Posts by tag: Basket

Sport 5 Agosto 2020

Basket serie B, l’Andrea Costa completa il reparto lunghi con Danilo Errera

Danilo Errera è un nuovo giocatore dell’Andrea Costa. Il centro classe ’97 va così a completare il reparto lunghi di coach Moretti.

Errera ha già militato in serie B con le maglie di Olginate (stagione 2018/2019) e Teramo (stagione 2017/2018), con la quale ha fatto l’esordio nel campionato senior. Nella scorsa stagione ha vestito la maglia della Intech Imola nel campionato di C Gold. «Ho scelto l’Andrea Costa perché quest’anno voglio fare il salto di qualità ed ho trovato in questa società i presupposti giusti per poterlo fare – ha commentato Errera -. Il team è composto da ottimi giocatori e da un grande staff tecnico, non potevo non accettare. Io sarò a completa disposizione di coach e compagni, pronto a fare ciò che serve per raggiungere gli obiettivi che ci prefisseremo in questa stagione». (r.s.)

Nella foto (della Intech Imola): Danilo Errera

Basket serie B, l’Andrea Costa completa il reparto lunghi con Danilo Errera
Sport 2 Agosto 2020

«Andrea Costa, c’era una volt…A», viaggio indietro nel tempo con Alberto Pietrini: «Ma ora seguo il volley»

Se un tecnico del valore e dalle grandi capacità come «Frank» Vitucci lo ha voluto al suo fianco per 8 stagioni, un motivo ci deve essere. Alberto Pietrini è nella storia dell’Andrea Costa, perché in quella squadra che vinse la A2 e si fece onore all’attico dei canestri, lui fu il protagonista più defilato, ma non certo secondario. Il lungo di Stia (Arezzo), oggi 54enne, vive a Livorno e ci parla di Andrea Costa e della sua famiglia sempre più sportiva. «Mi dispiace tanto vedere la società in serie B, l’ho anche scritto su Facebook. Questo è un club che ha sempre lottato per stare in serie A e che quest’anno, anche per colpa del Covid, ha patito il colpo di grazia. Quella di fare la B è la scelta giusta e, prendendo Moretti e tanti giocatori forti, dimostra di avere la volontà di fare bene. La B va bene, ma spero di rivederla in A».

Qual è il ricordo più bello di quegli anni?

«La promozione dalla A2 è memorabile e fu la sensazione più bella. Tranne l’ultimo anno di A1 (dove ci furono troppi stranieri che penalizzarono l’amalgama di squadra) ho sempre fatto parte di un buon gruppo e di squadre fatte per vincere». (p.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 30 luglio.

Nella foto: Alberto Pietrini con la figlia Elena, nazionale di pallavolo e nata a Imola

«Andrea Costa, c’era una volt…A», viaggio indietro nel tempo con Alberto Pietrini: «Ma ora seguo il volley»
Sport 31 Luglio 2020

Basket serie B, l’Andrea Costa si regala il centro Francesco Quaglia

Altro arrivo in casa Andrea Costa. Oggi la società biancorossa ha annunciato la firma di Francesco Quaglia

Centro fiorentino del 1988, Quaglia è cresciuto nelle giovanili della Virtus Bologna dalle quali ha fatto il salto nel mondo senior approdando, nell’estate 2017, a Modena, per poi vestire anche le maglie di Fortitudo Bologna, Bertram Tortona, Pallacanestro Cantu e Fortitudo Agrigento. Nell’ultima stagione era ad Ancona, in serie B, dove ha chiuso con 11,3 punti a partita. (da.be.)

Nella foto: Francesco Quaglia

Basket serie B, l’Andrea Costa si regala il centro Francesco Quaglia
Sport 28 Luglio 2020

Basket serie B, Giacomo «Jack» Sgorbati torna a vestire i colori dell’Andrea Costa

Altro ritorno in casa Andrea Costa Imola. Oggi, infatti, la società biancorossa ha ufficializzato l’arrivo di Giacomo Sgorbati, guardia/ala del 97 proveniente da Jesi (serie B), dove nell’ultima stagione ha chiuso con 12.9 punti di media a partita.

Imolese di nascita, Sgorbati torna così vestire i colori della sua città ed a calcare il parquet del palaRuggi dopo aver militato nel club di via Valeriani nella stagione 2015/2016 sotto le direttive di coach Ticchi. A seguire le esperienze a Ravenna e la promozione in serie A con la Fortitudo Bologna. «Fa uno strano effetto tornare a Imola, sicuramente positivo – ha commentato Sgorbati -. Torno dopo tanti anni, nella mia città, a giocare davanti ai miei amici e famiglia, non vedo l’ora di ricominciare. Allora ero molto più giovane e meno maturo, torno con più esperienza nel mio bagaglio cestistico, con un ruolo più importante che mi stimola ad essere focalizzato sulla prossima stagione». (da.be.)

Foto tratta dalla pagina Facebook dell’Andrea Costa

Basket serie B, Giacomo «Jack» Sgorbati torna a vestire i colori dell’Andrea Costa
Sport 26 Luglio 2020

«Andrea Costa, c’era una volt…A», protagonista l’ex coach Giampiero Ticchi: «Tre stagioni d’orgoglio»

Solo tre tecnici della storia dell’Andrea Costa di serie A si sono seduti sulla panchina biancorossa per più di due stagioni. Tre di fila, oltre alle 5 di «Frank» Vitucci, le ha fatte solo Giampiero Ticchi, che arrivò a Imola nell’estate 2014, in uno dei momenti più critici per il club di via Valeriani. Reduce da una bruciante ed umiliante retrocessione in A2 Silver, la squadra affidata al tecnico di Gradara riuscì a ricavarsi tre stagioni di foggia diversa, ma tutte rispettando più o meno ampiamente gli obiettivi prefissati. Dal suo palcoscenico ritrovato nel basket femminile di vertice (alla Reyer Venezia), il tecnico romagnolo ha preso in esame i vari temi sui quali si basa questa serie d’interviste. «Vedere i biancorossi in serie B mi provocano un grosso dispiacere, per la piazza, i tifosi e per l’amore che circonda la squadra e la società che da più anni era in A2. Questo è un momento di crisi ed emergenza, ingigantito dal problema Coronavirus. Comunque è meglio fare la serie B che scomparire».

Cosa è stata per te l’Andrea Costa?

«Una bella avventura, con un primo anno che, aldilà dei risultati, abbiamo fatto bene, giocando un basket di qualità. Che poi abbiamo riprodotto l’anno successivo, dove facemmo un gran campionato, che però era figlio dell’anno prima. Sono particolarmente orgoglioso di avere sempre ottenuto l’obiettivo superiore a quello che il budget ci permetteva. Nella carriera di un allenatore è importante il palmares e contano le vittorie, ma è pure importante quello che si riesce a fare in base alle squadre a disposizione». (p.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 23 luglio.

Nella foto: Giampiero Ticchi

«Andrea Costa, c’era una volt…A», protagonista l’ex coach Giampiero Ticchi: «Tre stagioni d’orgoglio»
Sport 23 Luglio 2020

Basket serie B, la guardia Davide Toffali ritorna all’Andrea Costa

Continua a prendere sempre più forma il roster dell’Andrea Costa. Oggi, infatti, il club di via Valeriani, ha annunciato il ritorno di Davide Toffali, guardia monzese del ’98 già in biancorosso nella stagione 2017/2018 al suo primo anno tra i Senior.

Nella scorsa stagione ha militato nella Gilbertina Soresina (serie B) dove ha chiuso con 14,3 punti di media a partita, mentre l’anno precedente ha conquistato la promozione in A2 con la maglia dell’Urania Milano. «Sono davvero molto felice di tornare ad Imola, città molto accogliente e piazza cestistica vivace e di grande importanza- ha commentato Toffali -. Sono certo che i suoi tifosi nonostante una categoria diversa da quella dello scorso anno, sono rimasti i carichi e gli irriducibili di qualche stagione fa. E” stato un onore ricevere la chiamata di coach Moretti, lo ripagherò con la stessa fiducia che lui ha riposto in me scegliendomi». (da.be.)

Nella foto (Isolapress): Davide Toffali in maglia Andrea Costa

Basket serie B, la guardia Davide Toffali ritorna all’Andrea Costa
Sport 21 Luglio 2020

Basket, Alessandro Banchi è un nuovo giocatore dell’Andrea Costa

Dopo l’annuncio di Jacopo Preti, l’Andrea Costa ha aggiunto un altro tassello al proprio roster. Oggi, infatti, è arrivata l’ufficialità della firma di Alessandro Banchi, figlio d’arte e primogenito di coach Luca Banchi. 

Alessandro, play classe ’98, nonostante la giovane età, approda in biancorosso dopo aver militato in importanti squadre di serie B come Giulianova, Palestrina e, per ultima, Lucca dove nella scorsa stagione ha chiuso con 9,4 punti, 3,5 rimbalzi e 2,4 assist di media a partita. Ottimo regista, ma con grandi capacità di tiro Alessandro si è sempre contraddistinto per essere un play dalla grande tenacia, carisma e potenzialità. «Imola è una realtà abituata a palcocenici di categorie superiori – ha commentato – Una città dove si respira basket come poche in Italia. È un onore per me giocare in una piazza come questa e non vedo l’ora di iniziare. Avere poi la possibilità di essere allenato da un tecnico come Moretti è un’occasione che non mi potevo far scappare. Ha avuto tra le mani grandi giocatori e avere l’opportunità di ricevere consigli da lui e di giocare per lui per me è un grande motivo di orgoglio».

Nella foto (dalla pagina Facebook di Lucca): Alessandro Banchi

Basket, Alessandro Banchi è un nuovo giocatore dell’Andrea Costa
Sport 19 Luglio 2020

«Andrea Costa, c’era una volt…A», intervista a Trent Whiting: «A Imola 3 anni stupendi, ma quella fine fu amara»

Dopo le 186 presenze dell’italoargentino Patricio Prato e le 102 dello statunitense Bill Jones, tra gli stranieri dell’Andrea Costa c’è Trent Whiting. Che in tre stagioni in biancorosso, tra il 2009 e il 2012, di gettoni ne mise insieme 82, risultando uno dei giocatori più prolifici e decisivi della storia imolese di serie A. Per ricordarlo e per ricordare i suoi anni in biancorosso, lo abbiamo pescato nella sua Boise, la capitale dell’Idaho. Nel suo impeccabile italiano, nonostante i nove anni di distanza dall’ultima esperienza imolese, il «mormone» ha passato in rassegna quegli anni in Italia e quelli vissuti sul campo del «palaCattani». «Mi spiace tanto vedere Imola fuori dalla serie A dopo 25 anni, perché la vostra è una città di passione per lo sport e per il basket. Vedo tanta tristezza nei tifosi, ma sono certo che prima o poi l’Andrea Costa tornerà in serie A, perché un club del genere, una volta passata la crisi, sarà capace di risalire».

Dopo tanti anni, c’è ancora chi si domanda perché non ti abbiano fatto giocare (pur pagandoti) la quarta stagione.

«Mi diede gran fastidio perché mi sono sempre sacrificato per la società e i tifosi. Sono stato una parte importante di quegli anni e non meritavo quel trattamento. Purtroppo qualcuno in società (lo sponsor Giorgio Salvi) non la pensava così e volle fare il cambio, ma ancora oggi ricordo con amarezza quando mi fecero tornare dall’America (a mie spese) per fare quella conferenza stampa surreale. Ma non voglio fare polemiche». (p.p.)

L’intervista completa su «sabato sera» del 16 luglio.

Nella foto: la famiglia Whiting al completo in una foto scattata al liceo di Boise, nello stato dell’Idaho, dove risiedono

«Andrea Costa, c’era una volt…A», intervista a Trent Whiting: «A Imola 3 anni stupendi, ma quella fine fu amara»
Sport 17 Luglio 2020

Basket, primo acquisto per l’Andrea Costa: ufficiale il ritorno di Jacopo Preti

Jacopo Preti è un nuovo giocatore dell’Andrea Costa per la stagione 2020/2021. L’ala classe ’94 torna così al Ruggi dopo l’addio di tre anni fa (l’esordio con il club di via Valeriani fu nel lontano 2011) e l’ultima esperienza in serie B a San Vendemiano dove, prima del lockdown, viaggiava a circa 12 punti e 4 rimbalzi di media a partita. 

In passato, oltre alla maglia biancorossa e quella dei trevigiani, Preti ha indossato anche le casacche di Giulianova e San Miniato. «Il ritorno del figliol prodigo» si legge sul comunicato dell’Andrea Costa. (da.be.)

Foto presa dalla pagina Facebook dell’Andrea Costa

Basket, primo acquisto per l’Andrea Costa: ufficiale il ritorno di Jacopo Preti

Cerca

Seguici su Facebook

ABBONATI AL SABATO SERA

Font Resize
Contrast