Calcio

Imolese, pessima sconfitta, ma c'erano 2 rigori

Imolese, pessima sconfitta, ma c'erano 2 rigori

Una sconfitta per 2-0 a Fano (ultima in classifica) che sembra una condanna per l’Imolese, almeno in ottica play-out. Parlati e Barbuti, entrambi di testa, firmano la vittoria nel secondo tempo, anche se dalle immagini la squadra di Atzori può recriminare per due rigori non concessi, uno su atterramento di Belcastro (sul risultato di 1-0) e uno per mano dopo un tiro di Chinellato (ancora sull’1-0).

Senza Atzori in panchina, senza Ferretti, senza Valeau, senza Garattoni, senza Padovan. Viene scelto il solito modulo, ma stavolta la difesa è quella classica, con Alimi riportato a centrocampo, mentre Tentoni viene riportato sulla destra e Ingrosso a sinistra. Vicino a Belcastro viene scelto Maniero. Questa è insomma la formazione che inizia la partita a Fano.

La cronaca. Brividi? No, sbadigli. Questo è il primo tempo di una partita che dovrebbe valere tanto per entrambe le sfidanti. Nessuna corre rischi e se vogliamo estrarre proprio qualche occasione, diciamo che la bilancia pende dalla parte dei padroni di casa. Al primo minuto c’è subito una punizione dal limite dell’area per i granata che si conclude con un nulla di fatto, mentre al 16’ arriva un tiro discretamente pericoloso di Barbuti. Infine al 40’ un’altra punizione per il Fano, ma spaventa solo la posizione, non certo l’azione che ne deriva. E l’Imolese? Molto timida, abbottonata, che a parte qualche calcio d’angolo non fa mai paura.

La ripresa. Ovviamente non si poteva continuare con quella sonnolenza, ma a svegliarsi di più è stato il Fano. Al 48’ ci prova Belcastro, con un tiro altissimo scoccato da fuori area. E al 55’ c’è il patatrac. Cross dalla sinistra e Parlati, tutto solo in area, fa secco Rossi di testa. Al 60’ Belcastro viene atterrato in area con una spinta, ma per l’arbitro Meraviglia non è rigore. Per noi lo era. Al 74’ ancora un episodio assai dubbio. Chinellato tira e la palla colpisce il braccio di un avversario, ma per l’arbitro Meraviglia non è rigore. Per noi lo era. L’occasione più grossa per l’Imolese arriva al 75’, ancora con Chinellato che colpisce al volo dopo un calcio d’angolo. Ma la sua girata da vicinissimo è alta. Al 76’ si rivede il Fano, ma Rossi è pronto. Al 79’ Barbuti chiude la partita: cross dalla destra e ancora colpo di testa, saltando più alto di Garattoni, con un gol che fa male alla squadra di Atzori. Sono 6 minuti di recupero e proprio all’ultimo giro di lancette ci prova Vuthaj, ma Viscovo fa vedere che è un portiere. (p.z.)

Fano – Imolese 2-0 (0-0)

Imolese (3-4-2-1): Rossi; Boccardi, Carini, Della Giovanna (58’ Valeau); Tentoni, Marcucci (52’ Garattoni), Alimi, Ingrosso; Belcastro (73’ Padovan), Maniero (58’ Vuthaj); Chinellato.

Gol: 55’ Parlati (F), 79’ Barbuti (F).

1 Comment

  • Una squadra molle senza grinta, senza fame, senza un leader, senza un trascinatore, che alla prima difficoltà va in crisi….con un allenatore ormai in confusione che al mercato di gennaio non ha chiesto un centrocampista dopo averne fatto cedere 2… Bah speriamo bene ma bisogna darsi mossa in fretta….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

Campagna Abbonamenti

ABBONATI AL SABATO SERA

Seguici su Facebook

Font Resize
Contrast