Cronaca

Cronaca 10 Febbraio 2018

Parco nazionale Foreste Casentinesi, escursione guidata nella “Foresta di ghiaccio'

Escursione nella “Foresta di ghiaccio”: Campigna, Monte Falco e Monte Falterona. Domani (domenica) 11 febbraio la guida Stefano Schiassi organizza un’escursione nella “Foresta di ghiaccio”, all’interno del Parco Nazionale Foreste Casentinesi, nella provincia di Forlì-Cesena.

Da Campigna lungo le strade forestali e i sentieri si sale a Monte Falco e Monte Falterona, le cime più alte del parco, dove il generale inverno veste di bianco il paesaggio e ferma il tempo.

Il ritrovo è alle ore 8 al parcheggio vicino al casello autostradale di Imola, con rientro nel tardo pomeriggio (è previsto un pranzo al sacco). Per informazioni e prenotazioni: Stefano Schiassi (tel. 328-7414401).

r.c.

Nella foto: il Parco Nazionale Foreste Casentinesi (dal sito del parco)

Parco nazionale Foreste Casentinesi, escursione guidata nella “Foresta di ghiaccio'
Cronaca 10 Febbraio 2018

Carnevale, i Fantaveicoli di Imola scendono in piazza

Dal 1998 al 2018. Arriva alla ventunesima edizione il Carnevale dei Fantaveicoli di Imola, un caleidoscopio di originalità, fantasia, divertimento, follia, ingegno e manualità. Domani domenica 11 febbraio alle 14.30 dall”autodromo di Imola partirà la sfilata dei mezzi fantasiosi costruiti avendo come linea base l”assenza di motori inquinanti: quindi il veicolo si può muovere a spinta, a pedali, a traino, a vela, ad elica oppure con motori ad emissione zero (ad energia elettrica, a pannelli solari, ad aria compressa, ecc). Sono quindi totalmente ecologici e spesso rappresentano il risultato dell’assemblaggio di materiali naturali o riciclati. Come detto, si parte dall”autodromo (che dalle 10 del mattino sarà aperto al pubblico per vedere i mezzi che si preparano alla sfilata) per proseguire lungo viale Dante e via Mazzini e raggiungere il centro storico, dove numerosi ospiti animeranno piazze e strade.

I partecipanti. Sono 41 i fantaveicoli iscritti alla sfilata e quindi alla gara: uno nella categoria Scuole, otto nella categoria Maxi Fantaveicoli, diciassette nella categoria Fantaveicoli, cinque nella categoria Gruppi Mascherati. A questi si aggiungono nella grande sfilata, fuori concorso, dieci Fantaveicoli storici, che hanno partecipato a edizioni precedenti del Carnevale, e nove gruppi ospiti (Baby T ovvero un dinosauro molto verosimile e spettacolare ricostruito e cavalcato dal Mago Bolla, la Banda Città di Imola, la Banda di Castel del Rio, i Difensori della Rocca di Imola con sbandieratori e tamburini del Rione Giallo di Faenza, il Gruppo di ballo e percussioni sudamericane Corretto Samba, i partecipanti del Piccolo Nuovo Teatro di Bastia Umbra che creeranno una parata di strada, la banda e le majorettes umbre Le Ninfee del Clitunno, il Gruppo imolese di danza e percussioni africane Yan Kadi e il Gruppo imolese di percussioni Tambù).

Il programma. Dalle ore 15 le piazze e strade del centro storico cominceranno ad animarsi con l’arrivo della testa della sfilata e l’esibizione degli ospiti presenti nella sfilata, mentre sfrappole, vin brulè, zucchero filato e popcorn saranno distribuiti dall’associazione “Insieme per un futuro migliore Progetto bimbi di Chernobyl”.

In contemporanea, in piazza Matteotti vi sarà l’animazione con Paolino di Radio Bruno, mentre poco alla volta arriveranno i Fantaveicoli e i Gruppi mascherati, che sfileranno davanti alla giuria. Seguiranno poi le premiazioni e l’esposizione dei Fantaveicoli.

Nella Galleria del centro cittadino, da mercoledì 7 a martedì 13 febbraio sarà riproposta la mostra fotografica “Immagini pazze per una festa pazza”, con una selezione delle più belle fotografie scattate durante l’edizione del Carnevale del 2017 (concorso fotografico che ritorna anche quest”anno). Le vetrine dell’ex bar Bacchilega, inoltre, saranno allestite dall’artista Emilio Padovani, che ha partecipato alle passate edizioni del Carnevale con un proprio Fantaveicolo, con alcune delle sue pittoresche sculture in pietra (l’esposizione sarà visibile da mercoledì 7 a martedì 13 febbraio).

Novità di quest”anno è la collaborazione con Fico, la Fabbrica Italiana Contadina che domenica 4 febbraio a Bologna ha ospitato due Fantaveicoli nella sua area espositiva («Enigma», vincitore del concorso 2017, e «C”era una volta il Landini testa calda»).

In occasione della ricorrenza che crea un ponte tra il 1998 e il 2018, la Bcc Ravennate Forlivese e Imolese ha promosso un progetto creativo e artistico che si è concretizzato nella realizzazione di un mazzo di carte da gioco romagnole personalizzate: lo storico illustratore del Carnevale dei Fantaveicoli, Carlo Ferri, che ha firmato tutte le immagini del carnevale, ha inventato una serie di illustrazioni declinando il classico mazzo di carte romagnole in stile Fantaveicoli. Le carte, stampate in un numero limitato di copie, saranno distribuite ai partecipanti ai concorsi del Carnevale di domenica 11 febbraio e del Carnevale dei Bambini e dei ragazzi, in programma martedì 13 febbraio dalle 14.30 in piazza Matteotti con concorso delle maschere (iscrizioni sul posto dalle 14.30 alle 15.30).

Da ricordare che, in ottemperanza alla misure di sicurezza relative ai grandi eventi, tutte le strade principali che intersecheranno la sfilata dei Fantaveicoli e le principali vie di accesso a piazza Matteotti verranno presidiate dalle forze dell”ordine, e verranno posizionati sistemi di dissuasione e antintrusione. Inoltre sarà emessa un’apposita ordinanza che vieta di portare nell’area della sfilata e in piazza Matteotti bottiglie di vetro e lattine.

In caso di forte maltempo la manifestazione verrà rinviata a data da destinarsi.

r.c.

Nella foto: un momento del Carnevale dei Fantaveicoli 2017

Carnevale, i Fantaveicoli di Imola scendono in piazza
Cronaca 10 Febbraio 2018

Fondazione vittime di reati Emilia Romagna, ulteriori risorse per un'attività di giustizia

Un lavoro importante dal punto di vista sociale quello della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, presieduta da Carlo Lucarelli, che ha ricevuto un contributo aggiuntivo di 81.500 euro dalla Regione. Un aiuto ulteriore per i 9 nuclei familiari colpiti da gravi crimini. I fondi, una tantum, sono stati consegnati o lo saranno a breve alle vittime o ai familiari per permettere loro di affrontare nell’immediato le difficoltà economiche o psicologiche più urgenti causate dal reato.

Nel 2017 sono stati 26 i casi che hanno ricevuto un aiuto concreto che tiene conto dei bisogni specifici delle persone coinvolte perché riescano ad andare avanti e a costruire un progetto di vita. L’attività della Fondazione è stata presentata in Regione nei giorni scorsi dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, accompagnato dal presidente della Fondazione Carlo Lucarelli e dalla direttrice Elena Buccoliero.

La Fondazione ha come soci fondatori le Provincie e i Comuni capoluogo dell”Emilia Romagna e vi aderiscono altri enti territoriali della regione, compreso il Comune di Imola. E” una realtà alla quale la Regione ha voluto dare rilancio e rafforzamento anche grazie alla nomina di Lucarelli che è succeduto a Sergio Zavoli. Questo perché la Fondazione sia sempre più uno strumento di sostegno vero per chi ha subito reati particolarmente efferati.

Tutti i cittadini possono sostenere la Fondazione con proprie donazioni (tramite bonifico bancario, iban: IT 08 P 02008 02416 000010328177 o con pagamento PayPal) o destinando il 5×1000 all’atto della dichiarazione dei redditi (codice fiscale 02490441207).

Fondazione vittime di reati Emilia Romagna, ulteriori risorse per un'attività di giustizia
Cronaca 9 Febbraio 2018

Neofascismi, domani manifestazione di Libera, Anpi, Arci e Cgil a Bologna

“Mai più fascismi”. Con questo spirito domani Libera, Anpi, Arci e Cgil scenderanno in piazza Nettuno a Bologna, davanti al Sacrario dei Caduti della Resistenza, a partire dalle ore 10.

La manifestazione, organizzata all”ultimo minuto, la risposta all”appello del sindaco di Macerata, con la conseguente sospensione della prevista manifestazione di sabato prossimo e sprona a un maggiore impegno nel contrasto all”insorgere dei nuovi fascismi e allo sdoganamento di cui hanno troppo spesso giovato.

Varie associazioni della società; civile hanno organizzato una petizione contro la galassia nera.

Il rabbino Luciano Meir Caro, co-autore insieme a Romano Rossi del libro La Brigata Ebraica (Bacchilega Editore, 2017), ha fatto recentemente un accorato appello “contro il negazionismo pericoloso in quest”ultimo periodo”.

Neofascismi, domani manifestazione di Libera, Anpi, Arci e Cgil a Bologna
Cronaca 9 Febbraio 2018

Weekend in canoa con il raduno del club Aquasport Santerno Imola

Il fiume Santerno ospita un weekend canoistico con il raduno organizzato dal canoa club Aquasport Santerno Imola. Fra domani (sabato) e domenica è previsto l”arrivo di centinaia di appassionati da tutta l”Italia, pronti a scendere uno dei torrenti più belli dell”Appennino.

Il programma. Il raduno parte dal tratto della cascata di Moraduccio e ternima a Castel del Rio, 6 chilometri dopo. Sono previste discese guidate per accompagnare gli utenti meno esperti e pagaia-test. Le iscrizioni si aprono alle ore 9 sia di sabato sia di domenica, presso la base posta nell”area del ponte Alidosi di Castel del Rio. Sabato alle 19.30 è prevista la cena in compagnia e a seguire serata con dj set. Domenica alle 15, invece, grande lotteria a premi.

Per tutti e due i giorni di raduno sarà infine allestito un mercatino dell”usato con materiale sportivo e canoistico di seconda mano direttamente allestito dai partecipanti.

Per informazioni e iscrizioni: 3388210647.

r.c.

Nella foto: canoe nel Santerno (dal sito di Aquasport Santerno Imola)

Weekend in canoa con il raduno del club Aquasport Santerno Imola
Cronaca 9 Febbraio 2018

Avventura guidata sotto terra nella Grotta di Re Tiberio

Un sabato diverso? L”avventura sotto terra con la guida alla scoperta della Grotta del Re Tiberio!

Domani (sabato 10 febbraio) la guida Stefano Schiassi organizza un’avventura sotto terra alla Grotta del Re Tiberio, situata all’interno del Parco della Vena del Gesso Romagnola.

Sarà di fatto una fantastica avventura esplorando la famosa grotta, ricca di cristalli, colate di calcare e scritte storiche lasciate nei secoli scorsi dai frequentatori. Inoltre, tombe dell’età del rame e del bronzo, testimonianze romane e medioevali rendono la visita a questa grotta un’esperienza unica.

Ai partecipanti adulti saranno fornita tuta speleo, guanti e casco con luce. Il ritrovo è alle ore 16 a Borgo Rivola, presso la Cava di Monte Tondo (termine visita alle ore 19). La quota di partecipazione è di 16 euro per gli adulti e 8 euro per i ragazzi. Per informazioni e prenotazioni: Stefano Schiassi (tel. 328-7414401).

r.c.

Nella foto: la Grotta del Re Tiberio (dal sito del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola)

Avventura guidata sotto terra nella Grotta di Re Tiberio
Cronaca 9 Febbraio 2018

Medaglie d'onore alla memoria di quattro ex deportati del circondario

Come ogni anno, la Giornata della memoria è anche l”occasione per  la cerimonia di consegna delle medaglie d”onore concesse dal Presidente della Repubblica ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra.

Dei dieci cittadini insigniti quest”anno alla presenza delle autorità civili e militari della provincia di Bologna e dei rappresentanti della Comunità ebraica in occasione della Giornata della memoria, quattro sono vissuti a Imola, Castel San Pietro, Medicina e Ozzano Emilia.

La medaglia alla memoria dell’imolese Pietro Buttazzi è stata consegnata dal prefetto e dal commissario straordinario, Adriana Cogode, alla nipote Barbara Buttazzi. Per Castel San Pietro ha partecipato il presidente del Consiglio comunale, Stefano Trazzi, che ha consegnato l’onorificenza a Ersilia Cavina di Osteria Grande, figlia dell’insignito Aldo Cavina. Per il medicinese Pietro Federici ha ritirato la medaglia la moglie Clementina Pondrelli, madre di Andrea Federici, già assessore all’Istruzione del Comune di Medicina sia con il sindaco Nara Rebecchi, sia durante il primo mandato del sindaco Onelio Rambaldi, presente alla cerimonia. Infine, per l’ozzanese Aldo Caprara, ha ritirato il premio il figlio Franco; per conto dell’Amministrazione comunale ozzanese ha consegnato l’onorificenza l’assessore Giuseppe Rossi.

La concessione della medaglia d”onore, coniata dalla Zecca dello Stato, è disciplinata dalla legge 206 del 2006. La medaglia conferita riporta, sul dritto, lo stemma della Repubblica italiana e la causa per cui è conferita; sul rovescio, dentro ad un cerchio di filo spinato, sono incisi il nome e il cognome di chi è stato internato o deportato. Per conseguire il riconoscimento è necessario presentare istanza all”apposito comitato della Presidenza del Consiglio dei Ministri (dalla persona stessa o, post mortem, da un familiare).

r.c.

Nella foto: la consegna della medaglia a Barbara Buttazzi alla memoria di Pietro Buttazzi

Medaglie d'onore alla memoria di quattro ex deportati del circondario
Cronaca 8 Febbraio 2018

Ozzano, tentato furto con scasso ai danni della biglietteria automatica di Trenitalia, ora fuori uso

Tentato furto nella notte fra martedì e mercoledì (ieri) ai danni della biglietteria automatica della stazione dei treni di Ozzano Emilia.

Inevitabili, fa sapere Trenitalia, i disagi per i viaggiatori. A causa dei gravi danni subiti, infatti, fa sapere che il ripristino della funzionalità della macchina non potrà avvenire in tempi brevi.

Dal canto suo Trenitalia ha già sporto denuncia, confidando anche che dall”analisi delle telecamere di sorveglianza possano emergere elementi utili all’individuazione dei responsabili.

r.c.

Nella foto: la macchinetta automatica di Ozzano danneggiata nel tentativo di furto

Ozzano, tentato furto con scasso ai danni della biglietteria automatica di Trenitalia, ora fuori uso
Cronaca 8 Febbraio 2018

Sulle ciaspole, sotto le stelle… A passeggio nel Parco del Corno alle Scale

Due serate sulle ciaspole e sotto le stelle passeggiando per il Parco del Corno alle Scale. Domani (venerdì 9) e sabato 10 febbraio sono in programma due proposte notturne per escursioni con le ciaspole, dalle 18 alle 23.30.

Si tratta di “Ciaspole sotto le stelle”, evento per godere della tanta neve fresca caduta nei giorni scorsi con ritrovo alle ore 18 al parcheggio della zona sciistica del Corno (e rientro alle 23.30). L”obiettivo della camminata sarà il Rifugio Duca degli Abruzzi situato nei pressi del Lago Scaffaiolo.

Per informazioni e prenotazione (obbligatoria) è necessario contattare i numeri 0534-51052, 0534-53159, 388-9362221 (Gianluca), o scrivere alla mail escursionismo@coopmadreselva.it. Prezzi: 12 euro gli adulti, 6 euro i minori di 14 anni; possibilità di cena al rifugio.

r.c.

Nella foto: il rifugio Duca degli Abruzzi al lago Scaffaiolo (dal sito del rifugio)

Sulle ciaspole, sotto le stelle… A passeggio nel Parco del Corno alle Scale
Cronaca 8 Febbraio 2018

Neofascismi, petizione contro la «galassia nera»

«Mai più fascismi» è l”appello rivolto a tutte le istituzioni democratiche. Una raccolta firme che molti realtà politiche, sociali e sindacali hanno lanciato a livello nazionale. «Attenzione: qui ed ora c”è una minaccia per la democrazia – si legge nella petizione -. Si stanno moltiplicando nel nostro Paese sotto varie sigle organizzazioni neofasciste o neonaziste presenti in modo crescente nella realtà sociale e sul web. Esse diffondono i virus della violenza, della discriminazione, dell”odio verso chi bollano come diverso, del razzismo e della xenofobia, a ottant”anni da uno dei provvedimenti più odiosi del fascismo: la promulgazione delle leggi razziali».

La raccolta firme è partita già da alcune settimane e gli eventi di cronaca (ultimo l”atto terroristico a Macerata) hanno confermato l”urgenza di quanto chiede la petizione. «Per questo – continua la petizione -, uniti, vogliamo dare una risposta umana a tali idee disumane affermando un”altra visione delle realtà che metta al centro il valore della persona, della vita, della solidarietà, della democrazia come strumento di partecipazione e di riscatto sociale».

Una battaglia che passa per una nuova giustizia sociale contro degrado, abbandono e povertà; per una conoscenza e attuazione della Costituzione che vieta «la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista») e si applichino integralmente le leggi Scelba e Mancino che puniscono ogni forma di fascismo e di razzismo». Vietare nelle competizioni elettorali la presentazione di liste direttamente o indirettamente legate al nazifascismo e proibire nei Comuni e nelle Regioni iniziative promosse da chi si ispira al nazifascismo. 

«L”esperienza della Resistenza – si legge ancora nella petizione – ci insegna che i fascismi si sconfiggono con la conoscenza, con l”unità democratica, con la fermezza delle istituzioni. Nel nostro Paese già un”altra volta la debolezza dello Stato rese possibile l”avventura fascista che portò sangue, guerra e rovina come mai si era visto nella storia dell”umanità. L”Italia, l”Europa e il mondo intero pagarono un prezzo altissimo. Dicemmo “Mai più!”; oggi, ancora più forte, gridiamo “Mai più!”.

Promotori dell”appello sono Acli, Aned, Anpi, Anppia, Arci, Ars, Articolo 21, Cgil, Cisl, Comitati Dossetti, Coordinamento Democrazia Costituzionale, Fiap, Fivl, Istituto Alcide Cervi, L”altra Europa con Tsipras, Libera, Liberi e Uguali, Libertà e Giustizia, Pci, Pd, Prc, Uil, Uisp.

Nel nostro territorio la raccolta firme avviene anche in tutte le iniziative di CooperAttivaMente.

Nelle foto Isolapress, da sinistra: Paolo Berizzi, giornalista De «LA Repubblica», la giornalista di «sabato sera» Lara Alpi, Giulia Barelli (ANPI Imola) E Federico Chiaricati (ANPI Provinciale).

Neofascismi, petizione contro la «galassia nera»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA