Posts by tag: u14

Cronaca 26 Agosto 2020

Abbonamento riservato agli under 14 dell’Emilia-Romagna per viaggiare gratuitamente su bus, treni regionali e mezzi pubblici

E’ stato presentato oggi «Grande – crescere viaggiando per l’Emilia-Romagna», il nuovo abbonamento gratuito che tutti gli under 14 residenti in regione potranno utilizzare, a partire dal prossimo 1 settembre e fino al 31 agosto 2021 e poi per l’anno scolastico 2021-2022, per spostarsi con gli autobus e i treni lungo i percorsi casa-scuola e nel tempo libero, per la tratta coperta dall”abbonamento.

Il nuovo abbonamento è una card a cui hanno diritto i ragazzi e le ragazze nati tra il 2007 e il 2014, che frequentano le scuole primarie e secondarie di primo grado e che consente l’accesso gratuito ai servizi urbani di trasporto pubblico e ai servizi extraurbani su bus e ferroviari su rete regionale. Agli under 14 residenti nelle 13 città con più di 50 mila abitanti, la card arriverà direttamente a casa nei prossimi giorni. I ragazzi, invece, che ne hanno diritto ma sono residenti negli altri Comuni, potranno invece richiedere il rilascio dell’abbonamento annuale personale all’azienda che svolge il servizio di trasporto pubblico nel proprio comune di residenza.

Le risorse regionali stanziate per realizzare la misura superano i 2 milioni e 700mila euro per la sola copertura degli abbonamenti che riguardano le città con più di 50mila abitanti, a cui si aggiungono i fondi per le richieste dei residenti negli altri comuni, che porteranno a un investimento complessivo finale di circa 5 milioni di euro.

“In pochi mesi- afferma Bonaccini-, grazie a una misura che giudico straordinaria, rispettiamo un impegno preso con la comunità regionale. E dal 14 settembre in Emilia-Romagna ragazzi e ragazze con meno di 14 anni andranno a scuola in sicurezza, utilizzando se lo vorranno gli autobus, i treni e i mezzi pubblici del trasporto pubblico locale a costo zero. Un primo passo importante, visto che già dal prossimo anno estenderemo la misura fino ai 19 anni. Istruzione e mobilità sostenibile sono per noi delle priorità. E in questo modo vogliamo essere vicini a genitori e famiglie, garantendo un importante risparmio – basti pensare che la spesa per un abbonamento arriva oltre i 200 euro, a seconda dei bacini – e incentiva il diritto allo studio permettendo l’accesso al trasporto pubblico, con grande senso civico per i beni comuni e un occhio di riguardo all’ambiente in cui viviamo”.

“In questi mesi non ci siamo mai fermati- sottolinea Corsini- abbiamo lavorato sodo, e continuiamo a farlo, per migliorare, incentivare e rendere accessibile il trasporto pubblico per i cittadini, anche perché in questo modo miglioriamo la qualità della nostra vita oltre a rispettare l’ambiente. Su questo, sottolineo anche l’enorme risparmio di carta reso possibile dalla dematerializzazione degli abbonamenti per gli studenti, che potranno anche scaricarli sul cellulare dall’app Roger attraverso il QR code. Con ‘Grande’ parte un importante investimento sulla gratuità di bus e treni, oggi per gli under 14 e nel giro di un anno per i giovani fino a 19 anni, non escludendo di arrivare agli universitari nel corso della legislatura”.

Trasporti gratis per 330mila giovani emiliano-romagnoli

A beneficiare della misura saranno circa 330mila ragazze e ragazzi residenti in Emilia-Romagna, di cui oltre 130mila solo nelle 13 città con più di 50mila abitanti. Di questi ultimi, oltre 85mila sono i bambini che frequentano la scuola primaria e più di 53mila gli studenti della scuola secondaria di primo grado.

La Romagna è il bacino più corposo, con un totale di 41.553 utenti di cui 15.229 in provincia di Ravenna, 15.404 in quella di Forlì-Cesena, 10.920 in quella di Rimini. Poi la provincia di Bologna con 35.561 giovani, mentre sono 19.160 nella provincia di Modena, 14.229 in quella di Parma, 13.454 in quella di Reggio Emilia, 7.780 in quella di Ferrara e 7.408 nella provincia di Piacenza.

L’abbonamento arriva a casa o si scarica con la app

Per i residenti nelle 13 città della regione con più di 50mila abitanti che frequentano la scuola primaria (nati nel periodo 2010-2014), le società di trasporto pubblico Tper, Start, Tep e Seta stanno provvedendo in questi giorni all’invio dell”abbonamento personale caricato anche su supporto elettronico, direttamente a domicilio, mentre i ragazzi e le ragazze della scuola secondaria di primo grado fino alla terza media (nati nel periodo 2007-2009) potranno scaricare l’abbonamento annuale personale urbano sul proprio cellulare mediante l’app Roger gratuita o richiedere la card di abbonamento su supporto elettronico anche on line.

I ragazzi e le ragazze che non rientrano negli anni di nascita 2007-2014, ma che frequentano istituti scolastici in queste aree urbane, possono richiedere alle società di trasporto interessate il rilascio dell’abbonamento gratuito valido per il percorso casa-scuola presentando documentazione che attesti comunque la condizione per ottenerlo, ovvero anticipazione scolastica, alunni respinti, cambio di residenza, ecc.

Per gli under 14 residenti negli altri Comuni emiliano-romagnoli su cui transitano servizi extraurbani auto filoviari e ferroviari su rete regionale è previsto, dietro richiesta, il rilascio dell”abbonamento annuale personale gratuito direttamente dall”azienda che svolge il servizio di trasporto pubblico nel proprio comune di residenza.

La richiesta può essere fatta anche on line presso i portali aziendali, allegando l”autocertificazione sottoscritta da chi esercita la responsabilità parentale. L”abbonamento gratuito sarà emesso sulla base del percorso che l’utente dovrà effettuare per raggiungere l’istituto scolastico di frequenza.

Per gli under 14 che usufruiscono della gratuità è obbligatorio validare ad ogni salita e cambio mezzo l’abbonamento annuale e, per i nati dal 2007 al 2009, è obbligatorio accompagnare la card con un valido documento di riconoscimento.

Gratis in treno con lo stesso abbonamento

“Grande” garantirà il viaggio gratuito anche sui treni regionali. Nell’area urbana di Bologna è già attiva da tempo l’integrazione tariffaria ‘bus più treno’, l’abbonamento annuale under 14 permetterà quindi automaticamente l’accesso a bus e servizi ferroviari. Per colmare tale differenza, la Regione rimborserà integralmente l’abbonamento ferroviario per ragazzi e ragazze under 14 residenti nelle altre città e negli altri comuni dell’Emilia-Romagna, che utilizzano il servizio ferroviario regionale per il percorso casa-scuola non avendo un servizio di bus alternativo.

Nella foto: il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore regionale alla Mobilità, Andrea Corsini.

   

Abbonamento riservato agli under 14 dell’Emilia-Romagna per viaggiare gratuitamente su bus, treni regionali e mezzi pubblici
Sport 19 Settembre 2018

Tennis U14, il talento dell'imolese Enrico Baldisserri non si discute ma la Piatti Academy può attendere

Il risultato forse poteva essere migliore, ma la bella esperienza rimane. Enrico Baldisserri, giovane tennista imolese che si allena al Cacciari con la maestra Paola Tampieri, è stato ancora una volta protagonista ai campionati Italiani Under 14, che si sono disputati a Napoli dal 3 al 9 settembre. Il talentino imolese, tesserato per il Ct Bologna, è entrato in tabellone con la testa di serie numero 8, ma si è dovuto arrendere ai sedicesimi di finale all’abruzzese Antonino Rattenni, bravo ad imporsi in tre set (6-3, 2-6, 6-3). «Enrico non è riuscito a rispettare i pronostici, visto che era il numero 8 del tabellone e quindi avrebbe dovuto fare almeno un paio di turni in più – spiega il padre Davide -. Va comunque dato merito all’avversario: ha disputato un’ottima partita».

Nel doppio Enrico se l’è cavata meglio.

«Decisamente. Lui e il compagno forlivese Jacopo Bilardo, altro ragazzo che si allena a Imola (al Tennis Club del centro sociale La Stalla, nda), hanno ottenuto tre vittorie di ottimo livello, perdendo solo in semifinale al tie-break del terzo set dal duo Ferri – Gandolfi».

I risultati ottenuti da Enrico restano comunque molto soddisfacenti.

«Sì, anche se è un peccato che soffra un po’ la tensione agli Italiani. Ha avuto come best ranking il nº 90 in Europa, ora gravita attorno alla 115ª-120ª posizione. Si può dire che sia un ottimo doppista: in primavera ha vinto in Portogallo un torneo 1ª Categoria, l’equivalente di uno Slam a livello Junior, in coppia con Niccolò Ciavarella (testa di serie numero 1 agli Italiani di Napoli, nda). Enrico si è già imposto in tre tornei internazionali in doppio, con tre compagni diversi. E’ molto bravo ad adattarsi».

Circolava la voce che il futuro di Enrico sarebbe stato al Piatti Tennis Center?

«No, per ora resta qua. Quella di Piatti è un’Academy molto costosa. Attualmente Enrico è seguito dalla Federazione, che ha proposto ad alcuni ragazzi di trasferirsi in centri specializzati per giocare a tennis, ma in questa occasione Enrico non è stato preso in considerazione. Non dimentichiamo poi che lui si allena già un  giorno alla settimana all’Academy dei Giardini Margherita di Bologna, che può contare anche su uno dei migliori talenti azzurri, Marco Cecchinato».

Quali sono le prossime competizioni importanti a cui Enrico parteciperà?

«A livello internazionale la più importante è lo Yellow Bowl, in programma alle Canarie dal 20 ottobre. Tra due settimane, invece, inizierà la Final Eight a squadre di Cagliari, con il Ct Bologna che si è qualificato per il terzo anno consecutivo. Si tratta di un grande risultato».

an.cas.

Nella foto: a sinistra Enrico Baldisserri insieme a Jacopo Bilardo

Tennis U14, il talento dell'imolese Enrico Baldisserri non si discute ma la Piatti Academy può attendere

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast