Sport

Sport 24 Maggio 2019

Autodromo, tanti appuntamenti da qui fino ad ottobre. Si parte questo fine settimana con il «Peroni Race Weekend»

Messo in archivio il Mondiale Superbike, evento di punta dell’«Enzo e Dino Ferrari», in questo week-end riparte il calendario motoristico dell’autodromo imolese.

Da oggi, venerdì 24 maggio, al 26 maggio sono infatti impegnate ad Imola le auto del «Peroni Race Weekend», appuntamento che quest’anno raddoppia gli eventi sul Santerno, con la gara di punta rappresentata dalla Coppa Italia Turismo. Fra gli appuntamenti in pista, ad ingresso gratuito sabato e domenica sia nel paddock che nella tribuna A, anche diverse gare con auto moderne e storiche: Clio Cup, Lotus Cup, Alfa Revival Cup, Campionato Italiano Auto Storiche, Novecentoundici Race Cup e Seven Race Series. Il Peroni Race Weekend tornerà poi a Imola per il gran finale di stagione dall’11 al 13 ottobre. Nel programma della seconda tappa anche la Ecc 2 ore, il Boss Gp e il Master Tricolore Prototipi.

Ancora spazio alle quattro ruote dal 21 al 23 giugno con l’Aci Racing Weekend, mentre le due ruote tornano invece a correre sul circuito del Santerno dal 28 al 30 giugno con la terza tappa del Civ, il Campionato Italiano Velocità. Dal 5 al 7 luglio è il turno della Porsche Cup Suisse. Dopo il successo dello scorso anno torna ad Imola dal 17 al 18 agosto il Gp Italia del Mondiale Mxgp. A questo punto è arrivato l’autunno, che si inaugurerà con due appuntamenti dedicati alla casa del cavallino rampante di Maranello, il «Ferrari Challenge» in pista dal 27 al 29 settembre e la due giorni dedicata ai clienti Ferrari F.1 in scena l’1 e il 2 ottobre. (mi.mo.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 23 maggio.

Nella foto

Autodromo, tanti appuntamenti da qui fino ad ottobre. Si parte questo fine settimana con il «Peroni Race Weekend»
Sport 23 Maggio 2019

Calcio serie C ritorno quarti play-off, Dionisi e Belcastro nel post-partita di Imolese-Monza. IL VIDEO

Nonostante la sconfitta al Galli per 3-1 contro il Monza (leggi la news), l”Imolese ha conquistato la semifinale play-off dove affronterà, notizia di poco fa, il Piacenza (clicca qui per saperne di più).

Qualificazione merito della rete di De Marchi nella ripresa, dal momento che i branzoli avrebbero dovuto vincere con tre gol di scarto per passare il turno. A premiare i rossoblù la miglior posizione in classifica in campionato. (d.b.) 

Nella foto: Luca Belcastro

Calcio serie C ritorno quarti play-off, Dionisi e Belcastro nel post-partita di Imolese-Monza. IL VIDEO
Sport 23 Maggio 2019

Imolese-Piacenza è la sfida in semifinale per la serie B

L’Imolese ha pescato il Piacenza. Nell’urna della LegaPro è uscita una delle più forti, che fino alla fine si è giocata la promozione diretta in serie B, poi raggiunta dalla Virtus Entella. Proprio nell’ultima giornata, la squadra allenata da Franzini ha perso 2-0 a Siena, mentre i liguri hanno battuto 1-0 la Carrarese, operando il sorpasso decisivo: 75 a 74 in classifica. La partita di andata si giocherà mercoledì 29 maggio al Romeo Galli e il ritorno domenica 2 giugno al Garilli. L altre sfide di semifinale sono tutte all’interno dei gironi iniziali, dunque: Pisa – Arezzo, Trapani – Catania e Triestina – Feralpisalò. (p.z.)

Imolese-Piacenza è la sfida in semifinale per la serie B
Calcio 22 Maggio 2019

Una sconfitta dolcissima: 3-1 per il Monza, ma l’Imolese va in semifinale

Mai sconfitta fu più dolce. E’ finita 3-1 per il Monza, che ha fotocopiato il risultato dell’andata, ma a parti invertite. Subito 2-0 per gli ospiti, un rigore di D’Errico e una rete di Lepore, poi la ripresa col gol della salvezza di De Marchi e l’ultimo rigore, ancora di D’Errico, quasi a tempo scaduto. Ed è passata l’Imolese grazie alla miglior posizione in campionato. Dalla prossima sfida, una tra Piacenza, Pisa, Triestina e Trapani, questo vantaggio non ci sarà più.

C’è l’arcobaleno prima della partita, c’è Adriano Galliani in tribuna, pur senza Arrigo Sacchi. C’è il pubblico delle grandi occasioni, 1.354 spettatori reali, tra tribuna e curva, con un centinaio di monzesi che ci credevano e facevano pure bene. C”è una tensione che si taglia a fette e che aumenta col passare dei minuti, fino al gol di De Marchi al 72’.

Dionisi apporta qualche modifica alla formazione dell’andata. Sono due i cambi, sempre nel consueto 4-3-1-2. Saber al posto di Bensaja come esterno destro di centrocampo e Ranieri al posto di Mosti (dolorante ad un ginocchio) come trequartista.Per il resto, solita difesa con Sciacca e Fiore esterni, Checchi e Carini interni. Centrocampo chiuso con Gargiulo e Carraro, attacco con Lanini e Rossetti.

La cronaca. Nei primi minuti le due squadre se la giocano a centrocampo, con qualche sprazzo. E con tanti falli, subiti soprattutto da Saber, uno che le dà, ma le prende anche. Assoluto protagonista dell’inizio match, con la sua verve. Gli sprazzi che dicevamo? Ad esempio Lanini al 2’, poi Ranieri al 7’ producono cross interessanti dalla destra, senza che nessun rossoblù riesca ad intervenire. All’8’ci prova il Monza: c’è un contropiede pericoloso di Reginaldo che, tutto solo, non può far meglio che sparare altissimo. Al 13’ ci prova ancora il brasiliano, ma Rossi è pronto, a terra. Al 24’ c’è un momento focale della partita. Un calcio d’angolo del Monza viene smanacciato da Rossi, poi la sfera termina ad Armellino che, dopo una finta, spara in porta. Palla respinta dalla difesa imolese e grandi proteste dei lombardi per un presunto fallo di mano. Il Monza, comunque, spinge parecchio. Al 29’ arriva il fattaccio. Tiro da fuori, Saber è steso a terra e apparentemente la tocca con un braccio. Facile intuire che l’arbitro abbia fatto 1+1 con l’azione di poco prima e assegna il rigore, che D’Errico mette alle spalle di Rossi. L’Imolese soffre, ha paura, non è la stessa di sempre e al 41’ da un cross sulla sinistra il pallone termina a Lepore che infila una selva di gambe e mette in rete il secondo gol. Saber continua col suo motorino inarrestabile e al 45’ si becca una manata da Marconi. Giallo ad entrambi. Una mostruosità. Nei 4’ di recupero non succede più nulla, per fortuna, a questo punto.

La ripresa. Il Monza riparte da dove aveva finito. Botte e pressione. Ne fa le spese De Marchi, poi Cappelluzzo, entrambi appena subentrati a Lanini e Rossetti. Mentre sul piano squisitamente calcistico ci sono 2-3 occasioni ospiti subito nei primi 6 minuti, con Rossi sempre pronto. Tocca a Belcastro, siamo al 12’ della ripresa. Al 15’ Carraro pennella una punizione sotto la traversa, ma è troppo centrale e il portiere Guarna la devia in angolo con un guizzo. La prima occasione vera dell’Imolese, il primo tiro in porta. Un po’ poco per quello che eravamo abituati a vedere. Un po’ poco in 60’. C’è comunque più coraggio in questo frangente e al 18’ da un cross di Gargiulo c’è il piattone di Checchi che termina fuori di poco. Al 20’ ancora Gargiulo ci prova da fuori. E dall’altra parte lo imita D’Errico, che si fa parare il rasoterra da Rossi. Come pure Armellino, ancora respinta del portiere rossoblù, bendato in testa, reduce da una vera e propria battaglia come si sta rivelando questa partita. Il duetto tra De Marchi e Belcastro è invece meno incisivo, con un tiretto che non spaventa. E’ il momento dei tiri da fuori e al 26’ D’Errico lascia andare una bordata che Rossi non vede nemmeno. Per fortuna è fuori. Al 27’ arriva l’urlo di uno stadio (si è sentito dalla Bocciofila) che da tempo non era così pieno di imolesi. Un gran scambio tra Cappelluzzo, De Marchi e Belcastro termina con la palla a quest’ultimo, che sfonda la rete. Sta dettando legge Luca Belcastro, non solo per un assist magnifico: giù il cappello. A questo punto cosa può fare il Monza? Attaccare a testa bassa, si aprono gli spazi, ma i rossi restano comunque pericolosi. E’ il tempo di salutare Saber, non ce la fa più. Ed è comprensibile. L’ultimo cambio è Boccardi per Carini. Al 91’ ci prova Bensaja, arriva la parata a terra. Sono 4 minuti di recupero e al 93’ c’è un altro rigore per il Monza, con Sciacca che atterra Brighenti. Ancora D’Errico dal dischetto, ancora gol. Per fortuna è finita. Si va avanti. (Paolo Zanelli)

Imolese – Monza 1-3 (0-2)

Imolese: Rossi; Sciacca, Checchi, Carini (88’ Boccardi), Fiore; Saber (83’ Bensaja), Carraro, Gargiulo; Ranieri (57’ Belcastro); Lanini (46’ De Marchi), Rossetti (46’ Cappelluzzo). All. Dionisi.

Gol: 29’ D’Errico (rig.) (M), 41’ Lepore (M), 72’ De Marchi (I), 93’ D’Errico (rig.) (M).

Una sconfitta dolcissima: 3-1 per il Monza, ma l’Imolese va in semifinale
Sport 22 Maggio 2019

Calcio serie C ritorno primo turno play-off nazionale, il prossimo avversario dell'Imolese: tutto sul Monza

E” in programma questa sera al Galli (ore 20.30) il ritorno del primo turno play-off nazionale tra Imolese e Monza. La squadra di Dionisi arriva all”appuntamento forte del 3-1 maturato domenica al Brianteo (qui la news), ma non può certo cullarsi troppo sugli allori. Vero è però che la squadra di Brocchi, per passare il turno, dovrà vincere con almeno tre reti di scarto altrimenti saranno i rossoblù ad approdare tra le migliori otto, in virtù del miglior piazzamento finale in campionato. Si prevede, quindi, grande spettacolo e il tutto esaurito del Galli è già un”ottima premessa. 

Dirigerà la sfida il signor Gariglio di Pinerolo, assistito da Laudato di Taranto e Bruni di Brindisi. Quarto uomo Carella di Bari.

In vista del match sono 24 i convocati dal tecnico Brocchi.

Convocati Monza

Portieri. 12 Sommariva, 33 Guarna, 34 Di Mango. Difensori. 3 Anastasio, 6 De Santis, 15 Marconi, 19 Scaglia, 23 Negro, 24 Tentardini. Centrocampisti. 4 Galli, 5 Fossati, 8 Lora, 13 Armellino, 18 Palazzi, 21 Bearzotti, 26 Di Paola 32 Lepore. Attaccanti. 7 Chiricò, 9 Brighenti, 10 D”Errico, 11 Reginaldo, 20 Tomaselli, 29 Marchi, 30 Ceccarelli.

Probabile formazione

Monza (4-3-3): Guarna; Anastasio, Marconi, Scaglia, Negro; Galli, Armellino, D”Errico; Marchi, Reginaldo, Ceccarelli. All. Brocchi

Foto tratta dal sito dell”Imolese

Calcio serie C ritorno primo turno play-off nazionale, il prossimo avversario dell'Imolese: tutto sul Monza
Sport 21 Maggio 2019

Calcio serie C ritorno primo turno play-off nazionale, tutto esaurito al Galli per Imolese-Monza

Domani (ore 20.30) va in scena al Galli il match di ritorno tra Imolese e Monza, sfida dei quarti di finale dei play-off di serie C. Per l”occasione la città ha già risposto alla grande con il tutto esaurito dell”impianto nel Parco delle Acque Minerali.

Dopo il 3-1 dell’andata, i rossoblù avranno a disposizione due risultati su tre, ma anche con una sconfitta con 1 o 2 gol di scarto Rossi e compagni riuscirebbero ad eliminare il Monza e, a quel punto, si troverebbero a sole 4 partite dalla serie B. Mister Dionisi sa che il modo migliore per togliere entusiasmo ai brianzoli è quello di andare in vantaggio, magari sfruttando nelle ripartenze quegli spazi che sicuramente i lombardi concederanno. «E’ una partita sicuramente molto importante – commenta il tecnico toscano-. Dobbiamo affrontarla con lo stesso spirito dell’andata, con l’obiettivo di giocare altre due partite nei play-off. Il Monza ci ha messo molto in difficoltà domenica e conosciamo il suo valore: dovremo essere bravi a fare la partita, cercando di ribattere colpo su colpo e di andare oltre le difficoltà, con l’obiettivo di segnare per primi e di essere propositivi. Faremo di tutto per vincere, ben consapevoli che affronteremo l’unica squadra che ad oggi ci ha battuto in casa. Spero che i tifosi rossoblu ci aiutino nei momenti difficili, che sicuramente ci saranno nell’arco dei 90 minuti».

Probabile formazione

Imolese (4-3-1-2): Rossi; Sciacca, Fiore, Carini, Checchi; Carraro, Gargiulo, Bensaja; Mosti; Lanini, De Marchi. All. Dionisi. 

Foto concessa dall”Imolese

Calcio serie C ritorno primo turno play-off nazionale, tutto esaurito al Galli per Imolese-Monza
Sport 21 Maggio 2019

Motocross a Imola, quante novità sul tracciato 2019: partenza «girata» e pista più fruibile

Il motocross è poche chiacchiere e molta pista. Il disegno del tracciato, sempre creato tra il Paddock 2 e la collina della Rivazza, per l’edizione 2019 è già pronto e non mancheranno le novità, salvo ovviamente gli imprevisti che possono sempre accadere in fase di realizzazione. La partenza, tanto per iniziare, verrà ruotata di 90 gradi rispetto alla precedente edizione. Gli spettatori sulla collinetta della Rivazza non vedranno più il via con le moto che arrivano frontalmente, ma vedranno s?lare i piloti di pro?lo per poi vederli virare a destra. Questo disegno permette di sfruttare al meglio tutti gli spazi e di evitare, grazie sempre al nuovo disegno della pista, la copertura delle parte di sede stradale di via Santerno, che rimarrà libera in modo che gli spettatori possano girare più liberamente attorno al tracciato. Infatti uno dei punti fermi dell’edizione 2019 sarà quella di rendere, agli occhi degli spettatori, tutto il tracciato più fruibile e più «girabile».

Per questo gli organizzatori speci?cano che ogni biglietto permetterà di accedere direttamente senza nessun impedimento a tutte le zone del circuito riservate agli spettatori, tribuna Rivazza compresa, escluso il paddock. Sarà disponibile anche una nuova area rialzata e si lavorerà per posizionare i cartelli pubblicitari in modo idoneo per non coprire la visibilità per chi vuole vedere la gara dalla zona pianeggiante. Tra questi spostamenti ed innovazioni, rimane la caratteristica della pista che invade per due volte il rettilineo della Rivazza in modo da poter entrare ed uscire dal bel pezzo misto creato alla base della famosa «collina della passione». La lunghezza dovrebbe mantenersi attorno ai 1.550 metri come nella manifestazione 2018. (m.r.)

L”articolo completo sullo «speciale Superbike» di sabato sera del 9 maggio.

Nella foto (Isolapress): Cairoli durrante le prove del sabato dell”edizione 2018

Motocross a Imola, quante novità sul tracciato 2019: partenza «girata» e pista più fruibile
Sport 21 Maggio 2019

Motocross a Imola, aspettando il 17 e 18 agosto. Gli organizzatori: «Sarà una bella sfida, però siamo ottimisti»

Tra Superbike e il sogno a «cicli irregolari» della MotoGp (ma Imola si accorgerà presto che l’ostracismo di Misano e Mugello non sarà certo meno intenso di quello di Monza per il ritorno della Formula 1) si incunea il Mondiale di motocross, ormai denominato universalmente Mxgp, così almeno ci si fa la bocca con i paroloni da campagna elettorale e da tivù. Nonostante la sciagurata data imposta, ovvero il 17 e 18 agosto, la gara si farà, e bisogna dire grazie, comunque la si veda, ad una nuova fase organizzativa capeggiata dalla Off Road Pro Racing, società guidata dal toscano Alfredo Lenzoni e da anni impegnata nella promozione di svariate manifestazioni crossistiche anche a livello iridato, coadiuvato ovviamente dallo staff del Motoclub Monte Coralli Faenza presieduto dall’imolese Franco Ercoletti, una società sportiva che, oltre al presidente, conta moltissimi soci provenienti dalla nostra città. E fin qui, nulla di particolarmente nuovo rispetto a quanto emerso nelle precedenti settimane.

L’impegno di Off Road Pro Racing e Motoclub Monte Coralli è già al massimo livello, ma senza perdere di vista la realtà dei fatti e la difficile situazione generale del motorsport in Italia, al di là di chiacchiere e facili scenografie. «Abbiamo sottoscritto un accordo con Formula Imola – ci spiega Alfredo Lenzoni – e ci siamo accollati il contratto che il promotore del Mondiale (Youthstream, nda) aveva con Formula Imola per quanto riguarda l’edizione 2019 della gara, che ha la prestigiosa titolazione di Gran Premio d’Italia». La consapevolezza che la sfida è di quelle toste è totale: «Sì, è una bella sfida, ma siamo ottimisti. Puntiamo molto sugli appassionati di motocross che solitamente in quel periodo dell’anno vanno spesso a vedere le gare e cercheremo di fare il meglio possibile».

L’obiettivo di Off  Road Pro Racing non è certo quello di «andare e non tornare», visto che sullo sfondo rimane il bersaglio grosso, ovvero il Motocross delle Nazioni, chiodo fisso di tutti gli organizzatori del Mondiale motocross, e per arrivarci sicuramente è necessario passare dalla cruna dell’ago di qualche gara in sofferenza. Più di uno si sta chiedendo se, visto il caldo teorico del periodo, l’orario delle gare possa essere cambiato. Il format del Mondiale (ovvero Mxgp, Mx2 ed in questa gara Mondiale Femminile ed Europeo 2 tempi 250) non permette molti margini di spazio, con gare solitamente fissate alle 13, e quindi alle 14, 16 e alle 17 per quanto riguarda le due classi principali, ma sicuramente sarà un argomento che verrà affrontato nuovamente. La prevendita, che è sempre quella variabile strana che prova la «febbre» al gradimento della manifestazione, verrà gestita proprio da Off Road Pro Racing e non più da Formula Imola, utilizzando il collaudato circuito Ticket One; anche il riferimento per le «info» sulla gara è in carico alla società toscana. Fino al 21 luglio sono previste condizioni particolari e per i bambini fino a 9 anni, ovviamente accompagnati, l’ingresso sarà gratuito. (m.r.)

L”articolo completo sullo «speciale Superbike» di sabato sera del 9 maggio.

Nella foto: il pubblico dell”edizione 2018

Motocross a Imola, aspettando il 17 e 18 agosto. Gli organizzatori: «Sarà una bella sfida, però siamo ottimisti»
Sport 21 Maggio 2019

Ciclismo, Giro d'Italia tra Sesto e Villa Fontana. C’è uno «Squalo» sulla San Vitale, previste interruzioni alla circolazione

L’Emilia Romagna ha accolto con grandissima ospitalità il 102° Giro d’Italia, che ha preso il via da Bologna sabato 11 maggio. Già dal giovedì sera il pubblico si è fatto notare, riempiendo piazza Maggiore in diretta tivù per la presentazione dei team in gara nella corsa rosa. Il via ufficiale poi ha visto di nuovo la piazza piena e una vera e propria folla anche sulle rampe che hanno portato i corridori a San Luca nella cronometro inaugurale di sabato. Il più applaudito è sempre e comunque Vincenzo Nibali, il corridore italiano di riferimento per le corse a tappe (e non solo, considerando i suoi exploit nelle classiche di un giorno). Lo «Squalo» ha subito dimostrato di essere in forma, concludendo la crono al terzo posto dietro al favorito Primoz Roglic e a Simon Yates. Ieri, lunedì 20 maggio, è stata giornata di riposo, buona occasione per gli appassionati per andare a caccia di autografi negli alberghi romagnoli, mentre la tappa di oggi, martedì 21 maggio, dopo la partenza da Ravenna alle 13.45, transiterà anche sul nostro territorio. Il gruppo infatti percorrerà la San Vitale, toccando Sesto Imolese (Imola) dopo 43 km, alle ore 14.50 circa, e Villa Fontana (Medicina) dopo 54,5 km alle ore 15.05 circa. 

Come indicato dalla Città metropolitana, previste interruzioni alla circolazione da due ore prima del passaggio della corsa e fino al passaggio del veicolo recante il cartello mobile «fine gara ciclistica» sulle strade provinciali: quelle sul nostro territorio sono «San Vitale», dal confine con la provincia di Ravenna fino all”intersezione con la «Trasversale di Pianura» ad est di Medicina, e la «Trasversale di Pianura», dall”intersezione con la «San Vitale» ad est di Medicina fino all”intersezione con la «Porrettana». La decima tappa del corsa Rosa, inoltre, sarà preceduta in mattinata dalla tappa Lugo-Modena del 1° Giro E della Cicloturistica per Amatori. I ciclisti entreranno nel territorio della Città metropolitana attraverso la «San Vitale» alle ore 10:02 circa, continuando sulla «Trasversale di Pianura» per poi proseguire in direzione Modena. Anche questo attraversamento comporterà alcune limitazioni di circa 20 minuti e modifiche alla circolazione durante il passaggio dei ciclisti. (r.s.)

Nella foto: l”arrivo del Giro d”Italia all”autodromo di Imola lo scorso anno

Ciclismo, Giro d'Italia tra Sesto e Villa Fontana. C’è uno «Squalo» sulla San Vitale, previste interruzioni alla circolazione
Sport 20 Maggio 2019

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Piratello»

Con l’iniziativa «Camminacittà» si vuole promuovere l’esercizio fisico in modo semplice e accessibile a tutti. Si cammina su percorsi urbani, nei parchi, nelle aree verdi e sulle piste ciclopedonali. Si entra e si esce dal percorso a piacere e non è richiesta nessuna iscrizione.

Ogni lunedì vengono proposti due percorsi distinti, il primo di 8 km. circa ad andatura veloce e il secondo ad andatura più blanda di circa 5 km. aperto a tutte le persone che per età o altri motivi hanno piacere di fare del moto, in compagnia, senza dover sottoporre il fisico a stress eccessivi. La partecipazione è libera e gratuita. Anche stasera, lunedì 20 maggio, il ritrovo è alle ore 20.30 presso il parcheggio della Bocciofila (lato Silvio Alvisi), per poi avviarsi in direzione «Piratello».

Per informazioni: Pierluigi (tel. 348-7932893).

Foto tratta dalla pagina facebook del Camminacittà di Imola

«Camminacittà», a Imola dalla Bocciofila si va in direzione «Piratello»

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast