Località

Cronaca 25 Settembre 2020

«Un salto in edicola» ed una Lady Coraggio all’ombra del Grattacielo

A Imola, al civico 8 di via Pacinotti, poco prima di spuntare su piazzale Michelangelo, si trova l’edicola Grattacielo. Il nome dell’edicola rispecchia a pieno il carattere della proprietaria: Nicoletta Cardelli, 56 anni, capelli biondi, tutto pepe, da sei mesi nonna di una bellissima bimba. Da sola porta avanti tutto il lavoro che c’è da fare dal lunedì alla domenica, per tutto l’anno. Nicoletta gestisce l’edicola dal 2011, prima è stata barista e benzinaia, «facevo i turni anche notturni in autostrada», non proprio un lavoro semplice per una donna piccolina e minuta come lei. «Ho avuto anche una piccola esperienza in fabbrica, ma è un lavoro che non fa per me. Ho bisogno del contatto, di muovermi, di stare con le persone».

Così, dopo aver lasciato il lavoro da benzinaia per problemi fisici, ha tentato l’avventura con l’edicola: «Quando ti ritrovi senza lavoro a quasi cinquant’anni non è facile, poi ho trovato un’occasione ragionevole e mi sono buttata. In fondo poi l’edicola era il mio sogno». Ed eccola dunque tra quotidiani, riviste e giochi per bambini, «abbiamo anche la macchina per i biglietti del treno, per le ricariche telefoniche e per il pagamento di bolli e bollette. Perché solo con i giornali non è facile».

In effetti è proprio poco bionda, come si dice a Imola per indicare una persona decisa e coraggiosa, la nostra Nicoletta che nel 2014 subì, sventandola, una rapina a mano armata: «Ero al telefono con il mio compagno, la solita chiamata di metà mattina, quando entra in edicola un uomo a volto coperto che mi si para davanti e tira fuori un coltello, intimandomi di dargli duecento euro per la scuola di sua figlia. Io non ci penso un attimo, mi sono alzata dallo sgabello e gli sono andata incontro dicendogli che non ci pensavo proprio a dargli i soldi e che ero al telefono con una persona che stava sentendo tutto. A quel punto lui mi ha mandato a quel paese ed è scappato e io l’ho inseguito!». Il giorno dopo i giornali locali titolavano Lady Coraggio ha messo in fuga un ladro armato di coltello, «però ho avuto paura, quando sei in quelle situazioni l’adrenalina ti fa fare cose che a mente fredda non faresti». (m.o.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto: Nicoletta Cardelli nella sua edicola di via Pacinotti a Imola

«Un salto in edicola» ed una Lady Coraggio all’ombra del Grattacielo
Sport 25 Settembre 2020

Calcio serie C, sciopero revocato: domenica si gioca Padova-Imolese

Tutto rientrato. E’ stato infatti raggiunto l’accordo per revocare lo sciopero dei calciatori di serie C originariamente previsto per la prima giornata di campionato in programma nel fine settimana. Domenica, quindi, l’Imolese scenderà regolarmente in campo all’Euganeo (ore 15) contro il Padova. Arbitro il signor Rutella di Enna, assistenti Licari di Marsala e Micalizzi di Palermo.

Lega Pro e Aic (sindacato dei giocatori), con l’ausilio della Figc, si sono così accordate per un allargamento delle liste per il campionato da 22 a 24 nomi. Martedì 29, inoltre, è in programma un’assemblea straordinaria delle società per approvare il nuovo regolamento e allungare i tempi di chiusura del mercato. (da.be.)

Foto tratta dalla pagina Facebook dell’Imolese 

Calcio serie C, sciopero revocato: domenica si gioca Padova-Imolese
Imola 25 Settembre 2020

#Imola2020, proclamati ufficialmente i 24 consiglieri comunali

Ieri sera l’Ufficio centrale per le elezioni comunali ha proceduto a proclamare gli eletti alla carica di consigliere comunale (tutti i nomi qui)

Su 24 consiglieri, la maggioranza ne conta 15, oltre al sindaco Marco Panieri. Rappresentate le liste Partito Democratico Panieri Sindaco, Imola Corre Panieri Sindaco ed Imola Coraggiosa Ecologista Progressista. Nove consiglieri, invece, per la minoranza. Il gruppo di liste Lega Salvini Premier, Giorgia Meloni Fratelli d’Italia e Forza Italia collegate con Daniele Marchetti (candidato sindaco non eletto) avrà 7 seggi. A questi, infine, si aggiungono i due candidati sindaco non eletti Carmen Cappello ed Ezio Roi. (da.be.)

Nella foto: la sala del Consiglio comunale a Imola

#Imola2020, proclamati ufficialmente i 24 consiglieri comunali
Cultura e Spettacoli 25 Settembre 2020

«L’ultima notte del Carnevale estivo», lo scrittore Gianluca Morozzi presenta il suo romanzo noir edito da Bacchilega

In uno dei primi giorni d’autunno… l’estate continua. Quantomeno a Doria Marittima, immaginaria cittadina balneare in cui si svolgono le vicende dei protagonisti de L’ultima notte del Carnevale estivo, il romanzo di Gianluca Morozzi e Paolo Alberti che lo stesso Morozzi presenterà questa sera, venerdì 25 settembre, alle 21 nello spazio di Estro, in via Aldrovandi 12 a Imola.

Edito da Bacchilega editore nella sua collana Zero, L’ultima notte del Carnevale estivo è un noir che comincia nel 1989, quando cinque ragazzi si ritrovano come ogni anno in vacanza al mare, tra amicizie e primi amori. Ma è quando Leo, Ricky, Zorba, Alice e Stella decidono di architettare uno scherzo ai danni della compagnia rivale, i Duraniani, che tutto cambia: lo scherzo, costruito con un’anima horror, si trasforma in orrore vero e proprio equando un cadavere verrà trovato alle colonie di Doria Marittima, niente sarà più come prima. Trent’anni dopo, un matrimonio riunisce i vecchi amici nello stesso luogo, svelando successi, fallimenti, vecchi e nuovi amori. (r.c.)

L’articolo completo su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto: lo scrittore Gianluca Morozzi e il suo libro L’ultima notte del Carnevale estivo

«L’ultima notte del Carnevale estivo», lo scrittore Gianluca Morozzi presenta il suo romanzo noir edito da Bacchilega
Cronaca 25 Settembre 2020

A Castel San Pietro tre giornate «con Gusto» e l’Alto Adige come ospite speciale

«Appuntamento con Gusto» è la proposta, nata per valorizzare qualità e tipicità dei prodotti esposti, che si terrà da oggi, venerdì 25, a domenica 27 settembre in piazza XX Settembre a Castel San Pietro.

L’iniziativa avrà una doppia caratteristica: sarà infatti un contenitore in cui si affiancano sia la somministrazione sia la vendita di prodotti enogastronomici ed artigianali. Ospitalità speciale sarà data ad uno specifico territorio, l’Alto Adige. Il territorio ospite curerà la parte dedicata alla preparazione di specialità altoatesine da degustare, proponendo anche un’ampia gamma di prodotti alimentari ed artigianali.

A questa offerta si affiancheranno altri operatori provenienti da diverse regioni, i quali proporranno selezionati prodotti che sono diretta espressione dei territori di provenienza come miele, vino, funghi e formaggi. L’appuntamento è per oggi, venerdì 25, dalle 12 alle 23, sabato dalle 9 alle 23, domenica dalle 9 alle 21. (r.c.)

A Castel San Pietro tre giornate «con Gusto» e l’Alto Adige come ospite speciale
Sport 25 Settembre 2020

Ciclismo «Imola 2020», Alessia Patuelli senza… Mondiale: «Che rabbia non esserci»

Alessia Patuelli è nata il 22 dicembre 2002, è al secondo anno da Juniores, ma nel 2021 di millesimo ne avrà 19 passando Elite, e sarà una delle più giovani. Cresciuta nella «Santerno Fabbi», oggi gareggia per il Team Breganze Millennium guidato da Davide Casarotto, ex pro degli anni ’90 che ha vinto il Gp Liberazione nel 1996, il mondiale di primavera per Under 23, che solo quell’anno si correva come gara open. «Ho fatto un video per l’Uci sul percorso dei Mondiali assieme a Riccardo Spadazzi, un ragazzo che correva ed ora fa il cicloamatore. Me l’ha chiesto Massimo Marani, collaboratore di Selleri. Il video viene postato dall’Uci su Instagram, Facebook e altri social. Il percorso è molto tecnico, strappi duri anche se non lunghissimi, discese altrettanto tecniche con strade strette. Sarà spettacolare».

In questo periodo stai andando forte ma non potrai correre il Mondiale sotto casa.

«Sono arrabbiatissima, non solo perché si corre a Imola. Il ciclismo giovanile è il futuro e impedirgli di mettersi in mostra al Mondiale sminuisce i sacrifici che si fanno. Avrebbero potuto far correre solo le prove in linea alle categorie Under 23 e Juniores maschili e femminili, magari su un circuito alternativo come quello dei Tre Monti». (n.v.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto: Alessia Patuelli sul percorso dei Mondiali

Ciclismo «Imola 2020», Alessia Patuelli senza… Mondiale: «Che rabbia non esserci»
Imola 24 Settembre 2020

Il nuovo sindaco di Imola Marco Panieri già al lavoro: primi impegni e temi «caldi» con in testa il motto di nonno Giorgio

Marco Panieri è il dodicesimo sindaco di Imola nel dopoguerra, a partire da Giulio Miceti. È un mandato non banale, che segna davvero una cesura storica, più forte di quella che portò due anni fa Manuela Sangiorgi ad essere la prima sindaca non di centrosinistra della città di Andrea Costa.

Stavolta non è una ubriacatura temporanea, stavolta Marco Panieri ribadisce di essersi candidato come alfiere di un progetto che guarda un orizzonte di dieci anni.
Per un tempo così lungo è servito un tempo corto, ovvero le 4 ore di sonno a notte che si è potuto permettere in campagna elettorale. Non saranno tante di più quelle che si concederà ora. La «condanna a sindaco», come l’ha definita un suo predecessore, prevede anche questo. «Ora però si lavora per la città».

I primi impegni del nuovo sindaco saranno costruire la Giunta, occuparsi di edilizia scolastica e di economia… con in testa il motto di nonno Giorgio. «L’energia, la forza e il sorriso che metto nel mio impegno vengono dalla sua figura. Sono in politica grazie a lui, per portare avanti i valori che mi ha trasmesso: il bene comune e l’impegno a favore di una comunità. Una massima che ricordava sempre era che “per salire in montagna la regola è taci e tira, nella vita invece è tira per poter parlare e farti valere. Ma quanto? Il fare o l’essere sono concetti relativi. Quello assoluto è abbastanza”».(p.b.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 24 settembre.

Nella foto (Isolapress): Marco Panieri

Il nuovo sindaco di Imola Marco Panieri già al lavoro: primi impegni e temi «caldi» con in testa il motto di nonno Giorgio
Cronaca 24 Settembre 2020

Ciclista si scontra contro un’auto, ferito 24enne

Incidente stradale oggi, intorno alle 10, in via Montecerere a Castel San Pietro.

Secondo la ricostruzione della polizia locale, un ciclista del ’96 di Bologna stava percorrendo la strada in discesa direzione valle quando in una semicurva, per cause ancora da accertare, si è scontrato contro un’autovettura, condotta da una 85enne di Castel San Pietro, che procedeva in direzione opposta. 

Sul posto i sanitari del 118 che hanno trasportato il giovane ferito al pronto soccorso di Imola. Dai rilievi eseguiti, poi, gli agenti hanno constatato come il ciclista avesse parzialmente invaso l’altra carreggiata affrontando il tratto di semicurva e per questo verrà sanzionato ai sensi del codice della strada. Durante le operazioni la circolazione non ha subito alcun tipo di rallentamento. (da.be.)

Foto d’archivio

Ciclista si scontra contro un’auto, ferito 24enne
Sport 24 Settembre 2020

Mondiali di ciclismo «Imola 2020», l’olandese Anna van der Breggen vince l'oro nella crono donne

Nella prima prova dei Mondiali di ciclismo di Imola successo, nella cronometro femminile, per l’olandese Anna van Der Breggen che ha coperto i 31,7 km in 40’20’’14. Dietro di lei la svizzera Marlen Reusser (+15””48) e l’altra olandese Ellen Van Dijk (+ 31””46). Caduta, invece, per la campionessa in carica Chloé Dygert. L’americana si trovava in testa alla prova a metà percorso quando ha perso il controllo della bici ed è volata oltre il guardrail.

La van der Breggen conquista così uno dei pochi ori che le mancavano in carriera, dopo l’iride nella prova su strada a Innsbruck 2018 e la medaglia più preziosa ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Decimo posto, invece, per l”italiana Vittoria Bussi, 25° l”altra azzurra Vittoria Guazzin.

Archiviata la cronometro femminile è già tempo di pensare alla prova contro il tempo maschile di domani che vedrà impegnati per l’Italia Filippo Ganna ed Edoardo Affini. (da.be.)

Nella foto: Anna Van Der Breggen durante la cronometro (scatto dalla pagina Fb 2020 UCI Road World Championships Imola – Emilia-Romagna) e sul podio per le premiazioni (BettiniPhoto)

Mondiali di ciclismo «Imola 2020», l’olandese Anna van der Breggen vince l'oro nella crono donne
Cronaca 24 Settembre 2020

Da Crif e Palazzo di Varignana due borse di studio per giovani di Varignana e Palesio

Due borse di studio per studenti e studentesse residenti a Varignana e Palesio che frequentano con particolare profitto licei o istituti tecnici oppure le facoltà di Economia, Agraria e Ingegneria. È questo l’impegno di Crif e Palazzo di Varignana per sostenere gli studi di giovani che risiedono dove la società colosso dei servizi informativi bancari ha realizzato il Campus e possiede un resort di lusso.

Ad aggiudicarsi i due riconoscimenti sono stati Lisa Monari, che ha ricevuto una borsa di studio del valore di 500 euro, mentre per il percorso universitario è stato premiato Samuele Garelli, con una borsa di 1.000 euro.

«Da diversi anni abbiamo programmi dedicati al supporto della formazione dei figli dei dipendenti – commenta Carlo Gherardi, amministratore delegato Crif -. Da quest’anno abbiamo deciso di aggiungere un programma ad hoc per il sostegno di un territorio che mi ha dato tanto come cittadino e imprenditore». (r.cr.)

Nella foto: la consegna delle borse di studio

Da Crif e Palazzo di Varignana due borse di studio per giovani di Varignana e Palesio

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast