Posts by tag: Abi

Economia 14 Luglio 2022

Antonio Patuelli confermato presidente dell’Abi per il biennio 2022-24

L’assemblea annuale dell’Associazione bancaria italiana (Abi), riunitasi lo scorso 8 luglio, ha rieletto per acclamazione Antonio Patuelli nel ruolo di presidente anche per il biennio 2022-24. Patuelli, che è anche presidente del gruppo bancario La Cassa di Ravenna (di cui fa parte Banca di Imola), guida l’Abi dal 2013. Per rendere possibile la rielezione per il quinto mandato, l’assemblea ha in precedenza completato le procedure di modifica dello statuto, che finora consentiva quattro mandati di due anni ciascuno.

«L’esplosione dei prezzi dell’energia e dell’inflazione (mitigata dall’euro, più forte della vecchia lira italiana) e i rischi di rallentamento economico – ha affermato Patuelli – impongono prolungate misure europee e nazionali di resilienza per la ripresa dello sviluppo sostenibile e dell’occupazione, indispensabili anche per la riduzione del debito pubblico. Dopo trent’anni di sperimentazione, occorre trasformare il vecchio patto europeo di stabilità e crescita in uno nuovo che ne inverta i fattori, puntando alla crescita e alla stabilità, per un’Europa più umana, con regole più semplici, con più civismo, solidarietà e sostenibilità. Le banche sono a fianco delle imprese nel sollecitare e applicare misure europee e nazionali di sostegno per i settori ed i fattori produttivi colpiti dalla pandemia e dagli effetti della guerra». (r.e.)

Nella foto: Antonio Patuelli

Antonio Patuelli confermato presidente dell’Abi per il biennio 2022-24
Economia 18 Novembre 2021

Banche, Antonio Patuelli verso il quinto mandato da presidente dell’Abi

Il Comitato esecutivo dell’Associazione bancaria italiana (Abi) ha proposto la conferma di Antonio Patuelli a presidente dell’Abi anche per il biennio 2022-2024. Il Comitato ha inoltre approvato all’unanimità la proposta di un pacchetto di modifiche statutarie, che comprendono anche «una alta soglia di maggioranza qualificata per la conferma del presidente» e l’introduzione della figura del presidente emerito.

Patuelli, che è anche presidente del gruppo bancario La Cassa di Ravenna (di cui fa parte anche Banca di Imola), guida l’Abi dal 2013. L’associazione riunisce la totalità delle aziende di credito italiane e la parte più significativa degli intermediari finanziari. Imprenditore agricolo, giornalista editorialista, dal 1998 fa parte del Consiglio e del Comitato esecutivo dell’Abi, di cui è stato anche vicepresidente e vicepresidente vicario. (lo.mi.)   

Nella foto: Antonio Patuelli

Banche, Antonio Patuelli verso il quinto mandato da presidente dell’Abi
Economia 2 Novembre 2021

Il Premio Confartigianato Cultura 2021 assegnato al presidente dell’Abi Antonio Patuelli

Il Premio Cultura 2021 di Confartigianato Emilia Romagna è andato ad Antonio Patuelli, presidente dell’Associazione bancaria italiana (Abi) e presidente del gruppo Cassa di risparmio di Ravenna, uomo di cultura, nonché stimato studioso del Risorgimento. La cerimonia si è svolta lo scorso 23 ottobre all’Archiginnasio di Bologna. «L’Artigianato – ha detto Patuelli – è una osmosi continua tra la futura capacità di realizzazione e la capacità di sviluppare imprese, ed è questo un mondo nel quale l’Italia eccelle».

«Sono oltre 40 mila gli artigiani emiliano romagnoli che si riconoscono in Confartigianato, con oltre 3 mila funzionari che coprono ogni realtà locale e hanno contribuito a tenere in moto il Paese durante questi mesi difficili» ha affermato Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Emilia Romagna. (r.cr.) 

L’opinione di Patuelli su ripresa economica, Pnrr e riforma fiscale, nell’intervista sul «sabato sera» del 4 novembre 

Nella foto: da sinistra, Davide Servadei, presidente di Confartigianato Emilia Romagna, Antonio Patuelli e Amilcare Renzi

Il Premio Confartigianato Cultura 2021 assegnato al presidente dell’Abi Antonio Patuelli
Economia 19 Febbraio 2021

Antonio Patuelli, numero uno de La Cassa di Ravenna e Abi: «Nonostante la dura crisi, chi esporta sta crescendo»

La pandemia che non demorde e che lascia incertezze sul domani è sotto gli occhi di tutti, ma ci sono imprese che stanno lavorando di più del consueto (tendenzialmente quelle che esportano) e rafforzano attività e scorte. Possiamo sintetizzare così il pensiero di Antonio Patuelli, presidente del Gruppo bancario La Cassa di Ravenna (di cui fa parte anche la Banca di Imola) e numero uno dell’Abi (l’Associazione bancaria italiana), insignito nel 2017 del Grifo d’Oro (la massima onorificenza del Comune d’Imola). 

Lei, in quanto numero uno dei banchieri italiani ha un osservatorio attento e privilegiato per leggere la realtà economica e politica italiana dopo un anno di pandemia. Cosa vede dal suo osservatorio?

«Le imprese hanno andamenti assai diversificati a seconda della merceologia e dei mercati in cui operano: quelle esportatrici, tendenzialmente, vanno discretamente o bene. Più problematiche sono altre tipologie di imprese, soprattutto connesse ai trasporti, al turismo internazionale e delle città d’arte. Le banche hanno continuato le operazioni di rafforzamento e di riorganizzazione avviate negli anni precedenti e si stanno preparando a far fronte ai rischi e ai problemi che subiscono le imprese a seguito della pandemia».

È possibile fare un pronostico su come andrà l’anno in corso?

«Il 2021 per banche e imprese dipenderà molto da quanto durerà la pandemia. Comunque, ho sperato che la pandemia fosse debellata prima, anche con farmaci che nella precedente pandemia, la spagnola, non esistevano assolutamente. Ora, come tutti, confido che i vaccini e nuovissime medicine riescano a debellare il Covid-19 nei prossimi mesi».

Come giudica l’arrivo di Mario Draghi e la squadra che ha fatto?

«Essendo molto impegnato nel mondo bancario non dò giudizi sulla situazione politica: le banche debbono essere indipendenti anche dalla politica. Mario Draghi è uno degli italiani più prestigiosi nel mondo».

Che cosa ha chiesto quando è stato convocato durante i colloqui esplorativi?

«Le banche sostengono e sosterranno gli investimenti per le modernizzazioni e lo sviluppo. Gli istituti sono impegnati per il sostegno alla resistenza e alla ripresa: ci preoccupano i rischi insieme di imprese e banche. I provvedimenti eccezionali di sostegno all’economia produttiva e alle moratorie debbono durare più della pandemia; chiediamo che vengano ridotti gradualmente, non immediatamente ed integralmente a fine pandemia». (c.f.)

Approfondimenti su «sabato sera» del 18 febbraio.

Nella foto: Antonio Patuelli

Antonio Patuelli, numero uno de La Cassa di Ravenna e Abi: «Nonostante la dura crisi, chi esporta sta crescendo»
Economia 2 Ottobre 2020

Il presidente Abi Antonio Patuelli riceve il «Premio Accademia d’Abruzzo per la Divulgazione Scientifica 2020»

Questa mattina, ad Atri, provincia di Teramo, Antonio Patuelli, presidente dell’Abi e del Gruppo Cassa di Ravenna, ha ricevuto il «Premio Accademia d’Abruzzo per la Divulgazione Scientifica 2020», sotto l’egida delle Nazioni Unite – United Nations Academic Impact. Il prestigioso riconoscimento è stato conferito dal Comitato Scientifico della Fondazione Accademia d’Abruzzo, in occasione della manifestazione dedicata a «Il Mezzogiorno nell’Italia unita».

Nelle motivazioni del premio viene sottolineato che «uno dei suoi mestieri è quello di “divulgatore scientifico”, ancorché Antonio Patuelli sia innanzitutto un “divulgatore etico-morale” sia per la sua onestà intellettuale e trasparenza professionale sia per la passione anche altruistica che traspare dai suoi scritti, dai suoi libri. È studioso significativo della regolazione del mercato in generale e di quello europeo in particolare». Tra le considerazioni riportate anche che «con speciale sensibilità verso il futuro e le nuove generazioni, ma anche con un’insolita attenzione alle lezioni della storia, Antonio Patuelli diffonde negli anni una suggestiva narrazione che ha come “protagonista” la storia stessa di molte delle questioni più significative oggetto del dibattito economico e sociale degli ultimi quarant’anni almeno: la moneta unica europea; i rapporti tra le banche, le imprese ed i cittadini; l’educazione finanziaria e quella al risparmio; la politica economico-finanziaria dello Stato. Il messaggio che emerge dalle sue pubblicazioni è chiaro: la società europea non riuscirà ad uscire dalla lunga e severa crisi congiunturale e dal rischio di declino che sempre più la coinvolge se non sapremo leggere ed imparare le dure lezioni che il passato, anche recente, ci offre». (da.be.)

Nella foto: un momento della premiazione 

Il presidente Abi Antonio Patuelli riceve il «Premio Accademia d’Abruzzo per la Divulgazione Scientifica 2020»
Economia 10 Luglio 2020

Antonio Patuelli rieletto presidente dell’Associazione bancaria italiana (Abi)

Si è tenuta oggi, venerdì 10 luglio, con le forme telematiche di collegamento a distanza previste dalla legge, l”annuale Assemblea dell”Abi (Associazione bancaria italiana) che ha rieletto per acclamazione il presidente Antonio Patuelli.

Nella sua prima parte straordinaria, invece, l’Assemblea ha completato le procedure di modifica dello Statuto approvando all’unanimità quanto proposto dal Comitato di Presidenza, dal Comitato esecutivo e dal Consiglio dell”Abi per rendere nuovamente possibile la rielezione del presidente per il quarto mandato, nonché per la più ampia adozione dei sistemi di video-audio conferenza per le riunioni degli Organi dell”Abi. Successivamente, in sede ordinaria, l”Assemblea ha approvato la relazione, e gli atti connessi e conseguenti, del direttore generale Giovanni Sabatini sulle attività dell”Abi nel 2019 e confermato all’unanimità il nuovo Consiglio. (da.be.)

Nella foto: Antonio Patuelli

Antonio Patuelli rieletto presidente dell’Associazione bancaria italiana (Abi)

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA