Basket

Basket 3 Dicembre 2023

Basket B1: Virtus tutto cuore, coach Zappi non stecca la «prima» a Bisceglie

Vittoria tutto cuore per la Virtus Imola che torna alla vittoria superando 77-74 in trasferta Bisceglie. Buona la «prima» per coach Zappi e bravi gli imolesi a rimanere sempre aggrappati al match nonostante 30′ passati a rincorrere. Decisivo l’ultimo quarto e i 27 punti messi a referto dai gialloneri. Grande protagonista Masciarelli, autore di 22 punti. (r.s.)

Foto Isolapress

Bisceglie-Virtus Imola 74-77 (21-17, 40-42, 55-50)

Bisceglie: Janko Cepic 16 (5/5, 1/3), Raphael Chiti 15 (2/10, 3/9), Marcelo Dip 15 (7/10, 0/0), Manuel Saladini 11 (3/5, 1/4), Alex Ouandie 8 (2/2, 0/4), Constantin Maralossou 5 (1/2, 1/2), Roberto Chessari 3 (1/3, 0/0), Soma Abati toure 1 (0/1, 0/0), Jacopo Ragusa 0 (0/1, 0/0), Simone Turin ne, Alessandro Lanotte ne, Riccardo Guadagno ne. All. Fabbri.

Virtus Imola: Dario Masciarelli 22 (5/10, 4/7), Marco Barattini 15 (2/3, 1/3), Francesco Magagnoli 12 (3/5, 2/3), Daniel Ohenhen 8 (2/5, 0/0), Alessandro Alberti 6 (2/3, 0/0), Juozas Balciunas 4 (0/2, 1/4), Jacopo Aglio 4 (1/3, 0/2), Marco Morara 4 (2/3, 0/0), Gioacchino Chiappelli 2 (1/1, 0/1), Richard ygor Morina 0 (0/1, 0/1). All. Zappi.

Basket B1: Virtus tutto cuore, coach Zappi non stecca la «prima» a Bisceglie
Basket 3 Dicembre 2023

La due diligence dell’Andrea Costa manda in “rosso' Vicenza

Nella settimana del pagamento delle pendenze che mettevano a rischio l’esistenza e della due diligenze di Muratori-Pavani e C. per guardare i numeri e prendersi la società, i conti giusti li fanno Di Paolantonio e i giocatori dell’Andrea Costa. La vittoria con Vicenza è balsamica, senza scintille (77-73), ma per oggi va bene così.

Primo quarto frenetico, con l’Andrea Costa che recrimina per qualche fischiata mancata sugli spigoli difensivi di Vicenza, che però tira col 50%. Imola spaniera col 39% ma prende 6 rimbalzi in più e sta davanti 22 a 18.

Vicenza è appiccicosa e resta in scia nel secondo quarto. Show time con una schiacciata al volo di Crespi su assit di Ranuzzi, ma il piatto piange e alla pausa lunga i berici sono avanti di un punto (36-37).

Ci restano fino a metà del terzo quarto quando Crespi stoppa e segna. Vicenza inizia a stonare, l’Andrea Costa a cantare. Drocker cresce, Austikalnis anche e i biancorossi cominciano l’ultimo quarto avanti di 7.

Dura poco. La partita è addobbata di errori come l’albero di Natale in piazza Matteotti. Le uniche luci accese sono quelle dei falli, cinque, di Austikalnis. Mancano quasi 4 minuti alla fine. Nella partita sporca Ranuzzi e compagni allargano i gomiti e Vicenza non rientra più.

Paolo Bernardi

Il tabellino

Andrea Costa Imola – Vicenza 77-73 (22-18, 14-19, 26-18, 15-18)

Imola: Drocker 20 (5/9, 1/4), Aukstikalnis 16 (4/6, 2/3), Crespi 14 (6/14), Fazzi 11 (1/3, 1/3), Ranuzzi 8 (3/5, 0/6), Marangoni 4 (2/4, 0/2), Corcelli 2 (1/2, 0/3), Martini 2 (1/1), Sorrentino, Dejan Bresolin. Ne Ronchini.

Tiri liberi: 19/30 – Rimbalzi: 45, 12+33 (Crespi 13) – Assist: 10 (Ranuzzi 4)

Vicenza: Cucchiaro 14 (1/1, 4/6), Bugatti 11 (3/11, 0/3), Brambilla 8 (2/3, 0/1), Ambrosetti 8 (1/2, 2/6), Riva 8 (3/3, 0/1), Antonietti 8 (2/6, 1/3), Terenzi 5 (1/3, 1/5), Lurini 5 (1/4), Campiello 4 (1/2), Cernivani 2 (0/1, 0/3). Ne. Carr e Brescianini.

Tiri liberi: 19/26 – Rimbalzi: 35, 7+28 (Cucchiaro, Brambilla 7) – Assist: 12 (Cucchiaro, Bugatti 3)

Nella foto Isolapress la schiacciata di Crespi nel secondo quarto

La due diligence dell’Andrea Costa manda in “rosso' Vicenza
Basket 3 Dicembre 2023

Basket B1: Ozzano tradita dalla difesa, con Ravenna la partita dura 15′

Troppo forte l’OraSì Ravenna per la Logimatic Ozzano. Di equilibrato, nel 91-74 finale, c’è stato solo il primo quarto e cinque minuti del secondo parziale, poi i romagnoli quando hanno accelerato con Nikolic e Restelli per i biancorossi è stata notte fonda. Male la difesa e la mira dall’arco. Ultimi ad arrendersi Cortese (22 punti) e Ly-Lee (18 punti). (r.s.)

Foto dalla pagina Fb della Logimatic Ozzano

 OraSì-Logimatic 91-74 (19-20; 46-37; 68-59)

Ravenna: Restelli 18, Galletti, Panzini n.e., Nikolic 20, Ferrari 10, Paolin 10, Onojaife 7, Bedetti 8, Guardigli, Lorenzo n.e., Dron 4, De Gregori 14. All. Bernardi

Ozzano: Myers 3, Bechi 5, Pavani, Ly-Lee 18, Zambianchi, Martini 8, Terzi 5, Cortese 22, Balducci, Piazza 2, Abega 7, Mancini 4. All. Conti.

Basket B1: Ozzano tradita dalla difesa, con Ravenna la partita dura 15′
Basket 1 Dicembre 2023

Basket B1, la proprietà dell’Andrea Costa al lavoro per cedere la società a imprenditori bolognesi

In campo l’Andrea Costa finora sta andando forse oltre le più rosee aspettative. Questa volta, però, a fare «rumore» è stata la nota diffusa dalla società biancorossa riguardo al ventilato cambio di proprietà. «La proprietà ha sottoscritto un accordo affinché gli eventuali acquirenti del pacchetto societario, coadiuvati dal loro professionista di riferimento, il dotto Rosario Morelli “ConsulInt & Partners” di Bologna, si attivi per una due Diligence, in modo tale di verificare l’effettiva prossimità di acquisizione della società imolese – si legge nel comunicato -. A tal proposito, ufficialmente da oggi, imprenditori di Imola e Bologna (tra cui l’ex Fortitudo Pavani, ndr) stanno effettivamente lavorando per garantire un degno futuro alla società gloriosa e storica della pallacanestro imolese.

Una notizia presa di buon grado dal tifo organizzato biancorosso, da tempo ostile nei confronti della famiglia Domenicali. «Ora possiamo dirlo, la famiglia Domenicali non ha più il pieno controllo della nostra Andrea Costa – ha scritto l’Onda D’Urto Imola 1993 sulla sua pagina Fb -. Una battaglia iniziata mesi fa che si è conclusa negli ultimi giorni con una vittoria. Una vittoria dell’Onda d’Urto, una vittoria di tutti quei tifosi che hanno nel cuore i colori biancorossi. Si volta pagina e il futuro è ancora tutto da scrivere. Quel che è certo è che adesso è arrivato il momento di deporre le armi e iniziare tutti a remare nella stessa direzione per costruire un avvenire roseo per quella maglia che tanto amiamo. Senz’altro resteremo alla finestra e rimarremo vigili osservando da vicino il lavoro di coloro che prenderanno il posto della famiglia Domenicali. Tutti quelli che hanno voglia di contribuire alla causa biancorossa sono ben accetti e troveranno il nostro sostegno. Noi continueremo a fare quello che sappiamo fare meglio: tifare e incitare l’Andrea Costa ovunque. Ora più che mai è il momento di rimanere uniti e spingere un allenatore e una squadra che sul campo stanno dimostrando di meritarsi il nostro appoggio». (r.s.)

Foto Isolapress

Basket B1, la proprietà dell’Andrea Costa al lavoro per cedere la società a imprenditori bolognesi
Basket 29 Novembre 2023

La Virtus Imola ha scelto, Mauro Zappi confermato allenatore: «Grazie per l’opportunità»

Da primo assistente a nuovo tecnico nel giro di poche ore. È cambiato velocemente il mondo della palla a spicchi attorno a Mauro Zappi, appena confermato sulla panchina della Virtus Imola dopo l’esonero di Regazzi. Quella che sembrava soltanto una soluzione temporanea è risultata invece essere quella definitiva da parte della società. Sfumata quindi l’ipotesi di vedere in giallonero una faccia nuova, come poteva essere ad esempio quella dell’ex Ozzano Giuliano Loperfido.

Il suo esordio come capo allenatore avverrà domenica a Bisceglie. «Con il giallonero è stato amore a prima vista, tanto che al momento del rinnovo dello scorso marzo non ci ho pensato nemmeno un secondo – confida Zappi nel comunicato stampa diffuso dalla Virtus -. Ringrazio la società per l’opportunità concessami».

Nato a Forlì il 3 febbraio 1977, Zappi è arrivato in giallonero nel luglio 2022 come assistant coach di Marco Regazzi, dopo una carriera in panchina cominciata nel 2014 proprio alla Virtus come capo allenatore dell’Under 20 maschile. Accettando, seguentemente, il ruolo di head coach all’International Imola nella seconda parte della stagione 2014-2015 e quello di assistant coach nell’Andrea Costa Imola fino al 2021-2022. (r.s.)

Foto dalla pagina Fb della Virtus Imola

La Virtus Imola ha scelto, Mauro Zappi confermato allenatore: «Grazie per l’opportunità»
Basket 27 Novembre 2023

Basket B1: Virtus Imola, esonerato coach Regazzi

Marco Regazzi non è più il tecnico della Virtus Imola. Fatale per lui il ko casalingo di ieri contro Ravenna. Per l’allenatore imolese si conclude così un’avventura di quattro anni e mezzo sulla panchina giallonera condita anche da una promozione in serie B. «La Virtus Neupharma Imola comunica la scelta di sollevare coach Marco Regazzi all’incarico di allenatore della prima squadra – si legge nel post sulla pagina Fb della società -. A coach Regazzi vanno i più sentiti ringraziamenti per l’impegno profuso a beneficio della causa giallonera. La squadra si ritroverà domani al palaRuggi per riprendere gli allenamenti in vista della trasferta di Bisceglie e la seduta sarà diretta da coach Mauro Zappi. (r.s.)

Foto Isolapress

Basket B1: Virtus Imola, esonerato coach Regazzi
Basket 26 Novembre 2023

Basket B1: l’Andrea Costa conquista Lumezzane con un ultimo quarto da… 33 e lode

Archiviato il ko con Roseto, ritorna subito alla vittoria l’Andrea Costa, corsara 89-73 a Lumezzane. Una sfida equilibrata deciso nell’ultimo parziale dove i biancorossi, migliori dei padroni di casa a rimbalzo, hanno fornito una prova super condita da ben 33 punti. Quattro gli imolesi in doppia cifra: il migliore Aukstikalnis, autore di 19 punti (22 di valutazione). (r.s.)

Foto dalla pagina Facebook dell’Andrea Costa

Lumezzane – Andrea Costa 73-89 (24-23, 36-39, 53-56)

Lumezzane: Andrea Cecchi 21 (5/6, 2/5), Daniele Mastrangelo 13 (2/2, 3/6), Tommaso Minoli 12 (0/2, 2/3), Trey anthony Niemi 9 (2/3, 1/2), Francesco Deminicis 8 (3/3, 0/2), Stefano Spizzichini 7 (3/10, 0/0), Manuel Di meco 3 (0/2, 1/3), Filippo Becchetti 0 (0/0, 0/1), Nicolò Salvinelli ne, Nicola Arrighini ne, Edoardo Maresca ne. All. Saputo.

Andrea Costa: Lukas Aukstikalnis 19 (2/2, 4/10), Alex Ranuzzi 16 (6/8, 1/3), Gian Marco Drocker 13 (1/4, 2/6), Riccardo Crespi 10 (5/8, 0/0), Luca Fazzi 7 (0/0, 1/4), Nunzio Corcelli 6 (0/2, 2/7), Tommaso Marangoni 6 (1/1, 1/3), Dejan Bresolin 6 (3/6, 0/0), Gianmarco Sorrentino 4 (1/2, 0/0), Lucio Martini 2 (1/1, 0/0), Diego Ronchini ne. All. Di Paolantonio.

Basket B1: l’Andrea Costa conquista Lumezzane con un ultimo quarto da… 33 e lode
Basket 26 Novembre 2023

La Virtus premia Fabio Scozzoli ma affonda con Ravenna

La consegna di una divisa giallonera a Fabio Scozzoli ha aperto la domenica del derby. Il presidente Davide Fiumi, con a fianco il sindaco di Imola Marco Panieri, ha assoldato l’ex capitano della Nazionale di nuoto fra i tifosi della Virtus. Per fortuna un impegno a casa gli ha evitato di assistere all’affondamento della “sua” squadra con una prestazione indecente, oltre il 66-77 finale.

Una maglia di gioco virtuale, come sono virtuali i giocatori di Regazzi in campo nel primo quarto chiuso con 10 punti. Sono 26 quelli di Ravenna. Il resto dei numeri del pianto: 4 su 6 da 2 punti, 0 su 7 da tre, 7 palle perse. Non è un numero, ma la difesa è ancora peggio.

Anche Ravenna partecipa al festival dell’anti basket e nel secondo quarto scialacqua gran parte della dote accumulata. La Virtus, con Aglio e Morara, almeno sembra una squadra e il 28 a 38 a metà partita non è ancora una condanna.

Nel secondo grado di giudizio (o secondo tempo, se preferite) Ravenna porta nuove prove d’accusa e la Virtus scivola di nuovo lontana dalla partita (-20 dopo 25 minuti). L’«avvocato» Magagnoli cerca la clemenza della corte e dopo 30 minuti sono 12 i punti di ritardo. Tanti.

O meglio, sarebbero tanti se Ravenna giocasse normale. Invece la Virtus dello scorso anno (Aglio, Magagnoli, Morara e Chiappelli) più Balciunas si porta a metà dell’ultimo quarto a -4 (59-63). Non basta. Ravenna si ridà un contegno e vince perché contro questa Virtus non poteva perdere. Lo 0 nei punti di Barattini è la foto di un problema che c’è e si vede.

Paolo Bernardi

Virtus Imola – Ravenna 66-77 (10-26, 18-12, 21-23, 17-16)

Virtus: Balciunas 15 (4/5, 1/6), Aglio 13 (2/2, 3/5), Magagnoli 11 (3/4, 1/6), Chiappelli 9 (3/3, 1/2), Masciarelli 9 (4/5, 0/1), Morara 7 (2/4, 1/3), Ohenhen 2 (1/5), Barattini (0/1, 0/3), Morina (0/2 da tre). Ne. Alberti, Dalpozzo, Vannini.

Tiri liberi: 7-8, rimbalzi: 34, 7+27 (Chiappelli 8), assist: 18 (Balciunas 5)

Ravenna: Paolin 16 (0/4, 4/7), Ferrari 15 (4/4, 1/4), Nikolic 12 (2/5, 2/7), Onojaife 9 (4/7), Dron 8 (0/1, 2/6), De Gregori 7 (2/4, 1/1), Bedetti 6 (1/4, 1/3), Restelli 4 (2/4, 0/3). Ne. Laghi, Guardigli, Galletti.

Tiri liberi: 14-17; rimbalzi 37, 12+25 (Onojaife 8), assist 17 (Paolin, Dron 5)

La Virtus premia Fabio Scozzoli ma affonda con Ravenna
Basket 25 Novembre 2023

Basket B1: Ozzano al fotofinish, contro Mestre c’è la firma di capitan Cortese

Torna al successo la Logimatic Ozzano che, in casa, batte 68-64 Mestre. Match sostanzialmente equilibrato e dalle basse percentuali al tiro, ma che ha comunque visto i biancorossi (privi di Abega) inseguire per larga parte della partita. Decisivi i minuti (o per meglio dire i secondi) finali che hanno sorriso ai ragazzi di coach Conti trascinati da un Cortese in grande spolvero (25 punti e 26 di valutazione). Da sottolineare anche la «doppia doppia» di Balducci con 11 punti e 10 rimbalzi. (r.s.)

Nella foto (dalla pagina Facebook della Logimatic Ozzano): Cortese

Logimatic – Mestre 68-64 (16-17; 29-36; 49-50)

Ozzano: Myers, Bechi 6, Pavani 1, Ly-Lee 5, Zambianchi ne, Martini 4, Cortese 25, Balducci 11, Piazza 14, Abega ne, Mancini 2, Zanasi. All. Conti. 

Mestre: Bocconcelli 10, Mazzucchelli 13, Pellicano 5, Zinato ne, Morgillo 14, Perin 7, Lenti 8, Caversazio 5, Sebastianelli 2, Zampieri ne. All. Ciocca.

Basket B1: Ozzano al fotofinish, contro Mestre c’è la firma di capitan Cortese
Basket 19 Novembre 2023

Basket B1: Andrea Costa, solo «spine» a Roseto

Niente da fare per l’Andrea Costa, ko 83-68 sul difficilissimo campo della corazzata Roseto. Biancorossi sempre costretti a rincorrere e che hanno pagato a caro prezzo le mano tutt’altro che calde soprattutto ai liberi (solo il 61%). Dopo l’intervallo lungo gli abruzzesi hanno cambiato marcia e per Imola tenere il passo è stato impossibile. (r.s.)

Nella foto (Isolapress): coach Di Paolantonio

Roseto – Andrea Costa 83-68 (21-16, 41-33, 67-53)

Roseto: Marco Santiangeli 18 (0/2, 4/10), Giordano Durante 15 (0/0, 5/5), Mitchell Poletti 10 (3/6, 1/3), Vangelis Mantzaris 9 (1/1, 2/4), Georges Tamani 9 (4/7, 0/0), Alessio Donadoni 8 (2/5, 1/3), Vincenzo Guaiana 8 (1/3, 2/5), Dimitri Klyuchnyk 6 (1/2, 0/0), Ousmane Maiga, Brian Dervishi, Alessio Fabris ne. All. Gramenzi.

Andrea Costa: Lukas Aukstikalnis 21 (3/5, 4/9), Riccardo Crespi 10 (4/12, 0/0), Luca Fazzi 9 (3/4, 1/5), Nunzio Corcelli 8 (1/4, 2/3), Gianmarco Sorrentino 6 (2/2, 0/1), Tommaso Marangoni 6 (0/2, 2/4), Alex Ranuzzi 4 (1/7, 0/0), Lucio Martini 4 (1/2, 0/0), Dejan Bresolin 0 (0/2, 0/0), Diego Ronchini 0 (0/0, 0/0), Gian Marco Drocker ne. All. Di Paolantonio.

Basket B1: Andrea Costa, solo «spine» a Roseto

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA