Posts by tag: vigili del fuoco

Cronaca 5 Aprile 2020

A fuoco 1.500 mq di arbusti, tra le ceneri i vigili del fuoco trovano un cane carbonizzato

Intervento dei vigili del fuoco ieri, poco dopo le 15.30, a Castel San Pietro Terme per un incendio di vegetazione in via Madonnina 24, nei pressi della SS9.

A bruciare circa 1.500 mq di arbusti. Tra essi erano presenti alcuni capanni realizzati con materiale vario per ricoverare utensili e legna da ardere. Tra le ceneri, alla fine delle operazioni di spegnimento, i pompieri hanno rinvenuto la carcassa di un cane di media taglia carbonizzato.

I caschi rossi, presenti sul posto con una squadra, hanno immediatamente allertato i carabinieri per i rilevamenti del caso. (da.be.)

Foto d’archivio

A fuoco 1.500 mq di arbusti, tra le ceneri i vigili del fuoco trovano un cane carbonizzato
Cronaca 28 Marzo 2020

Coronavirus, il prezioso lavoro dei vigili del fuoco volontari di Medicina: «Morale alto al servizio della città»

«Forza Medicina andrà tutto bene». È questa la frase scelta dai vigili del fuoco volontari del distaccamento di via Morara per infondere coraggio a tutti i concittadini. Il cartellone, che ha già fatto il giro dei social, ora è appeso «nel piazzale della caserma sotto al pennone del tricolore che abbiamo issato così che tutti possano sentirsi meno soli», spiega il capo distaccamento, Giulio Pancaldi, raggiunto al telefono.

Dalle sue parole si intuisce che, nonostante l’emergenza, «il morale della squadra è alto – prosegue -. Il nostro obiettivo è dare il miglior servizio possibile ai cittadini e, personalmente, devo evitare anche il contagio tra i miei ragazzi». A Medicina tutto è cambiato dal 16 marzo, giorno in cui il capoluogo e la frazione di Ganzanigo sono diventate «zona rossa» per il focolaio da Covid-19. «Da quella mattina non possiamo uscire dall’area, a differenza di altri corpi che invece possono muoversi libe- ramente – illustra Pancaldi -. Per questo motivo la squadra è formata solo da chi vive all’interno dei confini ed è scesa da 35 a una decina di unità».

I pompieri di Medicina sono gli unici caschi rossi che possono intervenire all’interno della «zona rossa». «Dal Comando provinciale ci hanno fatto capire che se riusciamo dobbiamo cavarcela da soli, ma il loro supporto è fondamentale. Vengono infatti fino al check point sulla San Vitale per consegnarci il materiale nuovo e ritirare quello uti- lizzato che noi, comunque, abbiamo già bonificato – dice Pancaldi -. Alla fine di ogni intervento igienizziamo le tute vaporizzando un disin- fettante a base di ipoclorito di sodio, poi ci passiamo sopra l’acqua delle manichette. Usiamo anche mascherine, tute di vari tipi in base al genere di intervento, autorespiratori, maschere con i filtri e occhiali. In più, ci spostiamo sempre su due automezzi in modo da non stare troppo vicini nelle cabine». (da.be.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 26 marzo.

Nella foto: ii vigili del fuoco con lo striscione 

Coronavirus, il prezioso lavoro dei vigili del fuoco volontari di Medicina: «Morale alto al servizio della città»
Cronaca 27 Febbraio 2020

Gatto cade in un pozzo profondo 8 metri, vigile del fuoco si cala e lo salva

Complessa operazione dei vigili del fuoco, oggi pomeriggio, a Imola quando al 115 è arrivata una richiesta di soccorso per il salvataggio di un gatto precipitato all’interno di un pozzo presente in un’abitazione di Imola.

I pompieri giunti sul posto hanno prima calato un esplosimetro, strumento utile a verificare l’assenza di miscele infiammabili e la respirabilità dell’aria, dopodiché hanno allestito una manovra Saf (Speleo Alpino Fluviale) che ha permesso ad un operatore di calarsi a una profondità di circa 8 metri e riportare in superficie il felino, che è stato preso in carico dal veterinario del gattile imolese di via Gambellara. (da.be.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Gatto cade in un pozzo profondo 8 metri, vigile del fuoco si cala e lo salva
Cronaca 27 Febbraio 2020

Rogo su un terrazzo di un appartamento a Castel San Pietro

Intervento dei vigili del fuoco, oggi pomeriggio, poco dopo le 13, a Castel San Pietro, causa un incendio sviluppatosi nel terrazzo di un appartamento in viale Albertazzi.

Sul posto le squadre di Medicina e Imola con Auto pompa serbatoio e autoscala. I pompieri hanno provveduto, in due ore, ad estinguere l”incendio attraverso l”uso di estintore a CO2 e naspo. Inoltre hanno dovuto, per la durata delle operazioni, chiudere il gas in tutto lo stabile in quanto l”incendio aveva parzialmente danneggiato dei tubi del gas. Per disperdere il fumo accumulatosi nella tromba delle scale è, invece, stato usato un evacuatore di fumi.

Cinque persone sono state affidate alle cure del 118, mentre sul luogo dell’incendio erano presenti anche tecnici di Hera. (da.be.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell’incendio

Rogo su un terrazzo di un appartamento a Castel San Pietro
Cronaca 22 Febbraio 2020

Vasto incendio a Borgo Tossignano, a fuoco più di cinque ettari di bosco

A causa delle condizioni climatiche di questi giorni, cinque ettari di bosco sono andati in fiamme oggi, nella zona collinare di Borgo Tossignano, nei pressi di via Rineggio dove sono presenti anche caseggiati e manufatti di campagna. Le operazioni dei vigili del fuoco sono scattate verso le 14 e proseguiranno per tutta la notte.

Sul posto squadre provenienti da Imola, Casola Valsenio, Fontanelice, Monghidoro, Bologna, San Pietro in Casale per un totale di 32 pompieri, a cui va aggiunto l’elicottero Drago 121 del reparto volo di Arezzo che ha contribuito, con numerosi lanci d’acqua, allo spegnimento di un incendio con un fronte di quasi un chilometro. Nella nottata due squadre rimarranno nell’area per il controllo delle braci, mentre in questo momento i caschi rossi stanno provvedendo alla bonifica della zona anche per controllare eventuali animali rimasti coinvolti. 

Presenti anche i carabinieri che hanno richiesto la presenza dei loro colleghi forestali e il 118 in supporto con almeno un’ambulanza. Nessuna abitazione è rimasta coinvolta, ma perr via dei fumi provocati dal rogo tre persone sono state evacuate da tre case della zona.

Foto Isolapress

Vasto incendio a Borgo Tossignano, a fuoco più di cinque ettari di bosco
Cronaca 22 Febbraio 2020

Bimbo rimane chiuso dentro l’auto, passante sfonda il finestrino e lo libera

Pochi minuti, ma di panico, oggi, intorno alle 12.30, al parcheggio della Bocciofila di viale Saffi a Imola.

Secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco e dei carabinieri, un bimbo di due anni è rimasto involontariamente chiuso dentro l’auto mentre era con la madre. La donna ha sistemato prima la propria borsa, con dentro le chiavi del mezzo, sul sedile anteriore e poi posizionato il figlio sul sedile posteriore. Appena chiusa la portiera, però, si è attivata la chiusura automatica dell’auto.

La madre, che non si è mai allontanata dall’auto, ha chiamato immediatamente i carabinieri e i pompieri, ma quando i caschi rossi imolesi sono arrivati un passante aveva già liberato il piccolo, sfondando il finestrino ed aprendo l’auto. Sul posto anche i sanitari del 118 che hanno verificato le condizioni del bimbo. (da.be.)

Nella foto (da Google Maps): il parcheggio della Bocciofila in viale Saffi

Bimbo rimane chiuso dentro l’auto, passante sfonda il finestrino e lo libera
Cronaca 22 Febbraio 2020

Auto in fiamme in un campo a Medicina, in corso le indagini dei carabinieri

Auto in fiamme ieri, poco dopo le 17 ieri, in un campo in via Fiorentina a Medicina. Sul posto due squadre dei vigili del fuoco di Medicina e Budrio che hanno provveduto in due ore a spegnere l’incendio che aveva avvolto l’utilitaria, evitando che si propagasse ad un container adiacente. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Sull’accaduto e sulle cause stanno indagando i carabinieri. (da.be.)

Foto concessa dai vigili del fuoco

Auto in fiamme in un campo a Medicina, in corso le indagini dei carabinieri
Cronaca 21 Febbraio 2020

In fiamme un ettaro di terreno sulle colline di Casalfiumanese

Un vasto incendio è divampato ieri, intorno alle 18, sulle colline di Casalfiumanese, precisamente in località Pieve di Sant’Andrea. A prendere fuoco un ettaro circa di sterpaglie, rovi ed i rami di alcune coltivazioni. 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Fontanelice, Imola e Medicina con, tra gli altri, un mezzo polivalenza ed un «carro boschi», oltre a fuoristrada inviati su indicazione della protezione civile. Vista l’estensione dell’incendio e il terreno impervio i pompieri hanno impiegato diverse ore per spegnerlo e bonificare l’area. Per fortuna nella zona interessata dalle fiamme non erano presenti abitazioni. Non si registrano danni e feriti.

A causare il rogo, molto probabilmente, le condizioni di elevata criticità causa le temperature anomale di questo mese di febbraio. (da.be.)

Foto concesse dai vigili del fuoco

Casalfiumanese

In fiamme un ettaro di terreno sulle colline di Casalfiumanese
Cronaca 11 Febbraio 2020

Ultraleggero precipita e prende fuoco. Morto il pilota, un 23enne di Castel San Pietro

Un ultraleggero Sierra Tecnam è precipitato questa mattina, pochi minuti prima delle dieci, nel comune di Argelato, in località Malacappa, tra via Casadio e via Lame. Nell’impatto contro l”argine del fiume Reno, proprio di fronte all’aviosuperficie «Reno Air Club» da cui era appena decollato, il velivolo ha preso subito fuoco ed il pilota Tommaso Battini, 23enne di Castel San Pietro, è stato sbalzato fuori dall’abitacolo. Soccorso dai sanitari del 118 è stato trasportato in ambulanza al Maggiore di Bologna. A causa delle gravi ferite riportate è però deceduto nel pomeriggio.

Sull’esatta dinamica al momento ci sono solo supposizioni. «Potrebbe avere avuto problemi al motore – commentano dal «Reno Air Club» – e per questo abbia cercato di ritornare indietro per atterrare sulla pista. Un testimone oculare l’ha visto virare di 180 gradi, prima di precipitare e schiantarsi in verticale. Noi ce ne siamo accorti perché attirati dal fumo denso». Sul luogo dello schianto sono intervenuti anche i vigili del fuoco con due squadre per estinguere le fiamme divampate sull’ultraleggero e poi estese alla sterpaglia dell’argine. I carabinieri di San Giorgio in Piano e San Giovanni in Persiceto, a cui sono affidate le indagini, invece, hanno provveduto a chiudere la viabilità lungo le strade poste nelle vicinanze dell’incidente. Il magistrato ha disposto il sequestro del velivolo. Il commento del sindaco di Castel San Pietro Tinti: «Tommaso ci lascia in modo drammatico ed incomprensibile e lascerà un vuoto incolmabile nella nostra comunità. Tutta l’amministrazione comunale è vicina alla sua cara famiglia».

Battini aveva per il volo una grande passione, tanto da aver frequentato l’istituto tecnico aeronautico. Titolare dell’Aero Bf, che si occupa di riparazione e manutenzione di aeromobili, era anche presidente dell’Air Club & Fun di Argelato, associazione che aveva organizzato le ricerche per ritrovare i resti dell’aviatore americano Loren Hintz (leggi qui). La sua seconda passione, invece, era il rugby. Era, infatti, un giovane e promettente direttore di gara che aveva frequentato l’Accademia arbitrale di Tirrenia e nella stagione in corso aveva iniziato a collaborare come consulente arbitrale per le Zebre Rugby Club di Parma. In sua memoria il presidente federale Gavazzi ha disposto che nel prossimo weekend, venga osservato un minuto di silenzio su tutti i campi d’Italia. (da.be.)

Foto e video concessi dai vigili del fuoco

Ultraleggero precipita e prende fuoco. Morto il pilota, un 23enne di Castel San Pietro
Cronaca 10 Febbraio 2020

Vandali al parco Tozzoni, in fiamme l’area giochi dei bambini

Vandali protagonisti al parco Tozzoni di Imola. Intorno alle 6 di questa mattina, ignoti hanno preso di mira l’area bimbi nei pressi del chiosco Dolce Vita in via Comezzano, distruggendo e dando fuoco al castello di legno ed agli altri giochi presenti. Sul posto i vigili del fuoco che, allertati da un passante, sono intervenuti con due squadre per domare le fiamme e mettere in sicurezza lo scenario. Per fortuna il rogo non si è propagato agli alberi e arbusti nelle vicinanze.

Sull’accaduto indagano i carabinieri. «Al momento non ci sono novità – ha commentato il capitano della Compagnia di Imola, Andrea Oxilia -. Dai primi riscontri, però, pare ci sia l’ombra del dolo». (da.be.)

Foto e video concessi dai vigili del fuoco

Vandali al parco Tozzoni, in fiamme l’area giochi dei bambini

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast