Posts by tag: Ambiente

Cronaca 30 Novembre 2020

Smog, superati nuovamente i limiti. Da domani ulteriori limitazioni alla circolazione anche a Imola e Ozzano

I dati rilevati dalle stazioni di monitoraggio e diffusi oggi da Arpae, segnano nuovamente il superamento per 3 giorni consecutivi dei limiti delle polveri PM10 in molte zone della regione compresa quella di Bologna. I valori medi hanno registrato il superamento dei 50 µg/m3 fissati per legge come limite massimo, con picchi superiori ai 100 µg/m3 nella giornata del 28 novembre.

Pertanto, come previsto dagli accordi regionali, da domani, martedì 1 dicembre a giovedì 3 compreso, a Bologna, Imola e nei comuni dell’agglomerato, compreso Ozzano Emilia, entreranno in vigore le misure emergenziali per abbassare i livelli di inquinamento che si aggiungono alle limitazioni alla circolazione già previste dal lunedì al venerdì: divieto di circolazione per i diesel euro 4; divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 3 stelle; abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° in attività produttive e artigianali; divieto di combustione all’aperto; divieto di sosta con motori accesi e divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

Sono previste deroghe a tutela di particolari necessità quotidiane: esentati, fra gli altri, lavoratori turnisti, chi si sposta per cura e assistenza, chi accompagna i figli a scuola e i meno abbienti con Isee annuo fino a 14mila euro. (da.be.)

Tutte le informazioni utili qui.

Foto d’archivio 

Smog, superati nuovamente i limiti. Da domani ulteriori limitazioni alla circolazione anche a Imola e Ozzano
Cronaca 20 Novembre 2020

«Mettiamo radici per il futuro», a Imola e Ozzano alberi nelle scuole e nelle aree verdi (e per i cittadini)

Seppur in forma ridotta a causa dell’emergenza Covid, verrà comunque festeggiata la giornata nazionale degli alberi del 21 novembre.

Oltre a promuovere il progetto regionale Mettiamo radici per il futuro, il Comune di Imola si concentrerà sui bambini. «Assieme all’assessore Fabrizio Castellari, stiamo proponendo alle scuole e alle associazioni collegate, in particolare dai nidi alle elementari, di piantare un albero e prendersene cura, un insegnamento che è anche un’occasione di crescita – dettaglia l’assessora all’Ambiente, Elisa Spada –. Inoltre, la coop Il Mosaico assieme ad Alfonso Cuccurullo farà una video lettura proponendo diversi libri che parlano di alberi e che condivideremo in occasione della giornata nazionale sulla pagina Facebook del Comune. Dal 2021, invece, partirà un progetto più ampio di riforestazione urbana per il quale stiamo facendo una mappatura delle aree disponibili».

Nel frattempo procede il progetto regionale: mettere a dimora 4 milioni e mezzo di nuove piante, una per ciascun abitante della regione, nei prossimi cinque anni, per diffondere il verde, realizzare imboschimenti, ripristinare ambienti naturali e svolgere attività didattiche e divulgative. L’iniziativa prevede la distribuzione gratuita di piante per tutti (cittadini, associazioni ed enti pubblici) dall’1 ottobre al 31 dicembre 2020 nelle aziende vivaistiche accreditate dalla Regione (fino a esaurimento scorte). Nel circondario imolese sono Eden Garden a Imola e Arborea a Castel San Pietro.

A Imola, tra scuole e cittadini sono già state distribuite oltre 4.000 piante, di cui circa 2.500 alberi.

A Ozzano Emilia, invece, aderendo al progetto regionale, sabato 21 novembre verranno messe a dimora da un gruppo di volontari, in collaborazione con Legambiente Bologna, 96 alberelli nell’area verde di via Tolara di Sotto di fronte al civico 31, tanti quanti sono i bambini ozzanesi nati tra il 1° novembre 2019 e il 31 ottobre 2020. Altre 25 piante verranno messe a dimora nell’area verde sul retro della biblioteca e una decina a fianco del cimitero del capoluogo. In particolare si tratta di aceri campestri, bagolari, carpini neri, frassini, lecci, tigli e ciliegi selvatici.

Le famiglie che volessero piantare l’albero abbinato al figlio nella propria proprietà devono contattare il servizio anagrafe del Comune (anagrafe@comune.ozzano. bo.it, 051/791301). Il ritiro della pianta è previsto domani, sabato 21, dalle 10 alle 11 nell’area verde in via Tolara di Sotto. Niente consegna delle pergamene alle famiglie dei nuovi nati, dunque, ma una cerimonia in forma ridotta. (gi.gi.)

Nella foto: il primo albero della campagna regionale, un carpino, piantato a fine settembre a Bobbio, nell’Appennino piacentino, dal presidente Stefano Bonaccini

«Mettiamo radici per il futuro», a Imola e Ozzano alberi nelle scuole e nelle aree verdi (e per i cittadini)
Cronaca 16 Novembre 2020

A Imola cassonetti dell’immondizia più puliti grazie allo spazzamento

La guerra ai mozziconi di sigaretta è uno dei primi atti concreti dell’assessora all’Ambiente del Comune di Imola, Elisa Spada. Un altro è lo spazzamento attorno alle isole ecologiche di base (Ieb), che si aggiunge alle operazioni di svuotamento e pulizia dei cassonetti e che segue l’introduzione della pulizia dei contenitori con apposito additivo sanificante in vigore già dalla primavera. «Lo spazzamento esterno non era previsto fino ad ora, ma sta per partire grazie ad un avanzo sul budget che era stato preventivato a inizio anno – spiega l’assessora –. Entro Natale verrà fatto due volte. È un’attività di pulizia specifica e ci vogliono due settimane per fare il giro di tutte le postazioni dei cassonetti. Non è solo una questione di decoro, ma anche di sicurezza». (mi.ta.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 12 novembre.

Nella foto: lavaggio dei cassonetti a cui si aggiungerà, in questi giorni, lo spazzamento attorno ai contenitori

A Imola cassonetti dell’immondizia più puliti grazie allo spazzamento
Cronaca 12 Novembre 2020

Giornate di pulizia dei parchi pubblici e nuovi posacenere, anche Casalfiumanese e Mordano aderiscono alla campagna dei mozziconi

Non sono mancate le adesioni al progetto di carattere istituzionale sulla pulizia dei parchi pubblici e la posa di nuovi posacenere, come accaduto a Imola lo scorso 8 novembre all’Osservanza. Il primo Comune del circondario a rispondere alla chiamata è stato quello di Casalfiumanese, che ha deciso di installare dei posacenere nei punti sensibili del proprio territorio e di puntare a una raccolta mirata dei mozziconi. «L’obiettivo è tutelare il benessere di tutti i cittadini sottoposti a fumo passivo – commenta la sindaca, Beatrice Poli –, ma anche limitare la quantità di residui tossici dispersi nell’ambiente, facendo sì che un inquinante si trasformi in una risorsa».

A ruota si è unito Mordano: «Nel primo fine settimana di novembre abbiamo orga- nizzato una prima raccolta di mozziconi» spiega Federico Squassabia, assessore all’Ambiente. La pulizia ha interessato, in particolare, i parchi Bacchilega, del
Donatore, Europa e della Chiavica e il giardinetto sul retro del campo sportivo. (lu.ba.)

Ulteriori approfondimenti su «sabato sera» del 12 novembre.

Nella foto: operazioni di pulizia a Mordano

Giornate di pulizia dei parchi pubblici e nuovi posacenere, anche Casalfiumanese e Mordano aderiscono alla campagna dei mozziconi
Sabato Sera TV 11 Novembre 2020

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – L’assessora all’Ambiente e Mobilità sostenibile Elisa Spada

Elisa Spada è la nuova assessora a cui il sindaco di Imola, Marco Panieri, ha delegato Ambiente e Mobilità sostenibile. Candidata nella lista Imola Coraggiosa, Ecologista e Progressita, con cui ha ottenuto 374 preferenze, non ha mai ricoperto incarichi politici. Classe 1979, con il compagno Matteo ha tre figli, Giorgio (6 anni), Francesca (4) e Vittoria (2). Di professione è architetto e docente di Architettura del paesaggio alla facoltà di Verde ornamentale e Tutela del Paesaggio. «La cattedra la manterrò, ma ora sto dedicando il 100% del mio tempo all’assessorato» afferma. (gi.gi.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 12 novembre.

Nella foto (Isolapress): l’assessora Elisa Spada durante l’intervista nella redazione di «sabato sera»

#Giunta2025, le interviste di Sabato Sera – L’assessora all’Ambiente e Mobilità sostenibile Elisa Spada
Cronaca 7 Novembre 2020

Il Comune di Imola aderisce alla campagna «Per un pugno di mozziconi», si parte domani con la pulizia del parco dell’Osservanza

Sensibilizzare le persone a non gettare i mozziconi delle sigarette. E” questo lo scopo dell”adesione del Comune di Imola alla campagna ambientale «Per un pugno di mozziconi», promossa dall”azienda agricola La Valle delle Albicocche in collaborazione con l’associazione Cambiavento. Come è noto, il progetto prevede la consegna di prodotti agricoli, in particolare mele, in cambio di mozziconi di sigarette. I mozziconi così raccolti vengono utilizzati in sistemi sperimentali di riciclo dei rifiuti.

La campagna, che si svolgerà in concomitanza con il Baccanale 2020, si svilupperà su due diverse attività. La prima è la pulizia di parchi e giardini pubblici con il coinvolgimento di volontari e associazioni del territorio, nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19. Si parte domani, domenica 8 novembre, dalla pulizia del parco dell’osservanza (ore 10-12) e si proseguirà, nello stesso orario, domenica 15 (Giardini di San Domenico e la Pineta 13 maggio 1944) e domenica 22 novembre (prato della Rocca Sforzesca). La seconda attività prevede la collocazione di contenitori dedicati alla raccolta di mozziconi all’esterno dei pubblici esercizi, con locandine che spiegano lo scopo dell’iniziativa. Tra questi, Osteria di Zolino, Bar, Minimo, Caffè Porteno, Mamma Mia Café, Dream Cafè, Mojito Cafè, Bar Renzo, Bar Centrale, Elio”s, Bargelo, Bar Fiat, Cafè del Grillo, Dulcis Café, Melodi, Caffè Emilia, Otello, Gelateria Sesto Senso, Vivanderia Note e Aromi, Rez Café, Giratempo, Pasticceria Costanzi e Forno Altamura.

Al termine della campagna, i mozziconi saranno consegnati a Domenico Errani dell’azienda agricola La Valle delle Albicocche che in cambio donerà prodotti agricoli, in particolare mele, che il Comune destinerà ad associazioni attive nel sostegno alle famiglie della città in difficoltà economica. Inoltre, il Comune si impegnerà ad aumentare il numero dei portacenere presenti nei parchi pubblici cittadini, collocandone 20 nuovi. (r.cr.)

Il Comune di Imola aderisce alla campagna «Per un pugno di mozziconi», si parte domani con la pulizia del parco dell’Osservanza
Cronaca 4 Novembre 2020

Orario continuato per la stazione ecologica di Imola

Novità importante per la stazione ecologica di Imola, in via Brenta 4. A partire da domani, giovedì 5 novembre, infatti, sarà aperta in orario continuato dal lunedì al sabato e potenziata la domenica con l’aumento da due a tre degli operatori presenti.  Con queste modifiche, il nuovo orario di apertura, sarà dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle 18, il sabato dalle ore 7 alle 18 e la domenica mattina dalle ore 9 alle 12. «L’Amministrazione ha raccolto le segnalazioni dei cittadini – sottolinea l’assessora all’Aambiente Elisa Spada – che manifestavano una difficoltà all’accesso a causa dei tempi di attesa e, considerate le caratteristiche specifiche dell’isola ecologica di Imola, ha cercato con Hera soluzioni percorribili. I cittadini imolesi si distinguono per il forte utilizzo di questo sistema e riteniamo importante mettere in campo tutte le azioni possibili per agevolarli».

Lo scopo appunto è di ridurre le code in ingresso causate dalle necessarie limitazioni introdotte per garantire il distanziamento sociale e il rispetto delle condizioni di sicurezza dettate dall’emergenza Covid. Le novità sono state richieste dal Comune di Imola, concordate con Hera e autorizzate da Atersir, l’Agenzia regionale dell’Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti.

In questo modo, eliminando l’intervallo di chiusura a metà giornata, saranno 8,5 in più le ore di apertura settimanali. Alla domenica mattina l’aggiunta del terzo operatore permetterà inoltre di incrementare il numero dei cittadini che potranno essere presenti contemporaneamente all’interno della struttura, portandolo da tre a quattro. (da.be.)

Foto concessa da Hera

Orario continuato per la stazione ecologica di Imola
Cronaca 3 Novembre 2020

Da domani al via gli abbattimenti degli alberi previsti in piazzale Dante a Castel San Pietro

Prenderà il via domani mattina, mercoledì 4 novembre, l’abbattimento già programmato dei nove alberi a rischio di crollo in piazzale Dante a Castel San Pietro. Dopo il crollo di un cedro avvenuto nel corso dell’estate, i controlli straordinari fatti eseguire dal Comune avevano infatti rivelato che sono a rischio di caduta, dunque da abbattere, altri nove alberi.

A fronte degli alberi che saranno abbattuti (delle specie robinia pseudoacacia, cedrus e acero negundo), saranno piantate almeno altre 14 piante delle specie: fraxinus angustifolia raywood (con foglia rossa autunnale), fraxinus excelsior (con fogliame giallo autunnale), acer freemani autumn blaze (con foglia rosso brillante in autunno), quercus ilex (quercia sempreverde a foglia argentata), pyrus calleriana chantecleer (un pero da fiore a fioritura primaverile e foglia rossa autunnale) e gleditsia triacantos (con un bel fogliame giallo autunnale).

«Le nuove piante saranno messe a dimora, ove possibile, in prossimità di quelle abbattute, ma per la maggior parte andranno ad occupare spazi attualmente vuoti, al fine di creare piccole quinte di verde dai bei contrasti cromatici autunnali. Saranno comunque preservati il prato esistente e l’area gioco centrale» precisa il responsabile del servizio Verde pubblico comunale, Valerio Varignana. (r.cr.)

Da domani al via gli abbattimenti degli alberi previsti in piazzale Dante a Castel San Pietro
Cronaca 14 Ottobre 2020

Chiusa per lavori la stazione ecologica di via San Rocco a Medicina

Chiusura temporanea della stazione ecologica di via San Rocco a Medicina domani, giovedì 15, e venerdì 16 ottobre. La sospensione del servizio è necessaria nell’ambito dell’intervento di manutenzione straordinaria in corso per migliorarne la fruibilità da parte dei cittadini, in particolare per lo spostamento dell’ufficio e la preparazione dell’area di cantiere per la nuova vasca di accumulo dell’impianto antincendio. Riaprirà regolarmente sabato 17. (r.cr.)

Nella foto (da Google Maps): la stazione ecologica di via San Rocco a Medicina

Chiusa per lavori la stazione ecologica di via San Rocco a Medicina
Cronaca 1 Ottobre 2020

A Castello dopo il crollo del cedro in piazzale Dante verranno abbattuti altri nove alberi a rischio di caduta

Dopo il crollo di un cedro avvenuto nel corso dell’estate, i controlli straordinari fatti eseguire dal Comune di Castel San Pietro hanno rivelato che sono a rischio di caduta, e dovranno quindi essere abbattuti, nove alberi nel parco di piazzale Dante.

Si tratta di sei esemplari di robinia pseudoacacia, due cedri e un acero americano. «L’intervento sarà eseguito nelle prossime settimane e, appena il periodo vegetativo lo permetterà (tardo autunno/inverno), le piante abbattute saranno sostituite con altri esemplari» dice il vicesindaco Andrea Bondi, con delega all’Ambiente. (r.cr.)

Foto concessa dal Comune di Castel San Pietro

A Castello dopo il crollo del cedro in piazzale Dante verranno abbattuti altri nove alberi a rischio di caduta

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast