Moto sapiens

Blog 19 gennaio 2018

Da Londra a Brighton… Su un triciclo del 1900

Cento chilometri da Londra a Brighton su un triciclo del 1900. E’ l’impresa che ha portato a termine Benito Battilani, l’imolese della omonima collezione moto iscritta al circuito della Motorvalley e già campione del programma tv Lascia o Raddoppia.

Esclusivamente dedicata ai veicoli pre 1905, la Bonhams London to Brighton Veteran Car Run, amichevolmente Londra-Brighton, si corre ad una media di diciotto chilometri orari. La nascita della corsa affonda le radici nella Emancipation Run del lontano 14 novembre 1896, manifestazione indetta dal neonato autoclub per celebrare l’entrata in vigore del Locomotives on the highway act che aumentava il limite di velocità da 4 a 14 miglia orarie ma soprattutto aboliva l’obbligo per i veicoli di essere preceduti da un uomo a piedi sventolante bandiera rossa. Ancora oggi, dopo 121 anni ed ottanta edizioni della rievocazione (continuative dal primo anno ad eccezione di alcuni periodi fra cui quello della guerra per razionamento del petrolio), una simbolica bandiera rossa viene fatta letteralmente a pezzi all’alba di ogni prima domenica di novembre.

Battilani, classe 1939, si è presentato al via dell’edizione 2017, una volta iscritto fra i “soli” 500 veicoli ammessi ogni anno dall’organizzazione, sul suo triciclo monociclindrico Rochet del 1900. E, indossando l’idoneo abbigliamento a tema fatto di pantaloni alla zuava, stivaloni, un giaccone in pelle, gli occhialoni da motociclista e la coppola all’indietro come usava ad inizio Novecento (ma anche un casco in stile per la corsa), ha sbancato il premio eleganza dedicato quest’anno ai mezzi francesi, portandolo di fatto in Italia!

 

A complicare la corsa in sè, invece, il fatto che il triciclo Rochet non ha cambio nè frizione. “La difficoltà maggiore di quei cento chilometri sul Rochet sono stati il traffico e le ripartenze – racconta Battilani –. Si deve pedalare e contemporaneamente gestire i comandi a leva e a rubinetto di gas, anticipo e aria, che vanno regolati un po’ alla volta con una mano mentre l’altra regge il manubrio”. Un’operazione delicata da ripetere ad ogni semaforo e rotonda fra il centro di Londra, esattamente Hyde Park, e la Madeira Drive sul lungomare di Brighton.

Complessivamente l’edizione 2017 della Bonhams London to Brighton Veteran Car Run ha contato al via una decina di italiani e tre tricicli. Hanno tagliato il traguardo, meritando la finishers medal for punctual arrival in Brighton appena una manciata di italiani e due tricicli: Benito Battilani da Imola c’era.

Da Londra a Brighton… Su un triciclo del 1900

FB Like Box

Logo Info Easy
Font Resize
Contrast