Cronaca

Cronaca 17 Ottobre 2021

Associazione No Sprechi e Fondazione Crimola insieme per aiutare 700 famiglie bisognose

Anche in questo secondo anno di pandemia l’associazione No Sprechi/Emporio Solidale ha proseguito l’attività di raccolta e la distribuzione di prodotti di prima necessità alle persone bisognose. Da Febbraio, grazie ad una convenzione firmata con il Comune di Imola e in rete con l’Azienda circondariale servizi alla persona, il Banco Alimentare e circa una trentina di associazioni solidali imolesi, è stato possibile portare aiuti a 693 persone tramite la fornitura, in tempi diversi, di 1.539 pacchi preparati dai volontari con i prodotti acquistati con i fondi stanziati dal Comune.

La distribuzione è tutt’ora in corso, ma la grande novità riguarda l’apporto economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola con una donazione di 8mila euro, di cui 3.600 euro da destinare esclusivamente all’acquisto di prodotti di prima necessità, compresi articoli di cancelleria scolastica per i più giovani. (r.cr.)

Foto dalla pagina Facebook dell’associazione No Sprechi

Associazione No Sprechi e Fondazione Crimola insieme per aiutare 700 famiglie bisognose
Cronaca 17 Ottobre 2021

Coronavirus, dalla Regione domande e risposte sui vaccini – IL VIDEO

Quali sono le caratteristiche del Covid-19? Cosa sono le varianti? Come funzionano i vaccini? Sono sicuri? Esistono terapie specifiche contro il Covid? Sono alcune delle domande a cui la Regione Emilia-Romagna ha deciso di dare nuovamente risposta, per vincere paure e fake news, attraverso una serie di video pillole (della durata di 3/4 minuti l’uno), sulla base dei dati scientifici, dal titolo «Non esitare, vaccinati. Domande e risposte sui vaccini anti-Covid».

A rispondere sono le dottoresse Giulia Silvestrini e Viviana Santoro, medici del Dipartimento di Sanità Pubblica – Unità operativa Igiene e Sanità Pubblica, Ravenna – Ausl Romagna, che in modo sintetico e chiaro rispondono ai quesiti. I filmati usano un linguaggio non tecnico, alla portata di tutti coloro che desiderino essere informati pur non disponendo di competenze specifiche. Le video pillole forniscono, tra gli altri temi trattati, indicazioni sulle cure utilizzate, sull’efficacia dei vaccini, sui controlli a cui sono sottoposti, sulle eventuali reazioni avverse e smentiscono con fermezza alcune fake news che continuano a circolare, come quella per cui la somministrazione del vaccino favorirebbe la comparsa di varianti o porterebbe alla diffusione di malattie. (r.cr.)

DOMANDE E RISPOSTE SUI VACCINI – TUTTI I VIDEO DELLA REGIONE

Coronavirus, dalla Regione domande e risposte sui vaccini – IL VIDEO
Cronaca 16 Ottobre 2021

Frontale sulla San Carlo, motociclista perde la vita

Incidente mortale nel pomeriggio di oggi in via San Carlo a Castel San Pietro. Secondo le prime informazioni una Citroen C3, condotta da un ventenne, per cause ancora da accertare, nei pressi dell’incrocio con via Gioia, ha invaso la corsia opposta scontrandosi frontalmente con una moto Bmw Gs 1200.

Dopo il violento impatto il conducente della moto è stato sbalzato a diversi metri di distanza, mentre il mezzo si è incendiato. Inutili i soccorsi del 118, l’uomo, un 68enne residente nel ferrarese, è morto sul colpo a causa delle gravi lesioni riportate. Ferito ma non in modo grave l’automobilista. Sul posto anche vigili del fuoco per spegnere l’incendio e gli agenti della polizia stradale. (r.cr.)

Foto Isolapress

Frontale sulla San Carlo, motociclista perde la vita
Cronaca 16 Ottobre 2021

Assalto alla Cgil di Roma, la condanna del presidente del Consiglio comunale di Imola Roberto Visani

Dopo i gravi fatti accaduti una settimana fa a Roma con l’assalto alla sede della Cgil di Roma, giovedì scorso il presidente del Consiglio comunale di Imola, Roberto Visani, ha voluto ricordare gli episodi di violenza in apertura della seduta.  «Scene che portano alla memoria gli anni terribili del fascismo e le devastazioni delle Camere del Lavoro avvenute esattamente 100 anni fa nella primavera del 1921. In questa circostanza intendo esprimere la più ferma condanna di quanto accaduto unitamente alla solidarietà alla Cgil, agli operatori sanitari ed alle forze dell”ordine. È necessario che tutta la comunità politica, senza ambiguità, esprima ferma e incondizionata condanna contro queste manifestazioni violente che per la loro inquietante carica eversiva non hanno nulla a che fare con la legittima espressione del dissenso. La contrarietà ad alcune forme di tutela della salute pubblica come il green pass, che ritengo necessarie, non giustifica atti intimidatori o distruttivi contro persone o cose.  A Roma sono stati presi di mira sindacalisti, medici, infermieri, agenti di polizia. Colpire il sindacato, il cui ruolo è sancito dalla costituzione significa colpire le lavoratrici e i lavoratori che esso rappresenta; l”assalto a un pronto soccorso pretende di demolire la fiducia che gli italiani stanno riponendo verso la sanità e i suoi operatori che si sono prodigati nell”ultimo anno e mezzo per contrastare la pandemia da Covid-19; scagliarsi verso le forze dell”ordine rende evidente la mancanza di rispetto non solo verso gli agenti ma più ampiamente verso le leggi dello Stato che in quel momento essi stanno difendendo. Gli assalti di questi giorni rappresentano quindi una minaccia seria alla Costituzione e ai valori sui quali è stata scritta e approvata». (r.cr.)

Foto d’archivio

Assalto alla Cgil di Roma, la condanna del presidente del Consiglio comunale di Imola Roberto Visani
Cronaca 16 Ottobre 2021

Tutto pronto a Casalfiumanese per i lavori di ripristino della sponda del Sillaro e dell’asse stradale

Partiranno il prossimo 20 ottobre, a Casalfiumanese, i lavori di ripristino della sponda del torrente Sillaro e dell’omonima scarpata sulla quale è presente la strada che conduce alle località «Le Pioppe» e «Santo Meno». Interventi necessari per porre rimedio alle criticità presenti sulla specifica porzione di strada fortemente compromessa a causa dell’erosione, originata dalla piena del torrente Sillaro, della sponda sinistra della scarpata che delimita il corso d’acqua.

Un progetto dall’importo complessivo di 55mila euro, di cui 43.859,20 euro per lavori a base d’asta e 11.140,80 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione, Iva ed altri oneri, interamente finanziato col contributo del medesimo importo proveniente dalla Regione Emilia-Romagna. (r.cr.)

Foto concessa dal Comune di Casalfiumanese

Tutto pronto a Casalfiumanese per i lavori di ripristino della sponda del Sillaro e dell’asse stradale
Cronaca 15 Ottobre 2021

In sella ad una moto rubata non si fermano all’alt, un minorenne denunciato dopo l’inseguimento

Brillante operazione della polizia locale di Castel San Pietro che, grazie anche al Targa System, la rete di telecamere che rileva le targhe dei veicoli ed eventuali infrazioni ad essi collegati, ha fermato e recuperato una moto rubata, denunciando il conducente per ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Secondo la ricostruzione degli agenti, ieri mattina, intorno alle 8.20, durante il quotidiano servizio di controllo che viene svolto ogni giorno nell’orario di apertura delle scuole, una pattuglia che si trovava davanti alla scuola Albertazzi in piazzale Andrea Costa ha ricevuto da uno dei portali del Targa System la segnalazione di una moto rubata con due persone a bordo in ingresso nel territorio comunale. 

Immediatamente gli agenti hanno istituito un posto di blocco, in attesa del passaggio del motociclo Honda, giunto da lì a poco con a bordo due giovani. All’alt intimato dagli agenti, il conducente non solo non si è fermato, ma ha addirittura accelerato, tentando di investire l’agente con la paletta, tanto da costringerlo a spostarsi rapidamente di lato. 

La pattuglia è così partita all’inseguimento. Vedendosi braccati, a quel punto i due hanno abbandonato la moto nell’area verde dietro la piscina comunale per poi scappare a piedi, ma inutilmente. Fermati e identificati, gli agenti hanno scoperto trattarsi di due minorenni residenti nel bolognese. Il conducente è stato quindi denunciato per ricettazione della moto, rubata da ignoti pochi giorni fa a Bologna e subito restituita al legittimo proprietario, e per resistenza a pubblico ufficiale. (r.cr.)

Foto concessa dalla polizia locale di Castel San Pietro

In sella ad una moto rubata non si fermano all’alt, un minorenne denunciato dopo l’inseguimento
Cronaca 15 Ottobre 2021

Alla Cittadella di Bubano si parla di violenza sulle donne, Lucarelli primo ad entrare all’Agorà

È scrittore, sceneggiatore, conduttore televisivo, ma è anche il presidente della Fondazione emiliano romagnola per le vittime dei reati. In questa veste Carlo Lucarelli sarà ospite della Festa della Comunità nella Cittadella di Bubano, questa sera, per parlare di femminicidio e violenza contro le donne.

La Fondazione è nata il 12 ottobre 2004, con atto costitutivo sottoscritto dalla Regione Emilia Romagna, dalle Province e dai Comuni capoluogo della regione. Diversi Comuni, tra cui quello di Imola, si sono aggiunti successivamente, condividendo il progetto di dare un immediato sostegno economico alle vittime di crimini.

La serata dedicata al femminicidio e alla violenza di genere rientrerà nel percorso delle Agorà democratiche, l’iniziativa lanciata dal Partito democratico nazionale come esperimento di democrazia partecipativa. (mi.ta.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 7 ottobre.

Nella foto: Carlo Lucarelli

Alla Cittadella di Bubano si parla di violenza sulle donne, Lucarelli primo ad entrare all’Agorà
Cronaca 15 Ottobre 2021

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»

Domani, sabato 16 ottobre, presso i supermercati Coop Alleanza 3.0 a Castel San Pietro e Coop Reno a Osteria Grande torna l’iniziativa di solidarietà «Dona la spesa», organizzata dai volontari di Auser Castel San Pietro in collaborazione con altre associazioni locali. L’obiettivo, come sempre, è sostenere persone e famiglie in difficoltà nel territorio comunale. Lo scorso maggio, nella precedente edizione, sono state raccolte 2,260 tonnellate di prodotti. (lo.mi.) 

Nella foto: la precedente edizione di «Dona la tua spesa»

Volontariato, a Castel San Pietro e Osteria Grande sabato 16 torna l’iniziativa «Dona la spesa»
Cronaca 14 Ottobre 2021

Green pass per lavorare, da domani scatta l’obbligo per tutti

Da domani, venerdì 15 ottobre, entra in vigore l’obbligo di Green pass per tutti i lavoratori, sia in ambito pubblico che privato. Il personale della scuola ha fatto da apripista, ora tocca a tutti gli altri. Il decreto del 21 settembre ha esteso «l’ambito applicativo della certificazione verde Covid 19 e il rafforzamento del sistema di screening», fino al 31 dicembre (termine ad oggi dello stato di emergenza). Il certificato verde attesta di aver fatto almeno una dose di vaccino, di essere risultati negativi a un tampone molecolare effettuato nelle 72 ore antecedenti o rapido nelle 48 ore precedenti, oppure di essere guariti dal Covid nei sei mesi precedenti. 

Uffici pubblici. L”obbligo vale per il personale dipendente, ma anche per tutti coloro che accedono alle pubbliche amministrazioni occasionalmente, per svolgere attività lavorativa, di formazione o di volontariato. Vale ad esempio per i servizi di pulizia, ristorazione, manutenzione e rifornimento dei distributori automatici, i consulenti, i corrieri. Va rispettato anche dai visitatori a qualunque titolo e dalle autorità politiche. L”unica categoria esclusa è quella degli utenti dei servizi e coloro che sono esentati dalla vaccinazione con un certificato medico.

Lavoro privato. Anche in questo caso, l”obbligo vale per i dipendenti ma anche per chi entra in azienda sulla base di contratti esterni. Le verifiche spettano ai datori di lavoro e per chi non è in possesso del certificato ci sarà l”assenza ingiustificata e di conseguenza il blocco dello stipendio, ma non la sospensione. Anche il titolare dell”azienda è tenuto ad avere il Green pass, e la verifica verrà effettuata dal soggetto individuato per i controlli all”interno dell”azienda.

Lo smart working non è un‘alternativa. Chi lavora sempre in smart working non è tenuto ad avere il Green pass, ma il lavoro agile non può essere utilizzato per eludere l”obbligo. Questo vale in particolare per i dipendenti pubblici, che progressivamente torneranno in presenza.

Penalizzazioni e sanzioni. Chi non ha il pass deve essere allontanato e ogni giorno di mancato servizio è considerato assenza ingiustificata. Lo stipendio viene sospeso fin dal primo giorno di assenza ma in nessun caso si può essere licenziati. Nel periodo d”assenza, inoltre, non maturano né contributi né ferie. Chi è senza il pass sul posto di lavoro rischia una sanzione da 600 a 1.500 euro mentre il datore di lavoro che non controlla incorre in una sanzione da 400 a mille euro.

Controlli. Potranno essere effettuati con l”app VerificaC19 oppure i software messi a disposizione come già avviene per la scuola. Dovranno essere fatti ogni giorno, possibilmente al momento dell”accesso e anche attraverso il sistema dei tornelli, a tappeto o a campione a cura del datore di lavoro. Nel settore pubblico ciascuna amministrazione è autonoma nell”organizzarli e, qualora non fosse possibile controllare tutti, le verifiche a campione devono essere svolte «in misura non inferiore al 20% del personale presente in servizio e con un criterio di rotazione». I datori di lavoro, sia pubblici sia privati, potranno chiedere in anticipo la verifica del pass in base alle esigenze organizzative, ad esempio per le attività su turni. È saltato dal testo finale del Dpcm con le linee guida sulle verifiche del Green pass sul lavoro la previsione del limite di 48 ore di anticipo entro cui chiedere la verifica del certificato.

Idraulici, badanti e tassisti. I clienti che ricevano in casa, ad esempio, un idraulico o un elettricista non sono tenuti al controllo, in quanto non sono datori di lavoro ma stanno acquistando servizi, ma è loro facoltà chiedere il pass. Al contrario, il datore di lavoro di colf o badanti è tenuto a verificare che la dipendente abbia il pass. I clienti non sono tenuti a verificare il pass di tassisti.

Esenti. L”obbligo non si applica a chi per condizione medica non può vaccinarsi.

Dubbi possono essere chiariti consultando le faq del Governo oppure chiamando il 1500 (ora il numero unico sul Green pass). (r.cr.)

Green pass per lavorare, da domani scatta l’obbligo per tutti
Cronaca 14 Ottobre 2021

Tper, 88 autisti privi di green pass, annunciati possibili disagi e tagli alle corse dei bus

Alla vigilia dell’entrata in vigore delgreen pass obbligatorio sui luoghi di lavoro, la società di trasporti bolognese Tper annuncia possibili disagi. «Per sopperire – spiega – alle dichiarate assenze legate al mancato possesso della certificazione verde obbligatoria per accedere al lavoro (che per quanto concerne la giornata di venerdì 15 ottobre riguarda complessive 88 unità di personale viaggiante Tper nei bacini di servizio di Bologna e Ferrara), è in corso un’operazione di assegnazione del maggior numero di turni di servizio con tutte le risorse, umane e organizzative, a disposizione. Si può però già prevedere che, nonostante l’impegno, difficilmente potranno essere garantite tutte le corse programmate; si opera, pertanto, per limitare al massimo i pur inevitabili disagi conseguenti a probabili tagli di corse. Tagli – in un numero non prevedibile, certamente minoritario e che si cercherà di contenere con il lavoro in continuo divenire – che potranno intervenire a scacchiera, in generale, sui servizi».

Tper garantirà in via prioritaria «la copertura dei collegamenti utilizzati dall’utenza pendolare e scolastica, al fine di soddisfare il più possibile le esigenze di mobilità di chi si sposta per necessità di lavoro e di studio». (lo.mi.)

Tper, 88 autisti privi di green pass, annunciati possibili disagi e tagli alle corse dei bus

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast