Cronaca

Lo ricatta per alcune foto hard, nonna «social» finisce nei guai

Lo ricatta per alcune foto hard, nonna «social» finisce nei guai

Una pensionata 80enne residente in provincia di Torino, già nota alle forze dell’ordine per diversi reati, è stata denunciata per estorsione dai carabinieri di Ozzano Emilia dopo aver raggirato un 44enne. Alla base del ricatto le foto hard che, a quanto trapela, l’uomo ha inviato alla donna conosciuta nei mesi scorsi sui social net-work.

Stando alle prime ricostruzioni, i due si sarebbero scambiati l’amicizia su Facebook, anche grazie al fatto che l’80enne non postava sue foto personali, ma ben- sì quelle rubate sistematicamente dal web di altre giovani avvenenti ragazze. Da lì tra loro è nata un’amicizia virtuale, fatta di messaggi in chat e confidenze sempre più intime, fino appunto allo scambio di immagini hard, ovviamente contraffatte da parte dell’anziana.

Ad inizio dicembre, però, il 44enne, stanco di questo rapporto, ha preferito chiudere la «relazione». Decisione che non ha fatto andare su tutte le furie la donna come forse l’uomo poteva pensare in un primo momento, ma ha fatto scattare nella mente di lei un piano diabolico per tentare di estorcergli più denaro possibile. La vittima, per prima cosa, avrebbe dovuto versare 200 euro sulla sua carta prepagata Postepay, altrimenti lei avrebbe divulgato su Facebook tutte le foto hard che lui le aveva inviato.

Il 44enne, impaurito anche dal fatto di finire in rete ed essere quindi visto da tutti, ha così provveduto a trasferire immediatamente la somma richiesta, per poi denunciare quanto accaduto ai carabinieri. I militari, grazie ad alcune indagini incrociate partite dal conto su cui l’uomo aveva versato i soldi, sono riusciti a risalire all’80enne piemontese, denunciandola. (da.be.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook