Pillole

Pillole 18 Luglio 2019

San Prospero – Porto Corsini, andata e ritorno in barca

Siamo nel 1942, Adriano Giacometti e Bruno Daghia, operai nella fabbrica di armamenti Cogne, si imbarcano sul fiume Santerno a San Prospero sullo «Sparviero», da loro costruito, per raggiungere Porto Corsini, passando per la foce del Reno, e ritornare poi al punto di partenza, navigando con pagaie e pedali per circa 220 chilometri.

San Prospero – Porto Corsini, andata e ritorno in barca
Pillole 11 Luglio 2019

Passeggino di lusso riciclato

La foto a questi due bambini è stata scattata nelle campagne imolesi nel 1952. Il lussuoso passeggino che hanno a disposizione, di metallo verniciato di verde e bianco, fu acquistato e utilizzato negli anni Trenta dal dottor Micheloni di Riolo Terme per i propri figli. Una quindicina d”anni dopo il passeggino fu «passato» ai due bambini della foto, figli di un agricoltore che aveva rapporti di lavoro con il medico.

Passeggino di lusso riciclato
Pillole 4 Luglio 2019

Il carretto delle bibite in via San Pier Grisologo

Un”immagine abbastanza insolita di Imola, risalente al 1936. Tre giovani si dissetano con bibite fresche acquistate da un venditore ambulante che si trovava a passare in via San Pier Grisologo, nei pressi dell”osteria Alfiero.

Il carretto delle bibite in via San Pier Grisologo
Pillole 27 Giugno 2019

Quando le Feste de l'Unità erano eventi capillari nel territorio imolese

Le Feste de l”Unità, nate nell”immediato dopoguerra, conobbero un rapidissimo sviluppo e, in meno di una decina d”anni, venivano allestite capillarmente nel territorio. Imola non era da meno e, nella bella stagione, se ne organizzavano a decine. La foto che pubblichiamo è stata scattata nel 1955 alla Festa de l”Unità alla Rivazza, nello spazio riservato ai divertimenti per i più giovani, che posano compiaciuti attorno a un «calciobalilla».

Quando le Feste de l'Unità erano eventi capillari nel territorio imolese
Pillole 20 Giugno 2019

Andare al mare a Cervia, con la bicicletta

Tra gli anni Venti e Trenta del secolo scorso nacque la passione per le vacanze al mare e le località della riviera Romagnola conobbero un grande sviluppo. Il viaggio, però non era semplice, le automobili in circolazione erano pochissime e ci si serviva principalmente di mezzi pubblici, sopratttutto il treno. C”erano però anche i più arditi, che usavano mezzi propri, come fecero i tre imolesi della foto, Martelli, Dirani e Biancastelli, che con le loro biciclette pedalarono fino a Cervia, col poco bagaglio fissato sul portapacchi o legato al cannone.

Andare al mare a Cervia, con la bicicletta
Pillole 13 Giugno 2019

Orlando Vignoli di Bubano, promessa spezzata del ciclismo

La carriera ciclistica del bubanese Orlando Vignoli si preannunciava ricca di soddisfazioni, visto che dal 1952 al 1955 ottenne 14 vittorie e 19 secondi posti; purtroppo un incidente stradale durante un allenamento gli costò la vita. Nella foto, del 1951, lo vediamo a Montecatone, attorniato dai suoi tifosi.

Orlando Vignoli di Bubano, promessa spezzata del ciclismo
Cronaca 28 Maggio 2018

Gli scavi del Castrum Sancti Cassiani tra via Villa Clelia e via Croce

Sul finire dell’estate del 1978, durante uno sbancamento per la costruzione di un lotto di abitazioni, in un’area posta tra via Villa Clelia e via G. C. Croce, affiorarono consistenti resti archeologici, che fecero pensare a una necropoli tardo romana. Il fatto non era inaspettato, in quanto nei dintorni erano state rinvenute altre sepolture, anche di epoca più antica e di notevole rilevanza. Più si procedeva con lo scavo, però, più affioravano resti di epoche più recenti, non solo di sepolture, ma anche di strutture murarie, che facevano pensare a un insediamento abitativo tardo romano, paleocristiano o alto medioevale. A rafforzare questa convinzione fu anche il ritrovamento di un corredo funebre di pregio attribuibile a una donna di stirpe germanica di alto rango, che ora fa bella mostra di sé nel museo imolese. Ormai è opinione corrente che questo nucleo abitativo corrispondesse al centro altomedioevale di San Cassiano, il cosiddetto Castrum Sancti Cassiani, ma in quel periodo le discussioni su questo tema furono lunghe e numerose.

La foto risale alla campagna di scavo del 1979 e sono state fornite da un volontario di allora del Gruppo per la valorizzazione dei beni culturali e ambientali del comprensorio imolese.

Altre immagini e particolari nell”articolo sul “sabato sera” del 24 maggio.

Gli scavi del Castrum Sancti Cassiani tra via Villa Clelia e via Croce
Pillole 14 Febbraio 2018

Moticicliste imolesi in gita a Vallombrosa

Le donne di questa fotografia sono imolesi ma, quel che più conta, sono dotate di motocicletta, che usavano per le loro scampagnate, come in questo caso, a Vallombrosa. Potrebbe sembrare un fatto del tutto normale, non fosse che la foto è stata scattata nel 1954 e, in quegli anni, la maggior parte delle donne portava la gonna, non i pantaloni, come queste motocicliste… emancipate.

Moticicliste imolesi in gita a Vallombrosa
Pillole 7 Febbraio 2018

Lavori con i vimini alla scuola di san Prospero

Questa foto risale al 1939 e ritrae la classe della maestra Pasini alla scuola elementare di San Prospero. Gli alunni sono impegnati in un”attività che oggi si potrebbe pensare insolita, la realizzazione di oggetti ottenuti intrecciando il vimine. Allora, in una scuola di campagna, il fatto non appariva così strano: molti svolgevano lo stesso lavoro a casa come normale impegno domestico e tanti avevano a disposizione la materia prima, recuperata dalle piante che crescevano lungo i fossi ricchi d”acqua.

Lavori con i vimini alla scuola di san Prospero
Pillole 12 Ottobre 2017

La giornalaia di Bubano

 

La giornalaia di Bubano

BUBANO
La donna di questa foto è Edma Lanzoni, che distribuiva giornali e riviste a Bubano negli anni tra il 1948 e il 1960. Ogni mattina, partendo da casa poco dopo le 5, si recava a Imola in bicicletta, all’agenzia di distribuzione, per rititrare le copie ordinate dai clienti. Al ritorno iniziava le consegne, a partire da chi abitava più vicino a Imola. Entro le 9 aveva le consegne erano terminate.

La giornalaia di Bubano

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast