Posts by tag: vaccini

Cronaca 1 Maggio 2021

Coronavirus, solo 6 nuovi casi e lieve calo dei ricoveri a Imola. Scuola: novità per la quarantena di studenti e insegnanti

Numeri confortanti oggi in questo 1° Maggio: sono solo 6 i nuovi positivi, su quasi 700 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati dall’Ausl di Imola. I guariti sono 21 quindi i casi attivi scendono nuovamente a 362. I ricoveri in tutto sono 10 (-2) le persone in area Covid internistica di cui 5 (-3) nei reparti e 5 (+1) in sub-intensiva Ecu, ancora 11 le persone in terapia intensiva, di cui 5 a Imola e 13 (+1) i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro. Dei nuovi casi odierni, tutti sono asintomatici; per quanto riguarda le fasce di età 1 ha tra i 15 ed i 24 anni, 4 tra 25 e 44 anni, 1 con più di 65 anni. 

“Il calo della pressione ospedaliera, soprattutto sul settore internistico, permette da lunedì 3, di riassegnare ulteriori 15 posti letto alle discipline chirurgiche” comunica l’Ausl, indicando un ulteriore passo in avanti verso il ritorno alla normalità e al recuperto di eventuali attività sospese e interventi in attesa.

Situazione analoga nel resto dell’Emilia Romagna oggi con 941 contagi, in leggero calo rispetto a ieri, su un totale di 34.343 tamponi. I casi attivi scendono a 41.330. Si contano 17 vittime, tutti anziani, e prosegue il calo dei ricoverati: in terapia intensiva sono 216 (-10) mentre quelli negli altri reparti Covid 1.640 (-92).Dei nuovi casi 378 sono asintomatici, 285 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 582 sono stati individuati all’interno di focolai già noti; l”età media è di 37,9 anni.  La provincia con il maggior numero di nuovi contagiati è Modena (205), seguita da Reggio Emilia (159) e Bologna (153 a cui vanno aggiunti i 6 di Imola), poi Parma (105); Rimini e Ravenna (entrambe con 71 nuovi casi), quindi Cesena (62), Forlì (52), Piacenza (36), Ferrara (28). 

Per quanto riguarda la campagna vaccinale sono 1075 le vaccinazioni eseguite ieri dall”Ausl di Imola, che portano il totale per il circondario a 30128 prime dosi e 14.333 persone che hanno completato il ciclo con le seconde dosi.

Nuova ordinanza della Regione che aggiorna il protocollo per la gestione dei casi Covid nelle scuole. Di fronte a un caso di positività in aula per gli studenti la quarantena resta automatica per gli studenti (considerati contatti stretti), ma può ora concludersi dopo 10 giorni con un tampone molecolare negativo alla fine del periodo. Nel caso o studente non si sottoponga al tampone, la quarantena viene prolungata fino al quattordicesimo giorno, e poi si potrà essere riammessi senza tampone. 

Per gli insegnanti è sufficiente un tampone molecolare negativo per poter tornare in cattedra; tampone che sarà effettuato dal Dipartimento di Salute pubblica al massimo entro le 24 ore; nel caso il docente rifiuti il tampone, scatta automaticamente la quarantena. Quando è l’insegnante ad essere positivo al Covid-19 le lezioni sono sospese per tutti i suoi alunni fino all’esito negativo di un test di screening, che può essere sia antigenico che molecolare e sarà a carico dell’Ausl. 

Nei servizi educativi 0-3 anni e nelle scuole dell’infanzia la quarantena di 10 giorni viene estesa anche agli insegnanti e a tutto il personale che abbia avuto una “presenza prolungata” e una “significativa interazione” con la sezione interessata nelle 48 ore precedenti all’emergere del caso (esordio dei sintomi/effettuazione del tampone), dal momento che i piccoli non indossano mascherine e non sono adeguatamente distanziati fra loro né con i docenti.  

Le prescrizioni riguardano anche il personale scolastico vaccinato. 

L’ordinanza conferma tutte le misure di contenimento da adottare in ambito scolastico: le finestre aperte durante le lezioni e le porte ogni cambio d’ora, la possibilità di svolgere l’educazione fisica solo all’aperto e senza spogliatoi, la sospensione delle lezioni di canto e strumenti a fiato, il divieto di assembramenti all’entrata, all’uscita e a ricreazione. 

A una settimana dal rientro in classe al 70% per le scuole superiori, e a tre da quello di chi frequenta i servizi per l’infanzia, le elementari e le medie – ripartite in presenza al 100% lo scorso 7 aprile – la nuova norma che “contempera l”esigenza scolastica di didattica in presenza con la prudenza sanitaria necessaria in considerazione dell”andamento epidemiologico e della diffusione della variante inglese, che ha ormai soppiantato il ceppo originario”.

L’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini e la collega alla Scuola Paola Salomoni affermano: “La sicurezza di chi è a scuola è la nostra priorità, ci muoviamo sulla base delle indicazioni scientifiche cercando di garantire le necessità formative”  (l.a.)

Foto Regione Emilia Romagna

Coronavirus, solo 6 nuovi casi e lieve calo dei ricoveri a Imola. Scuola: novità per la quarantena di studenti e insegnanti
Cronaca 28 Aprile 2021

Coronavirus, 25 nuovi positivi per Imola, stabili i ricoveri. In Emilia Romagna vaccinate oltre 1 milione e mezzo di persone

Sono 25 i nuovi positivi, su circa 700 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 42, quindi i casi attivi continuano a scendere sono 400 (i casi totali da inizio pandemia sono 12.238). Stabili i ricoveri: in tutto sono 17 le persone in area Covid internistica di cui 14 nei reparti e 3 in sub-intensiva Ecu, ancora 11 le persone in terapia intensiva di cui 5 a Imola, 15 i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.

Dei nuovi casi odierni, 15 sono asintomatici, 14 individuati tramite tracciamento, 1 collegata a focolio già noto; per quanto riguarda le fasce di età 4 hanno meno di 14 anni, 7 tra i 15 ed i 24 anni, 4 tra 25 e 44 anni, 7 nella fascia 45-64 anni, 3 con più di 65 anni. 

Sono 642 i nuovi casi di positività registrati oggi in Emilia Romagna sulla base di 29.609 tamponi. Si contano ancora 23 morti, compresi un uomo di 56 anni a Modena e uno di 54 anni in provincia di Forlì-Cesena. Le persone guarite sono 2.874, quindi scendono ancora i casi attivi, che sono 45.545. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 250 (+4), mentre quelli negli altri reparti Covid sono 1.709 (-43).

Dei nuovi contagiati 271 sono asintomatici, 195 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 359 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,7 anni. La provincia con il numero maggiore di nuovi casi si conferma Bologna con 154 a cui vanno aggiunti i 25 di Imola, seguita Reggio Emilia (103); poi Ravenna (78), Rimini (62), Forlì (59), Ferrara (58), Modena (53); quindi Parma (37), Cesena (20) e, infine, Piacenza (18). 

Passando alla campagna vaccinale, salgono a 28.389 le prime dosi somministrate nell’Imolese e 12.793 le persone che hanno ricevuto anche la seconda dose. Per quanto riguarda la situazione in Emilia Romagna le dosi somministrate hanno raggiunto quota 1 milione 570 mila; 500 mila sono seconde dosi, cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Il conteggio progressivo si può seguire in tempo reale sul portale della Regione: https://salute.regione.emilia-romagna.it/tutto-sul-coronavirus/vaccino-anti-covid. (r.cr.) 

Coronavirus, 25 nuovi positivi per Imola, stabili i ricoveri. In Emilia Romagna vaccinate oltre 1 milione e mezzo di persone
Cronaca 27 Aprile 2021

Coronavirus, pochi contagi, ma ancora una vittima a Castel San Pietro. Vaccinato un terzo della popolazione nel circondario di Imola

Sono solo 15 i nuovi positivi, su circa 400 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 20, quindi i casi attivi scendono a 417. Purtroppo però oggi si registra ancora un decesso, una donna di Castel San Pietro di 89 anni. E in ospedale i ricoveri oggi risalgono leggermente: in tutto sono 17 (+3) in area Covid internistica di cui 14 (+3) nei reparti e rimangono 3 in sub-intensiva Ecu, ancora 11 le persone in terapia intensiva di cui 5 a Imola, 15 i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.

Dei nuovi casi odierni, 4 sono asintomatici individuati tramite tracciamento; per quanto riguarda le fasce di età 2 hanno meno di 14 anni, 2 tra i 15 ed i 24 anni, 7 tra 25 e 44 anni, 2 nella fascia 45-64  anni, 2 con più di 65 anni.

Prosegue anche la campagna vaccinale da parte dell’Ausl di Imola che nei dieci comuni del circondario ha raggiunto le 28.020 prime dosi somministrate e 12.409 seconde dosi. Considerando che il totale della popolazione vaccinabile è di poco più di 114 mila persone un terzo ha già ricevuto almeno una dose di vaccino (esclusi i minori di 16 anni che non sono vaccinabili e le oltre 12 mila persone che hanno avuto il Covid, per la quasi totalità durante la seconda e terza ondata). «Abbiamo un 28% di copertura della popolazione residente – ha dichiarato Andrea Rossi, il direttore generale dell’Ausl durante la commissione consiliare di Imola -. Un dato che supera il pur buon livello del resto dell’Emilia Romagna (25%) e quello nazionale (20%)»

Nel resto dell’Emilia Romagna calano ancora i ricoveri e i contagi, oggi solo 723 su 30.756 tamponi effettuati. In terapia intensiva ci sono 246 pazienti (-22) e negli altri reparti Covid 1.833 (-28). Si contano però altre 19 vittime, tra cui una donna di 52 anni in provincia di Piacenza. Le guarigioni sono 1.418, quindi i casi attivi, cioè i malati effettivi, scendono a 47.803.

Dei nuovi positivi, 277 sono asintomatici, 441 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 196 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing.Per quanto riguarda i nuovi casi nelle province, in testa c”è Bologna con 193 nuovi casi (più 15 del circondario imolese), seguita da Modena (118) e Reggio Emilia (100), poi Piacenza (54), Rimini (49), Ravenna (46), Cesena(44), Parma (42) e Forlì (41); quindi Ferrara (21). (l.a.) 

Coronavirus, pochi contagi, ma ancora una vittima a Castel San Pietro. Vaccinato un terzo della popolazione nel circondario di Imola
Cronaca 26 Aprile 2021

Coronavirus, contagi stabili e calo dei ricoveri a Imola, l’Ausl chiude l’Unità di crisi. Corsa al vaccino per i 65-69enni

Stabili i contagi e molte guarigioni, calano i casi attivi e soprattutto i ricoveri nei reparti. Giornata positiva sul fronte dell’epidemia da Coronavirus oggi. Sono 20 i nuovi casi, su oltre mille 456 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 71, i casi attivi quindi ridiscendono a 423. In ospedale i ricoveri oggi sono solo 14 (-6) in area Covid internistica di cui 11 (-5) nei reparti e 3 (-1) in sub-intensiva Ecu, ancora 11 le persone in terapia intensiva di cui 5 a Imola, 15 (+1) i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.

Dei nuovi casi odierni, 10 sono asintomatici individuati tramite tracciamento; per quanto riguarda le fasce di età 5 hanno meno di 14 anni, 1 tra i 15 ed i 24 anni, 6 tra 25 e 44 anni, 6 nella fascia 45-64  anni, 2 con più di 65 anni. 

Nel resto dell’Emilia Romagna sono 936 i positivi rilevati con appena 12.645 tamponi, un numero di test al di sotto della media come sempre avviene nei weekend. Si registrano altri 17 morti, tutti anziani, e un lieve aumento di ricoverati: 1.861 nei reparti Covid (+19), 268 in terapia intensiva (+3). I guariti sono sono 2.874, i casi attivi scendono ancora a 48.523.

Dei nuovi positivi, 402 sono asintomatici, 466 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 292 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing. L”età media dei nuovi contagiati è 36,7 anni. Tra le province, in testa Bologna con 185 casi più 20 dell”Imolese, seguita da Modena (161); poi Reggio Emilia (109), Rimini (96), Parma (94) e Ravenna (90); quindi Cesena (61), Forlì (46), Piacenza (41), Ferrara (33). 

Nella prima giornata in cui l’Emilia Romagna – circondario imolese compreso -, ritorna in giallo, quindi con minori restrizioni, il direttore generale dell’Ausl Andrea Rossi ha annunciato la chiusura dell’Unità di crisi Covid aziendale. Durante la commissione consigliare sanità del Comune di Imola oggi pomeriggio ha detto di ritenere “archiviata la pandemia nelle sue più importanti manifestazioni, ora possiamo ritornare ad occuparci anche di altro, ma rimane comunque alta l’attenzione”. “Questo non deve tradursi in un segnale di libera tutti – ha subito aggiunto a smorzare incauti ottimismi – perchè la quantità di infezione in giro è ancora non trascurabile, occorre continuare ad osservare le precauzioni”, dato che “la vaccinazione offre una copertura ma non la protezione totale”. 

E a proposito di vaccinazioni, oggi sono salite a 27593 le prime dosi somministrate nel circondario imolese e 12.127 le persone che hanno ricevuto anche la seconda dose. Questa mattina si sono aperte le prenotazioni anche per la fascia dai 65 ai 69 anni. Come già accaduto anche altre volte, il sistema regionale ha subito qualche contraccolpo con rallentamenti soprattutto nelle prime ore, ma a mezzogiorno aveva prenotato già un terzo del target complessivo, che è di 250mila persone, e in serata si sono superate le 100 mila persone. Una vera corsa alla vaccinazione. A Imola sono 3.444 coloro che hanno preso l’appuntamento su un target di circa 7000 (esclusi coloro che rientrano nella categoria degli estremamente vulnerabili). (l.a.) 

Nella foto fila in attesa questa mattina davanti alla Farmacia San Prospero a Imola 

Coronavirus, contagi stabili e calo dei ricoveri a Imola, l’Ausl chiude l’Unità di crisi. Corsa al vaccino per i 65-69enni
Cronaca 25 Aprile 2021

Coronavirus, 19 nuovi casi e 2 vittime a Imola. Scuole: alcune classi in quarantena. Vaccino: domani prenotano 65-69enni

Oggi sono 19 i nuovi positivi su un numero di tamponi più o meno costante rispetto ai giorni scorsi di oltre 600 test tra molecolari e antigenici rapidi refertati. Stabili ma sempre leggermente in calo i ricoveri ma sono resi noti altri due decessi avvenuti nei giorni scorsi, due donne di 71 e 90 anni di Imola. Le guarigioni sono 8 quindi i casi attivi sono il lieve risalita a 474 (in tutto sono 12.203 i casi totali di contagio registrati nel circondario imolese dall’inizio della pandemia un anno fa).

In ospedale i ricoveri oggi sono 20 (-2) in tutto in area Covid internistica di cui 16 (-2) nei reparti e rimangono 4 in sub-intensiva Ecu, 11 (+1) le persone in terapia intensiva di cui 5 a Imola, ancora 14 i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.

Dei nuovi casi odierni, 5 sono asintomatici, 4 individuati tramite tracciamento; per quanto riguarda le fasce di età 4 hanno meno di 14 anni, 2 tra i 15 ed i 24 anni, 4 tra 25 e 44 anni, 7 nella fascia 45-64  anni, 2 con più di 65 anni. 

Domani, come prevede il decreto “Riaperture” del Governo, si sale almeno al 70% di studenti in presenza anche nelle scuole superiori (in gialla e arancione si può arrivare al 100%, in zona rossa si scende al 50%). In crescita rispetto alla situazione attuale che prevede in classe non più del 50% degli studenti. Nulla cambia, invece, per le primarie e le secondarie di primo grado (scuole medie), così come per i servizi per l’infanzia 0-6 anni: è prevista già ora la frequenza totale per tutti gli alunni, misura che verrà mantenuta.

COSA CAMBIA NELLE SCUOLE IMOLESI

Nella lettera che giovedì scorso la direzione dell’assessorato regionale alle Politiche per la salute ha trasmesso all’Ufficio Scolastico Regionale e alla Prefettura di Bologna, si invita prudenzialmente a “mantenere percentuali di frequenza in presenza nelle scuole secondarie di secondo grado non superiori al 70% almeno fino a quando i dati relativi all’epidemia non saranno tali da indurre ad un diverso orientamento”. Ad oggi nel circondario di Imola risultano in quarantena 5 classi in Istituti superiori di Imola, 1 classe in una scuola media di Imola e una in vallata, 1 classe della scuola dell’infanzia in vallata e 1 classe in una scuola media a  Castel San Pietro.
 

Nel resto dell’Emilia Romagna sono 1.001 i nuovi casi di positività sulla base di appena 16.532 tamponi, come solitamente accade nel fine settimana (nei festivi e prefestivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo). Si contano anche 23 morti, tra cui un uomo di 57 anni nel Parmense, mentre prosegue, lentamente, il calo dei ricoverati: in terapia intensiva oggi sono 265 come ieri, mentre quelli negli altri reparti Covid 1.842 (-31). Crescono le guarigioni, 2.899 oggi, che fanno scendere i casi attivi a 50.481.

Dei nuovi positivi, 364 sono asintomatici, 568 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 269 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing. L’età media è 37,7 anni. La provincia con il numero maggiore di casi è Bologna (229 più i 19 dell’Imolese), seguita da Modena (157), Reggio Emilia (129) e Ravenna (94), Parma (85), Forlì (82) e Rimini (81), quindi Cesena (52), Ferrara (50), Piacenza (42).  

Prosegue la campagna vaccinale. Nel circondario imolese sono state raggiunte le 27357 prime dosi somministrate e 11.920 le persone che hanno completato il ciclo con la seconda dose. Domani si apriranno le prenotazioni per la fascia 65-69 anni ovvero chi è nato nel 1952, 1953, 1954, 1955, 1956. Per il circondario imolese si tratta di poco meno di 8000 persone, un numero che ricomprende, però, “anche circa 1000 pazienti estremamente vulnerabili che hanno già avuto la possibilità di prenotare la vaccinazione” precisano dall’Ausl. (COME PRENOTARE)   

Da notare che, in base all’ordinanza 3 del 2021 della Struttura Commissariale nazionale, tutti coloro che sono domiciliati nel territorio regionale “per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato e comprovato motivo che imponga una presenza continuativa” possono accedere alla vaccinazione. Quindi anche i non residenti in Emilia Romagna potranno prenotarsi ma attraverso la piattaforma https://salute.regione.emilia-romagna.it/candidature-vaccinazione. Come per tutti, varrà l’ordine delle priorità, quindi delle fasce di età oppure della categoria d’appartenenza. (l.a.)

Coronavirus, 19 nuovi casi e 2 vittime a Imola. Scuole: alcune classi in quarantena. Vaccino: domani prenotano 65-69enni
Cronaca 23 Aprile 2021

Coronavirus, ancora tre morti tra Imola e Castel Guelfo. Vaccinazioni: over 70 possono rivolgersi ai carabinieri per prenotare

Si allunga ancora l’elenco dei decessi a causa del Coronavirus. L’Ausl oggi ha comunicato altri tre morti avvenute nei giorni scorsi: una donna di Castel Guelfo di 88 anni, e due imolesi, una donna di 81 anni e un uomo di 73 anni. Il trend dei contagi, però, continua ad essere confortante: 17 i nuovi positivi su poco più di 600 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 22, quindi oggi i casi attivi risalgono leggermente a 446. In ospedale i ricoveri oggi sono 20 (-5) in tutto in area Covid internistica di cui 15 (-6) nei reparti e 5 (+1) in sub-intensiva Ecu, 11 (-1) le persone in terapia intensiva di cui ancora 6 a Imola, 16 i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.

Dei nuovi casi odierni, 14 sono asintomatici individuati tramite tracciamento; per quanto riguarda le fasce di età 4 hanno meno di 14 anni, 1 tra i 15 ed i 24 anni, 7 tra 25 e 44 anni, 5 nella fascia 45-64  anni. 

Nel resto dell’Emilia Romagna scendono ancora i casi attivi e i ricoveri ma si contano 13 nuovi morti, tutti anziani. Sono 1.104 i nuovi casi di positività refertati sulla base di 28.254 tamponi, fra molecolari e antigenici. Le prsone guarite sono 3.060 quindi continuano a calare i casi attivi che sono 54.549. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 276 (-6), mentre quelli negli altri reparti Covid scendono sotto quota duemila e sono 1.948 (-81). 

Dei nuovi positivi, 454 sono asintomatici, 618 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 315 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing. L’età media è 39,7 anni. La situazione nelle province vede al primo posto ancora Bologna con 215 nuovi casi a cui vanno aggiunti i 17 di Imola, seguita da Modena (187), Reggio Emilia (167) e Parma (124). Poi Forlì (80), Ravenna (78) e Ferrara (66), quindi Piacenza e Cesena (59), Rimini (52). 

Per quanto riguarda la campagna vaccinale nel circondario di Imola salgono a 26.674 le prime dosi somministrate e 11.080 le persone che hanno ricevuto anche la seconda completando il ciclo. In Emilia Romagna superato ampiamente il milione di dosi somministrate. Per dare una mano con le vaccinazioni scendono in campo da oggi anche i carabinieri: grazie a un accordo con la Regione, le persone anziane con oltre 70 anni di età potranno rivolgersi ai militari delle tenenze e stazioni dell’Emilia Romagna per avere un aiuto nella prenotazione. 

Per fissare luogo e data della vaccinazione per via telematica, gli anziani potranno recarsi presso la più vicina caserma dell’Arma per essere assistiti nella prenotazione; qualora vi siano dei casi di effettivo impedimento a spostarsi, verrà attivato un servizio a domicilio per la compilazione e trasmissione del modulo, che i militari stessi invieranno all’Azienda usl competente. Un”idea interessante soprattutto per (l.a.)

Coronavirus, ancora tre morti tra Imola e Castel Guelfo. Vaccinazioni: over 70 possono rivolgersi ai carabinieri per prenotare
Cronaca 22 Aprile 2021

Coronavirus, 26 nuovi casi ma meno ricoveri a Imola. Vaccini: arrivate le dosi attese, anche Johnson&Johnson. Donini: “Pronti al cambio di passo”

Risale il numero dei contagi assieme a quello dei tamponi ma scendono i ricoveri nel circondario imolese. Sono 25 oggi i nuovi positivi su quasi 800 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 35, quindi i casi attivi comunque calano ancora fino a 454 (sono 12.144  i casi totali dall’inizio della pandemia un anno fa). In ospedale i ricoveri oggi sono 25 (-4) in tutto in area Covid internistica di cui 21 (-4) nei reparti e 4 (+1) in sub-intensiva Ecu, ancora 12 le persone in terapia intensiva di cui 6 a Imola, 16 (-2) i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.

Dei nuovi casi odierni, 12 sono asintomatici individuati tramite tracciamento; per quanto riguarda le fasce di età 4 hanno meno di 14 anni, 2 tra i 15 ed i 24 anni, 5 tra 25 e 44 anni, 10 nella fascia 45-64  anni e 4 più di 65 anni.  

Nuovi casi di poco sopra i mille ma molti ricoveri in meno oggi nel resto dell’Emilia Romagna. Prosegue il trend di lento abbassamento della curva ma non vanno dimenticati anche 28 morti, di cui cinque con meno di 60 anni, una 52enne e un 48enne del Modenese, un 51enne del Ferrarese, un 53enne del Ravennate e una 48enne del Riminese.

I nuovi positivi sono 1.010, rilevati con 27.511 tamponi tra molecoalari e antigenici rapidi. I guariti sono 2.990 quindi i casi attivi scendono a 56.521. I ricoveri in terapia intensiva sono 282 (-5), quelli negli altri reparti Covid 2.029 (-87). Dei nuovi positivi 374 sono casi asintomatici, 276 individuati con tracciamento e 587 riferiti a focolai già noti. Al primo posto tra le province c”è Bologna con 186 nuovi casi più 25 dell”Imolese, seguita da Modena (179) e Reggio Emilia (149), Parma (90), Ravenna (77), Rimini (76) e Cesena (75). Quindi Ferrara (59), Forlì (59), infine Piacenza (35). 

Buone notizie oggi dalla campagna vaccinale salgono a 26.241 le prime dosi somministrate nel circondario imolese e 10.658 sono le persone che hanno ricevuto anche la seconda dose. Soprattutto sono appena arrivate o sono in consegna proprio oggi, alle Aziende sanitarie dell’Emilia Romagna, 112.310 dosi di Pfizer-Biontech, 13.050 dosi di Johnson&Johnson, 29.600 di Moderna e 30.300 di Astrazeneca. Il Johnson&Johnson riguarderà gli over60 e prevede una sola somministrazione per l’immunizzazione.

Si tratta delle forniture necessarie per rispettare i valori target prefissati dalla struttura commissariale nazionale, il “cambio di passo chiesto dal Governo” che per l’Emilia Romagna prevede un incremento costante dalle 22mila vaccinazioni odierne alle 29.400 di sabato 24 aprile, per arrivare alle 42mila somministrazioni attese per il 29 aprile.

Quindi si prevede un incremento delle vaccinazioni nei territori. “La nostra organizzazione è pronta da tempo, in presenza dei vaccini necessari, a sostenere questi ritmi di vaccinazione che ora ci vengono richiesti” ha commentato l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini. Per il momento nessuna novità sulla tabella di marcia annunciata la scorsa settimana. “La nostra priorità è sempre stata e resta vaccinare quanti più emiliano-romagnoli possibile ogni giorno, a partire dalle persone più fragili, per anzianità o per patologie” dice Donini.

Per il 29 aprile, però, sono attese altre 159.120 dosi di Pfizer-Biontech e 9.600 di Astrazeneca, che portano così il totale di forniture da qui a fine mese a quota 354.000. Per quanto riguarda maggio, al momento le consegne già calendarizzate sono solo quelle di Pfizer-Biontech: 159.120 il 6 del mese e 154.440 la settimana successiva, il 13 maggio. (l.a.)

Coronavirus, 26 nuovi casi ma meno ricoveri a Imola. Vaccini: arrivate le dosi attese, anche Johnson&Johnson. Donini: “Pronti al cambio di passo”
Cronaca 21 Aprile 2021

Coronavirus, pochi contagi a Imola, una vittima a Medicina. Scendono ancora i ricoveri in Emilia Romagna

Più tamponi e più contagi nel bollettino odierno, seppur sempre in numero molto limitato. Sostanzialmente stabili i ricoveri. E si registra ancora un decesso: una donna di 82 anni di Medicina. Sono 16 i nuovi positivi oggi su un totale di poco meno di 600 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 32 e i casi attivi scendono a 464 (i casi totali di Coronavirus refertati dall’Ausl di Imola dall’inizio della pandemia sono 12.119).

In ospedale i ricoveri sono: 29 in tutto in area Covid internistica ancora 25 nei reparti e 4 in sub-intensiva Ecu, 12 (+1) le persone in terapia intensiva di cui 6 a Imola, 18 i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro. Dei nuovi casi odierni, 9 sono asintomatici, 7 individuati tramite tracciamento; per quanto riguarda le fasce di età 4 hanno meno di 14 anni, 1 tra i 15 ed i 24 anni, 4 tra 25 e 44 anni, 2 nella fascia 45-64  anni e 5 più di 65 anni. In ospedale i ricoveri sono sostanzialmente stabili: 29 (-1) in tutto in area Covid internistica ancora 25 nei reparti e 4 (-1) in sub-intensiva Ecu, sempre 11 le persone in terapia intensiva di cui 6 (+1) a Imola, 18 (+1) i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.

Le vaccinazioni nel circondario imolese hanno raggiunto le 25.556 prime dosi somministrate, mentre sono 10.351 le persone che hanno completato il ciclo con la seconda dose. 

Numeri molto bassi per i contagi odierni anche nel resto della regione con 760 nuovi casi di positività individuati sulla base di 27.263 tamponi refertati. Prosegue il calo dei ricoverati: in terapia intensiva sono 287 (-4), mentre quelli negli altri reparti Covid 2.115 (-55). E dei casi attivi che con 3.160 guariti scendono a 58.533. Altro dato positivo sale al 96% la percentuale dei pazienti in isolamento domiciliare perché non necessitano di cure particolari. Ma sii contano ancora 23 vittime, tra cui un uomo e una donna di 52 anni nel Bolognese e un uomo di 57 nel Ferrarese, che portano il totale dei morti a 12.690 dall”inizio della pandemia.

Dei nuovi positivi, 355 sono asintomatici, 4453 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 260 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing. L’età media è di 41,2 anni. La provincia con il maggior numero dei contagi oggi è Reggio Emilia (157) seguita da Bologna (105 a cui vanno aggiunti i 16 dell’Imolese) e Modena (83), Ravenna (76), Parma (67) e Ferrara (63); quindi Forlì (59), Rimini (57), Cesena (54), Piacenza (39). (r.cr.)   

Nelle tabelle la percentuale dei contagi in Emilia Romagna suddivisi per età (fonte RER) e i casi attivi comune per comune nel circondario imolese (fonte Ausl di Imola)

Coronavirus, pochi contagi a Imola, una vittima a Medicina. Scendono ancora i ricoveri in Emilia Romagna
Cronaca 20 Aprile 2021

Coronavirus scendono ancora i casi attivi a Imola. Vaccino per genitori di minori vulnerabili, caregiver dei disabili a maggio

Numeri bassissimi oggi sul fronte dei contagi a Imola: 8 nuovi positivi su meno di 300 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 38, quindi casi attivi sono 481. Dei nuovi casi odierni, 6 sono asintomatici tramite tracciamento; per quanto riguarda le fasce di età 2 hanno tra i 15 ed i 24 anni, 3 da 25 a 44 anni e 3 da 45 a 64 anni. In ospedale i ricoveri sono sostanzialmente stabili: 29 (-1) in tutto in area Covid internistica ancora 25 nei reparti e 4 (-1) in sub-intensiva Ecu, sempre 11 le persone in terapia intensiva di cui 6 (+1) a Imola, 18 (+1) i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro.  

Nel resto dell’Emilia Romagna sono 740 i nuovi positivi su 28.134 tamponi e prosegue il calo dei ricoverati, oggi 291 (-5) in terapia intensiva e 2.171 (-84) negli altri reparti Covid. I guariti sono 3.032, i casi attivi scendono a 60.963. Si contano però altri 27 morti, tutti anziani. Dei nuovi positivi, 355 sono asintomatici, 464 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 278 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing; l”età media è 39,1 anni. Nei territori sempre in testa  Bologna con 128 più gli 8 del circondario imolese, segue il Modenese con 135, Reggio Emilia (93) e Parma (76); quindi Rimini (68), Ravenna (64) e Cesena con 60 casi; Piacenza (47), Forlì (31), Ferrara (30). 

Novità sul fronte delle vaccinazioni. Salgono complessivamente a 24.873 le prime dosi somministrate e a 10.270 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose.

Da oggi nelle farmacie sono iniziate le prenotazioni e vaccinazioni per le persone che soffrono di obesità; il farmacista procederà al calcolo dell”indice di massa corporea e, in caso di risultato maggiore di 35, a prenotare. Queste persone rientrano nella categoria “degli estremamente vulnerabili, attualmente in fase di vaccinazione – motiva l’Ausl -, ma spesso non sono contenuti nell”elenco regionale perché non hanno certificazione specifiche di questa vulnerabilità”. 

Inoltre, l’Ausl ha cominciato a contattare in questi giorni i genitori di minori estremamente vulnerabili o con disabilità gravi (che non possono essere immunizzati perché di età inferiore ai 16 anni). La telefonata viene fatta direttamente dai servizi che hanno in carico il giovane paziente e dalla prossima settimana si avvieranno le vaccinazioni per le circa mille persone interessate. Questo “se arriveranno le consegne di vaccini attese” mette le mani avanti l’Azienda.

Il tema delle consegne e quindi delle dosi disponibili è sempre all’ordine del giorno e costringe a scelte che fanno discutere. Ad esempio, solo a maggio (indicativamente la prima settimana) si apriranno le vaccinazioni anche per i conviventi di particolari categorie di persone estremamente vulnerabili (specificati nel piano nazionale e regionale) e per i conviventi e caregiver di persone con disabilità gravi. L’ha stabilito la Regione (come dichiarato la settimana scorsa dall’assessore alla Salute Raffaele Donini intervistato durante la sua visita ai punti vaccinali di Imola); l’ipotesi è partire dagli ultrasessantenni, dal momento che al momento si prevede che utilizzare il vaccino Vaxzevira-Astrazeneca. (l.a.)   

Nella foto l”assessore Raffaele Donini durante la visita al punto vaccinale della Tozzona a Imola (foto Isolapress)

Coronavirus scendono ancora i casi attivi a Imola. Vaccino per genitori di minori vulnerabili, caregiver dei disabili a maggio
Cronaca 19 Aprile 2021

Coronavirus, 20 nuovi positivi e tre vittime tra Imola e Castel San Pietro. La situazione in Emilia Romagna

Prosegue il trend positivo per il circondario imolese sul fronte dei contagi e dei ricoveri, anche se si registrano ancora tre decessi per e con Covid avvenuti nei giorni scorsi: due donne di 82 e 84 anni di Imola e una donna di Castel San Pietro di 102 anni.

I nuovi positivi oggi sono 20 su 500 tamponi tra molecolari e antigenici rapidi refertati. I guariti sono 47, quindi i casi attivi scendono ancora a 511. Dei nuovi casi odierni, 6 sono asintomatici, 5 emersi tramite tracciamento, 2 è riferibile a focolaio già noto; per quanto riguarda le fasce di età 3 ha meno di 14 anni, 3 tra i 15 ed i 24 anni, 5 nella fascia da 25 a 44 anni, 9 da 45 a 64 anni.

In ospedale i ricoveri rimangono 30 complessivamente in area Covid internistica 25 (+1) nei reparti e 5 (-1) in sub-intensiva Ecu, scendono a 11 (-2) le persone in terapia intensiva di cui sempre 5 a Imola, ancora 17 i post acuti all’OsCo di Castel San Pietro. Sul fonte vaccinale salgono a 24.143 le prime dosi somministrate e 10.189 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose.

Nel resto dell’Emilia Romagna sono appena 877 i nuovi contagi su 11.045 tamponi refertati, un numero davvero molto basso come solitamente accade nei fine settimana. Mentre i guariti sono 1.443, quindi i casi attivi scendono a 63.287. In lieve crescita i ricoverati nei reparti Covid sono 2.256 (+30) e 296 (-1) in terapia intensiva. Si contano altri 32 morti, compresi un uomo di 57 anni a Bologna e uno di 54 a Ferrara.

Dei nuovi casi 387 sono asintomatici, 505 sono stati individuati all’interno di focolai già noti, 286 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing. L”età media dei positivi di oggi è 38,8 anni, mentre tra le province al primo posto c”è ancora una volta Bologna con 175 nuovi casi più i 20 dell”Imolese, seguita da Modena (161), Reggio Emilia (114) e Rimini (90), quindi Parma, Ferrara e Ravenna con 67 casi; Forlì (47), Cesena (46), Piacenza (23). (r.cr.)

Coronavirus, 20 nuovi positivi e tre vittime tra Imola e Castel San Pietro. La situazione in Emilia Romagna

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA