Posts by tag: stati generali

Cronaca 14 Dicembre 2020

Stati generali del diabete in Emilia Romagna, Glucasia: «Grazie al lavoro dei volontari»

Due giornate di lavori sul modello di workshop per fare il punto su quanto è stato fatto e su quanto è in divenire nella nostra regione per l’assistenza a chi è affetto da diabete. Venerdì 11 e sabato 12 dicembre si sono tenuti online gli Stati generali del diabete in Emilia Romagna, organizzati dalla Federazione Diabete della regione. «Il Covid 19 ha cambiato le nostre vite – dice Rita Lidia Stara, presidente Federazione diabete Emilia-Romagna -, il sistema salute ha subito grandi cambiamenti e stiamo imparando a vivere in modo diverso ma non dobbiamo dimenticare che il diabete è sempre presente. L’epidemia non deve distrarci dal perseguire un servizio sanitario efficiente, in grado di dare risposte concrete ai bisogni di salute delle persone con diabete che noi rappresentiamo».

Gli Stati generali erano aperti a tutti in modalità di videoconferenza tramite la piattaforma Zoom. «Si è trattato del decennale della nostra Federazione – dice Silvia Penazzi, presidente di Glucasia, l’associazione dei diabetici dell’imolese – che in tutti questi anni ci ha rappresentato come associazione e come persone con diabete di fronte alle istituzioni ed enti a cui noi ogni giorno ci rapportiamo, ascoltando le nostre esigenze e cercando di salvaguardare al meglio i diritti di pazienti e familiari accompagnatori. I risultati ottenuti da Feder sono stati ottenuti grazie ai sacrifici di volontari che in cambio non hanno mai voluto nulla tranne che la gratitudine e la soddisfazione di aver fatto qualcosa contro una malattia subdola e difficile come la nostra. Gli Stati generali sono stati l’occasione di raccontare le cose che funzionano e quelle che devono essere migliorate, l’analisi del lavoro svolto per migliorarsi e trovare soluzioni e opportunità alle condizioni delle persone che ogni giorno vivono col diabete». (r.cr.)

Nella foto: il logo dell’evento

Stati generali del diabete in Emilia Romagna, Glucasia: «Grazie al lavoro dei volontari»
Cultura e Spettacoli 8 Luglio 2020

Alberto Forchielli presenta il libro sul lockdown pubblicato da Bacchilega Editore

Gli scenari mutano velocemente, come il virus che ci ha colpito in questa prima metà di un anno bisesto, funesto come da tempo non si ricordava. E’ difficile fare un’analisi e provare a dare una lettura di prospettiva: l’incertezza e gli scenari cambiano a una velocità a cui neppure il mondo digitale e globalizzato era abituato.

Che figata la quarantena, ma adesso sono cavoli nostri, il libro scritto da Alberto Forchielli (in collaborazione con Lorena Mirandola e Christian Fossi) ed edito da Bacchilega Editore che verrà presentato questa sera al ristorante Gastarea di Castel San Pietro alla presenza del’autore, è stato dunque tutto una sfida, un work in progress, difficile da concludere visto che il rischio era quello di far la fine del quotidiano del giorno prima, buono solo per incartare il pesce.
Un punto, arbitrariamente, è stato messo alla vigilia degli Stati Generali; per fortuna la tecnologia aiuta e molto probabilmente la successiva versione ebook avrà degli aggiornamenti. Una sfida che solo Alberto Forchielli, imolese come la cooperativa Corso Bacchilega, che edita il volume, poteva accettare. (r.cr.)

Fotografia di Marco Isola/Isolapress – La copertina del libro

Alberto Forchielli presenta il libro sul lockdown pubblicato da Bacchilega Editore
Economia 30 Giugno 2020

Le proposte di Alleanza delle cooperative italiane agli Stati generali

Un grande piano nazionale per la transizione ecologica ed energetica, un pacchetto con 100 proposte di semplificazione normativa, la richiesta di interventi per sostenere la capitalizzazione e il rafforzamento patrimoniale delle imprese e nuovo patto sociale che defiscalizzi gli incrementi di produttività.
Queste, in sintesi, le principali proposte che l’Alleanza delle Cooperative ha presentato al Governo nel corso degli Stati generali.

«Dl rilancio e Dl liquidità – ha spiegato il presidente Mauro Lusetti, anche a nome dei copresidenti Maurizio Gardini e Giovanni Schiavone – hanno pensato soprattutto alla finanza, ma non al rafforzamento patrimoniale. Noi abbiamo invece avanzato diverse proposte che vanno proprio in questa direzione: Ace, fiscalità agevolata dei ristorni portati a capitale; favorire la rivalutazione dei beni di impresa. E ancora equity anziché debito per sostenere le Pmi; sostegno ai workers buy out non solo per imprese in crisi, ma anche per successione generazionale e interventi nel capitale delle imprese da parte dei Fondi di previdenza integrativa». (r.cr.)

Le proposte di Alleanza delle cooperative italiane agli Stati generali

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast