Sport

Sport 15 Settembre 2019

Basket A2 Supercoppa, successo in rimonta per l'Andrea Costa

Bella prova per Le Naturelle che, nell”ultimo match del girone «bianco» di Supercoppa, superano 89-83 Ravenna. I biancorossi di coach Di Paolantonio, sotto nel punteggio per 32 minuti, riescono nel finale ad avere la meglio sugli ospiti grazie ad parziale di 8-0 e una bomba di Bowers. Negli ultimi tre minuti Ravenna prova a ricucire ma non basta e l”Andrea Costa può così chiudere questo trittico di partite con due vittorie all”attivo. Nell”altro match Forlì ha vinto facile in casa contro Piacenza.

Tabellino

Andrea Costa Imola – OraSì Ravenna 89-83 (15-22, 44-49, 67-70)

Imola: Ingrosso 8, Ivanaj, Morse 14, Taflaj 13, Valentini 8, Calvi, Fultz 8, Baldasso 6, Masciadri 10, Bowers 22, Alberti ne. All. Di Paoloantonio. 

Ravenna: Farina ne, Potts 19, Thomas 25, Chiumenti 8, Marino 7, Zanetti 2, Treier 9, Venuto 6, Sergio 7, Bravi, Locci ne. All. Cancellieri.

Foto del match scattata da Isolapress

Basket A2 Supercoppa, successo in rimonta per l'Andrea Costa
Calcio 15 Settembre 2019

Più Modena che Imolese, ma la partita è decisa da una deviazione

L’ha decisa Rossetti al 26’ del primo tempo, con una deviazione che ha spiazzato Rossi. Ma c’è stata troppa poca Imolese per poter rimpiangere un pareggio. Forse i rossoblù avrebbero meritato il gol, ma la bilancia delle occasioni sprecate pende decisamente dalla parte dei canarini.

Ancora 2 punti in classifica dopo 4 giornate, con un problemino da non sottovalutare. A noi è sembrato che l’Imolese abbia fatto un passo indietro rispetto alla partita di Reggio. E l’ennesimo tempo regalato (il primo, da dimenticare), come era già successo in almeno altre due partite. Stavolta non si è trattato delle poche occasioni da gol, quanto del dominio lasciato al Modena, che se ha segnato un solo gol è solo perché non ha certo un attacco stellare.

Qualche curiosità. Tra i 1.017 spettatori al Romeo Galli c’era anche Morgan De Sanctis, ex portiere della Roma e attualmente osservatore giallorosso, venuto per ammirare i suoi Valeau e Marcucci, mentre la terna arbitrale (scarsa) indossava una insolita tenuta rossa.

La cronaca. C’è Belcastro titolare. C’è Bolzoni dal primo minuto, entrambi non al top fisicamente. Parte bene il Modena, molto pericoloso, sfruttando errori in disimpegno dei rossoblù. Non si esce dall’area e ci sono due conclusioni pericolose, prima di Rossetti (fil di palo a 2’), poi di De Grazia (buon intervento di Rossi al 6’) e quindi di Spagnoli (di testa, fuori di poco al 12’). Al 13’ c’è un timido contropiede dell’Imolese, con Marcucci che serve in profondità Padovan, ma il suo tiro rasoterra non è un problema per Gagno. Al 15’, dopo l’ennesima conclusione canarina (Spagnoli, parata), arriva un corner rossoblù: Marcucci la scodella bene, Latte Lath colpisce di testa da vicino e, sulla ribattuta miracolosa del portiere, Bolzoni spara fuori. Al 26’ Carini rischia grosso, non controlla il pallone e lancia il contropiede per Spagnoli, che spara alto la sua terza occasione pulita. Ma prima o poi… il gol doveva arrivare e infatti al 26’ ci prova De Grazia da fuori: tiro deviato da Rossetti e classico gol dell’ex (un mezzo scaraffione). Ma non si può evocare la sfortuna, bisognerebbe giocare un po’ meglio. Al 30’ ci prova ancora il Modena su punizione dai 25 metri e Bearzotti impegna Rossi, che respinge. Al 32’ trova un po’ di coraggio l’Imolese, c’è un velo e la palla giunge a Belcastro in area, che stramazza a terra. Rigore? No, fallo in attacco. Boh. In ogni caso sono episodi isolati. La partita la fa il Modena e infatti piovono altre occasioni (soprattutto Bearzotti al 37’).

La ripresa. Entra Vuthaj per Padovan, per dare un po’ di verve ad un attacco spento. Dopo 10 minuti di quasi nulla entrano anche Tentoni e Provenzano, al posto di Belcastro e Bolzoni. A parte la difesa, la squadra è ridisegnata, soprattutto a centrocampo. Al 60’ la scintilla prova ad accenderla Latte Lath, con una serpentina che semina il panico nel giallo modenese. Tiro fulmineo, ma Gagno è bravo a deviare in corner. Al 63’ l’Imolese prova a distendersi in contropiede, due passaggi e la palla che arriva a Vuthaj. Il gol lo fa, ma viene segnalato un fuorigioco che dalle tribune è parso dubbio. C’è anche il tempo per far esordire Bismark, ma al 76’ il Modena sforna un’altra clamorosa occasione, stavolta in velocità, con una palla al bacio scodellata per la testa di Mattioli, che però la passa a Rossi. L’occasione del pareggio arriva all’82’, con un bel traversone di Garattoni. Ma il tiro di Provenzano a botta sicura è deviato fortunosamente dalla difesa ospite. Ancora un tentativo, con Valeau all’86’, ma il suo rasoterra termina fuori di poco. Ciao mare. (p.z.)

Imolese – Modena 0-1 (0-1)

Imolese: Rossi; Garattoni, Checchi, Carini, Valeau; Alimi, Bolzoni (55’ Provenzano), Marcucci (28’ Maniero); Belcastro (55’ Tentoni); Padovan (46’ Vuthaj), Latte Lath (72’ Bismark). All. Coppitelli.

Gol: 26’ Rossetti (M).

Più Modena che Imolese, ma la partita è decisa da una deviazione
Sport 15 Settembre 2019

Serie C: Imolese-Modena, volerà prima il Grifo o il Canarino?

“Siamo in una situazione psicologica mista: tra soddisfazione, per le prestazioni ottenuto, e rammarico perché i punti in classifica sono ancora pochi”. Le parole dell”allenatore dell”Imolese Coppitelli descrivono bene lo stato d”animo con il quale la squadra che ha per simbolo un Grifo su sfondo rossoblu si avvicina a giocare il derby di oggi con il Modena, alle ore 15 al Romeo Galli. Uno stato d”animo simile a quello dei canarini gialloblu che in classifica hanno un solo punto contro i due dell”Imolese. Tutti a caccia della prima vittoria per spiccare il volo e non rimanere da subito impigliati nei bassifondi della classifica di una Serie C dove il solo girone B non vede squadre a 0 dopo tre giornate. Segno che ci sarà da sgomitare per trovare la salvezza mentre in vetta la classifica si sta già sgranando.
Alle Acque Minerali l”Imolese, si vocifera, potrebbe anche ritrovare dal primo minuto Belcastro nonostante i dinieghi del mister. Ci saranno sicuramente dall”inizio Bolzoni, l”innesto più nobile del mercato, Latte Lath, il più efficace, e Alimi, il più robusto. Basteranno per battere il Modena dove gli ex di giornata Rossetti e Varutti partono dalla panchina. La squadra allenata da Zironelli, ex tecnico della Juventus Under 23, ha i punti di riferimento nell”esperto Perna, nel centrocampista Boscolo Papo e nelle punte Ferrario e Tulissi. Il più talentuoso è Sodinha, fisico non scultoreo ma piedi d”artista. Entrerà sicuramente. (Paolo Bernardi)

Probabili formazioni
IMOLESE (4-3-1-2) 22 Rossi; 23 Garattoni, 5 Checchi, 26 Carini, 27 Valeau; 6 Alimi, 21 Bolzoni, 8 Tentoni; 17 Maniero; 7 Latte Lath, 9 Vuthaj.
(1 Libertazzi, 12 Seri, 2 Alboni, 19 Boccardi, 28 Della Giovanna, 29 Ingrosso, 30 Schiavi, 4 Marcucci, 11 Provenzano, 10 Belcastro, 14 Bismark, 18 Padovan, 20 Sall). All. Coppitelli.
MODENA (3-5-2) 26 Gagno; 14 Politti, 19 Zaro, 13 Perna; 18 Mattioli, 20 Duca, 8 Boscolo Papo, 28 Davì, 17 Laurenti; 9 Ferrario, 2 Tulissi. (12 Narciso, 1 Pacini, 5 Cargnelutti, 15 Stefanelli, 23 Varutti, 4 Ingegneri, 16 Pezzella, 24 De Grazia, 7 Bearzotti,  10 Sodinha, 11 Spagnoli, 27 Rossetti). All.: Zironelli.

Nella foto Isolapress, Alessandro Garattoni.

Serie C: Imolese-Modena, volerà prima il Grifo o il Canarino?
Sport 14 Settembre 2019

A Casatorre il 4º Memorial Renzo Cerè, tutti in campo per dare un calcio alla disabilità

Speciale appuntamento domani, domenica 15 settembre, presso i campi di calcio a 5 del centro sportivo Casatorre, dove si giocherà il 4° Memorial Renzo Cerè «Calciando la disabilità». L’appuntamento è organizzato dall’associazione Edu In-Forma(Zione) Bologna Scuola Calcio Aiac, in collaborazione con l’associazione sportiva dilettantistica Club Calcio a 5 Castel San Pietro Terme. La serata avrà inizio alle ore 18, quando scenderà in campo la Bfc Senza Barriere Scuola Calcio Renzo Cerè e, a seguire, si terrà la partita Lara – Antenati, con tanto di intrattenimento musicale con dj Cita.

Ricordiamo che il progetto Edu In-Forma(zione) Bologna dell’Aiac è nato nel 2016 a Castel San Pietro e promuove l’avviamento sportivo integrato e inclusivo, in particolare per il gioco del calcio, per ragazzi e ragazze diversamente abili. Nel 2017 ha aperto la seconda scuola calcio a Bologna e nel 2018 la terza a Imola. Le tre scuole calcio sono già in campo dai primi settembre. A Castel San Pietro gli allenamenti si tengono al centro sportivo Casatorre in viale Terme 740, nei campi di calcio a 5 (ingresso bocciodromo) il lunedì e il mercoledì dalle ore 17.30 alle 19. Le iscrizioni sono sempre aperte.

Per info: Giovanni Grassi 338-4691853, indirizzo mail: eduinformazione@gmail.com, pagina Facebook: Edu In- FormaZione Bologna Asd. (r.s.)

A Casatorre il 4º Memorial Renzo Cerè, tutti in campo per dare un calcio alla disabilità
Sport 14 Settembre 2019

Calcio serie C, l'ex rossoblù Simone Rossetti presenta Imolese-Modena: «Se segno non esulto»

Giocare domani, domenica 15 (ore 15) con la maglia del Modena al Romeo Galli contro l’Imolese. Un’estate fa, sarebbe stato uno scenario impensabile quello che si presenterà domenica 15 settembre a Simone Rossetti, attaccante nato «sotto l’orologio» che affronterà con la maglia dei gialli la sua ex squadra. Quell’Imolese che lo scorso anno ad agosto scommise sul suo rilancio, dopo l’infortunio patito nel primo anno da professionista con la maglia della Virtus Francavilla. «L’addio all’Imolese di questa estate – ricorda Rossetti – non mi ha lasciato l’amaro in bocca. Quando chiama una società come il Modena non si può certo pensare di dire no. Nessun rancore verso la dirigenza imolese: quando si hanno 22 anni bisogna cogliere al volo occasioni del genere».

A proposito di scontato, non può mancare la domanda sull’eventuale esultanza per un gol segnato alla ex squadra.

«Prima bisogna vedere se segnerò, ma se capiterà, non esulterò. Troppo fresco il ricordo e l’attaccamento che ho per la squadra della mia città». (an. mir.)

L”articolo completo su «sabato sera» del 12 settembre.

Nella foto (Isolapress): Simone Rossetti con la maglia dell”Imolese

Calcio serie C, l'ex rossoblù Simone Rossetti presenta Imolese-Modena: «Se segno non esulto»
Sport 14 Settembre 2019

Oggi a Medicina l'inaugurazione del nuovo campo in sintetico di calcio a 5

Oggi, sabato 15 settembre (ore 15) nel complesso sportivo in via Battisti, è in programma l”naugurazione del nuovo campo in sintetico per il calcio a 5 in occasione della grande festa per il 50° anniversario del settore giovanile del Medicina Calcio. I piccoli calciatori di Medicina affronteranno i pari età del Bologna FC 1909, del Modena, del Ravenna e dell’Imolese in una serie di mini triangolari (età 2009, 2010, 2011 e 2012).

Il nuovo campo da calcio in sintetico a 5 fa parte del progetto in corso d’opera della riqualificazione di tutta l’area dedicata allo sport tra via Battisti, via Argentesi e via Flosa, di cui fanno già parte il campo da calcio in sintetico a 7, lo stadio, il palazzetto dello Sport, la nuova palestra per la ginnastica artistica, la piscina, i nuovi campi da tennis. (r.s.)

Nella foto: il nuovo campo in sintetico per il calcio a a 5 a Medicina

Oggi a Medicina l'inaugurazione del nuovo campo in sintetico di calcio a 5
Sport 14 Settembre 2019

La nazionale russa di bocce si è allenata all'Asbi per preparare i campionati europei

Una bella soddisfazione per l’Asbi. La Nazionale russa di bocce ha scelto i campi della locale bocciofila per lo svolgimento di una tre giorni di allenamenti in chiave degli imminenti Europei in programma ad Innsbruck (Austria) dal 10 al 15 settembre.

Otto giocatori, di cui cinque maschi e tre femmine, ed uno staff tecnico-dirigenziale hanno soggiornato sulle rive del Santerno per l’ultima sessione di rifinitura prima dell’appuntamento continentale. Domenico Camaggi ha accolto il vicesindaco Patrik Cavina per i saluti di rito alla delegazione ed un simbolico scambio di gagliardetti con il vicepresidente federale Mikhail Popov. (r.s.)

Nella foto: la nazionale russa di bocce

La nazionale russa di bocce si è allenata all'Asbi per preparare i campionati europei
Sport 13 Settembre 2019

Tennis, Enrico Baldisserri campione italiano nel doppio Under 16

Prosegue la stagione decisamente positiva di Enrico Baldisserri, il 15enne talento imolese attualmente classificato 2.5 della classifica italiana. Diviso tra attività internazionale (in agosto finale ad Haid in Austria e vittoria a San Marino) e nazionale, la scorsa settimana ha preso parte ai Campionati Italiani Under 16 di Arezzo.

Alle prese con una fastidiosa influenza che lo ha limitato parecchio nel tabellone di singolare (prematura eliminazione al secondo turno), Enrico si è preso la sua rivincita in doppio, vincendo il titolo italiano in coppia con Ludovico Trufelli: in finale hanno battuto il duo Piraino – Massacri con un netto 6-3 6-4. (r.s.)

Nella foto: Enrico Baldisserri

Tennis, Enrico Baldisserri campione italiano nel doppio Under 16
Sport 13 Settembre 2019

Ciclismo, l’imolese Patuelli in ritiro con la maglia azzurra: «Sto sognando i Mondiali»

La dovuta premessa è che a 17 anni (non ancora compiuti) le priorità restano lo studio, la scuola e la maturazione personale. E poi c’è lo sport, che fa crescere sani e insegna come impegno, costanza e caparbietà siano valori fondamentali anche per tutto il resto della vita, al di fuori delle corse in bici, nel suo caso. Detto questo, va sicuramente segnalato che la giovane imolese Alessia Patuelli, 17 anni da compiere a dicembre, è riuscita a vestire la maglia azzurra della Nazionale italiana di ciclismo, un onore che in città hanno avuto in pochi (e parecchi anni fa).

Alessia è impegnata in questi giorni in un raduno in altura a Livigno con altre cinque Juniores nella selezione italiana, convocata dal coordinatore delle Squadre Nazionali Davide Cassani su indicazione del Commissario Tecnico di categoria Edoardo Salvoldi. Il ritiro si svolge dal 4 al 13 settembre, preliminare alla partecipazione alla gara nazionale Lake Garda Classic di domani, sabato 14 settembre. Tutto lascia presagire che tra le 6 ragazze a Livigno possano uscire le convocazioni di titolari e riserve per i campionati del mondo di categoria, in programma a fine mese dal 21 al 29 settembre nello Yorkshire (Inghilterra).

In particolare, le Donne Juniores saranno impegnate lunedì 23 (crono individuale di 14 km) e venerdì 27 (gara in linea di 92 km). Ma per pensare all’eventuale convocazione per i Mondiali c’è ancora tempo. Intanto, da Livigno, Alessia ci dice: «Sta andando tutto bene, è una grande emozione. Ripaga un po’ di tutti gli sforzi miei e della mia famiglia nel corso dell’anno, soprattutto dopo i problemi che ho avuto nei primi mesi e che mi avevano un po’ scoraggiata, fino alla prima vittoria nelle Marche. Da lì ho ritrovato fiducia. Ora incrocio le dita: domani si gareggia in maglia azzurra, poi si torna a casa e spero di partire dopo poco per il Mondiale. Si realizzerebbe un bel sogno, nulla è impossibile». (m.m.)

Nella foto: Alessia Patuelli in maglia azzurra

Ciclismo, l’imolese Patuelli in ritiro con la maglia azzurra: «Sto sognando i Mondiali»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast