Cronaca

Cronaca 26 Novembre 2021

Una stanza degli ascolti «protetta» in Commissariato per le vittime che vogliono denunciare

Giovedì 25 novembre è stata inaugurata in Commissariato a Imola una «stanza degli ascolti protetti», uno spazio accogliente e riservato, dedicato alle persone del circondario che devono segnalare o denunciare una violenza, abusi o maltrattamenti, più comunemente donne, bambini o anziani. Il servizio è stato attivato grazie alla convenzione siglata tra Comune, Questura di Bologna e Lions di Imola e Valsanterno.

Secondo quanto scritto nella convenzione approvata dalla Giunta, i Lions sosterranno le spese di progettazione, ristrutturazione e acquisto delle attrezzature per allestire gli spazi per 10 mila euro complessivi, mentre il Comune partecipa con un contributo di 1.500 euro erogati ai Lions stessi oltre all’impegno a concedere gratuitamente l’utilizzo del Teatro dell’Osservanza per un’iniziativa di sensibilizzazione sulla tematica e il coordinamento in qualità di soggetto facilitatore e per la promozione del progetto anche at- traverso campagne informative.

La Questura di Bologna ha messo a disposizione un’area del Commissariato, che verrà gestita per accoglienza e video-audizioni dal personale di polizia. Gli spazi, si legge, «saranno concessi anche alle altre autorità investigative e giudiziarie locali, per quanto di loro competenza e necessità». Anche l’accesso sarà «protetto», su via Rivalta invece che da via Mazzini. La convenzione scadrà il 31 dicembre 2024. (r.cr.)

Nelle foto: l’inaugurazione e particolari della stanza d’ascolto in commissariato

Una stanza degli ascolti «protetta» in Commissariato per le vittime che vogliono denunciare
Cronaca 26 Novembre 2021

Percepisce il reddito di cittadinanza ma è proprietario di una barca di 20 metri

I carabinieri hanno denunciato un uomo residente a Medicina per truffa aggravata, in quanto percepiva il reddito di cittadinanza senza averne diritto.

Il soggetto, procuratore speciale di una società che vende ed acquista immobili, è anche proprietario di una barca lunga 20 metri ormeggiata in un porto della rivier romagnola. L’uomo è stato segnalato all’autorità giudiziaria ed all’Inps che cercheranno di recuperare i 13mila euro da lui percepiti illegalmente. (r.cr.)

Percepisce il reddito di cittadinanza ma è proprietario di una barca di 20 metri
Cronaca 26 Novembre 2021

Versi delle canzoni di Vasco Rossi e Cesare Cremonini «illumineranno» il centro di Imola

Un anno dopo aver «illuminato» in vista del Natale le due strade del centro storico di Imola con le parole di Ayrton Senna, il Comune ha deciso, grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, di allestire ed illuminare un tratto di via Emilia e di via Appia con le parole tratte dalle canzoni di Vasco Rossi e Cesare Cremonini.

Il montaggio si concluderà oggi, mentre l’accensione è prevista il 4 dicembre, insieme alle luminarie natalizie e alle luci dell’albero di Natale. In questa occasione la scelta è connessa ai due concerti che il rocker di Zocca e il cantante bolognese terranno in Autodromo (, tanto che le parole illuminate rimarranno allestite ben oltre le festività natalizie, ovvero fino ai concerti della prossima estate. In via Emilia i versi della canzone «Sally» di Vasco Rossi «Perché la vita è un brivido che vola via. È tutto un equilibrio sopra la follia», mentre in via Appia,verso l’orologio i versi della canzone «Mondo» di Cesare Cremonini (Ho visto un posto che mi piace, si chiama Mondo. Ci cammino, lo respiro, la mia vita è sempre intorno). (r.cr.)

Nella foto: il montaggio delle luminarie con i versi dei due cantanti emiliani

Versi delle canzoni di Vasco Rossi e Cesare Cremonini «illumineranno» il centro di Imola
Cronaca 26 Novembre 2021

Capitan Chiellini va in gol con la Colletta alimentare

Giorgio Chiellini, capitano della Nazionale di calcio campione d’Europa, è il testimonial della Colletta alimentare in programma domani, sabato 27 novembre. Promossa dalla Fondazione Banco alimentare, l’iniziativa compie 25 anni e torna anche in presenza dopo una edizione realizzata con gift card.

Quest’anno, nei supermercati aderenti all’iniziativa, si potranno di nuovo acquistare fisicamente alimenti non deperibili da donare alle persone in difficoltà accolte dalle strutture caritative convenzionate con Banco alimentare.

I carrelli si potranno riempire con prodotti a lunga conservazione come omogeneizzati alla frutta, tonno e carne in scatola, olio, legumi, pelati. Oltre le casse i donatori potranno trovare i volontari che raccoglieranno i prodotti donati che saranno distribuiti alle strutture caritative convenzionate con Banco (mense per i poveri, comunità per i minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza). 

Nella foto: il capitano della Nazionale di calcio campione d’Europa, Giorgio Chiellini, nell’immagine che promuove nel 2021 la Colletta alimentare

Capitan Chiellini va in gol con la Colletta alimentare
Cronaca 25 Novembre 2021

Coronavirus, terza dose a 150 giorni, l'Ausl manderà un Sms con la prenotazione. A Castello riapre il reparto Covid

La terza dose di richiamo vaccinale (booster) appare come l’ancora di salvezza per contenere il propagarsi della quarta ondata di Covid-19. Il ministero della Salute ha pubblicato la circolare che permette l’anticipo a 5 mesi, così da ieri è possibile prenotare la dose booster dopo soli 150 giorni dalla conclusione del ciclo primario (seconda dose o dose unica) e non aspettare 180 giorni come in precedenza. E possono farlo tutti coloro che hanno compiuto 40 anni. Le prenotazioni possono essere effettuate tramite i consueti canali prenotativi (Fascicolo sanitario elettronico, Cup, farmacie, Cuptel 800040606). Sono oltre 18.000 le persone già prenotate per la terza dose nel circondario imolese secondo una nota odierna dell’Ausl di Imola.

Da notare che l’Ausl finora inviava solo un Sms per ricordare che era trascorso il tempo necessario e si poteva prenotare il booster, ora l”Azienda sanitaria informa che “nelle prossime settimane provvederà ad attivare anche una modalità di invio dell”appuntamento vaccinale via Sms”. Non è previsto, invece, l”accesso diretto senza prenotazione ai centri vaccinali, “se non in casi specificamente inviati dai servizi aziendali competenti”. 

I casi continuano ad aumentare, sebbene con numeri nettamente inferiori a quelli dello stesso periodo di un anno fa. «La vaccinazione ha evitato oltre 300 morti e circa 1.000 ricoveri ospedalieri, solo nel nostro territorio. Senza l’effetto protettivo del vaccino il sistema sanitario sarebbe stato nuovamente vicino al collasso» ha dichiarato il direttore generale dell’Ausl Andrea Rossi. 

Nel circondario imolese ad oggi sono 669 i casi positivi, 4 le persone in terapia intensiva. Le Aziende sanitarie dell’area metropolitana hanno comunque incrementato i posti letto per il trattamento non intensivo della Covid-19. Imola ha ampliato ancora i posti di degenza ordinari raddoppiandoli (in tutto 28). «Attualmente ospita 15 persone provenienti dal nostro territorio», oltre alle 9 ancora presenti del focolaio ospedaliero. Inoltre, da domani il quarto piano dell’Ospedale di Comunità di Castel San Pietro ritornerà a disposizione per i ricoveri Covid a bassa intensità (14 letti).

Oggi sono 64 i nuovi contagiati: 19 hanno meno di 14 anni, 1 dai 15 ai 24 anni, 17 tra i 25 e i 44 anni, 14 tra i 45 e i 64 anni e 13 dai 65 anni in poi; solo 18 sono asintomatici; 7 riferibili a focolai già noti. A questo proposito va ricordato che in questa quarta ondata l’Ausl parla di «contagio esponenziale nelle scuole», oltre alla primaria Campanella, in settimana si è registrato un focolaio nella primaria Pelloni-Tabanelli (Montebello). In aggiunta c’è anche un focolaio nella casa di riposo Villa Gloria con 36 ospiti e 9 operatori positivi. (l.a.)

Nella foto il direttore generale dell”Ausl Andrea Rossi e il sindaco di Imola Marco Panieri nel centro vaccinale dell”Osservanzza (foto d”archivio Isolapress)

Coronavirus, terza dose a 150 giorni, l'Ausl manderà un Sms con la prenotazione. A Castello riapre il reparto Covid
Cronaca 25 Novembre 2021

In arrivo i fondi del Pnrr per completare la nuova scuola media Panzacchi a Ozzano

Buone notizie per studenti e insegnanti della scuola secondaria di primo grado Panzacchi di Ozzano: arrivano 2,26 milioni di euro del Dipartimento per gli Affari interni del ministero degli Interni per la realizzazione e messa in sicurezza di opere pubbliche per l”anno 2021, per cui il Comune aveva fatto richiesta nel settembre 2020. Il nuovo edificio quindi sarà realizzato completo di auditorium e lo spazio esterno verrà completamente rigenerato. A renderlo noto è la stessa Amministrazione con un comunicato.

Il progetto esecutivo del nuovo edificio e della rigenerazione urbana di tutta l’area di viale 2 Giugno è stato approvato dal Comune lo scorso 21 giugno. Il bando di gara per la selezione del costruttore prevedeva però due lotti, uno “certo” e uno “opzionale” (riguardante il nuovo auditorium e alcune sistemazioni esterne). Quest’ultimo lotto si sarebbe realizzato solo all”arrivo di uno dei finanziamenti richiesti al Ministero per i quali il Comune era in graduatoria. Ora la buona notizia. “La cifra destinata al Comune di Ozzano è il secondo finanziamento per importo dei Comuni della Città metropolitana, secondo solo al Comune di Bologna” precisano dal Comune.

“Si tratta di un contributo per il cui ottenimento abbiamo lavorato molto. Questa conferma ci consente di guardare al futuro con maggiore slancio e di pianificare ancora meglio i lavori” sottolinea la vicesindaca con delega ai Lavori pubblici Mariangela Corrado.

“Questo finanziamento – spiega il sindaco Luca Lelli – ci permetterà di ridurre di circa un milione di euro l”indebitamento previsto e di superare la previsione della cosiddetta ”opzione” sulla base della quale avevamo impostato la gara d”appalto. La rigenerazione pertanto sarà completa, interessando tutto il plesso scolastico che ospiterà 21 classi contro le 18 attuali, la palestra e l”auditorium”.

La scuola media Panzacchi, costruita nel 1967, sarà dunque abbattuta e ricostruita. Nei 24 mesi previsti per i lavori, le attività didattiche si sposteranno nel Palazzo della cultura di piazza Allende. (r.cr.)

Il rendering della nuova scuola

In arrivo i fondi del Pnrr per completare la nuova scuola media Panzacchi a Ozzano
Cronaca 25 Novembre 2021

Il gruppo guidato da Hera Spa ha vinto la gara per la gestione dei rifiuti per Bologna e circondario di Imola

Hera Spa si è aggiudicata la gara per la gestione e smaltimento dei rifiuti urbani e assimilati nel bolognese. Per la precisione il raggruppamento temporaneo di imprese (Rti), costituito tra Hera Spa, Giacomo Brodolini Soc. Coop e Consorzio Stabile Ecobi, seguirà l’ambiente per il bacino territoriale di Bologna, che comprende anche i comuni del Circondario imolese e Ozzano Emilia.

Il contratto con Atersir avrà un orizzonte temporale di 15 anni e un valore di oltre 1,7 miliardi di euro. Atersir, l’Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti, è agenzia di regolazione e stazione appaltante per conto dei 50 enti locali coinvolti che comprendono oltre 1 milione di abitanti.

“Il bacino territoriale compreso nel contratto di servizio sarà dotato di modelli di raccolta con servizi e attrezzature innovativi, con un forte orientamento alla sostenibilità, alla riduzione dei rifiuti e all’incremento dei materiali riciclati” dichiarano da Hera, già gestore uscente del servizio nei medesimi comuni. Il progetto presentato, assicurano con una nota dalla ultiutility, “metterà in campo rilevanti investimenti per estendere all’intero territorio modelli di raccolta che consentano la misurazione puntuale dei rifiuti, con la finalità di minimizzare i rifiuti indifferenziati conferiti e aumentare i quantitativi avviati a riciclo”. (r.cr.)

Il gruppo guidato da Hera Spa ha vinto la gara per la gestione dei rifiuti per Bologna e circondario di Imola
Cronaca 25 Novembre 2021

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di «sabato sera»: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

25 NOVEMBRE. Voci per dire «No» alla violenza sulle donne. CRONACA. Per la Partecipanza il futuro è più «rosa». Nuova rete idrica in via Gramsci a Castello. VIABILITÀ. Osteria Grande e la Bicipolitana ocra e tabacco. NATALE. A Imola si accende con l’albero in piazza, a Castello con.. le luminarie. CURIOSITÀ. Sky, tennis e Pci: la Coppa Davis ‘76 vista da… De Brasi. POSTE. Lettori esasperati dai super ritardi. COVID. Il virus corre nelle scuole primarie di Imola. Riattivato il reparto Covid nell’ospedale di Castello. LAVORO. Tavolo 81 e Wienerberger scuole di sicurezza. MOTORI. Valentino Rossi: vittorie, serate e amici a Imola. MAGAZINE. «Squid Game», fenomeno sociale che fa discutere. EDITORIA. «Gordie e Mina», ragazzi e bugie da premio. SCIENZA. Al Tecnopolo di Ozzano la molecola Ngf attira i giovani. BASKET. Ozzano in casa per battere Jesi. «Bonna»: «Alla Virtus diventai adulto». CALCIO. La «svolta» buona del Medifossa.

Nella foto: le prime pagine di «sabato sera»

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 24 Novembre 2021

Coronavirus, «super Green pass»: cosa cambia e cosa c'è da sapere sul nuovo decreto

È arrivato in serata l’ok del consiglio dei ministri per il nuovo decreto Covid sul «super Green pass» valido (per ora) dal 6 dicembre al 15 gennaio. Il Governo ha deciso per la linea dura, con una stretta sui No Vax già in zona bianca. In arrivo infatti un passaporto «rafforzato» che si ottiene solo con vaccinazione o guarigione, ma la cui validità scenderà da 12 a 9 mesi e regolerà l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche e cerimonie pubbliche.

Sui posti di lavoro si potrà accedere ancora con il tampone negativo, mentre le attività ricreative al chiuso (teatri, bar, ristoranti, cinema o palestre) saranno aperte solo ai vaccinati o ai guariti, come accade in Germania. Il Green pass «base», ovvero il passaporto ottenibile anche con un semplice tampone negativo, dal 6 dicembre sarà obbligatorio anche, a differenza di quanto accade oggi, per alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale.

La vaccinazione obbligatoria (ora vigente per il personale sanitario) sarà estesa dal 15 dicembre al personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia e soccorso pubblico. Sempre dalla stessa data scatterà il richiamo obbligatorio per le professioni sanitarie, già previste per legge. Niente obbligo di mascherina all’aperto in zona bianca, mentre scatterà in zona gialla sia all’aperto che ovviamente al chiuso, sia per i vaccinati che non. Restano infine invariate le tipologie e la durata dei tamponi. (r.cr.)

Coronavirus, «super Green pass»: cosa cambia e cosa c'è da sapere sul nuovo decreto
Cronaca 24 Novembre 2021

Tante voci per dire «No» alla violenza sulle donne

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che ricorre domani, 25 novembre, «sabato sera» dedica al tema quattro pagine. Circondario e Asp investono sulle stanze per ospitare le donne maltrattate costrette ad allontanarsi da casa, il commissariato di Imola apre una «stanza» protetta per le denunce. Al consultorio familiare dell’Ausl di Imola cresce il numero delle donne prese in carico. Scopriamo in che cosa consiste lo strumento giuridico dell’ammonimento, suggerito dal questore Fusiello per frenare i femminicidi. Che cos’è il Reddito di libertà e come si richiede? Vi presentiamo i laboratori che a Castel Guelfo «insinuano» il rispetto tra ragazze e ragazzi. E la direttrice della Fondazione vittime dei reati mette in guardia dal pericolo di un ritorno a vecchi stereotipi di genere tra gli adolescenti. 

Approfondimenti su «sabato sera» del 25 novembre 

Nella foto: la panchina rossa e la buchetta contro la violenza installate nel parco Lungofiume a Borgo Tossignano

Tante voci per dire «No» alla violenza sulle donne

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast