Posts by tag: violenza sulle donne

Cronaca 5 Maggio 2020

Dalla Regione al Comune di Imola più di 10 mila euro per aiutare le donne vittime di violenza

«Prosegue e si rafforza l’impegno della Regione a sostegno delle donne vittime di violenza in un momento reso ancora più difficile dall’emergenza Coronavirus. Le donne devono essere al centro della ripartenza e non devono sentirsi sole» A dirlo è la consigliera regionale Francesca Marchetti commentando la misura regionale a supporto della fondamentale azione dei centri antiviolenza e delle case rifugio. 

»Dopo la campagna di comunicazione promossa nelle scorse settimane, per invitare le donne che subiscono abusi a contattare i numeri d’emergenza e a rivolgersi ai Centri antiviolenza presenti in ogni provincia, la Regione metterà a disposizione 357.041,88 euro dal proprio bilancio, per garantire un’accoglienza in sicurezza alle donne costrette a lasciare la propria abitazione e per garantire la sicurezza di ospiti e operatrici dei Centri e delle Case rifugio. — spiega la Marchetti -.  Le risorse regionali saranno ripartite tra i Comuni e le Unioni di Comuni che ospitano sul proprio territorio centri antiviolenza e case rifugio, a sostegno dell’attività straordinaria da queste assicurata sull’intero territorio regionale. Fondi che serviranno per sostenere i costi per gli alloggi in cui le donne uscite di casa potranno trascorrere il periodo di isolamento, per la sanificazione dei locali e l’acquisto di dispositivi di protezione individuali e di attrezzature e materiali necessari alle ospiti, ai loro bambini e alle operatrici. Per quanto riguarda il Comune di Imola saranno destinati 10.689,81 euro». (da.be.)

Dalla Regione al Comune di Imola più di 10 mila euro per aiutare le donne vittime di violenza
Cronaca 23 Marzo 2020

Coronavirus: Trama di terre ricorda che i centri antiviolenza rimangono aperti

Far sapere a tutte le donne che i centri antiviolenza e le case rifugio sono attivi e aperti anche in questo momento di emergenza coronavirus. E’ l’appello che l’associazione imolese “Trama di terre” lancia alle istituzioni a qualsiasi livello.

«In un regime di isolamento dettato dall”emergenza sanitaria, le madri faticano doppiamente a chiedere aiuto – osserva Alessandra Davide, responsabile del centro antiviolenza di via Aldrovandi –. E’ probabile che ritengano giustamente pericoloso esporre i/le figli/e se stesse al rischio di contagio scappando dalla propria abitazione, non avendo la certezza di sapere con chi andranno a vivere e dove».
Diventa più che mai fondamentale, dunque, «promuovere almeno l”accoglienza telefonica delle donne che chiedono aiuto – aggiunge la Davide –, ma non solo. Ricordiamo che le case rifugio, se libere, sono attive e aperte».

Da qui l’appello: «Sollecitiamo le istituzioni governative locali e nazionali a pubblicizzare l”apertura dei centri antiviolenza presso gli esercizi commerciali, i luoghi di pubblica utilità e sui media – continua Trama di Terre –, poiché questi sono gli unici luoghi, veri o virtuali, aperti e accessibili da tutte». (r.cr.)

Coronavirus: Trama di terre ricorda che i centri antiviolenza rimangono aperti
Cronaca 28 Febbraio 2020

«Viva Vittoria», anche Ozzano in prima linea contro la violenza sulle donne

Anche Ozzano aderisce al progetto «Viva Vittoria», nato per sensibilizzare l”opinione pubblica sulla violenza alle donne. Le partecipanti del Gruppo Uncinetto della biblioteca hanno, infatti, consegnato al Caffè Dei Gomitoli di Bologna le 72 mattonelle realizzate «con qualsiasi tecnica, ferri o uncinetto – ha spiegato il sindaco di Ozzano Luca Lelli. In pratica ognuno crea un quadrato di lana di 50×50 che va a comporre un”opera collettiva. Ringrazio di cuore tutte le partecipanti al gruppo di uncinetto di Ozzano che si riunisce ogni settimana presso la biblioteca comunale per la sensibilità dimostrata e per l”impegno che hanno messo in questo importante progetto».

Sono gia” tante le città italiane che hanno partecipato a questo progetto. Quest”anno l”evento, organizzato da Il Caffe” Dei Gomitoli e Viva Vittoria Bologna, con il patrocinio del Comune di Bologna e di Confcommercio Ascom Bologna, vedra” la conclusione il 7 marzo prossimo in Piazza Maggiore a Bologna dove i quadrati realizzati da tutti coloro che hanno aderito al progetto,  uniti a gruppi di quattro a formare delle coperte,  verranno stesi in piazza Maggiore e potranno essere acquistati. Il ricavato verrà devoluto a quattro Associazioni di Bologna che si occupano di progetti contro la violenza sulle donne e che hanno sottoscritto l”Accordo metropolitano per la realizzazione di attività e interventi di accoglienza, ascolto e ospitalità per donne che hanno subito violenza: Casa delle Donne, Udi, Mondo Donna e Sos Donna. «Siamo orgogliose di aver partecipato a questa bellissima iniziativa – affermano all”unisono le partecipanti del Gruppo di Uncinetto di Ozzano-. Un grazie va alla Biblioteca comunale che ci ospita settimanalmente. Lavorare insieme, coltivare relazioni, condividere una passione, tramandarla alle giovani generazioni è già di per sé una cosa bellissima. Se poi si riesce anche a dare una mano aderendo a progetti come questo, la gioia raddoppia«.

il Gruppo di Uncinetto di Ozzano si ritrova tutti i lunedì dalle ore 15 alle ore 18 presso la sala «G.Grandi» al secondo piano della  Biblioteca comunale. Per informazioni e iscrizioni: 051/791370 – biblioteca@comune.ozzano.bo.it – 338/7771838 (Angela) 

«Viva Vittoria», anche Ozzano in prima linea contro la violenza sulle donne
Cronaca 25 Ottobre 2019

Street art contro la violenza sulle donne. A Borgo Tossignano arriva il murales “Las mariposas'

Street art per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della violenza contro le donne. E’ l’idea nata dalla collaborazione fra il Comune di Borgo Tossignano e le associazioni “PerLeDonne” e “Mondo donna”, da tempo in prima linea su questi temi. E il murales colorerà il ponte della via Montanara che attraversa il fiume Santerno e porta al centro del paese.

«In questi primi mesi ho lavorato intensamente sulle pari opportunità, in modo particolare su quelle di genere – spiega Sabina Amadori, assessore ai Diritti e alle Pari opportunità –. Il risultato è stata la partenza del Te”xte”, un tavolo di ritrovo per combattere la solitudine e organizzare eventi o progetti per fermare la violenza sulle donne».
Ed è proprio all’interno di questo progetto che «è nata l’idea di realizzare un murales, eseguito da noi, sul muro del ponte – aggiunge la Amadori –. Il ponte, per me, ha un significato molto profondo di accoglienza, collaborazione e costruzione».
Presentato ieri sera in Comune, il murales si intitolerà «Las mariposas, cioè Le farfalle, e sarà dedicato alle tre sorelle che si opponevano alla dittatura nella Repubblica Dominicana uccise il 25 novembre 1960 – continua l’assessore –. Il murales sarà un volto di donna dalla cui testa, come fossero capelli o pensieri o idee, spiccano leggere in volo farfalle colorate. Libere e delicate». 

I lavori (dopo la pulizia sotto l’arco del ponte a cura dell’assessore Oscar Verzini, del consigliere comunale Guerrino Cantoni e di un gruppo di volontari, e il disegno preparatorio dell’assessore alla cultura Federica Cenni e della consigliera comunale Chiara Dall’Osso) prenderanno il via già domani e l’inaugurazione è fissata per il pomeriggio del 30 novembre.
Alla realizzazione del murales contribuirà economicamente l’Antica società dei maccheroni. (lu. ba.)

Street art contro la violenza sulle donne. A Borgo Tossignano arriva il murales “Las mariposas'

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast