Sport

Sport 17 Luglio 2019

Calcio serie C, ufficiali i club iscritti al prossimo campionato: Imolese nel girone B

Oggi il Consiglio direttivo della Lega di serie C ha diramato i nomi dei 59 club per parteciperanno al prossimo campionato. Le squadre sono così state suddivise in tre gironi, mentre il sorteggio del calendario avverrà il prossimo 25 luglio.

L”Imolese, come nella scorsa stagione, è stata inserita nel girone B insieme a Arzignano Valchiampo, Carpi, Cesena, Fano, Feralpisalò, Fermana, Gubbio, Modena, Padova, Piacenza, Ravenna, Reggio Audace, Rimini, Sambenedettese, Sudtirol, Triestina, LR Vicenza, Virtusvecomp Verona e Vis Pesaro. (d.b.)

Foto tratta dalla pagina facebook dell”Imolese

Calcio serie C, ufficiali i club iscritti al prossimo campionato: Imolese nel girone B
Sport 17 Luglio 2019

Calcio serie C, l'Imolese si assicura le prestazioni del portiere Davide Libertazzi

Colpo numero quattro in casa Imolese per quanto riguarda questa giornata di calciomercato. La società rossoblù ha infatti ufficializzato l”acquisto dell”estremo difensore Davide Libertazzi

Il portiere 24enne, di origini torinesi e proveniente dal vivaio della Juventus, quest’anno ha difeso i pali del Fiorenzuola ed ha firmato un contratto annuale. «Abbiamo deciso di dare fiducia a Davide Libertazzi – commenta il diesse Ghinassi – che arriva meritatamente tra i professionisti dopo diverse stagioni in cui si è dimostrato uno dei migliori portieri della serie D».

Nella foto: da sinistra il diesse Ghinassi e Davide Libertazzi

Calcio serie C, l'Imolese si assicura le prestazioni del portiere Davide Libertazzi
Sport 17 Luglio 2019

Calcio serie C, terzo colpo di giornata per l'Imolese che annuncia la mezzala Filippo Artioli

Terzo acquisto di giornata per l”Imolese. Dalla Spal, infatti, è sbarcato a titolo definitivo il centrocampista Filippo Artioli. Il 21enne di Ferrara, con un trascorso anche nelle giovanili della Fiorentina, arriva a Imola dopo l’ultima stagione giocata con la Viterbese. «E” una mezzala completa – le parole del diesse Filippo Ghinassi -, che unisce corsa e struttura ad una buona gestione di palla. Siamo convinti che potrà arricchire la rosa rossoblù e dimostrare sul campo il suo valore». (d.b.)

Nella foto: da sinistra il diesse Ghinassi e Filippo Artioli

Calcio serie C, terzo colpo di giornata per l'Imolese che annuncia la mezzala Filippo Artioli
Sport 17 Luglio 2019

Calcio serie C, l'Imolese pesca il terzino Lorenzo Valeau dalla Roma

Dopo Fabio Della Giovanna ecco un altro difensore per l”Imolese. Dalla Roma, infatti, è arrivato in prestito il terzino sinistro Lorenzo Valeau

Il classe ”99, l”anno scorso in forza al Catania, rappresenta un tassello importante per mister Coppitelli con il quale aveva già avuto modo di lavorare nelle due stagioni a Roma. «Un prospetto importante del calcio italiano ed un ragazzo con diverse presenze in tutta la trafila delle nazionali giovanili azzurre – racconta il direttore sportivo Ghinassi -. Arriva ad Imola dopo esperienze formative come quelle di Ascoli e Catania e colgo l’occasione per ringraziare la società Roma per la fiducia accordataci nella gestione di un calciatore importante del loro patrimonio». (d.b.)

Nella foto: da sinistra il diesse Ghinassi e Lorenzo Valeau

Calcio serie C, l'Imolese pesca il terzino Lorenzo Valeau dalla Roma
Sport 17 Luglio 2019

Calcio serie C, il difensore Fabio Della Giovanna ha firmato per l'Imolese

Dopo l”attacco e il centrocampo l’Imolese inizia a rifarsi il look anche nel reparto arretrato acquistando, a titolo definitivo, dalla Spal il difensore Fabio Della Giovanna.

Il classe ”97, ex Primavera dell’Inter, di cui era capitano, dopo l’esperienza ad Arezzo nella scorsa stagione ha vestito la maglia del Sudtirol. «E” un calciatore con qualità importanti – ha commentato il diesse Ghinassi -. Ha tutto per arrivare ad alti livelli e lo accogliamo convinti che la piazza di Imola possa essere il trampolino di lancio della sua carriera».

Della Giovanna, quindi, sarà già presente al raduno, in programma giovedì 18 luglio (ore 9) presso il Centro Tecnico Bacchilega. Il programma dei primi quattro giorni di allenamento prevede un’unica seduta mattutina (9.30) e allenamenti individuali nel pomeriggio (17.00). Dopodiché la squadra tornerà anche quest’anno all’Hotel Donatello dove, dal 22 al 31 luglio, svolgerà il ritiro in vista della prossima stagione. (d.b.)

Nella foto: da sinistra il diesse Ghinassi e Fabio Della Giovanna

Calcio serie C, il difensore Fabio Della Giovanna ha firmato per l'Imolese
Sport 16 Luglio 2019

Calcio serie C, per rinforzare il centrocampo dell'Imolese ecco Tommaso Tentoni

Si infiamma il mercato dell”Imolese e non poteva essere altrimenti, visto che all”inizio del ritiro manca davvero poco. L”ultimo arrivato in casa rossoblù è Tommaso Tentoni, centrocampista prodotto del vivaio dell”Atalanta.

Il giocatore 22enne ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2021 e può vantare già 75 presenze in serie C con le maglie di Alessandria e Carrarese. «Arriva ad Imola un ragazzo che seguiamo da diverse stagioni – conferma il diesse Filippo Ghinassi -. Tommaso è un giocatore completo nell’interpretazione delle due fasi che porta in dote intensità e duttilità. Siamo felici di averlo con noi». (d.b.)

Nella foto: da sinistra Filippo Ghinassi e Tommaso Tentoni

Calcio serie C, per rinforzare il centrocampo dell'Imolese ecco Tommaso Tentoni
Sport 16 Luglio 2019

Il 13enne imolese Gabriele Minak è un talento emergente del nuoto sincronizzato

«Mamma, mi sto annoiando. Voglio provare anch’io quello che fa Laura». Sono state più o meno queste parole, dette alla madre Michela Tumedei dopo un allenamento della sorella minore, ad avvicinare Gabriele Minak al mondo del nuoto sincronizzato. Un mondo che oggi lo vede tra i migliori talenti italiani, già in grado di salire sul podio degli Italiani Assoluti nel «duo misto», alle spalle dei campioni mondiali Giorgio Minisini – Manila Flamini e di una coppia ligure, nonostante la giovanissima età. Gabriele, infatti, ha solo 13 anni (ha finito la seconda media al Sante Zennaro) e si è avvicinato al «sincro» da pochissimo tempo, come ci racconta mamma Michela. «Io e mio marito Giangiacomo proveniamo entrambi dal mare, siamo istruttori di sub. I nostri figli Gabriele e Laura sono in acqua da quando avevano 6 mesi, ma non avremmo mai pensato ad un percorso del genere».

Com’è scattata la scintilla?

«E’ iniziato tutto nel 2014. Gabriele ha iniziato a praticare il nuoto, mentre a Laura, che è più piccola di due anni, ho fatto provare il sincronizzato: allora ero totalmente ignara che questo sport fosse aperto anche ai maschi. Dopo poche lezioni, Gabriele mi ha confessato che non si divertiva, mentre vedeva la sorella fare piroette, capriole e spaccate: uno spasso. Mi ha detto di volerlo provare anche lui, così ho preso informazioni. Le allenatrici lo hanno accolto in maniera entusiasta, anche se all’inizio non era molto slegato, né troppo coordinato. Erano gli anni in cui Giorgio Minisini stava muovendo i primi passi a livello mondiale e pochissimi uomini praticavano il sincro, mentre ultimamente c’è stato un vero e proprio boom».

Dopo pochi mesi sono iniziate le prime gare.

«Esatto, ma Gabriele non ha raccolto grandi successi. Io non ero per nulla preoccupata: lui si divertiva e per me era sufficiente. L’anno dopo, però, c’è stata una prima svolta: tramite i social mi hanno segnalato il circuito agonistico, facendomi presente che Gabriele poteva avere buone prospettive. Siamo saltati su un treno in corsa: dopo 9 mesi dal debutto l’ho iscritto al Cn Uisp Bologna nel pre-agonismo. Inizialmente ha faticato, ma dall’anno successivo ha fatto il salto di qualità e l’allenatrice Giovanna Burlando (tecnico federale nello staff della Nazionale, che allena Gabriele assieme a Silvia Costa, nda) l’ha messo in coppia con sua figlia Viola Gamberini. Da quel momento è nato questo eccezionale binomio, che sta avendo grandi successi». (an.cas.)

L”articolo completo su «sabato sera» dell”11 luglio.

Nella foto: Gabriele Minak in acqua

Il 13enne imolese Gabriele Minak è un talento emergente del nuoto sincronizzato
Sport 16 Luglio 2019

Calcio serie C, Dardan Vuthaj è il nuovo attaccante dell'Imolese

Nuovo rinforzo per l’Imolese che si è assicurata le prestazioni del calciatore Dardan Vuthaj. L’attaccante albanese, classe ”93, proviene dal Campodarsego dove nella scorsa stagione ha messo a segno 17 reti in Serie D, ed ha firmato un contratto di un anno con opzione sul secondo. «Siamo soddisfatti dell’arrivo in maglia rossoblu di uno degli attaccanti più promettenti della serie D – commenta il direttore sportivo Ghinassi -. Dardan Vuthaj ha fatto un percorso di crescita e riteniamo che sia giunto alla giusta maturità per imporsi anche nel calcio professionistico». (d.b.)

Nella foto: da sinistra Dardan Vuthaj insieme al diesse Ghinassi

Calcio serie C, Dardan Vuthaj è il nuovo attaccante dell'Imolese
Sport 15 Luglio 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Imola nord»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 15 luglio, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Imola nord».

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Imola nord»
Sport 14 Luglio 2019

Baseball, l'ex Redskins Robel Garcia da Imola al clamoroso fuoricampo in Mlb con Chicago

I ragazzi dei Redskins stanno esultando per un ex compagno di squadra, Robel Espiwal Garcia Rodriguez, che proprio la scorsa settimana ha esordito in Major League con la casacca storica dei Chicago Cubs, battendo un singolo, un triplo e un fuoricampo. Un po’ come se un giocatore dell’Andrea Costa andasse nella Nba e segnasse 30 punti, oppure come se Eric Lanini, lo scorso anno all’Imolese, segnasse una doppietta in Champions League. Insomma, una roba clamorosa e ammortizzata solo dal fatto che il baseball in riva al Santerno è materiale per pochi. Robel arrivò a Imola nel 2016 a campionato iniziato, per interessamento di Marino Salas, lanciatore titolare. Il management avrebbe preferito allungare il monte di lancio ma il presidente Mauro Poli, dopo un provino sul campo della Tozzona dove Robel sbatté subito fuori la pallina, affermò che «…chi paga decide…» e il 23enne dominicano, ben strutturato fisicamente, restò, con la promessa di Poli, mantenuta, di adoperarsi per un suo futuro nel baseball italiano.

Esordì il 27 giugno 2016 a Ronchi dei Legionari, giocò interbase e battitore designato e chiuse la stagione con 481 in media battuta e due fuoricampo. Frequentando la squadra, mi è capitato a volte di accompagnare Robel in stazione (viveva a Verona, dove era sposato con una ragazza del suo paese ma già cittadina italiana) e in lui colpiva l’umiltà e un poco di tristezza negli occhi. Probabilmente dipendeva dall’aver sfiorato il professionismo Usa nel baseball: era stato nell’organizzazione dei Cleveland Indians, ma all’atto del «draft» i manager avevano scelto un altro su cui la squadra aveva investito di più. Ci fu qualche difficoltà burocratica a Imola per ottenere il visto per ricongiungimento familiare che bloccava il tesseramento. Ci si rivolse all’onorevole Daniele Montroni che si interessò presso il Ministero degli Esteri e la questione fu risolta.

Per i buoni rapporti che i Redskins hanno con la Fortitudo Bologna, l’anno dopo il d.t. Christian Mura lo portò sotto le Due Torri e in breve Robel diventò un beniamino dell’esigente pubblico bolognese. Intanto aveva avuto la cittadinanza italiana e fu subito inserito in Nazionale. In una sessione di allenamento e partite in Arizona con la maglia azzurra, fu notato dagli scout di Chicago e subito opzionato per la franchigia Cubs a partire dalla categoria AA (serie C per capirsi). Poco dopo il salto in AAA e dopo soli due mesi, quest’anno, ecco la notizia bomba: Robel Garcia è stato chiamato in prima squadra Major ed ha esordito… col botto. (n.v.)

L”articolo completo su «sabato sera» dell”11 luglio.

Nella foto: Robel Garcia con la maglia dei Chicago Cubs

Baseball, l'ex Redskins Robel Garcia da Imola al clamoroso fuoricampo in Mlb con Chicago

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast