Cronaca

Nuova sede per i vigili del fuoco di Medicina, approvato dal Comune lo studio di fattibilità

Nuova sede per i vigili del fuoco di Medicina, approvato dal Comune lo studio di fattibilità

A piccoli passi prende forma l’idea della Cittadella del Soccorso di Medicina. In questi giorni, infatti, l’amministrazione comunale ha approvato lo studio di fattibilità per quello che dovrà diventare un presidio multifunzionale in cui saranno presenti tutte le funzioni del soccorso cittadino. L’are, stando ai documenti approvati, dovrebbe essere quella di via del Piano, all’interno di un’area industriale vicina al centro abitato anche se il sindaco Matteo Montanari conferma come «l’ipotesi non sia definitiva. Se ne sta parlando e si stanno sondando anche altre realtà presenti nella prima periferia comunale».  

Intanto però il primo tassello di questo puzzle infrastrutturale e di servizio riguarda l’ipotesi progettuale della costruzione della nuova sede per il distaccamento volontario dei vigili del fuoco. Seguirà quindi quella per la creazione, nella medesima area, della sede della protezione civile e quella di un presidio sanitario con operatori della Croce rossa. Ma non solo pronto intervento e soccorso saranno tra le finalità di questa realizzazione. Tra le attività che si realizzeranno all’interno della Cittadella ci saranno infatti quelle legate all’informazione della cittadinanza, alla promozione della cultura della sicurezza e del soccorso, si realizzeranno seminari e buone pratiche sulla prevenzione e sulla gestione delle emergenze per ii cittadini, personale scolastico e studenti.

Intanto l’amministrazione ha in mano un’ipotesi per come sarà strutturato il nuovo distaccamento volontario dei vigili del Fuoco. Intervento, che per ora non ha ancora una copertura finanziaria, il cui costo preventivato si aggira sui 2 milioni di euro. La nuova sede occuperà un’area di 845 metri quadrati e sarà costituita da un edificio su tre piani e da due coperture praticabili per la manutenzione agli impianti, una accessibile tramite il vano scala principale e l’altra dal corridoio degli alloggi per il personale. L’accesso principale alla caserma avverrà direttamente dalla via del Piano. Al piano terra verrà creata l’autorimessa per il ricovero dei mezzi, con una zona per la manutenzione, un locale decontaminazione, uno spogliatoio, una saletta per incontri e un bagno. Al primo piano ci sarà invece la sala operativa e il locale per i capi squadra, una sala polifunzionale per le riunioni, un’aula didattica con bagno. Infine al secondo piano sarà realizzata la zona residenziale con 4 camere doppie e 2 camere singole capaci di ospitare fino a 40 unità. Una distribuzione che tiene conto anche delle dotazioni di organico femminile (r.cr.)

Nella foto di repertorio il distaccamento dei vigili del fuoco di Medicina di oggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RER25Novembre

ABBONATI AL SABATO SERA

nidi

Seguici su Facebook