Basket

Sport 20 Gennaio 2019

Basket A2, Le Naturelle non può nulla contro la capolista Fortitudo

Al palaCattani di Faenza Le Naturelle non riesce nell’impresa di fermare la capolista Fortitudo ed esce sconfitta 100-84.
Avvio caratterizzato da errori da ambo le parti, con Bologna che però piazza il primo allungo subito smorzato dall’asse americano biancorosso. Le bombe di Cinciarini, però, riportano avanti la Effe a +6 che poi diventa +10 a fine primo quarto (14-24). Nel secondo parziale la capolista è un martello, con Imola che si affida soprattutto alla coppia Usa ed ad Rossi per provare a rientrare in partita. Hasbrouck e Fantinelli, però, non ci stanno e mantengono il gas aperto fino all’intervallo lungo (36-53). Il secondo tempo è sulla stessa falsariga del primo: Bologna vola a +20, Imola prova a rimettersi in scia, ma la rimonta dei ragazzi di coach Di Paolantonio è condizionata dalle troppe palle perse e dagli errori al tiro. Dall’altra parte, invece, la Effe va avanti a suon di triple e all’ultimo riposo il tabellone segna 60-77. L’ultimo quarto è caratterizzato da qualche sprazzo biancorosso, ma la Fortitudo si dimostra la squadra più forte del girone e, nonostante i tentativi imolesi, tiene senza problemi fino alla sirena finale.

Nel prossimo turno, in programma domenica 27 (ore 18), i biancorossi affronteranno Piacenza al palaRuggi. (d.b.)

Tabellino

Le Naturelle-Fortitudo 84-100 (14-24, 36-53, 60-77)

Imola: Ndaw ne, Montanari 6, Crow 11, Wiltshire ne, Fultz, Calabrese ne, Bowers 22, Rossi 19, Simioni, Raymond 22, Magrini 4. All. Di Paolantonio.

Fortitudo: Sgorbati 2, Cinciarini 18, Mancinelli 10, Franco, Benevelli 12, Leunen 7, Simon 3, Venuto 4, Rosselli 7, Fantinelli 9, Pini 12, Hasbrouck 16. All. Martino.

Foto tratta dal sito dell’Andrea Costa Imola

Basket A2, Le Naturelle non può nulla contro la capolista Fortitudo
Sport 30 Dicembre 2018

Basket A2: Le Naturelle non tengono il ritmo della Poderosa Montegranaro

Le Naturelle chiudono il 2018 con una sconfitta a Montegranaro. Contro la Poderosa era la prima partita di un ciclo etichettato come «terribile». Con queste premesse sembra non essere una definizione esagerata. L”assenza di Crow ha accorciato le rotazioni per Di Paolantonio che dopo dieci minuti incoraggianti si scioglie alla prima sgasata della Poderosa che prende un vantaggio importante nel secondo quarto. La seconda metà di partita è solo per le statistiche: al tiro Imola regge (45% per Montegranaro, 42% per gli imolesi le percentuali) ma la Poderosa ha tentato 69 tiri e Le Naturelle solo 53; i rimbalzi dicono +10 per i padroni di casa (42-32).
Il primo quarto lo chiude avanti Imola con un Simioni importante (8 punti e 2 rimbalzi). La difesa di Montegranaro si stringe, Le Naturelle nei secondi dieci minuti ne infilano appena 8 e soffrono un parziale di 12-0 nel cuore del quarto. La partita a metà dice che Imola è a -16. Il pistolero Corbett infila due triple a fila all”inizio del terzo quarto e per Le Naturelle il distacco diventa subito incolmabile (il massimo è di 22 punti), nonostante un Bj Raymond ispirato. Ultimo quarto con Fultz (8 punti a fila) e le triple (4 su 5 negli ultimi 10 minuti) che danno dignità alla partita de Le Naturelle (ritardo che si accorcia fino a -12). (Paolo Bernardi)
Il tabellino
La Poderosa Montegranaro – Le Naturelle Imola 82-69 (20-22, 26-8, 18-15, 18-24)
Montegranaro: Palermo 7, Corbett 15, Negri 1, Simmons 17, Amoroso 8; Petrovic 12, Traini, Treier 5, Testa 11, Mastellari 6. All. Pancotto.
Imola: Fultz 11, Bowers 11, Magrini 2, Raymond 21, Simioni 11; Rossi 4, Montanari 7, Ndaw 2. Ne. Calabrese, Wiltshire. All. Di Paolantonio.

Nella foto Isolapress, Robert Fultz

Basket A2: Le Naturelle non tengono il ritmo della Poderosa Montegranaro
Cronaca 15 Aprile 2018

Basket A2: Andrea Costa vince con Montegranaro. Una stagione… poderosa

Imola vince l”ultima della regular-season in casa con la Poderosa Montegranaro. Penna scrive un gran primo tempo, la difesa e il cervello sono ingredienti condivisi dall”Andrea Costa per tutta la partita.

Con Montegranaro è partita ruvida in avvio. Imola che riprende un accenno di fuga ospite (+ 5 dopo 8 minuti) grazie alle fiammate di Penna (10 punti in 10 minuti, 3/3 da 2, 1/1 da 3, 16 di valutazione individuale). A metà secondo quarto le bombe di Bell prima e Simioni dopo segnano l”allungo dell”Andrea Costa (30-23 dopo 16 minuti).

Dopo il thé di metà partita Imola dimostra la sua voglia di play-off e la vecchia guardia (Bell, Prato e Maggioli) mette in freezer uno degli attacchi più caldi della serie A2.  Le 12 palle perse in 30 minuti dai marchigiani sono un termometro della partita. Una partita che nell”ultimo quarto si riapre (10-0 in 2 minuti e 44 secondi per Montegranaro). Una tripla di Gasparin dopo 4 minuti dell”ultimo quarto è sollievo per i biancorossi che tornano a +12 a 4 minuti dalla fine. E” tempo di applausi e cori.

p.b.

Il tabellino
Andrea Costa Imola – Montegranaro 73-65 (18-19, 36-29, 59-43)
Imola: Penna 15, Gasparin 3, Alviti 12, Wilson 9, Simioni 7; Maggioli 2, Bell 16, Toffali 2, Prato 7, Rossi. N.e.: Turrini, Cai. All.: Cavina.
Montegranaro: Rivali 2, Campogrande 7, Corbett 15, Powell 17, Amoroso 9; Maspero 2, Treier 6, Nikolic 5, Gueye, Zucca 2. N.e.: Altavilla.
All.: Ceccarelli.

Nelle foto Isolapress: Penna e Alviti.

Imola

Basket A2: Andrea Costa vince con Montegranaro. Una stagione… poderosa

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast