Posts by tag: lavori pubblici

Cronaca 7 Giugno 2021

Da Comune e Regione 1,5 milioni di euro di investimenti e sostegni per il centro storico di Castel San Pietro

Riqualificazione, accessibilità, promozione e sostegni. Sono questi i quattro settori sui quali si interverrà per mettere in pratica il piano di rilancio del centro storico di Castel San Pietro presentato questa mattina in conferenza stampa.

«Il 2021 insieme al 2022 sarà l’anno fondamentale per la ripresa – sottolinea il sindaco, Fausto Tinti -. Abbiamo fatto uno sforzo straordinario con 750 mila euro di contributi e sostegni tra rimborso Tari e contributi a bando e con oltre 800 mila euro di investimenti. L’Amministrazione comunale fa la sua parte ma è fondamentale come sempre l’apporto della Regione, che ci sostiene e rassicura sulla scelta che abbiamo fatto insieme alla cabina di regia di mantenere vivo il nostro centro commerciale naturale. Vogliamo dare una risposta strutturale e importante ai commercianti, agli artigiani che lavorano nel centro e anche ai cittadini che risiedono in questa area, una risposta di valore non solo economico ma anche sociale».

«Questo progetto va ben oltre le risorse regionali, che servono a realizzarlo – aggiunge l’assessore regionale al Turismo e Commercio, Andrea Corsini -. Dietro questo finanziamento c’è un’idea, una visione che parte dal riconoscimento del ruolo dei centri storici nelle nostre città. Con i nuovi strumenti della programmazione europea metteremo altre risorse per sostenere le piccole imprese delle nostre città, per sostenere la rinascita e la riqualificazione dei nostri centri storici».

Nel piano di rilancio sono previsti vari interventi, tra cui l”ascensore che collegherà il parcheggio di via Oriani (ospedale) a viale Carducci alle porte del centro storico (distanza oggi servita da una scalinata lunga e una rampa ripida), l”ampliamento del parcheggio dell”ospedale, il rifacimento di pavimentazioni in porfido e contributi e sostegni per le attività. (gi.gi.)

Ulteriori dettagli su «sabato sera» in edicola dal 10 giugno

Nella foto: veduta aerea del centro storico di Castel San Pietro

Da Comune e Regione 1,5 milioni di euro di investimenti e sostegni per il centro storico di Castel San Pietro
Cronaca 5 Giugno 2021

Piazza Mozart nel quartiere Pedagna dopo i lavori di riqualificazione sarà senza barriere

Partiranno a settembre i lavori di riqualificazione di piazza Mozart, nel quartiere Pedagna a Imola. Nei giorni scorsi, infatti, la Giunta ha approvato il progetto di fattibilità tecnico economica, redatto da Area Blu, per complessivi 170 mila euro. «I lavori – si legge nel comunicato del Comune – si rendono necessari in quanto i camminamenti e gli accessi alle attività commerciali adiacenti la piazza sono attualmente in un pessimo stato manutentivo e di degrado urbano complessivo».

Il progetto di riqualificazione ha lo scopo di rendere più agevole la fruizione dei nuovi spazi; risolvere i problemi di degrado eliminando «angoli ciechi» (per risolvere questo problema, ad oggi sono state recintate alcune aree); abbattere le barriere architettoniche; ricucire il fronte delle alberature lungo la via Puccini; limitare l’effetto isola di calore generato dalla piazza priva di qualsiasi tipo di ombreggiamento; realizzare una pavimentazione idonea priva di inciampi e che impedisca di scivolare, anche in condizioni di bagnato.

«L’obiettivo è di rendere questo spazio sempre più un luogo di incontro e di facile fruizione, così come ci è stato sollecitato dai cittadini, a maggior ragione pensando al post pandemia – commenta il sindaco, Marco Panieri -. Proprio per questo abbiamo deciso di investire nella riqualificazione di piazza Mozart il contributo di 170 mila euro che il governo ha stanziato per il nostro Comune, sulla base della popolazione residente, nell’ambito di un decreto del novembre scorso finalizzato al sostegno a livello nazionale di interventi di riqualificazione e di messa in sicurezza di edifici pubblici e patrimonio comunale».

Dal canto suo, l’assessore ai Lavori pubblici, Pierangelo Raffini, aggiunge: «Grazie al nuovo decoro urbano quest’opera porterà ad una aumentata sicurezza, anche percepita, del luogo e restituirà ai cittadini del quartiere uno spazio finalmente vivibile e accessibile a tutti anche per eventi, incontri e altre attività».

I lavori inizieranno a metà settembre e proseguiranno per circa 4 mesi. (r.cr.)

Nella foto: come si presenta oggi piazza Mozart

Piazza Mozart nel quartiere Pedagna dopo i lavori di riqualificazione sarà senza barriere
Cronaca 10 Marzo 2021

A Castello nuovo look per il giardino di via Volturno ed il parco di via Scania

Si sono da poco conclusi gli interventi per la riqualificazione del giardinetto di via Volturno e per il parco di via Scania a Castel San Pietro. Nel giardinetto, all’ingresso del centro storico a fianco del parcheggio Oberdan, sono stati inseriti lampioni a led, nuovi arbusti, panchine e giochi per bambini e sono state eliminate le barriere architettoniche per renderlo completamente fruibile anche ai disabili. In via Scania, invece, per rendere visibile sia l’area giochi sia i percorsi pedonali, sono stati installati tre nuovi lampioni a led (finora il parco era privo di illuminazione).

Ricordiamo che, dallo scorso 26 febbraio, come previsto dall’ordinanza del sindaco Fausto Tinti firmata in seguito all’entrata in zona arancione scuro (poi diventata a stretto giro rossa), vige il divieto di usare strutture sportive e giochi presenti nei parchi. Entrambi gli interventi fanno parte del progetto #CastelloCiVede, finanziato con 125 mila euro, dei quali 89 mila concessi dalla Regione Emilia Romagna. (gi.gi.)

Nella foto: il parco di via Scania

A Castello nuovo look per il giardino di via Volturno ed il parco di via Scania
Cronaca 25 Novembre 2020

Lavori e opere pubbliche, il Comune di Imola investe 520 mila euro

Con una delibera di Giunta il Comune di Imola ha deciso di investire 520 mila euro in lavori e opere pubbliche. A farlo sapere è l’assessore Pierangelo Raffini che spiega come «la somma, recuperata all’interno degli equilibri generali di bilancio, verrà impiegata con l’obiettivo di svolgere migliorie e finalizzare progetti in corso da molto tempo». All’interno di questi 520 mila euro vi sono gli interventi di riqualificazione della piazza di Ponticelli, la messa in funzione di Palazzo Calderini, oltre a lavori per la viabilità, asfaltature e la messa a norma della bocciofila di Ponticelli.

Per quanto riguarda la piazza di Ponticelli il progetto, dal costo di 150 mila euro a carico del Comune, vedrà il via dei lavori a giugno. Prevista la riqualificazione completa della piazza, con l’intera ripavimentazione dell’area e la creazione di un parcheggio centrale. L’area sarà perfettamente fruibile e accessibile dai pedoni,con l’eliminazione dei marciapiedi attualmente presenti, mantenendo le quote preesistenti agli ingressi pedonali alle abitazioni, creando una continuità con i percorsi pedonali e ciclabili presenti lungo la via Montanara. Verrà, inoltre, spostata la pensilina dell’autobus, sostituite le alberature presenti con la piantumazione di 13 nuove essenze arboree autoctone e realizzata una nuova rete di illuminazione, con nuovi corpi illuminati. Riguardo Palazzo Calderini, il Comune ha deciso di procedere per stralci al restauro conservativo dell’ex archivio piano terra, riducendo l’intervento a 200 mila euro, tutti finanziati dall’Amministrazione comunale, per questo primo stralcio di lavori.In particolare, verrà adeguata la centrale termica e saranno messi a norma tutti gli impianti elettrici. Ulteriori opere riguarderanno le reti dati e telefoniche. Infine, 50 mila euro sono stati destinati per mettere a norma la Bocciofila di Ponticelli e trasformarla in una sala polivalente. I restanti 120 mila euro sono destinati a lavori per la viabilità e asfaltature. (da.be.)

Nela foto: il Comune di Imola

Lavori e opere pubbliche, il Comune di Imola investe 520 mila euro
Cronaca 12 Agosto 2020

In via di completamento l'intervento di copertura del canale dei Molini in viale Carducci

Si concluderanno entro il 20 agosto i lavori di copertura del canale dei Molini in viale Carducci, a seguito del cedimento di una parte della pista ciclopedonale sotto il peso di un camion dei rifiuti il 24 dicembre dello scorso anno. L’intervento, previsto nel bilancio del Comune, «è stato affidato alla ditta Tm lavori edili di Imola – spiega Luca Martelli di Area Blu – e il costo complessivo è di 26.500 euro».

Nel dettaglio, prima è stato liberato dai mattoni un tratto della voragine di 6/7 metri, per poi aprire un altro tratto del marciapiede, a rischio di crollo tanto quanto quello che ha ceduto, di fronte al negozio «La cicogna», per un totale di 11 metri e mezzo. L”intervento prevedeva poi il posizionamento di dieci lastre della lunghezza di un metro e mezzo ciascuna, infine occorrerà attendere i necessari tempi di solidificazione affinché il marciapiede possa tornare carrabile. (lu.ba.)

Nella foto sopra il cantiere qualche settimana fa, in quella sotto il cantiere con il canale già richiuso

In via di completamento l'intervento di copertura del canale dei Molini in viale Carducci
Cronaca 7 Agosto 2020

A Castel San Pietro interventi di riasfaltatura per oltre 400 mila euro su undici strade

Sono partiti a metà luglio i lavori di asfaltatura delle strade di Castel San Pietro, per un importo complessivo di 415 mila euro. «Si tratta del programma che siamo soliti strutturare per l’estate, quest’anno iniziato con un paio di settimane di ritardo a causa dell’emergenza Covid-19 che ha scombinato per mesi le priorità» spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Giuliano Giordani. Il progetto e l’affidamento dei lavori di manutenzione straordinaria, all’interno dell’accordo quadro stipulato con Area Blu, sono stati approvati dalla Giunta comunale a inizio mese. La lista comprende il rifacimento del manto stradale di alcuni tratti di strade: via San Giorgio a Varignana, via Poggio nell’omonima frazione e la rotonda tra le vie Torricelli e Archimede sono già state completate. Nei giorni scorsi si è lavorato invia della Repubblica (ossia la via Emilia) nel tratto di 200 metri compreso tra il pont esul Sillaro e oltre l’incrocio con via Riniera (semaforo spento e senso unico alternato durante il cantiere).

Dal 27 luglio, invece, il cantiere si è spostato in via Manzoni, poi sono in programma le asfaltature nelle vie Corlo,Leopardi, Liano (collina), Grazia Deledda (a Osteria Grande), Ferraris e Ugo Bassi. Ovviamente saranno previste alcune limitazioni al traffico. (mi.mo.)

Per il servizio completo vai su «sabato sera» del 30 luglio

Nella foto operai al lavoro alla rotonda tra le vie Torricelli e Archimede

A Castel San Pietro interventi di riasfaltatura per oltre 400 mila euro su undici strade
Cronaca 23 Giugno 2020

Si parte dalla sagrestia per riqualificare il Carmine a Medicina

La ristrutturazione della sacrestia dell’ex chiesa del Carmine di Medicina è stato uno fra i primissimi lavori pubblici a ripartire dopo il lockdown. Con il desiderio di restituire il prima possibile ai medicinesi uno spazio pubblico che contribuisca a ricostruire la socialità messa a dura prova da due mesi di pandemia.
«Il cantiere della sagrestia è solo un anticipo del più ampio progetto che vede il restauro e risanamento strutturale della chiesa – ricorda Matteo Montanari, primo cittadino di Medicina –. I lavori avranno una durata di circa quattro mesi (i tempi sono slittati anche per la sospensione dei cantieri causa coronavirus) e quindi si conta di terminare entro settembre».

Quali sono gli interventi previsti?
«I lavori interessano principalmente il rifacimento della pavimentazione, il consolidamento di parti murarie, il ripristino degli intonaci e la realizzazione di impianti. Si stanno svolgendo sotto l’attenta supervisione della Soprintendenza dei Beni culturali dell’Emilia-Romagna. La ditta è specializzata in cantieri di restauro architettonico».
L’associazione I portici, la corale Quadrivium e la Pro loco, che utilizzano la chiesa per le proprie attività, hanno confermato la loro disponibilità a contribuire (20.000 euro l’importo complessivo) alle spese?
«Tutte le associazioni hanno confermato il loro impegno e cercheranno di garantire il contributo previsto. Certo, la sospensione delle attività è un problema per tutti, in particolare per l’associazione i Portici, che al momento non può organizzare il mensile mercatino dell’antiquariato. Anche per Pro loco e Quadrivium le attività sono sospese: pensiamo al rinvio del Barbarossa al 2021 e di tutti i concerti previsti. Tuttavia, la cosa più importante è la loro voglia di continuare a far parte di questo progetto di recupero per dare nuova vita al Carmine». (lu.ba.)

L”intervista completa nel numero del Sabato sera del 18 giugno

Si parte dalla sagrestia per riqualificare il Carmine a Medicina
Cronaca 20 Maggio 2020

Concluse le asfaltature delle vie Montecerere e Tanari a Castel San Pietro

Con l’avvio della cosiddetta “fase 2”, sono ripresi da dove erano stati interrotti i lavori pubblici nel territorio del Comune di Castel San Pietro.

Il primo intervento a vedere la conclusione è stato quello di asfaltatura del tratto di via Montecerere che era stato oggetto di lavori di sistemazione idrogeologica fra gennaio e febbraio di quest’anno. «A fine febbraio la circolazione era stata ripristinata per consentire il definitivo assestamento del piano viabile – ricorda Giuliano Giordani, assessore ai Lavori pubblici –, prima di poter procedere con l”asfaltatura, che è stata appunto realizzata in questi giorni».

Il secondo intervento, terminato ieri, è l’asfaltatura di tratti di via Tanari per circa di un chilometro e mezzo. «L’opera faceva parte della seconda tranche di asfaltature programmata alla fine del 2019 – aggiunge Giordani –. Con la somma residua di 50mila euro è stato finanziato, oltre al completamento di via Tanari, anche un altro importante intervento che partirà a Osteria Grande».
Si tratta della realizzazione di un piccolo parcheggio di sei posti sti auto paralleli alla strada, all’angolo fra via Molise e via Pilastrino. «Condizioni meteo permettendo, i lavori si concluderanno nel giro di 4-5 giorni – continua l’assessore –. Poi sarà la volta del nuovo lotto di lavori del 2020. Stiamo preparando il crono-programma, che prenderà il via a giugno». (r.cr.)

Concluse le asfaltature delle vie Montecerere e Tanari a Castel San Pietro
Cronaca 15 Aprile 2020

Coronavirus, la risistemazione della piazza di Ponticelli dovrà attendere

La risistemazione della piazza di Ponticelli dovrà attendere. Il Piano triennale dei lavori pubblici del Comune di Imola, approvato dal commissario straordinario Nicola Izzo con i poteri della Giunta comunale due settimane fa, ha infatti stralciato il progetto per, così recita la secca motivazione addotta, «ridefinizione delle priorità».
Ma non tutti a Ponticelli accettano la decisione di buon grado, come dimostra la lettera che il signor Franco Landi ha inviato a Sabato sera, pubblicata sul numero del 9 aprile.

Le rimostranze sono figlie, probabilmente, di varie considerazioni. Tre di queste sono espresse nella lettera: il tempo passato, già oltre due anni, dal sondaggio con il quale i residenti di Ponticelli avevano espresso la loro preferenza in merito al progetto da realizzare; il costo, inizialmente di 77 mila euro e ora lievitato a 200 mila euro circa, considerando l’importo iniziale, al quale vanno aggiunti i 123 mila euro previsti per la realizzazione dell’opera stralciata dal piano triennale. Infine, non va dimenticato il dubbio, comune ai cittadini che vivono nelle frazioni, di essere considerati in qualche modo di serie B rispetto a quelli di città. (mi.ta.)

Coronavirus, la risistemazione della piazza di Ponticelli dovrà attendere
Cronaca 7 Aprile 2020

Il coronavirus ha bloccato i cantieri pubblici

Il decreto che ha sancito la chiusura di molte aziende e attività ritenute non essenziali ha sospeso anche tanti cantieri, tra cui quelli pubblici.
Sostanzialmente bloccati, per quanto riguarda Area Blu, i lavori che sarebbero dovuti partire in questo periodo, ad esempio le ciclabili della valle del Santerno e di Castel Guelfo. «Il problema dei cantieri in questo momento è legato soprattutto alla fornitura di materiali» dice Andrea Dal Fiume, responsabile dell’area Tecnica. Continuano invece gli interventi di manutenzione, quali chiusura buche o ripristino cartelli stradali. Per gli immobili, la priorità è per quelli che ospitano le attività che non possono fermarsi. «Abbiamo riparato una porta nella palazzina della polizia locale a Imola», esemplifica Dal Fiume. Per il resto, «il cantiere del centro sociale Giovannini è fermo perché non è possibile fare il trasloco». Prosegue invece l’attività di progettazione.

Anche a Ozzano Emilia si va avanti con progetti e bandi di gara. «È in corso l’aggiudicazione per il miglioramento sismico della scuola Gnudi e stiamo lavorando all’approvazione dei progetti della nuova media Panzacchi, della riqualificazione energetica del nido Fresu e della variante per riaffidare i lavori della materna Rodari – elenca l’assessore ai Lavori pubblici, Mariangela Corrado –. Vogliamo essere pronti per quando i cantieri ripartiranno e continuiamo ad approvare i progetti in Giunta collegandoci online». Bloccati, invece, i lavori già affidati per la ciclovia tra la stazione ferroviaria e Ponte Rizzoli.

A Castel San Pietro, invece, il cantiere del nuovo ponte sul Sillaro in via Mingardona era già stato fermato nei giorni precedenti «perché le lavorazioni non consentivano alla ditta di garantire la distanza di sicurezza di un metro tra gli operai – dice l’assessore Giuliano Giordani –. Riusciamo a fare solo qualche manutenzione stradale urgente. Anche per i sopralluoghi, per garantire la distanza di sicurezza, ci spostiamo con due auto».

A Medicina, il cui capoluogo e la frazione di Ganzanigo sono diventati «zona rossa» da metà marzo, «i cantieri in corso, ad esempio la bus station e la palestra delle medie Simoni, sono bloccati – aggiorna il sindaco, Matteo Montanari –. Abbiamo un cantoniere in servizio, ma in questo momento ci sta dando una mano nell’emergenza Coronavirus, con le persone in isolamento o girando con la macchina con il megafono». (gi.gi./mi.ta.)

Nella fotografia, il cantiere del centro sociale Giovannini

Il coronavirus ha bloccato i cantieri pubblici

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast