà un progetto su cui proseguire.- dichiara il sindaco Matteo Montanari-, Il Covid ha reso evidente a tutti l’importanza d’investire sulla qualità delle aree pubbliche e sugli spazi sportivi all’aperto. Il Parco dello Sport di Medicina sarà uno spazio accogliente che promuoverà la socialità e il movimento outdoor».

Il termine per presentare le proposte scade alle ore 12 del prossimo 22 marzo. Sul sito dedicato tutte le informazioni da conoscere per partecipare (bando, documenti, quesiti, iscrizione, scadenze). (da.be.)

Foto d’archivio

Un concorso di idee per progettare il futuro parco dello sport di Medicina
Cronaca 30 Dicembre 2020

Pubblicata la graduatoria per i contributi alle associazioni sportive e culturali di Casalfiumanese

Oggi il Comune di Casalfiumanese ha pubblicato la graduatoria provvisoria per l’erogazione di contributi per iniziative culturali e sportive realizzate da associazioni aventi sede nel territorio comunale. Sul sito del Comune e all’albo pretorio è infatti disponibile la graduatoria attraverso cui vengono affidati contributi per un importo complessivo di 5.960 euro.

Le domande presentate sono state tutte accolte, alcune in forma totale, altre in forma parziale a seconda della valutazione ottenuta sulla progettazione presentata. 
Le liquidazioni avverranno nella seconda decade di gennaio. «Attraverso questa misura vogliamo promuovere il benessere della nostra società con servizi integrativi a sostegno dei giovani e delle famiglie per arricchire e sensibilizzare la società – commentano gli assessori Ortolani e Vega –. L’associazionismo rappresenta una risorsa fondamentale del nostro territorio, in questo periodo pandemico sono venuti meno quegli spazi di socializzazione e proprio da loro sarà necessario ripartire. Questo sostegno vuole metterci nelle condizioni di programmare la prossima annualità, avendo ben chiaro che è necessario ripartire da “ noi”». (da.be.)

Nella foto (Isolapress): veduta aerea di Casalfiumanese

Pubblicata la graduatoria per i contributi alle associazioni sportive e culturali di Casalfiumanese
Cronaca 30 Dicembre 2020

Nuovo campo da calcio in sintetico a Casalfiumanese, via ai lavori nella primavera 2021

Con una delibera del 4 dicembre scorso la Giunta del Comune di Casalfiumanese ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo per la riqualificazione del centro sportivo di via XXV Aprile che prevede la realizzazione di nuovo campo sintetico. L’importo complessivo è si 177.059,64 euro, di cui 108.500 euro arrivati dalla Regione Emilia Romagna e 68.559,64 euro di fondi comunali. «Lo sport è sinonimo di socialità e di crescita delle nuove generazioni – sottolinea Filippo Vega, assessore allo Sport -. Come Amministrazione eravamo consapevoli dell”impellente necessità di rilanciare il Centro sportivo di via XXV Aprile, struttura importante per la nostra comunità. Il progetto presentato garantisce nuovi spazi, strutture all”avanguardia, servizi al passo con i tempi per far sì che si possa crescere sportivamente ed umanamente e lo sport rappresenti realmente una palestra di vita».

L’intervento prevede la realizzazione di un nuovo campo da calcio in erba artificiale sulla superficie dell’esistente in erba naturale, in modo da assicurare anche nel periodo invernale la continuità dell’attività sportiva soprattutto per i più piccoli. Nel periodo estivo, invece, permette di poter effettuare nel campo principale a 11, interventi di rigenerazione del manto erboso naturale. Inoltre la superficie in erba artificiale avrà un carattere polivalente e consentirà di effettuare molteplici attività sportive tra cui anche la pallavolo. Il campo polivalente potrà essere utilizzato anche per nuovi tornei , dalle scuole e dai privati cittadini per partite amatoriali. Inoltre, verrà posizionato un serbatoio per la raccolta delle acque meteoriche che, attraverso un elettropompa, consentirà l’irrigazione delle aree limitrofe. Infine, nell’ottica dell’efficientamento energetico delle strutture pubbliche, l’intervento prevede anche la rimozione dei corpi illuminanti agli ioduri metallici attualmente presenti e la loro sostituzione con 12 proiettori led asimmetrici, specifici per l’impiego di aree sportive. 

Il lavoro è stato affidato alla ditta «Green Power Service» che è stata identificata tramite gara pubblica, attraverso il portale Sater della Regione Emilia Romagna. Il cantiere partirà indicativamente nella primavera 2021. (da.be.)

Nuovo campo da calcio in sintetico a Casalfiumanese, via ai lavori nella primavera 2021
Economia 29 Dicembre 2020

Quando lo sport castellano andava veloce sulle Cicli Cinzia: l’azienda ha sponsorizzato ciclismo, calcio e golf

Il marchio Cicli Cinzia ha girato il mondo con le sue biciclette ed è conosciuto in Italia anche come sponsor nello sport: dalla serie A di calcio al ciclismo dilettanti, dal golf alle discipline più svariate. L’azienda di Giuseppe Bombi (cui poi è subentrato il figlio Maurizio) e Sergio Maccaferri è stata tra le più convinte e longeve sostenitrici dello sport castellano, sponsorizzando sia il Castello Calcio, sia la società ciclistica Sergio Dalfiume. Proprio quest’ultima ha corso con il marchio Cicli Cinzia sulle divise per ben 25 anni, nelle categorie dilettanti Under 23 ed Elite, raccogliendo numerose vittorie.

In via Lombardia a Osteria Grande si è però sempre respirata anche aria di calcio, a cominciare dalla serie A con il Bologna, certo per il tifoso Maurizio Bombi (figlio di Giuseppe) sempre in tribuna allo stadio Dall’Ara e per i cartelloni sponsorizzati Cicli Cinzia a bordo campo. Notevole l’attaccamento dimostrato per la squadra di calcio di Castel San Pietro, per ben 13 anni targata Cicli Cinzia, arrivata fino alla serie C2, campionato professionistico disputato per ben 6 stagioni.

Ultima, ma non certo per importanza, la sponsorizzazione per tante gare (anche di livello europeo) presso il Golf Club Le Fonti di Castel San Pietro Terme, uno dei pochissimi campi di golf in Italia di proprietà comunale (fu inaugurato nel 2000), nato grazie ad un accordo pubblico-privato che, sul finire degli anni ’90, vide protagonisti l’Amministrazione comunale (sindaco Graziano Prantoni) e proprio l’imprenditore Giuseppe Bombi, titolare della Cicli Cinzia. (s.d.f.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 24 dicembre.

Nella foto: mister Andrea Orecchia con la maglia del Castello Calcio sulla quale spicca il nome dell’azienda di Osteria Grande; il ciclista Fabrizio Amerighi a braccia alzate in una delle 7 corse da Under 23 che ha vinto con la società Dalfiume, sponsorizzata Cicli Cinzia (Isolapress)

Quando lo sport castellano andava veloce sulle Cicli Cinzia: l’azienda ha sponsorizzato ciclismo, calcio e golf
Cronaca 10 Dicembre 2020

Cimeli Pantani, la bici del Tour de France 2000 ad una cordata guidata dal Ct Davide Cassani

La bici che Marco Pantani ha usato nel Tour de France 2000, aggiudicata ieri all”asta alla cifra record di 66 mila euro dopo decine di rilanci, andrà allo Spazio Pantani di Cesenatico, con la consegna che dovrebbe avvenire il prossimo 13 gennaio, giorno del cinquantesimo compleanno del Pirata. Lo rende noto la casa d”aste Bolaffi, che rivela l”identità del numero 320 aggiudicatario del lotto 35. Si tratta, infatti, «della cordata guidata dalla DC’s Friends del Ct della Nazionale azzurra di ciclismo, Davide Cassani, al telefono durante l’asta insieme a un importante imprenditore italiano, che si è offerto di sostenere la causa».

Causa a cui ha aderito anche Aste Bolaffi, donando al gruppo l’equivalente delle commissioni, pari al 25% da aggiungere al prezzo di martello, come annunciato nei giorni scorsi in un comunicato. «Aste Bolaffi riconosce l”importanza dei cimeli del ciclismo di Marco Pantani e Mercatone Uno e l”opportunità che rimangano patrimonio collettivo, per questo ha deciso di rinunciare alle commissioni di vendita sui memorabilia, qualora vengano acquistati da un museo o da un altro soggetto (privato o associazione) che si impegni a garantirne il pubblico accesso mediante donazione a un museo o qualunque altro modo che ne permetta la pubblica fruizione».

«Siamo molto soddisfatti per questo risultato – ha poi commentato Filippo Bolaffi, amministratore delegato di Aste Bolaffi – segna un record per il dipartimento di Sport Memorabilia e una vittoria sulla scommessa fatta cinque anni fa quando, con un catalogo di pochissimi lotti, organizzammo la prima asta. Segno che il collezionismo dei cimeli sportivi sta prendendo piede anche in Italia». (lo.mi.)

Nella foto: un momento dell”asta di ieri (immagine tratta dal sito www.astebolaffi.it)

Cimeli Pantani, la bici del Tour de France 2000 ad una cordata guidata dal Ct Davide Cassani
Cronaca 9 Dicembre 2020

Cimeli Pantani battuti all’asta per poco più di 160 mila euro. La più gettonata la bici Bianchi del Tour 2000

Si è appena conclusa l’asta Bolaffi per la vendita dei cimeli di Marco Pantani, che facevano parte della collezione esposta nel centro direzionale Mercatone Uno a Imola. Il lotto più gettonato è stato il numero 35, la bici Bianchi del Tour de France 2000, venduta per 66 mila euro all’anonimo acquirente numero 320 (il video qui sotto). La bici delle Olimpiadi di Sydney 2000 è stata aggiudicata invece per 46 mila euro all’acquirente 9126, a cui in precedenza era andato anche il lotto 22, una tempera su tela di Tonino dal Re. La maglia gialla dell’85° Tour de France 1998, con dedica autografa di Marco Pantani a Romano Cenni, fondatore della Mercatone Uno, è stata venduta per 11 mila euro, mentre la maglia rosa dell’81° giro d’Italia del 1998 è stata aggiudicata per 9.500 euro. In totale la vendita dei 37 lotti ha fruttato poco più di 160 mila euro.

Tra i partecipanti anche Confabitare, il consorzio di imprese imolese, che al termine ha voluto raccontare l’esito dell’asta attraverso un comunicato stampa. «Tra maglie battute (fra i 6mila e gli 11 mila euro), quadri e cimeli che partivano da 3/400 euro e arrivavano a 1.000 e biciclette (battute a prezzi “automobilistici”), siamo riusciti a recuperare qualche opera artistica di “Gio di Batte” raffiguranti Pantani ed altri ciclisti storici (alcune opere le ritroviamo anche riprodotte sui noti murales di Dozza). Era impensabile arrivare oltre (moltissimi partecipanti, anche dall’estero, pure dagli Emirati dicono, oltre ad alcuni ex campioni di ciclismo) e abbiamo fatto bene a battere per aggiudicarci, quanto meno, qualche opera. Davvero le maglie diventavano proibitive per quanto eravamo riusciti a raccogliere e quindi visto l’andazzo dei primi lotti, abbiamo preferito concentrarci subito su quelli sperando con il residuo di giocarci almeno una o due maglie. Ma nulla, queste partivano già con basi molto alte. Peraltro la quota residuata dal nostro montante di partecipazione non verrà certo dispersa: verrà destinata ad una società ciclistica del territorio. Per ricordare il grande Marco. Nei prossimi giorni comunicheremo quando riceveremo i cimeli ed in seguitoli consegneremo al museo “Spazio Pantani”di Cesenatico, se gradirà riceverli. E del pari comunicheremo il nome della società ciclistica che beneficerà della nostra piccola elargizione .Almeno, noi, la gara l’abbiamo fatta». (lo.mi.)

Nella foto: un momento dell’asta

Cimeli Pantani battuti all’asta per poco più di 160 mila euro. La più gettonata la bici Bianchi del Tour 2000
Cronaca 23 Ottobre 2020

Il trio Il Volo aprirà il Gran Premio di F.1 a Imola intonando l'Inno di Mameli

Il 1° novembre sarà il trio Il Volo ad aprire il Gran Premio di F.1 dell’Emilia Romagna, in programma all”Autodromo Enzo e Dino ferrari di Imola. I tenori Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble saranno infatti protagonisti della cerimonia iniziale, interpretando l’Inno di Mameli per omaggiare i piloti schierati in prossimità della linea di partenza.

Da sempre appassionati di Formula 1 e fieri di rappresentare l’Italia cantando l’Inno, hanno accettato di partecipare a questo prestigioso evento con entusiasmo. «È un onore per noi essere stati invitati al Gran Premio – spiegano – e interpretare ancora una volta l’Inno di Mameli, ogni volta che abbiamo avuto  questa  opportunità  non  è  stato  facile  nascondere  l’emozione.  Ringraziamo  il  Presidente  di  Formula  Imola Uberto Selvatico Estense e facciamo un grande in bocca al lupo a tutti i piloti».

«Questo magnifico trio canoro – ha dichiarato  il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, annunciando la presenza dei cantanti – caratterizza  la  musica  e  la  cultura  italiana  nel  mondo  già  da  tempo  e  dunque  chi  meglio  di  loro  poteva interpretare l”Inno italiano, emozionando in mondovisione gli spettatori del Gran Premio più atteso della stagione. Un ringraziamento particolare, oltre che agli artisti, al loro manager Michele Torpedine per la grande disponibilità ed  entusiasmo  nel  supportare  l”iniziativa  che  segna  il  ritorno  della  Formula  1  a  Imola  dopo  14  anni».

Nella foto: Il Volo (foto di Julian Hargreaves)

Il trio Il Volo aprirà il Gran Premio di F.1 a Imola intonando l'Inno di Mameli
Cronaca 27 Settembre 2020

A Castello terminati i lavori di riqualificazione dei campi di calcio a 5 «Renzo Cerè» e del campo da tennis di Osteria Grande

Dopo l”intervento effettuato al campo da basket all’aperto Luca Grilli a cura dell’omonima associazione sportiva, nei giorni scorsi il Comune di Castel San Pietro e volontari delle associazioni sportive locali hanno rimesso a nuovo i campi di calcio a 5 intitolati a Renzo Cerè nel centro sportivo Casatorre e il campo da tennis nel centro sportivo di Osteria Grande.

Gli interventi di riqualificazione e manutenzione dei campi di calcio a 5, conclusi la settimana scorsa, comprendevano il ripristino degli spogliatoi, il rifacimento del coperto, la sistemazione dell’impianto elettrico e di areazione, il rifacimento delle docce e dei rivestimenti e la posa del nuovo manto in erba sintetica sul campo 1 (costo complessivo, 50 mila euro).

Inoltre, grazie all’impegno dei volontari dell’associazione Edu InForma(Zione) Renzo Cerè – Bfc Senza Barriere è fatta una pulizia complessiva dell’area e la tinteggiatura esterna di tutta la palazzina uffici/spogliatoi, utilizzando la tempera donata da un’azienda castellana.

Infine a Osteria Grande, è stata completamente rifatta la pavimentazione del campo da tennis, finanziata dal Comune con un importo di 20mila euro. (r.cr.)

Nella foto: il campo di calcio a 5 e quello da tennis riqualificati

A Castello terminati i lavori di riqualificazione dei campi di calcio a 5 «Renzo Cerè» e del campo da tennis di Osteria Grande
Cronaca 6 Agosto 2020

Impianti sportivi comunali di Imola, fino a sabato 8 agosto aperti i termini per le richieste di utilizzo

Fino alle 12 di sabato 8 agosto 2020 sono aperti i termini per la presentazione delle richieste di utilizzo degli impianti sportivi comunali di Imola (palestre, campi all”aperto e piscina coperta) nella stagione 2020/2021. Le domande, da presentare dietro compilazione dei moduli disponibili all”Ufficio sport del Comune (via Mazzini 4, primo piano), all”Urp (Sala Miceti) o scaricabili dal sito internet  del Comune, devono essere presentate all”Urp, all”Ufficio protocollo oppure inviate tramite posta certificata all”indirizzo comune.imola@cert.provincia.bo.it. Ogni altra modalità di invio non sarà ritenuta valida.

Le domande, come precisato, sono valide per la stagione sportiva 2020/2021, che coincide con la durata dell”anno scolastico, quindi dal 14 settembre 2020 al giugno 2021, comprese le vacanze di Natale e Pasqua ed escludendo i giorni festivi. L”Amministrazione precisa inoltre che «per i periodi di vacanza l’utilizzo deve essere confermato così da programmare le aperture degli impianti solo per quando necessario» e che «per i giorni dei mesi di settembre 2020 e giugno 2021, non compresi nel periodo in convenzione, eventuali richieste di spazi vanno inoltrate all’ufficio Sport almeno 15 giorni prima della data richiesta, per consentirne la necessaria istruttoria». (r.cr.)

Nella foto la piscina Ruggi

Impianti sportivi comunali di Imola, fino a sabato 8 agosto aperti i termini per le richieste di utilizzo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast