Cronaca

Cronaca 24 Settembre 2020

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di «sabato sera»: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.  

POLITICA. Marco Panieri è il nuovo sindaco di Imola. CICLISMO. A Imola quattro giorno con i Mondiali. SICUREZZA. Nuovo progetto della polizia locale di Castello. CRONACA. Bruno e Roberto in bicicletta da Borgo a Santiago. Emilia 5, nuovo bolide per Onda Solare. ECONOMIA & LAVORO. Nuova C Plastica fa il tris a Castel Guelfo. SPECIALE. Vendemmia, sguardo al futuro tra vino e territorio. CULTURA. Teatro Stignani, il ritorno è dal 7 ottobre. Incontro a Medicina per ricordare il 2 Agosto. FUTSAL. Vanni Pedrini dozzese azzurro. CALCIO. Dopo 7 mesi si riparte 

Nella foto: le prime pagine di «sabato sera»

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 23 Settembre 2020

Coronavirus, un caso positivo in una scuola a Castel San Pietro. Obbligo di tampone per chi arriva da alcune regioni della Francia

Dopo una giornata di relativa calma sul fronte dei nuovi casi di positività, oggi l”Azienda usl di Imola ne ha registrati 9 di cui 4 con sintomi. Si tratta di residenti a Castel San Pietro (5), Imola (3), Medicina (1). Sei sono riferiti a focolai familiari già circoscritti, uno è un contatto di un caso già accertato mentre 2 sono casi sporadici (cioè non si è risaliti ad un possibile elemento di contagio).

In particolare, uno dei nuovi positivi di oggi è un alunno della scuola elementare Albertazzi di Castel San Pietro, che si trova però in isolamento già dallo scorso venerdì 18 settembre perché un contatto stretto (un famigliare) di un positivo già accertato. “L”esito positivo del tampone ha fatto scattare subito la procedura di tracciamento dei contatti scolastici e le verifiche del dipartimento di Sanità pubblica – precisano dall”Ausl -, che hanno confermato come le misure di prevenzione in ambito scolastico sono state rispettate”. Come di prassi è stato fatto immediatamente il tampone a compagni e docenti ma l”Azienda sanitaria non ha ancora reso noto l”esito. Si tratta del secondo caso in una scuola dopo quello nel Liceo scientifico imolese.

Il totale dei casi nel circondario imolese quindi sale a 562 dall”inizio della pandemia, di cui 93 sono quelli ad ancora attivi, dato che oggi sono state refertate anche 8 guarigioni.

Anche nel resto dell”Emilia Romagna dopo il dato di ieri di appena 56 nuovi positivi, oggi si è tornati ad un numero in tripla cifra: 101 in più, di cui metà con sintomi. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 4.613 (20 in meno di quelli registrati ieri grazie alle contestuali guarigioni). E” ben vero che le persone asintomatiche o con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere continuano ad essere la maggior parte, cioè il 96% dei casi attivi, ma sono 187 oggi i ricoverati nei reparti Covid (+2) e 20 (-2 rispetto a ieri) quelli in terapia intensiva. E si registra anche un decesso: un uomo di 98 anni della provincia di Modena.

Il maggior numero di casi oggi si è registrato nelle province di Bologna (17), Parma (14) e Reggio Emilia (12). Per quanto riguarda Bologna sono ben 15 i casi rilevati per presenza di sintomi, solo 2 hanno effettuato il tampone perché categoria professionale a rischio.

Oggi è entrata in vigore anche la novità, introdotta dalla recente ordinanza del ministero della Salute, che impone l”obbligo di comunicazione all”Ausl di appartenenza e di tampone di controllo per coloro che hanno soggiornato o transitato da otto regioni della Francia, per la precisione dall”Alvernia-Rodano-Alpi, dalla Corsica, da Hauts-de-France, Ile-de-France, Nuova Aquitania, Occitania e Provenza-Alpi-Costa Azzurra. 

Per la comunicazione e prenotazione del tampone si può utilizzare la piattaforma della Regione al link http://salute.regione.emilia-romagna.it/rientro-estero oppure contattare l”Ausl di Imola tramite su www.ausl.imola.bo.it (nella home page del sito, pagina ‘Raccomandazioni ed indicazioni – Modalità di prenotazione sierologici e tamponi”, selezionare nella casella della tabella che appare, o nella pagina dedicata, la voce ‘modulo on line’) oppure mandando una email a covid19@ausl.imola.bo.it. Il tampone è gratuito e se la persona è asintomatica non c’è obbligo di isolamento in attesa del risultato come per gli altri casi analoghi.

Da notare che la medesima ordinanza ha tolto l”obbligo di isolamento fiduciario e tampone che era in vigore da un paio di mesi per chi proveniva invece dalla Bulgaria. (l.a.)

Coronavirus, un caso positivo in una scuola a Castel San Pietro. Obbligo di tampone per chi arriva da alcune regioni della Francia
Cronaca 23 Settembre 2020

Allerta meteo, domani previsti grandine e temporali

Previsto maltempo domani sulla nostra regione. La protezione civile dell’Emilia Romagna ha, diramato, infatti, un’allerta arancione e gialla per temporali e grandine.

Per la giornata di domani 24 settembre sono previsti sul territorio regionale piogge e temporali di moderata/forte intensità, con accumuli locali nel pomeriggio e sera anche superiori a 70 mm in 3 ore. Le precipitazioni saranno più probabili sull”Appennino centro-occidentale e pianura emiliana centrale e orientale e ai fenomeni temporaleschi saranno associati fulminazioni, raffiche di vento forte e grandine. Nel corso della giornata si prevede anche una ventilazione sostenuta, con valori superiori a 60 km/h sul versante appenninico centro-occidentale. (da.be.)

Allerta meteo, domani previsti grandine e temporali
Imola 23 Settembre 2020

#Imola2020, in Consiglio comunale elette 8 donne su 12 del Pd. Francesca Marchetti: «Grande risultato»

Dopo l’ufficialità sulla composizione del nuovo Consiglio comunale, la consigliera regionale del Pd Francesca Marchetti ha analizzato un dato: su 12 donne elette, ben 8 sono del Partito Democratico. «Oggi Imola si è svegliata con un nuovo sindaco, Marco Panieri e con un Partito Democratico, che sfiorando il 40% non può che essere orgoglioso per il risultato ottenuto. Oltre a questa importante vittoria, che ha confermato come il Pd e il centro sinistra abbiano saputo battere la destra per il bene di una città e dei suoi cittadini, siamo di fronte ad un’ulteriore conquista. In consiglio comunale a Imola sono state elette 8 donne su 12 nelle fila del Partito Democratico. Un segnale che mi rende ancor più orgogliosa, lo avevo ribadito all’inizio della campagna elettorale presentando una lista rappresentata da un 55% di quote rosa, e oggi ne sono ancor più convinta che questa rappresentanza femminile, sia un’opportunità per valorizzare l’impegno di noi donne in politica e le nostre competenze. Con il Pd che ritorna ad avere un ruolo chiave nel centrosinistra oltre che a Imola e con la presenza di tante donne in consiglio comunale ritengo sia ancor più forte l’impegno che ci siamo dati nel programma elettorale ovvero, di valorizzare il protagonismo femminile promuovendo un Women New Deal come obiettivo di crescita per l’intera società, per creare condizioni culturali, formative, sociali ed economiche affinché sempre più le donne siano autonome nella vita e nel lavoro. Imola è una città amica delle donne, oltre che essere vicina alle persone e questa riflessione credo sia il punto di partenza per un impegno straordinario ed innovativo per le pari opportunità». (da.be.)

Nella foto: le otto donne del Pd elette in Consiglio comunale 

#Imola2020, in Consiglio comunale elette 8 donne su 12 del Pd. Francesca Marchetti: «Grande risultato»
Imola 23 Settembre 2020

#Imola2020, i nomi e le preferenze di tutti gli eletti in Consiglio comunale

Chiusi gli scrutini e decretata la vittoria di Marco Panieri, che da questa mattina è ufficialmente il nuovo sindaco di Imola, è tempo di pensare anche alla composizione del nuovo Consiglio comunale (la ripartizione dei seggi qui). Accanto ad ogni nome, tra parentesi, è indicato il numero delle preferenze.

Alla coalizione di centrosinistra vanno 15 seggi. Dodici al Partito Democratico 12:  Fabrizio Castellari (926), Roberto Visani (911), Giacomo Gambi (729), Daniela Spadoni (534), Lisa Laffi (506), Francesca Degli Esposti (468), Chiara Sorbello (279), Pierangelo Raffini (264), Sonia Manaresi (227), Cecilia Ricci (201), Maria Lorena Trotta (198) e Bruna Gualandi (184). Due a «Imola Corre»: Antonio Ussia (148) e Alan Manara (109). Uno a «Imola Coraggiosa»: Elisa Spada (374).

Alla coalizione di centrodestra vanno, invece, 7 seggi. Cinque a Lega Salvini Premier: Daniele Marchetti (candidato sindaco), Simone Carapia (462), Serena Bugani (293), Riccardo Sangiorgi (237) e Rebecca Chiarini (177). Due a Fratelli d’Italia. Nicolas Vacchi (461) e Maria Teresa Merli (221).

Un seggio alla civica Cappello sindaca – Imola Riparte: Carmen Cappello (candidata sindaco).

Un seggio al Movimento 5 Stelle: Ezio Roi (candidato sindaco).

Nella foto: il Comune di Imola

#Imola2020, i nomi e le preferenze di tutti gli eletti in Consiglio comunale
Cronaca 23 Settembre 2020

Continua il trend negativo della produzione di miele

Stagione chiusa per il miele e conferme delle anticipazioni di giugno. «Annata negativa – dice Giorgio Baracani, vicepresidente di Conapi, il maggiore consorzio italiano di apicoltori e apicoltore lui stesso a Castel Guelfo – in linea, più o meno, con quella dello scorso anno. Leggermente meglio in Appennino per la produzione di castagno». Insomma, niente di nuovo. «Purtroppo – continua Baracani – confermiamo un trend che già si era delineato, ma aspettavamo la chiusura della raccolta. Per l’acacia abbiamo il 70% in meno, pochissima, e poi è di scarsa qualità perché troppo scura. Il tiglio è sotto la media, pra- ticamente un meno 30-50%, del millefiori ne manca oltre il 50% e la quantità, comunque, è a macchia di leopardo».

Segni in ribasso dovuti allo stato di salute degli alveari e a dei fenomeni che sono definiti strani. E poi la varroa. «La malattia – precisa Baracani – è un problema presente da sempre, occorre imparare a conviverci, i problemi sono altri e stanno diventando fissi. Il cambiamento cli- matico, e cioè inverni caldi con ritorni di freddo in pri- mavera, la riduzione della biodiversità nelle campagne, la patologia delle api e la convivenza dell’apicoltura con l’agricoltura. Tutti gli agricoltori, anche biologici, usano sostanze che per le api sono nocive. I trattamenti non sono utilizzati correttamente, manca il rispetto per questi impollinatori, c’è una scarsa attenzione, scarse precauzioni, da parte degli agricoltori, per evitare danni ai pronubi. Gli antiparassitari devono essere usati con maggiore oculatezza e mettendo in atto le buone pratiche agricole».

E poi il grave problema del miele importato dall’estero. «Scarsità di materia e quindi – sottolinea Baracani – si va a prendere in altri Paesi. Quest’anno, però, è un’an- nata molto complicata anche per le produzioni dell’Est Europa, acacia ungherese e rumena che di solito è sempre abbondante. Nazioni, queste, che sopperivano spesso le carenze di acacia italiana. Ci aspettiamo, quindi, molto prodotto dalla Cina che tutto è, tranne che miele, è falso miele». (a.g.)

Nella foto: Giorgio Baracani 

Continua il trend negativo della produzione di miele
Cronaca 23 Settembre 2020

Mondiali ciclismo a Imola, tutte le chiusure e pre-chiusure delle strade

L’attesa è finita. Tutto pronto a Imola per i Mondiali di ciclismo, in programma da domani a domenica 27 settembre, con il comitato organizzatore che ha definito anche gli ultimi dettagli sulle modifiche alla viabilità. Un tema che sta molto a cuore ai cittadini. Strade interessate dai percorsi di gara che, negli orari stabiliti, saranno chiuse al traffico per tutti, compresi i residenti, ad eccezione solo per i mezzi di soccorso in emergenza.

Nel dettaglio, per le prove a cronometro, giovedì 24 (donne) le strade saranno chiuse dalle 13.30, mentre venerdì 25 (uomini) dalle 13.15, fino alle 17.30 circa. Non consentito il transito sulle vie Rosselli, ponte viale Dante, Pirandello, Tiro a Segno, Quarantini, Santa Lucia, degli Orti, Paroli (con pre-chiusura alla rotonda fra via Punta e la Montanara in entrambi i sensi), Codrignano tra Borgo Tossignano (da via della Resistenza) e Imola, Cappelli, Tenni, Ghiandolino e Nuvolari, fino all’ingresso nel circuito alla Variante Alta. Chi arriverà a Castel del Rio da Firenzuola potrà deviare sulla «Bordona» verso Castel San Pietro, con limitazione per i veicoli oltre le 15 tonnellate; sulla provinciale «del Gesso» verso Castel San Pietro (senza limiti per tipologia e peso dei mezzi) e sulla «Casolana» verso Casola Valsenio, esclusi i mezzi oltre le 28 tonnellate, gli autoarticolati e gli autotreni.

Anche per le prove in linea, sabato 26 (donne) e domenica 27 (uomini) le strade coinvolte dal passaggio della corsa (vie Bergullo, Lola, Mazzolano, provinciale «Casolana», Gallisterna, Caduti di Toranello, Sabbioni e Nuvolari) saranno chiuse per tutti, salvo diverse indicazioni. Sabato 26 stop al traffico a partire dalle 9.30, mentre domenica 27 dalle 7 del mattino. Riapertura prevista sempre alle 17.30 circa. In questi due giorni, per i residenti, è comunque previsto un percorso alternativo: viale Dante – viale Rosselli – via Musso – via dei Colli – via Goccianello – via Pediano e parte «alta» di via Bergullo, fin solo all’intersezione con via Lola. Chi, invece, arriverà da Palazzuolo sul Senio dovrà seguire le indicazioni per Faenza e Imola. Proseguendo sulla «Casolana – Riolese» fino a Casola Valsenio, deviazione verso Monte Albano (Zatta- glia – Castel Bolognese – Faenza) o Prugno (Fontanelice – Imola). Nell’altro senso, da Castel Bo- lognese bisognerà proseguire in direzione Biancanigo – Villa Vezzano – Zattaglia – Casola Valsenio – Palazzuolo. Infine, per i camper che vorranno entrare nel percorso di gara, chiusura dalla mezza- notte di venerdì 25 alle 17.30 di sabato 26 e dalla mezzanotte di sabato 26 alle 17.30 di domenica 27 settembre.

Oggi, intanto, la polizia del Comune di Imola, per consentire lo svolgimento in sicurezza delle gare, ha emanato un’ordinanza rendendo note le pre-chiusure delle strade interessate dalla competizione. Tutto questo è stato disposto perché si è reso necessario interdire al transito i tratti stradali che precedono le strade interessate al transito dei concorrenti. Sono, però, esclusi dai divieti di transito nei tratti di strada compresi tra le pre-chiusure e le strade interessate dalla gara i residenti, i mezzi di polizia e di soccorso, i veicoli a servizio della gara debitamente contrassegnati e tutti gli autorizzati dalla polizia locale. I residenti su strade che fanno parte del percorso di gara invece non potranno circolare nell’orario di chiusura al traffico, come già detto in precedenza. In tutte le strade interessate dalla manifestazione, comunque, gli agenti della polizia stradale in casi di necessità potranno istituire obblighi, divieti o limitazioni temporanee alla circolazione o impartire prescrizioni diverse e contrastanti da quelle previste dalla segnaletica e/o dal presente provvedimento.

Giovedì 24 e venerdì 25 settembre (dalle 13.30 alle 17.30). Istituzione del divieto di transito veicolare nei tratti di strada compresi tra le pre-chiusure e le strade interessate dalla gara: via Graziadei, all’intersezione con la via Manzoni; via Tabanelli, all’intersezione con la via Goldoni; via Boccaccio, all’intersezione con la via Francucci; viale Pirandello, all’intersezione con viale d’Agostino, via Tiro a Segno, all’intersezione con via Padovani; via Sabbioni, alle intersezioni con le vie Ghiandolino a Cappelli; via Prudenzio, all’intersezione con via Silla; via Bachelet, all’intersezione con via Noiret; via Musso, all’intersezione con via dei Colli; via Galli, all’intersezione con via Malsicura; via Ascari, all’intersezione con via dei Colli, con esclusione dei residenti e aventi titolo seguendo le indicazioni degli organizzatori della manifestazione. Inoltre, negli stessi giorni e nei medesimi orari, in via Santa Lucia lato sud, direzione obbligatoria diritto e sinistra all’intersezione con via Pirandello; in via Padovani, direzione obbligatoria a sinistra in direzione centro città; in via Canale, istituzione del doppio senso di circolazione, nel tratto compreso tra via degli Orti e via Calderina Fiume.

Sabato 26 dalle ore 9.30 alle ore 17.30 e domenica 27 dalle ore 6.30 alle ore 17.30. Istituzione del divieto di transito veicolare nei tratti di strada compresi tra le pre-chiusure e le strade interessate alla gara: via dei Colli, all’intersezione con viale Pisacane; via Santerno, all’intersezione con viale Pisacane; via Calunga Buore, all’interserzione con via Gratusa; via Malsicura, all’intersezione con via dei Colli; via dei Colli, all’intersezione con via Ascari; viale Dante, all’intersezione con viale Pirandello.

Dalle ore 14 di giovedì 23 alle ore 20 di domenica 27: l’istituzione del divieto di fermata/sosta con rimozione veicoli su entrambi i lati anche in banchina lungo tutte le strade previste dai percorsi. Dalle ore 8 di giovedì 23 alle ore 20 di domenica 27: istituzione del divieto di transito veicolare, nonché del divieto di sosta in via Malsicura su tutto il piazzale retrostante la tribuna centrale adibito a parcheggio, la cui gestione risulta interamente a carico della società organizzatrice. (da.be.)

Mondiali ciclismo a Imola, tutte le chiusure e pre-chiusure delle strade
Cronaca 22 Settembre 2020

#Imola2020, il presidente Bonaccini alla festa per il neo sindaco Panieri: “Imola, Faenza e Vignola: ne governavamo uno e ne vinciamo tre al primo turno'

Soddisfatto – nonostante la raucedine – il presidente della Regione Stefano Bonaccini. Arrivato a Imola nel tardo pomeriggio per partecipare alla festa per la vittoria del centrosinistra e del neo sindaco Marco Panieri non ha mancato di togliersi qualche sassolino dalla scarpa forte del buon risultato ottenuto a partire proprio da Imola. “I primi tre comuni per dimensioni dove si votava in Emilia Romagna erano Imola, Faenza e Vignola: ne governavamo uno e ne vinciamo tre al primo turno”.

Poi ha ricordato il grande lavoro che attende il nuovo sindaco: “Stasera festeggiate ma domattina al lavoro perchè non c”è un minuto da perdere, dobbiamo lavorare per imamginare come spendere bene insieme al Governo i 200 milioni di euro per far ripartire l”Italia, un”occasione unica”.

E ha concluso con una dura stoccata contro l”ex sindaca Sangiorgi: “C”è una comunità che per troppo tempo si è fermata per colpa di chi legittimamente si candidava ma non aveva alcuna competenza per farlo… D”ora in poi chi non sa cos”è un comune stia a guardare”. (r.cr.)

#Imola2020, il presidente Bonaccini alla festa per il neo sindaco Panieri: “Imola, Faenza e Vignola: ne governavamo uno e ne vinciamo tre al primo turno'
Cronaca 22 Settembre 2020

Imola 2020, vola il Pd che sfiora il 40%, in consiglio anche la civica del sindaco e Imola Coraggiosa

Dopo 10 mesi di commissariamento, Imola ha di nuovo un primo cittadino eletto. Marco Panieri, 30 anni, candidato della coalizione di centrosinistra con lo slogan «Imola a un’altra velocità #eorasicorre», ha vinto al primo turno con il 57,42%, doppiando l’avversario più accreditato, Daniele Marchetti il quale, alla guida del centrodestra, si è fermato al 26,73%.

All’interno della maggioranza, spicca il risultato del Partito democratico, votato dal 39,72% degli elettori, che ha ottenuto 12 seggi in Consiglio comunale. In termini assoluti, la performance è nettamente superiore a quella del 2018, quando al primo turno aveva fatto registrare il 34,01%, pari a 10.214 voti. Notevole, comunque, anche il risultato della lista civica Imola Corre, ben oltre i 6 punti e con due eletti nel nuovo Consiglio comunale. Di rilievo, inoltre, quello di Imola Coraggiosa, la lista ispirata all’azione politica della vicepresidente della Regione, Elly Schlein, che ha centrato l’obiettivo di eleggere un consigliere.

Passando agli sconfitti, quota 30% resta lontana per il candidato Marchetti, tradito soprattutto dal suo partito, la Lega (4 seggi in Consiglio comunale), di certo non aiutato dalle divisioni interne e sotto di oltre 8 punti rispetto alle Regionali con oltre 3.000 voti in meno. Al di sotto delle aspettative la candidata civica Carmen Cappello, che si è dovuta accontentare del 7,54%. Nettamente a favore di Ezio Roi, infine, il duello tra gli ex assessori alla Sicurezza della breve era Sangiorgi. (mi.ta.)

Approfondimenti, riepilogo dei risultati e interviste saranno pubblicati su «sabato sera» del 24 settembre

Nella foto Isolapress il neo sindaco Marco Panieri

Imola 2020, vola il Pd che sfiora il 40%, in consiglio anche la civica del sindaco e Imola Coraggiosa
Imola 22 Settembre 2020

#Imola2020, il saluto alla città del commissario straordinario Nicola Izzo

Il commissario straordinario Nicola Izzo si era insediato lo scorso 21 novembre dopo le dimissioni della sindaca Sangiorgi. Oggi, con l’elezione a primo cittadino di Marco Panieri, si chiude il lavoro di Izzo, che ha voluto così salutare la città con una lettera.

«Dopo dieci mesi è giunto il momento dei saluti. E’ un commiato in un momento di festa per la città perché è stato eletto un nuovo sindaco ed una nuova assemblea cittadina in libere elezioni democratiche. A questa gioia mi aggrego convinto come sono che la rappresentanza nelle Istituzioni è rappresentanza di e per tutti e non di parte, formulando agli eletti auguri di buon lavoro. Allontanandomi da Imola avverto l’esigenza di ringraziare la città, i suoi cittadini e tutte le rappresentanze della società civile per la cordiale ospitalità, tradizione della gente di Romagna, per la vicinanza, collaborazione e, soprattutto, i consigli di cui tutti sono stati prodighi e che mi hanno consentito di svolgere serenamente il mandato in un momento di grave difficoltà ed angosce per la nostra Italia. Grazie, grazie di cuore ed a tutti un cordiale, benaugurante saluto».

Nella foto: il Commissario Nicola Izzo

#Imola2020, il saluto alla città del commissario straordinario Nicola Izzo

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast