Cronaca

Volontariato e beneficenza per l'immancabile appuntamento con il Mercatino dei frati cappuccini. IL VIDEO

Volontariato e beneficenza per l'immancabile appuntamento con il Mercatino dei frati cappuccini. IL VIDEO

Grande successo di pubblico per l’ormai tradizionale Mercatino dei frati cappuccini , che ha aperto i battenti in via Villa Clelia lo scorso 20 agosto e che proseguirà fino al 1° settembre. In tanti attendono questo appuntamento estivo per cercare oggetti d’occasione, a cui dare una seconda vita.

Le offerte così raccolte vengono destinate ai progetti delle missioni dei cappuccini dell’Emilia Romagna. Quello scelto quest’anno ha per titolo IllimiTarcha. «Vogliamo costruire – spiega frate Nicola – un asilo per i figli dei detenuti del carcere maschile e femminile della piccola città di Tarcha (nella regione del Dawro Konta in Etiopia, Ndr), dove operiamo da circa dieci anni. Vogliamo dare un futuro a bambini che tutti i giorni fanno i conti con i limiti della prigione in cui vivono».

Il mercatino è aperto dal lunedì al sabato, dalle ore 15 alle 18.30 (il sabato anche la mattina, ore 10-12). Mercoledì 29 agosto è prevista una apertura serale straordinaria, dalle ore 19 alle 24, in occasione del Mercatino in musica, con cibo e giochi per i bimbi. Prosegue inoltre tutti i giorni la raccolta di materiale usato, in buono stato. Ad allestire e gestire il mercatino ci sono un centinaio di volontari, italiani e stranieri che partecipano al Servizio civile internazionale, arrivati a Imola da molti Paesi europei per aderire al Campo di lavoro e formazione missionaria, organizzato dalle Missioni dei frati cappuccini dell’Emilia Romagna dal 16 agosto al 2 settembre. «Quest’anno abbiamo una dozzina di ragazzi stranieri – prosegue fra’ Nicola -, mentre il 23 agosto sono attesi altri 27 ragazzi provenienti dalla nostra missione di Sighet, in Romania. Il Campo prevede anche una parte di formazione, che avviene la mattina anche con l’intervento di esperti. Quest’anno a partire dal tema del carcere stiamo riflettendo sui concetti di limite, muro, confine e frontiera, luoghi che possono diventare anche di incontro».

Chi volesse informazioni su come donare materiale o come prestare opera di volontariato, anche solo per qualche giornata, può contattare il numero 0542/40265, email centromissionario.imola@gmail.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast