Posts by tag: test

Cronaca 20 Ottobre 2020

Test sierologici gratuiti, è già boom di richieste anche nelle farmacie del circondario imolese

È già boom di richieste per il test sierologico gratuito rivolto a bimbi, ragazzi (più familiari conviventi) e studenti universitari, anche provenienti da altre regioni (purché con medico curante in Emilia Romagna).

Da ieri, giorno di avvio della campagna che durerà fino a giugno, sono decine le richieste arrivate anche nelle farmacie pubbliche e private del circondario, che aderiscono allo screening epidemiologico. Per questo, molte farmacie si stanno organizzando per estendere gli orari in cui è possibile prenotare il test, mentre le liste d’attesa arrivano già a novembre.

«Una campagna che potenzialmente si rivolge a quasi la metà della popolazione emiliano romagnola – spiega l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini -, perché in attesa del vaccino questa battaglia contro il virus la può vincere solo la nostra capacità di individuare, circoscrivere e spegnere sul nascere eventuali nuovi focolai. Una indagine epidemiologica del genere non ha precedenti in Italia. Ci auguriamo che la risposta dei cittadini sia massima».

L’elenco delle farmacie aderenti e la modulistica sono pubblicati sul sito della Regione Emilia Romagna. (lo.mi.)

Test sierologici gratuiti, è già boom di richieste anche nelle farmacie del circondario imolese
Cronaca 27 Agosto 2020

Coronavirus, indagine sierologica a Medicina: dal 7 settembre test gratuiti per tutti e senza prescrizione medica

Attenzione cittadini di Medicina! A partire dal 7 settembre sarà possibile, per tutti i cittadini del comune del Barbarossa, partecipare ad un’indagine di sieroprevalenza dell’infezione da Coronavirus, per studiare e comprendere la diffusione del virus analizzando il numero delle persone che hanno sviluppato gli anticorpi, anche in assenza di sintomi.

Il test è gratuito, senza prescrizione medica, e deve essere prenotato a partire dall”1 settembre dai cittadini residenti del comune di Medicina, esclusivamente presso il Cup della Casa della Salute di Medicina, il Cup telefonico 800 04 06 06 (al lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 fino alle 12.30) e le quattro Farmacie presenti nel territorio del Comune. Gli appuntamenti si possono prenotare a partire dal primo settembre, mentre i test come detto saranno eseguiti dal 7 settembre in poi. (da.be.)

  

Coronavirus, indagine sierologica a Medicina: dal 7 settembre test gratuiti per tutti e senza prescrizione medica
Cronaca 16 Luglio 2020

A Ozzano il laboratorio che testa le mascherine

Si fa presto a dire mascherine. Nei tre mesi più complicati della recente storia abbiamo imparato a conoscerle, quando prima ne limitavamo l’uso a quelle professioni che richiedevano protezione del volto, dal verniciatore al chirurgo. Ora sono indispensabili, specie negli spazi pubblici.
Dette anche dpi (dispositivi di protezione individuale), gamma invero molto vasta, l’Italia ha dovuto in fretta e furia importarne da ogni dove. E con quali garanzie di efficienza? In altre parole, saranno tutte buone quelle che il sistema Paese acquista?

La risposta la danno i laboratori dell’Università di Bologna. E parte dei test effettuati sui materiali che compongono le mascherine passa da Bologna e Ozzano.
Nelle scorse settimane, infatti, ad aggiudicarsi un finanziamento regionale destinato ai laboratori della rete Alta tecnologia c’era anche il «Centro interdipartimentale di ricerca industriale di scienze della vita e tecnologie per la salute (Ciri-Sdv)». Il cui progetto vincitore riguarda la «valutazione sistematica della efficacia delle mascherine chirurgiche per la protezione degli operatori sanitari e della popolazione».
Il finanziamento ammonta a circa 119 mila euro su complessivi 1,9 milioni messi a disposizione dalla Regione per 12 progetti. (t.f.)

Ulteriori particolari nell’artico del Sabato sera del 9 luglio.

Nella foto: il laboratorio Ciri-Sdv ad Ozzano

A Ozzano il laboratorio che testa le mascherine
Cronaca 20 Gennaio 2020

Arriva il Nipt test gratuito per tutte le donne in gravidanza, il territorio imolese inserito nella fase pilota

Si chiama Nipt test (Non invasive prenatal test) l’esame prenatale di screening, non invasivo che, tramite un semplice prelievo di sangue materno (l’analisi è svolta sul Dna del feto presente nel plasma materno), eseguito nelle fasi iniziali della gravidanza, consente una valutazione del rischio di trisomia 21 (la cosiddetta Sindrome di Down) e di altre alterazioni cromosomiche come la trisomia 13 e la trisomia 18. Dal 27 gennaio il Nipt test sarà introdotto inizialmente con una fase pilota che coinvolgerà le donne in gravidanza della provincia di Bologna, Imola compresa, per poi estendere gradualmente l’esame in tutte le strutture sanitarie pubbliche del territorio regionale.

La decisione della Regione è quella di offrirlo gratuitamente a tutte le donne interessate, indipendentemente dall’età della gestante e dalla presenza di particolari fattori di rischio, affiancandolo nell’esecuzione al test combinato, effettuando in questo modo un unico prelievo di sangue. Il Nipt consente di ridurre la scelta delle future madri di sottoporsi ad amniocentesi e villocentesi, che sono esami invasivi e quindi più rischiosi per le donne. Inoltre, la gratuità rende accessibile la prestazione a tutte, mentre finora non era rimborsato dal Servizio sanitario nazionale e si poteva pertanto eseguire soltanto in laboratori privati, al costo medio di 700 euro.

Dal punto di vista operativo, le donne interessate devono partecipare agli incontri formativi organizzati nei Consultori familiari o nei Punti nascita, ovviamente, per quanto riguarda la fase pilota, in provincia di Bologna. A Imola in particolare gli incontri informativi prenderanno il via il 4 febbraio e si terranno ogni martedì dalle 13 alle 14 presso il Consultorio famigliare dell’Ausl di Imola in viale Amendola 8, primo piano. Conclusi gli incontri, si potrà esprimere il consenso all’esecuzione del test firmando il modulo da presentare al momento della prenotazione dell’esame, che deve avvenire obbligatoriamente entro l’11° settimana dall’ultima mestruazione e che all’Ausl di Imola si effettua al numero telefonico 0542-604190 dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 9 e dalle ore 12 alle ore 13.30.

Per le donne che seguono il percorso nascita del Consultorio sarà invece possibile fissare l’appuntamento con le modalità di accesso previste per la gravidanza. La prenotazione del Nipt sarà in questo caso effettuata dall’ostetrica contestualmente a quella del test combinato. L’esito dell’esame la donna lo riceverà direttamente dal suo ginecologo quando si recherà ad eseguire l’ecografia della translucenza nucale previsto dal test combinato, in programma a distanza di una o due settimane dal prelievo. (mi.ta.) 

Nella foto l”ingresso dell”ospedale vecchio di Imola, dove si trova il Consultorio familiare dell”Ausl di Imola

Arriva il Nipt test gratuito per tutte le donne in gravidanza, il territorio imolese inserito nella fase pilota
Economia 22 Maggio 2018

Test in autodromo per Microlino, l'auto «mini»del gruppo imolese Tazzari

Nei giorni scorsi sulla pista dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari ha sfrecciato Microlino, la microcar elettrica nata dalla partnership tra il gruppo imolese Tazzari e la svizzera Micro, specializzata nella produzione di monopattini elettrici. Sotto esame c’era il sistema frenante, caratterizzato da soluzioni derivate dal motorsport, come le sospensioni anteriori, dette «push-rod», che danno stabilità e dinamicità. «Da diversi mesi stiamo svolgendo i test omologativi – conferma il presidente del gruppo di via Selice, Erik Tazzari – siamo ormai verso la fine, prevista entro giugno».

Il veicolo, ispirato alla Isetta degli anni ’50, ha già all’attivo oltre 6 mila preordini. «Da inizio settembre – prosegue Tazzari – metteremo due Microlino preserie, omologate e targate, a noleggio presso il Flagstore Tazzari Ev al circuito di Imola. In questo modo potremo testare le reazioni del pubblico che guiderà il nuovo prodotto, in vista dell’imminente inizio produzione di serie. Entro quest’anno è prevista la produzione delle prime 500 Microlino “pioneer edition”».

A Imola Tazzari curerà la realizzazione dei veicoli per l’Europa. «Per tutti i mercati extra Ue – dettaglia il presidente – cerchiamo partner, a cui vendere le licenze di assemblaggio. Invieremo da Imola i kit completi da assemblare nei vari Paesi, avendo così poi anche una royalty per ogni veicolo venduto, di cui daremo il 50 per cento a Micro. Già avere a Imola la produzione per l’Europa sarà una bella sfida. Per questo prevediamo di assumere da 40 a 100 persone in più».

lo.mi.

Nella foto: Microlino

Test in autodromo per Microlino, l'auto «mini»del gruppo imolese Tazzari

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast