Posts by tag: bancomat

Cronaca 13 Marzo 2021

Fanno saltare il bancomat di via Marconi a Castello, malviventi però scappano a mani vuote

I carabinieri hanno avviato le indagini per risalire agli autori di un tentato furto aggravato commesso nella notte da ignoti ai danni del bancomat della «Crédit Agricole Italia» di via Marconi.

Da una prima ricostruzione dei fatti, eseguita dai militari della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bologna, intervenuti per i necessari accertamenti e rilievi, i malviventi avrebbero tentato di rubare le banconote di denaro contenute nel dispositivo che hanno aperto con un’esplosione provocata da un ordigno artigianale, ma non ci sono riusciti e sono fuggiti a mani vuote. Ancora da stabilire l’esatto ammontare dei danni. 

Foto concessa dai carabinieri

Fanno saltare il bancomat di via Marconi a Castello, malviventi però scappano a mani vuote
Cronaca 31 Agosto 2020

Sgominata la banda dei bancomat, tra i colpi anche quello a Spazzate Sassatelli

Il 27 agosto scorso la Squadra Mobile della Questura di Bologna e i carabinieri del Norm della Compagnia di Bologna-Borgo Panigale hanno eseguito sette fermi nei confronti di altrettanti appartenenti ad una banda criminale specializzata nell’assalto ai bancomat con materiale esplosivo. Tra i colpi anche quello avvenuto nella notte tra il 21 e 22 agosto alla filiale della Banca di Imola di Spazzate Sassatelli

L’attività d’indagine era partita già nel mese di gennaio, quando la banda in provincia di Pistoia si era resa responsabile del furto di un’Alfa Romeo Giulietta e di due targhe appartenenti ad altra autovettura dello stesso tipo. All’interno della Giulietta rubata e poi abbandonata nella fuga dai malviventi, erano stati rinvenuti degli strumenti da scasso del tutto corrispondenti a quelli utilizzati dalla criminalità bolognese per gli assalti ai bancomat. Gli elementi raccolti in quella occasione ed i successivi accertamenti permisero così ai militari di stabilire con esattezza che i malviventi avevano una base anche a Bologna, arrivando anche a ricostruire le loro attività illecite in Emilia-Romagna e in tutta Italia.

Nell’ultimo periodo la banda aveva messo in pratica una nuova strategia, ovvero rubare una vettura da utilizzare per ogni “colpo”, abbandonandola poi subito dopo.  Altro particolare è che le autovetture utilizzate risultano sempre essere delle Alfa Romeo Giulietta, con cui il gruppo criminale ha consolidato una tecnica di furto  altamente professionale, agendo sulla centralina di accensione della macchina. I provvedimenti restrittivi alla fine sono il risultato di due differenti indagini, una condotta dalla polizia direttamente nei confronti dei responsabili degli assalti ai bancomat, l’altra condotta dai carabinieri. Durante le perquisizioni eseguite dalla Squadra Mobile di Bologna nelle abitazioni di alcuni dei principali indagati è stata rinvenuta e sequestrata, oltre che un’auto utilizzata come staffetta, numerosissimi strumenti utilizzati dalla banda criminale per l’effrazione delle bocchette dei bancomat, circa 3 kg di sostanze chimiche in polvere di diversa natura, utilizzate per confezionare miscele esplosive, nonché otto strumenti artigianali chiamati «marmotte», tra cui uno pronto per essere utilizzato e quindi ancora carico di esplosivo. Al termine delle operazioni, gli arrestati sono stati tradotti in carcere. (da.be.)

Foto concessa dalla polizia

Sgominata la banda dei bancomat, tra i colpi anche quello a Spazzate Sassatelli
Cronaca 7 Gennaio 2020

Fanno esplodere il bancomat della Bcc di Casale e fuggono con un bottino da 30 mila euro

Un boato nella notte tra sabato 4 e domenica 5 gennaio ha fatto saltare il bancomat della Bcc ravennate, forlivese e imolese di via I Maggio a Casalfiumanese, a pochi passi dalla via Montanara. Lo scoppio, probabilmente innescato con la tecnica della marmotta, è avvenuto poco dopo l’1 di notte e ha scaraventato lo sportello ad alcuni metri di distanza. Sul posto sono subito arrivati carabinieri e vigili del fuoco volontari del distaccamento di Fontanelice.

Alcuni testimoni dicono di aver visto un’auto di colore scuro allontanarsi a tutto gas. I militari stanno comunque visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza dell’istituto di credito alla ricerca di ulteriori elementi utili alle indagini. E’ ancora in corso la quantificazione, ma il bottino potrebbe aggirarsi attorno ai 30 mila euro. Nel lungo weekend dell’Epifania, infatti, il bancomat era stato ben rimpinguato, considerando i tre giorni consecutivi di chiusura della banca. Ingenti anche i danni ai locali della filiale. (gi.gi.)

Nella foto (Isolapress): il bancomat fatto saltare in aria dai malviventi

Fanno esplodere il bancomat della Bcc di Casale e fuggono con un bottino da 30 mila euro
Cronaca 3 Febbraio 2019

Fanno saltare il bancomat a Fontanelice e scappano con il bottino

Ladri in azione la scorsa notte a Fontanelice. Ignoti, infatti, hanno fatto saltare il bancomat della filiale del Gruppo Banco Bpm di corso Europa, per poi fuggire con il bottino. Per farlo hanno utilizzato un esplosivo artigianale, comunemente chiamato «marmotta».

Al momento non è stata ancora accertata l”esatta somma rubata, ma dai primi sopralluoghi pare non vi siano danni strutturali alla banca nè persone siano rimaste ferite. Sull”accaduto stanno indagando i carabinieri del Norm di Imola ed il Nucleo Investigativo di Bologna. (d.b.)

Nella foto (Isolapress): il luogo dell”esplosione

Fanno saltare il bancomat a Fontanelice e scappano con il bottino
Cronaca 29 Giugno 2018

Filiale del Banco Bpm a Fontanelice, scongiurata la chiusura almeno fino a dicembre

La mobilitazione per scongiurare la chiusura della filiale del Gruppo Banco Bpm di Fontanelice ha avuto i risultati sperati, quantomeno la chiusura paventata per venerdì 29 giugno è scongiurata. Prima le rassicurazioni telefoniche e oggi arriva la conferma scritta: fino a dicembre 2018 lo sportello bancomat del Bpm (ex Cassa di Risparmio di Imola) rimarrà attivo e la filiale aperta un giorno a settimana, il venerdì giorno di mercato nel paesino della vallata del Santerno. Il tutto a partire da venerdì 6 luglio.

A comunicarlo è il sindaco, Athos Ponti: «Siamo contenti di aver evitato la chiusura, ma speravamo in un’apertura per almeno tre giorni alla settimana, cosa che continueremo a chiedere».

Una conclusione per ora positiva della battaglia iniziata ad inizio maggio quando il primo cittadino scrisse al presidente del Cda del Bpm, Carlo Fratta Pasini, per scongiurare la chiusura annunciata dall”istituto di credito. Poi, la raccolta di firme contro la chiusura e il presidio davanti alla filiale di corso Europa di venerdì 15 giugno. Infine lo sciopero della fame durato cinque giorni dello stesso sindaco Ponti. «La chiusura della banca sarebbe un problema specialmente per gli anziani – non si stanca di ripetere Ponti -. Per questo motivo siamo disposti ad accettare una riduzione di orario o giornate di apertura, ma non la chiusura definitiva».(gi.gi.)

Nella foto: Athos Ponti e la sede del Bpm di Fontanelice

Filiale del Banco Bpm a Fontanelice, scongiurata la chiusura almeno fino a dicembre

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast