Posts by tag: Ambiente

Cronaca 22 Settembre 2020

Gev in difesa dell’ambiente, da Imola fino al Costarica

Sedici sacchi di rifiuti raccolti in un solo pomeriggio lungo via Braglia a Castel San Pietro. Li hanno raccolti a fine agosto le Gev imolesi, acronimo che sta per Guardie ecologiche volontarie, corpo regionale che si occupa di ambiente in collaborazione con le amministrazioni e gli enti parco. Le Gev di Imola, che in città hanno una sede dalla metà degli anni Novanta, attual- mente sono una trentina di volontari con un terzo di «quote rosa».

Nel corso dell’estate si sono occupate di diverse azioni di pulizia ambientale. «Un’azione utile e importante per l’ambiente sia per la pulizia in sé dai piccoli rifiuti che infestano la natura, sia come buon esempio per la popolazione che assiste all’intervento» spiega la Gev imolese Paola Bacchi. Dall’emergenza sanitaria, alcune delle attività delle Gev si sono fermate. Come l’informazione e l’educazione ambientale nelle scuole, «che promuoviamo direttamente nelle classi ma anche con attività di pulizia dei parchi e altri appuntamenti all’aria aperta e a contatto con la natura – precisa il coordinatore, Massimo Salvini -. Per l’autunno abbiamo in programma incontri forma- tivi aperti al pubblico».

Fra i compiti delle Gev c’è anche la vigilanza del territorio sotto molteplici aspetti di carattere ambientale: caccia e pesca, flora normata e protetta, fauna minore, benessere animale e anagrafe canina, parchi e aree protette, inquinamento luminoso, spandimenti scorretti in agricoltura, ciclo dei rifiuti. Nell’esercizio delle loro funzioni le Gev possono procedere all’accertamento di illeciti di natura amministrativa nell’ambito della legislazione sulla tutela dell’ambiente, ovvero fare sanzioni che «hanno valore di educazione ambientale per chi non ha imparato diversamente il rispetto dell’am- biente» commenta Salvini. Attualmente le Gev hanno convenzioni attive con i comuni di Castel San Pietro, Medicina, Ozzano (dove il corpo provinciale conserva i mezzi di protezione civile in comodato) e i comuni della vallata. «Ma intendiamo crescere per numero di soci e di interventi» si augura il coordinatore. Non solo Imola e circondario. Grazie ad un progetto di cooperazione internazionale e al gemellaggio tra Federgev e il governo del Costarica, le Gev operano volontariamen- te anche oltreoceano nella gestione dei parchi locali (mi.mo)

L’articolo completo su «sabato sera» del 17 settembre.

Nella foto: la pulizia di via Braglia a Castello

Gev in difesa dell’ambiente, da Imola fino al Costarica
Imola 16 Settembre 2020

#Imola2020, a Zolino ai parla di ambiente con tutti e cinque i candidati sindaco

«Quali impegni per la tutela dell”ambiente?» è il titolo dell’incontro pubblico a cui parteciperanno oggi tutti i candidati in corsa per le prossime elezioni comunali. L”evento, organizzato dal Comitato Vediamoci Chiaro, servirà «per conoscere la loro
posizione sulle tematiche ambientali e nel merito quali impegni ritengono
di prendere adesso sulle problematiche che li attendono» si legge nel comunicato.

Appuntamento, dalle 18.30, al Centro sociale di Zolino. (da.be.)

Nella foto: la locandina dell’evento

#Imola2020, a Zolino ai parla di ambiente con tutti e cinque i candidati sindaco
Cronaca 31 Agosto 2020

Il Comune di Imola contro i «furbetti» dei rifiuti, Guardie Ambientali Metropolitane elevano 90 verbali

Anche il Comune di Imola è sceso in campo contro i «furbetti» dei rifiuti. Nelle scorse settimane, infatti, ovvero da metà luglio a poco prima di metà agosto, il Comune ha organizzato, in collaborazione con le Guardie Ambientali Metropolitane ed Hera, un’attività straordinaria sull’intero territorio comunale per l’individuazione dei responsabili degli abbandoni di rifiuti o dei conferimenti non corretti. Tra le zone critiche via Bucci, via Cavour, via dei Mille, via Cesena, via Correcchio solo per citarne alcune.

In particolare si sono svolte delle ispezioni specifiche nelle postazioni di raccolta, dove sono presenti bidoni e cassonetti, sia nel centro storico che nei quartieri e nelle periferie e sono stati elevati dalle Guardie Ambientali circa 90 verbali, che sono in corso di notifica da parte della polizia locale. Le sanzioni applicabili nei casi di violazione del regolamento comunale vanno da 104 euro in su.

L’appello del Comune di Imola è quindi di «non abbandonare i rifiuti e di conferirli agli appositi contenitori. I comportamenti scorretti non hanno alcun tipo di giustificazione in quanto i cittadini hanno a disposizione una serie di servizi e strumenti che garantiscono il corretto conferimento di ogni tipologia. Si continuerà a operare per contrastare chi, per pigrizia o ignoranza, porta degrado lungo le strade, causando dei costi che poi ricadono sulle bollette Tari di tutti. A questo proposito, ogni anno a Imola vengono spesi circa 150 mila euro per le raccolte suppletive di quanto lasciato fuori dai cassonetti: una somma che potrebbe essere risparmiata, a vantaggio di tutti i cittadini» si legge nel comunicato stampa. (da.be.)

Foto d’archivio

Il Comune di Imola contro i «furbetti» dei rifiuti, Guardie Ambientali Metropolitane elevano 90 verbali
Cronaca 30 Agosto 2020

Al via l’edizione 2020 della Geol@b Summer School alla Casa del Fiume di Borgo

Inizierà domani, fino al 4 settembre, l”edizione 2020 della Geol@b Summer School presso la Casa del Fiume, in via Rineggio a Borgo Tossignano. Le lezioni utilizzeranno il nuovo laboratorio multimediale presso il Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola e verrà presentata l”opzione di condivisione a distanza delle microimmagini riprese con i microscopi biologico e stereoscaopico. Ad organizzarlo il Ceas GeoL@b Aps, asociazione di promozione Sociale nata nel 1999 a Faenza per iniziativa di alcuni docenti per costituire un centro di riferimento per l’educazione ambientale nella vallata del Santerno. GeoL@b ha come finalità la tutela e la valorizzazione della natura e dell’ambiente ed è oggi un punto di riferimento per le comunità locali nel campo dell’educazione, della ricerca e della documentazione sullo stato dell’ambiente. 

Il programma di domani, lunedì 31 agosto. Alle 9.30 saluto delle autorità ed apertura dei lavori. Interverranno il presidente del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, Antonio Venturi, il sindaco di Borgo Tossignano, Mauro Ghini, il direttore dell’Arpa, Giuseppe Bortone (in videoconferenza), il presidente del distretto per l’Istruzione, Gabriele Meluzzi, il presidente di ConAmi, Fabio Bacchilega (in videoconferenza) ed il presidente della Fondazione Crimola Rodolfo Ortolani (in videoconferenza). Alle 10 presentazione della della strumentazione di microscopia collegata al sistema multimediale ed impiego dalle strumentazione a cura della ditta fornitrice Exacta-Optech (dalle 14 alle 16 focus su «Il Suolo Sul Campo ed in Laboratorio»)

IL PROGRAMMA COMPLETO

Al via l’edizione 2020 della Geol@b Summer School alla Casa del Fiume di Borgo
Cronaca 25 Agosto 2020

Ad ottobre tutto pronto per il corso delle Guardie Ambientali Metropolitane

Dopo il corso svoltosi nel 2018/19 le Guardie Ambientali Metropolitane di Bologna (CGAM) presentano il nuovo corso per diventare Guardia Ecologica Volontaria. Novità di questa edizione sarà il corso teorico online che consentirà agli aspiranti di partecipare alle lezioni da casa con due sere a settimana evitando spostamenti fisici, per l’intera durata del corso. Non mancheranno però le esercitazioni e le uscite sul campo.

Il corso 2020/21 avrà inizio martedì 6 ottobre e si concluderà (includendo le uscite sul campo) a febbraio 2021. Sarà articolato in 23 moduli formativi per un totale di 78 ore di lezione online, a cui andranno sommate 20 ore di esercitazione in presenza e 16 ore di uscite sul campo, per un totale di 114 ore di corso. Le lezioni si svolgeranno tendenzialmente il martedì ed il venerdì, dalle ore 20.30 alle ore 23.30 (durata 3 ore l’una) e saranno erogate in web conference meeting tramite la piattaforma Google Meet. Le esercitazioni inpresenza e le uscite sul campo si svolgeranno probabilmente di domenica mattina dalle ore 8.30 alle 12.30 (durata 4 ore l’una). Gli esami si terranno in Regione a Bologna a partire dalla sessione di maggio 2021. Il corso è completamente gratuito e il materiale formativo verrà reso disponibile ai partecipanti in formato digitale in un’area cloud ed esso dedicata. Per partecipare alle lezioni tramite Google Meet occorre disporredella tecnologia basica di accesso a internet e di un Pc o laptop dotati di microfono e telecamera.

Per iscriversi occorre scaricare e sottoscrivere l’apposito modulo disponibile nel sito web e successivamente rinviarlo compilato all’indirizzo corpo@cgam.it. Per ulteriori informazioni rivolgersi alla segreteria CGam al numero 0542/1883141 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12. (da.be.)

Foto tratta dal sito delle Guardie Ambientali Metropolitane

Ad ottobre tutto pronto per il corso delle Guardie Ambientali Metropolitane
Cronaca 25 Agosto 2020

A settembre il nuovo corso per Guardie Ecologiche Volontarie (Gev)

l CpGev Bologna, in collaborazione con FederGev Emilia-Romagna organizza il nuovo Corso di formazione per Guardie Ecologiche Volontarie per Bologna, Imola e Faenza. Il corso inizierà il prossimo 22 Settembre. Termine ultimo per iscriversi è lunedì 14 settembre e, al momento, ci sono ancora posti disponibili.

Il corso si svolgerà in videoconferenza per tutta la parte teorica ma prevede diversi incontri in presenza (in piccoli gruppi) per le esercitazioni pratiche e per le uscite sul campo. Gli allievi saranno seguiti dai tutor di zona a Imola, a Faenza e per Bologna ci saranno 4 zone territoriali per il tutoraggio. Per iscriversi inviare una e-mail a corpo@gev.bologna.it o telefonare allo 051-6347464 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Ma chi sono le Gev? Il Corpo Provinciale delle Guardie Ecologiche Volontarie, costituito l”1 marzo 1988, conta oggi 380 soci di cui 260 Gev in possesso di “atto di nomina” della Regione e “Decreto prefettizio di guardia particolare giurata Ecologica”. Il CpGev Bologna fa parte di FederGev Emilia-Romagna, la federazione che aggrega 12 Raggruppamenti Provinciali su 15 esistenti nella nostra regione. La FederGev è inoltre una delle 5 associazioni regionali riconosciute dalla Agenzia Regionale di Protezione Civile ed è dotata di numerose attrezzature e mezzi per gli interventi in emergenza. (da.be.)

A settembre il nuovo corso per Guardie Ecologiche Volontarie (Gev)
Cronaca 11 Agosto 2020

Oltre 200 abbandoni di rifiuti beccati a Medicina dalle telecamere posizionate nelle isole ecologiche di base

Oltre 200 abbandoni di rifiuti ripresi nei primi 160 giorni di funzionamento delle telecamere di sorveglianza alle isole ecologiche di base di Medicina. Il bilancio è stato reso noto oggi dall”Amministrazione comunale di Medicina. «Il servizio – precisa la nota del Comune – tiene conto dell’oggettivo malfunzionamento dei cassonetti, sanzionando solo le persone che intenzionalmente ripongono i rifiuti in modo scorretto. Questi numeri sono in linea con quello che accade in altri territori. Tuttavia è bene segnalare che il costo sostenuto come Amministrazione per questi extra è superiore ai 25.000 euro l’anno, a carico di tutta la collettività».

Si ricorda che l”organizzazione dei rifiuti a partire dall”inizio dell”anno è cambiata radicalmente, con l”aggiunta di dieci nuove isole ecologiche di base (Ieb) per la raccolta differenziata, con l”obiettivo di recuperare i cassonetti singoli eliminati sul territorio. In alcune zone il loro posizionamento è stato individuato assieme ai cittadini e, al fine di migliorare il servizio, è aumentata la frequenza di svuotamento. Per quanto riguarda il controllo, alle cinque postazioni di telecamere che periodicamente vengono posizionate su isole ecologiche differenti, si aggiunge il controllo che il Comune effettua tramite la collaborazione con le Guardie ecologiche. Un”ulteriore convenzione con il Corpo guardie ambientali metropolitane è stata infine aggiunta per accrescere la vigilanza e intensificare il controllo sui fenomeni di abusivismo.

«La situazione per il territorio di Medicina risulta in linea con il resto dei comuni  per la quantità di rifiuti abbandonati all’esterno dei cassonetti mentre il numero degli abbandoni resta costante – prosegue la nota dell”Amministrazione -. Quanto ai prossimi passi, la gara in corso per avere un nuovo gestore dei rifiuti è slittata a dicembre a causa dell’emergenza sanitaria e all”inizio dell”anno sono previste altre modifiche, come l”introduzione di contenitori diversi da quelli attuali con la calotta e l’inserimento all’interno delle isole del contenitore per l’organico».

«L’abbandono dei rifiuti al di fuori dei contenitori di raccolta è  un problema che riguarda tutta la collettività e impatta economicamente su tutti, purtroppo – avverte l’assessore all’Ambiente, Massimo Bonetti -. Se vogliamo avere un ambiente pulito, una raccolta sostenibile e senza costi aggiuntivi è importante che ognuno di noi faccia il suo: continuiamo a differenziare correttamente, oltre ad evitare inutili abbandoni». Il Comune ricorda infine che c’è un servizio dedicato alla raccolta dei rifiuti fuori dai cassonetti al quale è possibile segnalare la presenza di rifiuti all’esterno dei cassonetti, da attivare o al numero di telefono 800 999 500 oppure tramite l’app rifiutologo. (r.cr.)

Oltre 200 abbandoni di rifiuti beccati a Medicina dalle telecamere posizionate nelle isole ecologiche di base
Cronaca 7 Agosto 2020

In agosto per i servizi ambientali nella vallata del Santerno in funzione lo sportello di Casalfiumanese

Sarà quello di Casalfiumanese l”unico sportello dedicato ai servizi ambientali di Hera per la vallata del Santerno durante tutto il mese di agosto. Le aperture previste a Fontanelice infatti (dove è presente uno sportello che normalmente il sabato mattina si alterna a quello di Casale) sono trasferite a Casalfiumanese fino al termine del mese. Pertanto tutti i cittadini dei quattro comuni della vallata e le attività economiche che devono attivare nuove posizioni Tari dovranno rivolgersi nei sabati 8, 22 e 29 agosto, dalle 9 alle 12, allo sportello aperto nella sala ex anagrafe di via Primo Maggio 20, zona Martelluzza, a Casalfiumanese.

Agli interessati Hera ricorda che «ogni posizione Tari dà diritto ad una coppia di tessere, che consentono di aprire i contenitori stradali presenti in tutti i comuni della vallata» e che «all’ufficio tessere ci si può rivolgere anche in caso di malfunzionamento o smarrimento delle stesse». Inoltre, la multiservizi avverte che «l’ufficio tessere non è abilitato ad attivare o modificare i contratti o qualunque altro servizio Hera, operazioni per le quali è necessario preliminarmente rivolgersi al Servizio Clienti 800.999.500 per le famiglie e 800.999.700 per le attività. In entrambi i casi la chiamata è gratuita da fisso e cellulare e gli operatori sono a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18».

Per completare l”informazione sui servizi ambientali nella vallata del Santerno, è opportuno tenere presente che le tessere servono anche per velocizzare i conferimenti alle stazioni ecologiche, che nel circondario imolese sono intercomunali. Quattro quelle della vallata, una in ciascun Comune (ma tutti i residenti possono usarle indistintamente): in via Allende a Borgo Tossignano, in via Casalino a Casalfiumanese, in via del Lavoro (accesso da via Galloni) a Fontanelice e in via Pertini a Castel del Rio. (r.cr.)

In agosto per i servizi ambientali nella vallata del Santerno in funzione lo sportello di Casalfiumanese
Cronaca 29 Luglio 2020

Al via la quarta edizione di HeraSolidale per sostenere sette progetti ambientali e di solidarietà

Al via la quarta edizione di HeraSolidale, il progetto con cui i lavoratori del Gruppo Hera, l’azienda stessa e i clienti sostengono organizzazioni impegnate in progetti ambientali e di solidarietà, che crescono da cinque a sette (tutte le informazioni su www.gruppohera.it/herasolidale).
Nella scorsa edizione sono stati raccolti circa 370.000 euro, a cui si sono aggiunti i quasi 64.000 donati dai dipendenti della multiutility, in una edizione straordinaria di HeraSolidale, a favore dei Servizi Sanitari di Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Marche. (r.cr.)

Al via la quarta edizione di HeraSolidale per sostenere sette progetti ambientali e di solidarietà
Cronaca 20 Luglio 2020

Grande successo per la camminata notturna di «Geovagando» a Fontanelice

Grande partecipazione (trenta bambini, numero massimo consentito per il rispetto delle misure anti-Covid) per la camminata notturna a Fontanelice del 16 luglio, nell’ambito dell’iniziativa Geovagando che interessa l’intera vallata del Santerno.

Una camminata organizzata per avvicinare i più piccoli al territorio e alla natura che, partendo dal centro del paese, ha raggiunto campi e boschi delle colline circostanti.
Bambini e famiglie, guidati nell’escursione dalla guida ambientale escursionistica e speleologica Stefano Schiassi, durante il tragitto sono stati intrattenuti dai suoi racconti e letture.
Sul far della notte, grazie a Maria Pia Montevecchi e Letizia Fabbri, i bambini hanno potuto assistere ad una coinvolgente lettura a tema (nella foto). Un momento ludico e di intrattenimento nel quale i bambini, oltre ad essere spettatori, sono stati parte attiva della messa in scena teatrale. (r.cr.)

Grande successo per la camminata notturna di «Geovagando» a Fontanelice

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast