Cronaca

Cronaca 3 Luglio 2022

Bar dell'istituto Alberghetti, la Città metropolitana approva la convenzione per sei anni

C”è anche l”istituto Alberghetti di Imola fra i nove della provincia di Bologna che hanno manifestato il proprio interesse ad aderire alla nuova convenzione con la Città metropolitana per la concessione a terzi della gestione dei locali adibiti a bar-tavola fredda presenti all”interno delle scuole.

La convenzione avrà una durata di sei anni, a cominciare dall’anno scolastico 2022/2023 in partenza a settembre e con scadenza al temine dell’anno scolastico 2027/2028. Il corrispettivo delle concessioni viene calcolato sulla base del numero degli studenti e di unità del personale che usufruiscono del servizio di bar/ristoro, e palazzo Malvezzi lo ha quantificato in via presuntiva per un importo pari a 132.500 euro per cinque anni.

All”inizio del 2021, la Città metropolitana era intervenuta per abbassare i canoni di concessione allora in vigore dell”80% a causa delle ripercussioni della pandemia. (lu.ba.)

Immagine di archivio

Bar dell'istituto Alberghetti, la Città metropolitana approva la convenzione per sei anni
Cronaca 2 Luglio 2022

Carrera, cambio di programma: per la sicurezza le «prove libere» in viale Terme slittano di una settimana

Il Comune di Castel San Pietro tramite un comunicato ufficiale ha reso noto che le prove libere della Carrera inizialmente previste per domani, domenica 3 luglio, dalle ore 9 alle 12 lungo viale Terme sono state rinviate a domenica 10 luglio. Il motivo è legato al decreto Gabrielli sulle misure di sicurezza in vigore dal 7 giugno 2017 a seguito dei fatti di Torino, in occasione della finale di Champions League, quando in piazza San Carlo si scatenò il panico che provocò 1500 feriti e 3 morti. 

«Vogliamo rispettare le condizioni di sicurezza richieste dal decreto Gabrielli – spiega il sindaco Fausto Tinti – e questa mattina in modo condiviso con l”Associazione e i Team abbiamo convenuto di svolgere solo tre prove libere a cominciare dal 10 luglio».

Sulla stessa linea di visione anche il presidente dell”Associazione Club Carrera Andrea Vallisi: «Ieri sera, al termine di un confronto di oltre due ore in comune, abbiamo constatato che alcuni particolari non sono ancora stati messi a punto e vogliamo fare le cose come si deve per la tutela di tutti, anche degli stessi atleti. Pensavamo di riuscire a farcela in tempo, ma alcuni tasselli non sono come devono essere quindi a malincuore perderemo una prova. Domenica 10 sarà tutto a posto sicuramente». (ma.cav.)

Nella foto (Isolapress): l’arrivo dell’edizione 2021 della Coppa Terme

Carrera, cambio di programma: per la sicurezza le «prove libere» in viale Terme slittano di una settimana
Cronaca 2 Luglio 2022

Concerto Cesare Cremonini, la «carica» dei 70 mila. IL VIDEO

Saranno più di 70 mila le persone che stasera canteranno a squarciagola per il concerto di Cesare Cremonini in autodromo che, di fatto, chiuderà il suo tour 2022 negli stadi. Le prime già da qualche ora hanno iniziato a prendere d‘assalto il circuito imolese. Chi si riconosce nelle immagini scattate da Marco Isola/Isolapress?

Concerto Cesare Cremonini, la «carica» dei 70 mila. IL VIDEO
Cronaca 2 Luglio 2022

Incendio nel capannone di un'azienda agricola in via Contavalle a Imola

Un incendio oggi nel primo pomeriggio ha seriamente danneggiato il capannone di un’azienda agricola in via Contavalle nella frazione imolese di Fabbrica. Fortunatamentei i vigili del fuoco sono riusciti a domare rapidamente le fiamme, ma vari macchinari che l’azienda teneva in deposito nel capannone sono risultati danneggiati. Sono in corso le verifiche per capire come si è generato l’incendio. (r.cr.)

Foto Isolapress

Incendio nel capannone di un'azienda agricola in via Contavalle a Imola
Cronaca 2 Luglio 2022

Esce di strada con l’auto, finisce contro un albero e poi scappa. Ancora nessuna traccia dell’automobilista

Ancora nessuna traccia dell’automobilista che, giovedì scorso, il 30 giugno, intorno alle 18, ha perso il controllo della vettura sulla Montanara a Fontanelice, finendo prima contro la pista ciclopedonale e poi contro un albero.

L”incidente è avvenuto all’altezza del chiosco Passatempo, dopo l’impatto l’automobilista è sceso dal mezzo e si è allontanato correndo.

Per fortuna non si sono registrati feriti. Ma, come riferito dai carabinieri questa mattina, non ci sono ancora notizie del condicente fuggito. (r.cr.)

Foto d’archivio

Esce di strada con l’auto, finisce contro un albero e poi scappa. Ancora nessuna traccia dell’automobilista
Cronaca 1 Luglio 2022

Cesare Cremonini in concerto a Imola, tutte le informazioni utili su viabilità e trasporti

Imola si prepara al concerto di Cesare Cremonini all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di domani sera, sabato 2 giugno, con apertura del box office alle 15 e dei cancelli alle 15:30.

VIABILITA”
Già dalle 6 di oggi e fino alla mezzanotte di domenica è in vigore il divieto di sosta con rimozione nel parcheggio “Vittime dei lager nazisti” di via Tiro a segno. E dalle 15 di oggi si è aggiunto il divieto di sosta con rimozione nel parcheggio di via Luigi Musso.
Dalle 20 di oggi e fino alle 7 di domenica entreranno in vigore il divieto di transito veicolare e pedonale fra viale Dante e il parco Chico Mendez, e il divieto di transito e divieto di sosta con rimozione in viale Dante, nel tratto compreso fra piazzale Leonardo Da Vinci e via Fratelli Rosselli, in via Pirandello, fra via Boccaccio e viale Dante, in via Graziadei, nel tratto compreso fra viale Dante e via Manzoni, e in via Tabanelli, fra via Goldoni e via Graziadei, in via Fratelli Rosselli, in via Romeo Galli, in via Luigi Musso e in viale dei Colli, nel tratto compreso fra l’intersezione con via Musso e via Ascari.
Dalle 5 di domani alle 4 di domenica il divieto di sosta con rimozione si estenderà in via Guicciardini, in via Oriani e in via Tabanelli, nel tratto compreso fra via Oriani e piazzale Michelangelo, e nel parcheggio del palazzetto dello sport Amedeo Ruggi, nei parcheggi “Ex frantoio” ed “Ex frantoino” di via Pirandello, nel parcheggio “Il meteto” di via Tiro a segno, nel parcheggio di via Graziadei, nel parcheggio di via Ascari, nel parcheggio all’incrocio fra via Patarini e via Lughese, nel parcheggio all’incrocio fra via Ascari e via dei Colli, e nel parcheggio a fianco del complesso Sante Zennaro.
Dalle 20 di domani alle 6 di domenica si aggiungeranno il divieto di transito e divieto di sosta con rimozione in piazzale Marabini, in viale XXIV maggio e in viale Andrea Costa, fra piazzale Marabini e viale Marconi.
Infine, dalle 23 di domani alle 6 di domenica entrerà in vigore il divieto di transito veicolare e pedonale in viale XXIV maggio, in via IV novembre, in via Giovanni Minzoni, in via Piave e in via della Senarina.
Per ricevere aggiornamenti in tempo reale su viabilità, parcheggi, sicurezza e servizi è possibile iscriversi al servizio Alert System Imola Eventi.

PARCHEGGI
I parcheggi saranno operativi dalle ore 7 di domani, senza prenotazione, e con tariffe giornaliere di 7 euro per le moto, 10 euro per le automobili, 15 euro per le roulotte, 16 euro per i camper, 40 euro per i pullman.

TRENI SPECIALI
Trenitalia Tper ha istituito sei treni notturni speciali a fine concerto in partenza dalla stazione di Imola in direzione di Bologna (quattro) e di Pesaro (due).
I treni per il capoluogo partiranno alle 00:30, all’1:20, all’1:40 e alle 2:50, e arriveranno venti minuti dopo.
I treni per Pesaro partiranno all’1:11 e alle 2:40, fermeranno a Castelbologense, Faenza, Forlì, Cesena, Santarcangelo di Romagna, Rimini, Rimini Miramare, Riccione, Misano adriatico e Cattolica, e arriveranno a Pesaro in 1 ora e 45 minuti circa. (lu.ba.)

Immagine di archivio

Imola

Cesare Cremonini in concerto a Imola, tutte le informazioni utili su viabilità e trasporti
Cronaca 1 Luglio 2022

Florim inserisce la sostenibilità nel proprio statuto. A Mordano un nuovo impianto fotovoltaico

La Florim, azienda di ceramiche con uno stabilimento anche a Mordano, aderisce a “Co2alizione”, impegnandosi a evolvere progressivamente il proprio modello di business e il modello operativo verso un’economia a zero emissioni di gas climalteranti. Una sfida verso la neutralità climatica inserita addirittura nello statuto.

«Per Florim, il progetto per arrivare ad un equilibrio tra le emissioni e l’assorbimento di Co2 si intreccia con la strada delle energie rinnovabili e dell’efficienza – spiega l’impresa –. L’azienda, in condizioni ottimali, è già in grado di autoprodurre la totalità dell’energia elettrica necessaria al funzionamento dei siti produttivi delle sedi italiane e, in caso di necessità, acquista dalla rete solo energia prodotta da fonti rinnovabili con certificati di origine».
Oltre alle soluzioni messe in campo nella sede principale di Fiorano, «si aggiungerà a breve un nuovo impianto fotovoltaico nella sede di Mordano, con una potenza di circa 4,5 MWp – anticipa –, attualmente in fase di installazione».
Inoltre, «Florim continua l’integrazione della propria flotta con nuove auto con motore ibrido plug-in e sta installando nuove colonnine di ricarica per le auto elettriche – aggiunge –. E sta introducendo un adeguamento degli impasti dei prodotti con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo di materie prime, acqua ed energia ed è in corso un’analisi di fonti alternative per i mezzi di trasporto per la movimentazione delle merci».

«Questa modifica dello statuto è un ulteriore tassello di una strategia basata su azioni concrete volte a ridurre gli effetti della produzione – commenta Claudio Lucchese, presidente di Florim –. La volontà è quella di raggiungere le zero emissioni nette nel minor tempo possibile e un team dedicato è già al lavoro su questo specifico obiettivo. Difficile dare un orizzonte temporale preciso perché è una sfida che necessita di un grande lavoro di squadra che supera i confini aziendali e include i diversi attori della catena di fornitura nonché la disponibilità di tecnologie innovative». (lu.ba.)

Immagine di archivio

Mordano

Florim inserisce la sostenibilità nel proprio statuto. A Mordano un nuovo impianto fotovoltaico
Cronaca 1 Luglio 2022

Nuova sgambatura cani e nuova gestione del chiosco a San Martino in Pedriolo

Taglio del nastro stasera alle ore 18.30 per la nuova area sgambatura cani di San Martino in Pedriolo. Realizzata nel parco lungo Sillaro grazie alla collaborazione con la Polisportiva della frazione di Casalfiumanese. Una risposta “concreta alle sollecitazioni dettate dai bisogni dei cittadini – dicono dal Comune con una nota – Uno spazio che permetterà, finalmente, di ospitare in totale serenità i cani della zona, accompagnati dai loro padroni, per garantirgli un momento di gioco e svago nel rispetto di poche e basilari regole di educazione”. A seguire verrà salutato l’avvio della nuova gestione del chiosco Ramos di via Viara 23/D affidato alla ditta Omig Srl. “Uno spazio in più per gli animali di affezione ed il rilancio di una location che potrà offrire ai giovani del territorio una piccola alternativa d’incontro “ commenta la sindaca di Casalfiumanese, Beatrice Poli.  (r.cr.)

Nuova sgambatura cani e nuova gestione del chiosco a San Martino in Pedriolo
Cronaca 1 Luglio 2022

Università, a Imola i primi diplomati del dottorato in “Salute, sicurezza e sistemi del verde”

Hanno discusso la propria tesi di dottorato e sono stati proclamati con lode nella sala del Consiglio comunale Mansoureh Gholami, Alice Masini e Andrea Sessa, ovvero 3 dei 4 dottorandi del primo ciclo del dottorato di ricerca in “Salute, sicurezza e sistemi del verde” del polo didattico di Imola dell’università di Bologna.
«Grande onore poter svolgere l’esame finale di dottorato dei dottorandi del primo ciclo di questo dottorato nella sede del Comune, in una sala così importante e prestigiosa per la città – commenta la professoressa Patrizia Tassinari, referente accademico della sede cittadina dell’Alma Mater –. Il sindaco non solo ha generosamente concesso l’ospitalità, ma ha anche onorato la commissione i dottorandi e gli ospiti con la sua presenza».
«Abbiamo accettato con entusiasmo fin da subito l’idea di collegare ulteriormente Comune e Alma Mater ospitando questa cerimonia in municipio – aggiunge Marco Panieri, primo cittadino –. Per questo, abbiamo messo a disposizione la sala più importante e rappresentativa della città, perché vediamo nella presenza dell’Università di Bologna il futuro della nostra comunità». Alla cerimonia era presente anche Ilaria Chiocchio, che ha discusso la sua tesi di dottorato nella sala grande di Palazzo Sersanti il 29 marzo scorso. (lu.ba.)

Nella fotografia del Comune di Imola, dottorati, commissione e sindaco nella Sala del Gonfalone

Imola

Università, a Imola i primi diplomati del dottorato in “Salute, sicurezza e sistemi del verde”
Cronaca 1 Luglio 2022

Caldo e siccità, stato di grave pericolosità per gli incendi esteso a tutta la regione

Da sabato fino al 28 agosto tutta l’Emilia-Romagna sarà “arancione”. Il provvedimento, che stabilisce lo stato di grave pericolosità, riguarderà così anche le province centro-occidentali (Piacenza, Parma, Modena e Reggio Emilia). Signifca divieto assoluto di accendere fuochi o utilizzare strumenti che producano fiamme, scintille o braci; sono anche vietati gli abbruciamenti di residui vegetali e di stoppie. Per i trasgressori sono previste sanzioni e denunce.

Per quanto riguarda le cinque province centro-orientali di Bologna (di cui fanno parte anche i nostri territori del circondario imolese), Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, il provvedimento è già in vigore da sabato scorso. Ora viene esteso a tutta la regione.

La situazione verrà rivalutata settimanalmente. A motivare questa decisione, è l’aggravamento di una situazione già critica, esito di un bilancio idrico molto negativo, dopo un lungo periodo caratterizzato da scarsità di piogge e neve, e da temperature superiori alle medie stagionali, sia in pianura che in quota. Nell”ultima settimana gli incendi registrati sono stati circa cento.

“Le condizioni meteorologiche e la particolare e grave condizione di siccità che l’Emilia-Romagna attraversa – hanno commentato le assessore all’Ambiente e Protezione civile, Irene Priolo, alla Montagna Barbara Lori e l’assessore all’Agricoltura, Alessio Mammi – accentuano la vulnerabilità del territorio verso il rischio di incendi, specie nelle aree montane. Una motivazione, questa, che deve se possibile aumentare ancora di più il livello di responsabilità individuale, per non aggravare ulteriormente una situazione complessa seppure da noi costantemente monitorata”.

In caso di avvistamento di un incendio boschivo, occorre chiamare il 115 (Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco). (r.cr.)Foto d”archivio Isolapress

Caldo e siccità, stato di grave pericolosità per gli incendi esteso a tutta la regione

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA