Cronaca

Cronaca 23 Agosto 2018

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina

Oggi esce in edicola il nuovo numero di “sabato sera”: ecco un breve riassunto di ciò che troverete in prima pagina.

A Imola e nel circondario viaggio nei comuni alla scoperta dell”acqua. Intanto Stefano Manara ha annunciato le sue dimissioni da Con.Ami, mentre non perdetevi l”approfodimento sulla visita esclusiva ai tesori nascosti del deposito archeologico di Imola.

Sul tema della sanità da segnalare tre casi di West Nile Virus a Castello e Medicina. In economia, invece, la Walwoil trasloca da Osteria Grande a Ca” Bianca.

Sport. Tutto sull”Imolese in serie C nell”anno del centenario. Nel weekend, però, protagonista anche il calcio dilettantistico con Medifossa, Ozzanese, Osteria e Libertas Castello impegnate in Coppa. Nel nuoto, dopo gli Europei di Glasgow, record italiano a Roma per Ilaria Bianchi.

Su «sabato sera due» bella intervista allo chef del San Domenico Massimiliano Mascia. Rimanendo in tema di cucina date un”occhiata al ricettario in inglese delle imolesi Silvia Sassi e Monica Campagnoli. Le arti performative diMilòn Mèla sbarcano a Ca” Colmello, mentre a Castello si ride con Vito al Giardino degli Angeli. Curiosità, infine, al cinema con l”imolese Federico Micai sul set del film su Antonio Ligabue.

r.c.

Sabato Sera, questa settimana in Prima Pagina
Cronaca 22 Agosto 2018

San Cassiano 2018, le immagini più belle tra sacro e pagano. IL VIDEO

Andato in archivio anche quest”anno San Cassiano, santo patrono di Imola, è tempo di rivedere le immagini più belle di una ricorrenza che ha mischiato il sacro con il pagano come la rievocazione storica e che come ogni volta richiama molta gente in centro storico.

r.c.

Nella foto: la celebrazione in cattedrale e la rievocazione storica sul sagrato

San Cassiano 2018, le immagini più belle tra sacro e pagano. IL VIDEO
Cronaca 22 Agosto 2018

Gioco d'azzardo, al Comune di Medicina 15mila euro dalla Regione per il progetto e la promozione del marchio «Slot free ER»

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato la graduatoria per i contributi dei progetti presentati dai Comuni per contrastare il fenomeno della ludopatia e realizzare iniziative a supporto degli esercizi commerciali liberi da slot machine. 

Tra i 30 progetti presentati c”è anche quello del Comune di Medicina (al 12° posto e unico del circondario imolese) che riceverà così un contributo di 15mila euro per proseguire il percorso nella lotta alla al gioco d”azzardo attraverso l’organizzazione di eventi informativi e iniziative culturali come concerti, spettacoli, reading o eventi sportivi, in collaborazione con le associazioni del territorio, presso le attività commerciali aderenti al marchio «Slot free ER».

«Riteniamo di fondamentale importanza – commenta l’Assessore alla Cultura Valentina Baricordi – arginare con tutte le nostre forze il fenomeno della ludopatia e del gioco d”azzardo ma vogliamo farlo in modo concreto e razionale. In questi mesi abbiamo voluto incontrare i gestori degli esercizi commerciali di Medicina per capire le loro difficoltà e le loro esigenze. Non volevamo “calare un provvedimento dall”alto” ma comprendere ed insieme agire. Siamo infatti ben consapevoli che un”amministrazione comunale possiede poche armi per fronteggiare questi fenomeni ma sappiamo anche che, purtroppo, le entrate derivanti dall”utilizzo dello slot consentono a molti esercizi di sopravvivere. Dismettere le slot e aderire al circuito “Slot FreEr” è oggi una scelta non solo etica ma anche di grande coraggio. Siamo quindi estremamente orgogliosi di aver vinto il bando regionale che finanzia azioni a sostegno degli esercizi aderenti al marchio “Slot FreEr”. Nelle prossime settimane, sempre spinti dalla volontà di agire insieme, convocheremo tutti i commercianti e i centro sociali aderenti al circuito e studieremo con loro eventi ed iniziative culturali ed azioni di promozione e marketing. Concertazione e collaborazione saranno le nostre direttrici».

L”elenco dei locali di Medicina liberi da slot machine e aderenti al marchio Slot-FreeEr sono il Circolo MCL – Villa Maria circolo privato, A la Romana, Gasparotto Maria Pia tabaccheria, Tazza d”Oro, Bar Anna, Centro sociale Nuova Vita, Centro sociale S. Antonio, Centro sociale Fiorentina, Centro sociale Medicivitas, Sapori di Casa Max e Osteria di Medicina.

Nella foto (dal sito del Comune di Medicina): il marchio Slot free ER

Gioco d'azzardo, al Comune di Medicina 15mila euro dalla Regione per il progetto e la promozione del marchio «Slot free ER»
Cronaca 22 Agosto 2018

Virus West Nile, tre casi nel circondario imolese

Salgono a tre le persone residenti nel circondario imolese che hanno contratto il virus West Nile, la malattia trasmessa all’uomo dalla zanzara Culex pipiens (quella comune, non la tigre, che può causare invece Chikungunya, Dengue e Zika), che può provocare febbre, cefalea e rigidità nucale, portando in alcuni casi fino alla morte, come successo nel ferrarese e nel faentino a persone anziane, già debilitate da altre patologie. Per quanto ci riguarda da vicino, fanno sapere dall”Ausl di Imola, nessuno è in pericolo di vita.

L”ultimo in ordine di tempo è un medicinese di 78 anni tuttora ricoverato a Bologna, per il quale la conferma della contrazione del virus è arrivata nello scorso fine settimana, dopo che erano stati effettuati gli accertamenti di prassi sui campioni di sangue al Crrem (Centro di riferimento regionale per le emergenze microbiologiche). In precedenza, invece, altre due persone avevano contratto il virus. La prima è un’anziana residente a Medicina, già dimessa venerdì 17 agosto dall’ospedale di Budrio. A lei si aggiunge un 77enne di Castel San Pietro, ricoverato all’ospedale di Imola il 7 agosto e nei giorni scorsi trasferito a Castello, dove dovrà fare un percorso riabilitativo in quanto non ha ancora ripreso la normale attività motoria.

«Riteniamo che l”attività di precauzione sia fondamentale soprattutto in questi casi e sin da subito il Comune di Imola si è attivato per fornire ai cittadini imolesi tutte le indicazioni, già precedentemente divulgate dall”Azienda USL, da adottare nonché per intensificare la rete di sorveglianza che già opera con impegno su questo fronte – spiega l”assessore alla Sanità Ina Dhimgjini -. Ringrazio ovviamente per l”impegno quotidiano profuso l”Azienda USL di Imola e tutti i professionisti della stessa».

gi.gi.

Virus West Nile, tre casi nel circondario imolese
Cronaca 22 Agosto 2018

E' entrato in servizio il nuovo elisoccorso con visori speciali per rafforzare il sistema di intervento sul territorio

E” entrato in servizio il giorno di ferragosto un nuovo elicottero dotato di tecnologia Nvg (Night Vision Goggles), ovvero visori a intensificazione di luce posizionati sui caschi dei piloti, che permetterà di utilizzare anche le basi di decollo e atterraggio non illuminate con modalità operative analoghe a quelle diurne e in piena sicurezza. In pratica questa innovazione mette a disposizione sistemi di ausilio alla visione notturna in grado di «amplificare» i segnali luminosi attraverso l’effetto fotoelettrico.

La corsa per salvare una vita, o rendere meno negativa una prognosi, può contare dunque su una risorsa in più, all’interno del piano di potenziamento dell’elisoccorso in Emilia-Romagna, servizio che nel 2017 ha effettuato 3.213 missioni e 1.960 ore di volo. «Non solo disponiamo di una tecnologia in più- spiega l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi – ma siamo anche in anticipo con il nostro programma di ampliamento del numero delle piazzole di atterraggio. Delle 142 nuove aree, individuate insieme alle Ausl e alle Conferenze territoriali socio-sanitarie,destinate a diventareoperative nel periodo 2018-2019,120 lo sono già a tutti gli effetti. E dunque non solo partiremo con un numero assai più rilevante rispetto ai programmi, ma a fine biennio arriveremo a 180 circa: almeno venti in più rispetto al previsto».

r.c.

Nella foto: un”immagine aerea di atterraggio 

E' entrato in servizio il nuovo elisoccorso con visori speciali per rafforzare il sistema di intervento sul territorio
Cronaca 22 Agosto 2018

Agricoltura, dalla Regione 645mila euro per nuovi progetti di educazione alimentare

Incontri, attività didattiche, laboratori per imparare a mangiare in modo sano, mettendo in tavola prodotti di stagione e di qualità. Sono queste alcune della attività che potranno essere finanziate con i 645mila euro messi a disposizione nel 2018 dalla Regione Emilia-Romagna attraverso un bando del Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020.

Il bando è rivolto alle imprese agricole e alle oltre 300 fattorie didattiche della regione e vuole incentivare progetti di educazione alimentare indirizzati alle scuole e alle famiglie e far conoscere a bambini e ragazzi di tutte le età l’attività agricola che sta dietro prodotti e alimenti tipici del territorio regionale. Tra i partner non beneficiari delle risorse, possono essere coinvolti enti locali, istituzioni scolastiche, università, cooperative sociali, associazioni onlus, volontariato o di promozione culturale e sociale e Gruppi di acquisto solidale.

Ai progetti sarà concesso un contributo pari al 70% della spesa ammessa, compresa tra un minimo di 15 mila euro e un massimo di 100 mila. I contributi riguardano una vasta serie d’interventi: dall’allestimento di spazi adeguati per la didattica a seminari e visite guidate, dalla partecipazione alle fiere a materiali pubblicitari, dall’acquisto di kit di attrezzature per l’orto o la cucina fino alle consulenze. Si possono chiedere inoltre rimborsi per le spese necessarie al coinvolgimento dei partner nella realizzazione dei progetti, a cominciare dall’affitto di locali fino a gli studi di fattibilità.

Le richieste di contributo per di questi interventi sono valide a partire dal 7 agosto, data di uscita del bando, mentre per tutte le altre il diritto al contributo per le spese parte dal giorno di presentazione della domanda. La scadenza del bando è il 30 novembre,  le domande  dovranno essere presentate esclusivamente sulla piattaforma Siag di Agrea, l’Agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura.

r.c.

Nella foto: un esempio di fattoria didattica

Agricoltura, dalla Regione 645mila euro per nuovi progetti di educazione alimentare
Cronaca 21 Agosto 2018

Tragedia in Trentino, cinquantenne annega in un lago sotto gli occhi della moglie

Come riferisce l”Ansa, è stato recuperato nella tarda serata di ieri il corpo senza vita del cinquantenne originario di Medicina, ma residente a Budrio, Luca Tamburini disperso dal pomeriggio dopo un bagno nel lago di Lavarone, in Trentino

L”uomo, in vacanza con la moglie, aveva preso il largo per effettuare la traversata del lago e l”allarme è stato lanciato dalla stessa moglie quando lo ha visto inabissarsi improvvisamente.

Sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei vigili del fuoco di Trento che per ore hanno effettuato le ricerche, prima di ritrovare il corpo in fondo al lago, in uno dei punti più profondi.

r.c.

Foto d”archivio

Tragedia in Trentino, cinquantenne annega in un lago sotto gli occhi della moglie
Cronaca 21 Agosto 2018

Protezione civile, piano da 9,5 milioni di euro per gli interventi dopo il maltempo di febbraio e marzo

La Protezione civile ha messo a punto un piano da 9,5 milioni di euro per proseguire negli interventi dopo il maltempo che ha colpito l”Emilia-Romagna nel febbraio e marzo scorso.

Nel dettaglio, i finanziamenti sono di 5 milioni 571mila euro per interventi volti a superare l’emergenza; 152mila euro per i contributi per l’autonoma sistemazione dei cittadini evacuati dalle loro case; 297mila euro per le spese operative in emergenza di cui 50mila euro per il ripristino di mezzi e attrezzature della Colonna Mobile regionale. Infine, 3 milioni 479 mila euro saranno assegnati ai Comuni colpiti dal maltempo come contributo alle spese sostenute immediatamente per la gestione dell’emergenza neve e gelicidio di febbraio-marzo 2018.

In totale, quindi, saranno 81 gli interventi in una sessantina di Comuni con lo scopo di riaprire e ripristinare la viabilità locale e provinciale, ricostruire difese spondali, evitare l’isolamento di centri abitati, garantire la sicurezza di corsi d”acqua e versanti nelle province colpite dall’emergenza maltempo di febbraio e marzo. Nel bolognese sono in arrivo un milione 110.460 euro per 17 interventi che, tra gli altri, riguarderanno anche Casalfiumanese, Castel San Pietro Terme e Fontanelice.

r.c.

Nella foto: la nevicata dell”1 marzo scorso

Protezione civile, piano da 9,5 milioni di euro per gli interventi dopo il maltempo di febbraio e marzo
Cronaca 21 Agosto 2018

Camionista si addormenta con la sigaretta in mano, l'incendio distrugge l'autocarro

Nella serata di ieri, intorno alle 23.30, una chiamata ai carabinieri di Imola avvisava che, in un parcheggio adiacente a via San Carlo nei pressi del casello autostradale di Castel San Pietro, un camion aveva preso fuoco.

Sul posto sono intervenuti prontamente i militari di Sesto Imolese, in quel momento in zona, che al loro arrivo hanno trovato la cabina di un’autocisterna carica di latte distrutta da un incendio. A provocarlo il camionista proprietario del mezzo che, incautamente, si era addormentato al posto di guida con la sigaretta in mano.

Quando, però, l”uomo, un sessantenne italiano, si è accorto che il sedile dal lato passeggero stava bruciando era ormai troppo tardi per risolvere la situazione. Alla fine, per fortuna, sia il camionista che il carico di latte non hanno riportato danni, ma lo stesso non si può dire per l”autocarro.

r.c.

Nella foto (concessi dai carabinieri di Bologna): il camion distrutto dopo l”incendio

Camionista si addormenta con la sigaretta in mano, l'incendio distrugge l'autocarro
Cronaca 21 Agosto 2018

Viticoltura, la Regione mette a disposizione 6,5 milioni per una maggiore competitività dei produttori fuori dall'Europa

6,5 milioni di euro è la cifra che la Regione Emilia-Romagna utilizzerà a sostegno e per azioni di promozione dei vini Doc, Docg e Igt e da agricoltura biologica, sempre più apprezzati sui mercati esteri. Dopo la vendemmia dello scorso anno, infatti, i dati dell’export hanno registrato un fatturato di oltre 320 milioni di euro con un balzo in avanti del 10,7% sull’anno precedente.

Il bando è rivolto ad aziende agricole in forma singola e associata, consorzi e gruppi di imprese, per progetti che prevedono un investimento minimo di 100 mila euro. Verranno finanziati, nella misura massima del 50% della spesa ammissibile, gli interventi aziendali relativi alla partecipazione ad eventi e fiere, azioni di incoming riservate agli operatori commerciali di altri Paesi, promozioni nei punti vendita, allestimento di spazi e di attrezzature destinate alle degustazioni da realizzare direttamente in azienda.

Il bando, inoltre, tiene conto delle  caratteristiche delle proposte di promozione, con diversi criteri premiali: si va dall’attenzione particolare ai soggetti che si occupano di promuovere prevalentemente vini di propria produzione, alle nuove imprese che per la prima volta si dedicano all’export e alle aziende interessate a nuovi Paesi e mercati, fino alle imprese che si dedicano alla promozione esclusivamente di vini Doc, Docg o Igt.

Le domande devono essere presentate entro le ore 15.00 del 5 ottobre 2018 al servizio Innovazione, Qualità, Promozione e Internazionalizzazione del Sistema Agroalimentare della direzione generale Agricoltura, caccia e pesca della Regione Emilia-Romagna (viale della Fiera, 8 – Bologna) tel.  051.527.4843

r.c.

Foto tratta alla Cantina vinicola Assirelli di Dozza

Viticoltura, la Regione mette a disposizione 6,5 milioni per una maggiore competitività dei produttori fuori dall'Europa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA